Marvel Database
Advertisement
Attenzione... SPOILER!

Questa pagina può contenere spoiler sulla trama e/o dettagli finali che potrebbero non essere ancora state pubblicate o trasmesse.

Nota a tutti gli editori
Per favore non modificare, aggiungere o cancellare informazioni non prima di aver visto il film.


Apparizioni

Personaggi Principali:

Personaggi Secondari:

Antagonisti:

  • Segretario Thaddeus Ross
  • Red Room Program
    • Generale Dreykov (Morte)
    • Taskmaster (Antonia Dreykov) (Storia principale e flashback) (Prima apparizione) (Liberata dal controllo di Dreykov)
    • Oksana (Prima apparizione) (Morte)
    • Black Widow (Ingrid) (Prima apparizione) (Morte)
    • Black Widow (Lerato) (Prima apparizione) (Liberata dal controllo di Dreykov)
    • Numerose altre Vedove Nere sconosciute (Prima apparizione) (Liberate dal controllo di Dreykov)

Altri Personaggi:

Luoghi:

Razze e Specie:

Trama

1995, Ohio

Alexei e Melina recuperano un misterioso floppy disk.

Natasha Romanoff conduce una normale infanzia in compagnia della sorellina minore Yelena, della madre Melina Vostokoff, una scienziata e del padre Alexei Shostakov, un comune impiegato. Una sera però, durante la cena, una pericolosa rivelazione sconvolge completamente l'esistenza delle due bambine: Alexei, in realtà un Super-soldato sovietico un tempo conosciuto come Red Guardian, e Melina, una pericolosa Vedova Nera, dopo anni di ricerche sono finalmente riusciti a mettere le mani su un misterioso floppy disk della S.H.I.E.L.D. portando a termine la loro missione. Il nucleo familiare era soltanto una finzione e, a furto avvenuto, i due agenti sovietici sono costretti a fuggire a Cuba.

Alexei affida Natasha e Yelena alle cure del generale Dreykov.

Inseguiti dagli agenti della S.H.I.E.L.D. la famigliola raggiunge una pista di decollaggio e mentre Red Guardian tiene impegnati gli agenti sfruttando le sue abilità sovrumane, le ragazze salgono a bordo di un aeroplano. Ferita da un proiettile, Melina affida la conduzione del mezzo a Natasha e poco prima che l'aero decolli, Alexei riesce a saltarvi a bordo. La famigliola è salva e raggiunge senza problemi i caraibi.

Una volta atterrati, Alexei consegna al generale Dreykov il floppy disk mentre i soldati si occupano di soccorrere Melina e le bambine. La missione è conclusa e Natasha e Yelena vengono spedite presso la Stanza Rossa per venire addestrate come Vedove Nere. Natasha cerca di opporsi con la forza, ma non c'è niente che possa fare per impedirlo. Il sogno della famigliola felice è infranto per sempre, e i quattro sono costretti a separarsi.

21 anni dopo, Presente della storia...

Natasha si rifugia in Norvegia per scampare al segretario Ross.

Natasha è ricercata dal segretario di Stato Ross e dai soldati dell'esercito americano per aver infranto gli Accordi di Sokovia e avere aggredito il defunto re del Wakanda T'Chaka, ma riesce a ingannarlo e a fuggire in Norvegia, nonostante i suoi amici e colleghi Vendicatori siano già stati tutti quanti catturati.

Yelena, 21 anni dopo.

In Marocco, Yelena termina il suo addestramento e diventata una letale Vedova Nera. Durante una missione, la ragazza ingaggia un cruento combattimento con il bersaglio ma, la sua vittima, poco prima di morire, riesce a spruzzarle contro uno strano gas sintetico di colore rosso che la libera dal controllo mentale di Dreykov. Yelena recupera la ragione e tutto diventa più chiaro: la sua vittima, in realtà una vecchia compagna d'addestramento, la incarica di liberare anche le altre Vedove Nere dal controllo di Dreykov e le affida una valigetta contenente altre fiale di antidoto.

