Primi anni

La madre di Jane Foster morì di cancro quando lei aveva nove anni.[6] In seguito a questa tragedia, suo padre, un idraulico, fece due lavori per farle frequentare la facoltà di medicina, sfinendosi. Tuttavia, riuscì a dare a Jane una buona infanzia, non perdendo mai una partita di softball, dimenticando un compleanno o non riuscendo a incoraggiarla in qualsiasi cosa lei potesse pensare.[7] Tuttavia, il padre di Jane in seguito morì per complicazioni dovute a un attacco di cuore.[8]

L'incontro con Thor

Divenne un'infermiera assunta dal Dr. Donald Blake per assisterlo nella sua pratica medica privata. In realtà, lo storpio Donald Blake era l'identità umana usata per molti anni dal dio Asgardiano, Thor. Jane e Blake si recarono a San Diablo durante una guerra civile tra una fazione comunista e una fazione democratica. A causa dei combattimenti, nel paese vi era una carenza di assistenza medica e diversi medici americani erano intervenuti. Combatterono il Boia che aveva cercato di distruggere le scorte mediche. Thor fu in grado di fermarlo e aiutarono la gente di San Diablo.[9] Blake si innamorò profondamente di Foster, che non era a conoscenza della sua doppia identità. Lei era infatuata di Thor, che non aveva ancora incontrato nella sua identità divina, ma assumeva un atteggiamento protettivo nei suoi confronti, preoccupandosi della sua salute e fragilità. Parlava regolarmente sulle imprese di Thor, con grande fastidio di Blake, chiedendosi se Jane avesse mai amato un uomo normale come lui.[10]

Loki, assumendo le sembianze di un vecchio, entrò nell'ambulatorio medico di Donald Blake e ipnotizzò Jane e le diede comandi segreti. Quindi entrò nell'ufficio di Donald, e quando Don si presentò al lavoro, trovò Loki che lo aspettava e si trasformò in Thor. Loki sfidò il Dio del Tuono a una gara a Central Park, una sfida che Thor accettò prima che Loki se ne andasse. Tornando a Donald Blake, disse a Jane che sarebbe partito per il pomeriggio, ignara che Jane stava per mettere in atto i suggerimenti ipnotici di Loki. A Central Park, mentre Thor combatteva con Loki, non sapeva che Jane era ancora sotto il controllo del fratellastro e vagabondava nella zona. Loki trasformò poi un albero in una tigre che si diresse verso Jane, prendendo l'attenzione del Dio del Tuono alla situazione. Thor aveva due opzioni: afferrare il suo martello, Mjolnir, o salvare Jane. Senza pensarci, Thor scelse quest'ultima, e dopo aver affrontato la mistica tigre, tornò in Blake. Quando Blake tentò di recuperare la sua arma, Loki mise un campo di forza magico attorno ad essa, impedendogli di trasformarsi di nuovo in Thor. Con il suo nemico apparentemente sconfitto, Loki si trasformò in un uccello e volò via, progettando di conquistare la Terra. Blake rianimò Jane e la riportò a casa; nel frattempo Loki usò la sua magia per terrorizzare la gente di New York City. In seguito Jane assistette al ritorno di Thor e alla sconfitta di Loki.[10]

Don Blake from Journey 87.jpg

Jane e Donald furono rapiti da Thug Thatcher, ma Blake riuscì a fuggire e trasformarsi in Thor.[11] Blake pensò di rivelare la sua vera identità di Thor a Jane con la speranza di conquistare il suo amore. Tuttavia, proprio quando stava per dirglielo, Odino contattò Thor telepaticamente e lo avvertì di non farlo. Un giorno normale mentre Jane lasciava l'ufficio del dottor Blake per una commissione, arrivò un ladro di gioielli ferito e i suoi due partner. Entrarono nell'ufficio di Blake chiedendo cure. Distraendoli, Blake batté il bastone e si trasformò in Thor. Legando i criminali a un tavolo operatorio con del nastro chirurgico, lo attaccò al suo martello magico e "lanciò" i criminali alla stazione di polizia.

