Marvel Database
Advertisement
Attenzione... SPOILER!

Questa pagina può contenere spoiler sulla trama e/o dettagli finali che potrebbero non essere ancora state pubblicate o trasmesse.

Episode Template Help
"Buon Natale A Me!"

Kate Bishop and Clint Barton - HawkeyeStill.jpg
Information-silk.png Titolo Episodio
"Buon Natale A Me!"
Information-silk.png Regista
Bert & Bertie
Episodio Precedente
Episodio Successivo

Hawkeye (TV series) poster 005 Textless.jpg
Kathe Bishop
Clint, questo è un problema mio. Lo risolvo io. Tu... vai a casa dalla tua famiglia. Non capisci? Puoi ancora arrivare in tempo per Natale!
Conversation Tail.png
Hawkeye (TV series) poster 004 Textless.jpg
Clint Barton
Kate, sei la mia partener.
Conversation Tail.png
Hawkeye (TV series) poster 005 Textless.jpg
Kathe Bishop
Che cosa?
Conversation Tail.png
Hawkeye (TV series) poster 004 Textless.jpg
Clint Barton
I tuoi casini sono i miei. Non me ne andrò finché non sarà finita.
Conversation Tail.png


Apparizioni in "Buon Natale A Me!"

Personaggi Principali:

Personaggi Secondari:

Antagonisti:

Personaggi Secondari:

Razze e Specie:

Luoghi:

Oggetti:

  • Arco di Occhio di Falco
  • Spada del Ronin
  • Costume di Vedova Nera

Sinossi di "Buon Natale A Me!"

Seguendo Eleanor Bishop, la donna che l'aveva assoldata per uccidere Clint Barton, Yelena riuscì a registrare la conversazione tra la donna e il pericoloso leader dei Tracksuit Mafia, Kingpin, inviando poi il video a Kate Bishop. Sconvolta, Kate schiacciò il tasto play e rimase ad ascoltare la conversazione. Dalla registrazione si evinceva chiaramente che i due erano stati partener per molti anni ormai: Eleanor infatti, era legata al signor Fisk da un debito che il marito nutriva nei confronti del mafioso e, l'omicidio di Armand Duquesne III, così come la conseguente contaminazione delle prove che vedeva Jack Duquesne come capro espiatario del loro piano, era tutto parte del grande accordo che li legava.

Ascoltando quelle parole, Kate si convinse che sarebbe stato meglio non coinvolgere ulteriormente Clint negli affari illegali che riguardavano la sua famiglia, quindi lo incoraggiò a tornare a casa dai suoi figli per trascorrere il Natale con loro. Il Vendicatore però, che ormai considerava la giovane sua "partener", si rifiutò di abbandonarla nel momento del bisogno, promettendole che sarebbero venuti a capo della faccenda insieme. Per prepararsi allo scontro finale, i due incominciarono a fabbricarsi delle frecce molto speciali...

Col cuore spezzato per avere scoperto la verità dietro all'omicidio del padre, Maya venne ricevuta da Kingpin in persona, ma decise di tacere ciò che aveva scoperto e di mantenere le apparenze. Comunicandogli l'intenzione di prendersi un po' di tempo per sè stessa, la giovane si allontanò dagli sporchi affari della Tracksuit Mafia e lasciò la struttura. Dubitando della sua lealtà alla causa e per ristabilire l'ordine in città, il signor Fisk ordinò al sottoposto Kazi di dirigere una missione per eliminare dai giochi lei, Eleanor Bishop e l'Avenger Clint Barton che continuava ad ostacolare i loro piani.

Durante la festa per le celebrazioni della vigilia di Natale organizzata ogni anno da Eleanor al Rockefeller Center, Kazi e i suoi uomini attaccarono l'edificio, aprendo il fuoco sulla folla con l'obbiettivo di colpire proprio la signora Bishop. Kate portò al sicuro la madre e il compagno Jack, rilasciato su cauzione e rivelando loro di avere scoperto ogni cosa, li invitò per una volta a farsi da parte e rimanere al sicuro. Individuando l'assassina Yelena tra la folla, Bishop tentò con tutte le sue forze di impedirle di raggiungere e assassinare Clint, e quando la donna si gettò giù dal cinquantaduesimo piano servendosi di corda e rampino, Kate la inseguì giù per la finestra atterrando in perfetta posa da supereroina, stupendosi ella stessa delle sue capacità.