Yelena si estrae quindi il chip di tracciamento sottocutaneo dalla gamba e fugge via, portando con sé le altre fiale di antidoto. Le sue compagne comunicano in tempo immediato la notizia e il generale Dreykov attiva il protocollo "Taskmaster" per eliminarla.

Natasha incrocia il cammino di Taskmaster.

Natasha, che intanto si è ricostruita una vita sotto copertura in Norvegia, assieme alla posta della giornata riceve una strana valigetta nera a cui però non sembra attribuire molta importanza e che infila nel bagagliaio dell'auto assieme ad altre scartoffie. Di ritorno dal supermercato però, la donna viene attaccata da un misterioso soldato mascherato intenzionato ad impossessarsi proprio di quella valigetta. Credendo che la figura lavori per il segretario di stato Ross e poiché il soldato riesce a replicare alla perfezione il suo stile di combattimento e ogni suo singolo movimento, a Natasha non resta altro da fare che scappare, lasciandosi trasportare via dalle acque di un fiume vicino. Rivelando il contenuto della valigetta, Natasha intuisce di dovere ricongiungersi con la sorella Yelena per portare a termine una missione della massima importanza e la raggiunge a Budapest.

Braccate da Taskmaster e dalle altre Vedove Nere, Yelena e Natasha sono costrette a fuggire.

In un appartamento, Yelena spiega a Natasha che Dreykov è ancora vivo e vegeto, e così la sua Stanza Rossa e il programma delle Vedove Nere. Le fiale di antidoto che le ha spedito infatti, serviranno loro a liberare le altre Vedove dalla possessione chimica e mentale del generale. Natasha, che era convinta di aver ucciso Dreykov e sua figlia Antonia molti anni prima per conto della S.H.I.E.L.D. apprende che l'uomo ha creato e addestrato nuove e letalissime Vedove, che tiene sotto scacco grazie a un sistema di controllo mentale neuronale. L'unico modo per liberarle è somministrare loro l'antidoto creato dall'ultimo bersaglio di Yelena. Le due sorelle decidono quindi di uccidere Dreykov e salvare le Vedove da lui controllate ma, braccate da Taskmaster e dalle altre Vedove, sono costrette a lasciare la città.

Poiché la Stanza Rossa è impossibile da trovare e Dreykov troppo imprevedibile da uccidere, Natasha, sapendo che Alexei era un suo stretto collaboratore, organizza una missione per liberarlo dal carcere di massima sicurezza siberiano in cui è stato rinchiuso. Purtroppo per loro però, Alexei non conosce l'attuale posizione della Stanza Rossa ma confida loro che Melina lavora ancora per lui e che ha sviluppato la formula per il controllo mentale delle Vedove grazie agli studi sul Programma Soldato d'Inverno contenuti nel floppy disk che rubarono nel 1995.

La "famigliola" si riunisce.

I tre si ricongiungono anche con Melina nella sua fattoria fuori città a San Pietroburgo ma, l'abitazione viene invasa dalle Vedove Nere inviate da Dreykov e la famigliola sedata e prelevata contro la loro volontà. A bordo della Stanza Rossa, adesso una fortezza volante, Natasha e Alexei vengono rinchiusi in una cella sotterranea, Yelena portata in laboratorio per essere analizzata e Melina condotta al cospetto di Dreykov. L'uomo riesce però a smascherarla come la vera Natasha: la cattura faceva parte del suo piano per condurre direttamente da lui ed eliminarlo. La vera Melina, intrappolata insieme ad Alexei, conoscendo i codici della struttura riesce ad evadere e comunicando da remoto con Yelena, le rivela di aver nascosto un coltello nella sua tuta, con cui la ragazza si libera, uccide i medici e recupera le fiale di antidoto per liberare le altre Vedove.

Yelena rivela le sue insicurezze, le sue paure e i suoi desideri per un futuro migliore libera dal controllo di Dreykov.