Sebbene Foster fosse fortemente attratta dal dottor Blake, lasciò il suo studio medico e iniziò a lavorare per il dottore Bruce Andrews quando Blake non cercò di salvarla durante l'attaco degli Uomini Lava all'attacco alla città.[12] Tuttavia, in seguito tornò dopo che il Cobra attaccò e Bruce si sottomise a lui, passando per codardo.[13]

Don Blake fu poi avvicinato dallo scienziato screditato Calvin Zabo per un lavoro. Quando Blake si rifiutò di assumerlo, Zabo iniziò a sperimentare su se stesso, creando un siero che lo trasformò in una forma mostruosa. Quando Mr. Hyde attaccò l'ufficio di Blake, Thor era lì per fermarlo. In risposta, Hyde iniziò a commettere rapine travestito da Thor.[13]

In seguito, Blake decise di rivelare la sua doppia identità a Foster, ma suo padre, Odino, monarca di Asgard, gli apparve e gli proibì di rivelare questo segreto a qualsiasi mortale. Anche se Odino cercò a lungo di annullare la storia d'amore tra i due, ordinò di salvare la sua vita quando lei giaceva morente dopo un'esplosione causata da una battaglia tra Thor e Mister Hyde e Cobra.[14]

Foster amava veramente Blake e un giorno gli disse con rabbia che non avrebbe aspettato per sempre che lui le dichiarasse il suo amore. Thor intendeva sposare Foster, ma poi Odino gli proibì di sposarla sulla base del fatto che era una mortale, non una dea. Thor in seguito chiese a Odino di riconsiderare la questione, e Odino cedette, dicendo che avrebbe potuto sposarla se si fosse dimostrata degna. Il criminale sovrumano Mister Hyde, in cerca di vendetta contro Blake, catturò sia lui che Foster, e li fece prigionieri in una stanza con una bomba. Blake fuggì e, come Thor, combatté Hyde; ma Foster, temendo che solo Hyde potesse salvare la vita di Blake disattivando la bomba, aiutò il criminale a fuggire. Indignato da questo apparente tradimento contro suo figlio, Odino rifiutò la petizione di Thor di sposare Foster.[15] Foster fu ripetutamente minacciata dai nemici di Thor che sapevano di essere Blake, o sapevano che c'era qualche connessione tra loro. Tali aggressori includevano Hyde e il suo partner, il Cobra;[16] il suo fratellastro adottivo Loki;[17] e l'Incantatrice e il suo partner, l'originale Esecutore;[18] così come il giornalista Harris Hobbs.[19] Mentre Thor la salvava da questi molti pericoli nel tempo, Foster si innamorò profondamente di lui.

Chance di Divinità

Alla fine, Thor sfidò Odino e rivelò la sua doppia identità a Foster. Jane lasciò l'America e prese una posizione con un uomo che dimostrò di essere l'Alto Evoluzionario. Thor la seguì alla sua cittadella al Monte Wundagore, dove si riunirono. Di nuovo chiedendo a Odino di lasciargli sposare Foster, Thor la portò ad Asgard stessa, un luogo proibito ai mortali. Odino acconsentì a lasciarli sposare se Foster si fosse dimostrata capace di operare come una dea asgardiana. Odino poi trasformò fisicamente Foster in una Asgardiana, concedendole poteri sovrumani. Come Odino si aspettava, Foster era confusa e sconcertata dalle sue nuove abilità e dalla stessa Asgard. Dichiarando che Jane aveva fallito il suo test, Odino la ritrasformò in una donna mortale, la rimandò sulla Terra e rimosse i suoi ricordi delle sue esperienze con Thor. Odino mandò Foster a lavorare per il Dr. Keith Kincaid, e i due si innamorarono presto l'uno dell'altro.[20]