Così, mentre Clint affrontava Kazi Kazimierczak in combattimento, Kate fu costretta a vedersela contro alcuni criminali della Tracksuit Mafia che avevano invaso gli ingressi dell'edificio, per poi ricongiungersi al centro esatto della pista di pattinaggio del Rockefeller Center. Circondati da orde e orde di scagnozzi della Tracksuit Mafia, pur di tenere loro testa, i due furono costretti a ricorrere alle frecce più pericolose all'interno del loro arsenale. Sconfitta la minaccia, Kate si allontanò per andare a cercare la madre di cui aveva perduto le tracce, mentre Clint si ritrovò a fare i conti con Yelena.

Fermando con le proprie mani il mezzo su cui Eleanor era in fuga, Kingpin ne strappò via lo sportello e minacciandola, si preparò ad agguantarla per un polso, quando Kate gli scagliò una freccia dritta al petto. In seguito a un violento scontro, Kate riuscì a sopraffare il pericoloso criminale sfruttando il potere combinato delle frecce truccate causando un'esplosione in cui Kingpin rimase coinvolto per poi ricongiungersi con la madre. Assicurandosi che stesse bene, la consegnò alla polizia per l'omicidio di Armand di cui si era macchiata.

Intanto, ai piedi del gigantesco e coloro albero di Natale del Rockefeller Center, Clint riuscì a convincere Yelena a risparmargli la vita e concedergli la possibilità di spiegare ogni cosa: Natasha aveva scelto spontaneamente di sacrificarsi per il bene dell'intero universo. Di sacrificarsi, perché la sorella, a cui aveva pensato fino all'ultimo istante, potesse ottenere una seconda possibilità dalla vita. Perché il migliore amico potesse riabbracciare i propri famigliari. Perché questo era ciò che faceva un vero eroe e lui non riuscito a fermarla. In lacrime, Yelena gli tese una mano per aiutarlo a rialzarsi, dopo di che, sparì dalla vista.

Kingpin, sopravvissuto all'esplosione, venne raggiunto da un furgone della Tracksuit Mafia dal quale scese Maya Lopez. Credendo che la ragazza, che egli considerava come una figlia, fosse arrivata fin lì per aiutarlo si affidò completamente fra le sue braccia ma, Maya gli puntò contro una pistola, più che determinata a vendicare la morte del padre che egli aveva ordinato.

Il giorno di Natale, Clint portò Kate e il cane ribattezzato per l'occasione "Lucky" a festeggiare con la propria famiglia, riuscendo finalmente a ricongiungersi con i propri famigliari. Recuperato l'orologio che poteva compromettere l'identità di Laura, Clint riconsegnò l'oggetto alla moglie che, voltandolo dall'altra faccia, rivelò che su di esso era inciso l'emblema dello S.H.I.E.L.D. Dopo il tradizionale pranzo di Natale, Clint decise di tagliare definitivamente i ponti con il proprio passato, sbarazzandosi del costume e della maschera del Ronin. Dopo di che, lui e Kate iniziarono a discutere del probabile nome da supereroina della giovane.

Note

  • Nessuna nota.


Curiosità

  • Nessuna curiosità.


Vedi Anche

Cast

Personaggio Attore
Clinton Barton / Hawkeye Jeremy Renner
Kate Bishop Hailee Steinfeld
Yelena Belova / Black Widow Florence Pugh
Jack Duquesne Tony Dalton
Eleanor Bishop Vera Farmiga
Maya Lopez Alaqua Cox
Wilson Fisk / Kingpin Vincent D'Onofrio

Media Raccomandati

  • Nessuno.


Link e Riferimenti

  • Nessuno.

Collegamenti


Advertisement