Contro ogni aspettativa però, Natasha scopre di non potere attaccare direttamente Dreykov perché il condizionamento delle Vedove include un blocco feromonale da lui emesso che le impedisce di commettere azioni violente contro di lui. Natasha scopre inoltre che il famigerato Taskmaster non è altri che sua figlia Antonia, sopravvissuta all'incendio e riprogrammata come tutte le Vedove Nere della Stanza Rossa per eseguire alla lettera i suoi ordini.

Dopo aver spedito Antonia a uccidere la famiglia di Natasha, Dreykov svela alla donna di avere intenzione di sfruttare il condizionamento che esercita su di lei per manipolare gli Avengers e controllare il mondo, le sue economie e le sue politiche. Ottenendo tutte le informazioni di cui aveva bisogno, per far saltare i ricettori nel centro olfattivo e combattere Dreykov, Natasha si spezza il nervo mentre Melina riesce a distrugge una delle turbine che tiene in aria la fortezza, facendola precipitare dal cielo.

Natasha affronta Dreykov.

Dreykov riesce però a richiedere l'intervento delle Vedove che in forza e numero riescono a sopraffare Natasha e gli consentono di fuggire a boro di un elivelivolo. Una volta trovate le fiale con l'antidoto, Yelena le fa esplodere sulle Vedove Nere che tengono imprigionata sua sorella e le libera dal controllo mentale. Mentre Yelena porta le altre ragazze in salvo, appena rinsavite, Natasha recupera le ultime due fiale rimaste.

Natasha affronta Taskmaster.

Melina e Andrei fuggono a bordo di un veivolo, mentre Yelena fa saltare in aria il jet di Dreykov, ma viene scaraventata nel vuoto dall'esplosione. Natasha si getta dal cielo per salvarle la vita e, una volta attivato il suo paracadute, si lancia all'inseguimento aereo di Taskmaster. Sopravvissute allo scontro aereo, Natasha e Antonia atterrano sane e salve a terra e Vedova Nera riesce a somministrarle una fiala contenente l'antidoto, liberandola dal controllo del padre.

Natasha affida a Melina l'ultima fiala di antidoto perché la donna possa replicarlo e liberare le altre Vedove Nere disseminate in tutto il mondo, dopo di che, raggiunta dal segretario di stato Ross e dai suoi uomini, concede un ultimo addio a Yelena e Alexei, permettendo loro di scappare e salvarsi.

2 settimane dopo...

Natasha si tinge i capelli di biondo platino e indossando la giacca che sua sorella le ha regalato, parte per aiutare Steve Rogers a liberare gli Avengers rinchiusi nel Raft in seguito alla battaglia all'aeroporto di Lipsia Halle.

2023

Valentina affida a Yelena la sua prossima missione...

Nel 2023, in seguito alla sconfitta di Thanos e al sacrificio di Natasha, Yelena visita la tomba della sorella assieme al suo cane. Qui, viene raggiunta dalla Contessa Valentina Allegra de Fontaine, sua datrice di lavoro che la affida la sua prossima missione sotto copertura: uccidere Clinton Barton, responsabile della morte di Natasha.

Cast


Note

  • Originariamente previsto per il 1 Maggio 2020, il film è stato rimandato a causa delle preoccupazioni della pandemia COVID-19. Il 3 Aprile 2020 è stato annunciato che la data di uscita è stata posticipata al 6 Novembre 2020, prendendo la data di uscita di "Eternals". A Settembre 2020, il film è stato ancora rinviato al 7 Maggio 2021. A Marzo 2021, il film è stato rinviato per la terza volta al 9 Luglio 2021, spostando di conseguenza Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings a Settembre 2021, con rilascio su Disney+ con Accesso Premier il giorno stesso.
  • Questo film inaugurerà la quarta fase del Marvel Cinematic Universe

Curiosità

Galleria

Video

Trailer

Teaser

Featurette


Vedi anche

Links e Riferimenti

Riferimenti