Marvel Database
Advertisement





Il personaggio di Hope van Dyne è interpretato dall'attrice Evangeline Lilly e viene introdotto nella Fase 2 del Marvel Cinematic Universe a partire dal dodicesimo film in assoluto della saga cinematografica, intitolato "Ant-Man". Da allora, Lilly è tornata ad interpretare Hope van Dyne/Wasp nei seguenti titoli della saga: Ant-Man and the Wasp, Avengers: Endgame e Ant-Man and the Wasp: Quantumania.

Filmati e audio di repertorio registrati dall'attrice vennero successivamente utilizzati all'interno dell'episodio "For All Time. Always" della serie televisiva realizzata per la piattaforma di streaming Disney+, Loki.


Passato

Figlia degli scienziati e agenti dello S.H.I.E.L.D. Hank Pym e Janet van Dyne, i cui nomi in codice erano rispettivamente Ant-Man e Wasp, Hope trascorse la sua intera infanzia e adolescenza a dimostrare al padre di essere degna di indossare la tuta di "Wasp" appartenuta alla madre, misteriosamente scomparsa all'interno del Reame Quantico quando era ancora una bambina.

Hope era più legata alla madre e amava giocare con lei, in particolare a nascondino, in cui Van Dyne si nascondeva sempre nell'armadio. Ogni volta che Pym e Janet dovevano andare in missione, lasciavano Hope a casa con la tata Rose, dicendo alla figlia che stavano partendo in viaggio d'affari.[1]

Fermare Darren Cross

In età adulta, Van Dyne fece carriera fino a divenire la presidentessa del consiglio di amministrazione delle Pym Technologies, l'azienda di suo padre, decidendo di estromettere Hank Pym dalla società per poi divenire l'assistente di Darren Cross. Tuttavia, quando Hope scoprì che Cross stava tentando di progettare un'arma di distruzione, ricreando e replicando i disegni di suo padre sul costume Ant-Man, con l'intenzione di venderla all'HYDRA, temendone le ripercussioni, Hope contattò suo padre e lo convinse ad aiutarla a fermare Cross.

Determinata a impedire che Darren Cross, il nuovo CEO delle Pym Technologies, derubi il padre dei suoi progetti per rivenderli all'esercito, Hope si offrì volontaria per rivestire i panni della nuova "Ant-Man" e fermarlo ma, suo padre si rifiutò di schierarla in prima linea sul campo di battaglia, reclutando un certo Scott Lang al suo posto, un abile ladro informatico. Inizialmente contraria alla presenza di Scott in squadra, nel corso delle differenti missioni, Hope imparò piano, piano ad apprezzarne le qualità, finendo per innamorarsi di lui.

Preso atto del coraggio della figlia, una volta fermato Cross, Pym progettò per lei un nuovo costume "Wasp" consentendole di divenire una supereroina.[2]

Becoming Wasp

Due anni più tardi, quando Hope ed Hank capirono che avrebbero potuto ritrovare Janet, da anni bloccata all'interno del Reame Quantico, recuperarono i contatti con Scott perché li aiutasse nell'impresa. Quando però scoprirono che Scott era stato condannato dallo stato per avere violato gli Accordi di Sokovia che limitavano l'operato dei superumani dopo avere supportato Captain America e compagni nella battaglia presso l'aeroporto di Lipsia-Halle[3], lo aiutarono ad evadere dagli arresti domiciliari.

Aprendo un passaggio per il Reame Quantico, il gruppo riuscì a mettersi in contatto con Janet che, trasmettendo loro le coordinate riguardo la propria posizione, li guidò al proprio salvataggio. Van Dyne, Pym e Lang riuscirono con successo a recuperare la madre, affrontando al tempo stesso la criminale Ava Starr quando questa divenne una minaccia per il raggiungimento del loro piano. Van Dyne si riconciliò anche con Lang e i due ripresero una relazione.

Nel 2018, tuttavia, l'intera famigliola Pym si dissolse nel nulla quando il malvagio Thanos, servendosi del potere delle Gemme dell'Infinito, cancellò dall'esistenza metà della vita presente nell'universo, lasciando Scott, nel bel mezzo di una missione, intrappolato nel Reame Quantico.[1][4]

La battaglia finale contro Thanos

Riportata in vita cinque anni più tardi, nel 2023, grazie al sacrificio di Natasha Romanoff nel forgiare un nuovo Guanto dell'Infinito, Wasp si unì alla battaglia finale contro Thanos e il suo esercito, rispondendo personalmente alla chiamata alle armi di Captain America, teletrasportata sul campo da un portale di Doctor Strange assieme al resto della resistenza.

Durante la battaglia, Scott e Hope unirono le forze per impedire che il titano riuscisse a mettere le mani sul nuovo guanto, assumendo le sembianze di "Giant-Man".[5]



Equipaggiamento

  • Tuta "Wasp": la tuta ideata dal padre Hank Pym le permette di acquistare le seguenti capacità sovrumane:
    • Manipolazione delle dimensioni fisiche: simile alla tuta di Ant-Man, Hope è in grado di ridursi alle dimensioni di un insetto, più in particolare quelle di una formica, sfruttando principalmente le particelle Pym contenute nella cintura della tuta per distanziare gli atomi del suo corpo e mantenere impatta la sua struttura fisica quando si rimpicciolisce. Quando si serve delle particelle Pym per rimpicciolirsi, il processo amplifica notevolmente la sua forza fisica e la sua densità. Ogni volta che usa le particelle Pym per rimpicciolirsi e poi tornare alle proprie dimensioni, nel processo di passaggio tra una fase e l'altra, la sua tuta rilascia delle brevi vibrazioni nell'aria
      • Forza sovrumana: quando rimpicciolita, la forza fisica di Hope aumenta notevolmente, rendendola capace di sopraffare facilmente i nemici quando viene rimpicciolita. Mentre rimpicciolisce e ricresce in un istante, il potere dietro ai suoi attacchi, combinato con la sua forza già sovrumana e le abilità di combattimento, le consentono di sconfiggere anche i combattenti più abili in una frazione di secondo.
      • Resistenza sovrumana: quando rimpicciolita, il corpo di Hope è ipercompresso ed è molto più resistente alle lesioni, abbastanza da sopravvivere a cadute da grandi altezze e altri impatti che normalmente ferirebbero gravemente o ucciderebbero un comune essere umano.
      • Volare: servendosi di due paia di ali impiantate nella sua tuta, particolarmente simili a quelle di un insetto, Hope può volare a velocità impressionanti e manovrare i suoi movimenti con grande agilità e facilità. Può anche servirsi delle ali a grandezza naturale come armi a forza contundente.
      • Proiezione di energia: Hope può sparare dardi di energia dai guanti che indossa ai polsi, abbastanza potenti da aprire fori nelle divise intessute di materiali rinforzati, metalli e cemento. I suoi guanti sono stati successivamente potenziati, rendendola in grado di sparare flussi costanti di energia concussiva, abbastanza potenti da respingere personaggi come Thanos assieme al supporto di Shuri e Pepper Potts.
    • Manipolazione degli insetti: attraverso l'uso del dispositivo di comunicazione EMP che le è stato donato da suo padre, Hope può utilizzare le onde elettromagnetiche emesse dall'oggetto per comunicare e controllare gli insetti, principalmente le formiche. Il dispositivo si serve delle onde elettromagnetiche per imitare i feromoni e stimolare il centro nervoso olfattivo di organismi delle dimensioni di un insetto.

Scopri e Discuti

Note a piè di pagina



Ti piace? Facci sapere!


Advertisement