Fusione con Sif

Per quanto riguarda Thor, Odino fece in modo che fosse riunito alla dea asgardiana Sif, che aveva amato in passato, e la loro storia d'amore si riaccese rapidamente. Anni dopo, Foster si ammalò e, giacendo vicino alla morte, chiamò Thor nel suo delirio.[21] Sif rubò l'incantato Bastone Runico di Kamo Tharnn, l'Anziana dell'Universo conosciuta come Possessor,[22] e l'usò per infondere la propria forza vitale in Foster, salvandole così la vita. Sif scomparve e Foster si riprese,[23] anche riprendendo il pieno possesso dei suoi ricordi perduti di Thor. L'amore tra Thor e Foster si rianimò, ma presto venne catturata dai troll sotto la guida di Ulik. Con sorpresa di Thor, Foster riuscì a catturare il re dei troll, Geirrodur, con la sua stessa lancia; Thor stesso sconfisse poi Ulik.[24]

Da allora in poi, Foster insistì per accompagnare Thor in varie missioni, viaggiando con lui nella dimensione del dio di Heliopolis, nella futura Terra alternativa governata da Tomorrow Man, e alla nazione dilaniata dalla guerra della Costa Verde (Thor attribuì la nuova passione di Foster per l'avventura e lo spirito combattivo alla presenza dello spirito di Sif dentro di lei, anche se è possibile che la personalità di Foster si fosse semplicemente evoluta in questo modo da sola). Dopo qualche tempo, Foster finalmente insistette per accompagnare Thor ad Asgard. Lì, il Gran Visir asgardiano le presentò la spada di Sif e quando la lanciò contro un muro, venne apparentemente trasformata in Sif. Il Visir teorizzò che Foster e Sif fossero diventati un essere, e che Sif sarebbe stata dominante ad Asgard, e Foster sulla Terra.[25] Tuttavia, quando Sif tornò sulla Terra molti mesi dopo, non si trasformò in Foster.

Alla fine, la dottoressa Kincaid avviò un'indagine sul luogo in cui si trovava Foster, che non aveva visto dal suo ricovero in ospedale. Thor rivelò la sua doppia identità a Kincaid e spiegò cosa era successo a Foster. Thor e Sif portarono Kincaid con loro in un viaggio nel mondo di Kamo Tharnn. Si scoprì che quando Sif aveva infuso Foster con la sua forza vitale, lo spirito e il corpo di Sif erano effettivamente passati attraverso il Runestaff e in un'altra dimensione. Quando Sif riapparve ad Asgard, Foster prese il suo posto nell'altra dimensione attraverso il Runestaff. Ma quando Kamo Tharnn in qualche modo assorbì gli abitanti di quest'ultimo mondo nel proprio corpo, Sif e Thor usarono il Bastone Runico per liberare gli esseri intrappolati all'interno del Possessore, incluso Foster. Thor e Sif riportarono Foster e Kincaid sulla Terra, e Foster e Kincaid si sposarono quasi immediatamente dopo.

Vita da civile

Da allora, Thor salvò la vita di Foster dalla creatura chiamata Zaniac. Foster diede alla luce il suo primo figlio, un maschio di nome Jimmy. Il mondo in generale rimase ignaro della passata relazione di Foster con Thor, sebbene alcuni individui intraprendenti abbiano appreso della loro connessione.[26]

Alla fine Jane divenne un medico e lavorò al fianco di Thor a New York quando Odinson stava segretamente usando il corpo di EMT Jake Olson.[27] Divenne anche un medico consulente per Tony Stark.[28] Durante la Civil War, si oppose all'Atto di Registrazione dei Supereroi e si unì ai Vendicatori Segreti, curando molti dei membri.[29]

Qualche tempo dopo, fu visitata dai Tre Guerrieri per essere informata della morte di Thor dopo la sua battaglia contro il Serpente.[30]

Ritorno

Dopo aver sentito voci sul ritorno del dottor Donald Blake e Thor, Jane divorziò dal marito e successivamente perse la custodia del loro bambino. Blake fece visita a Jane al lavoro in un ospedale di New York City alla ricerca di Lady Sif, il cui spirito erroneamente pensava fosse rinato in Jane da quando i loro spiriti si erano fusi una volta prima.[31] Jane e Blake andarono ad un appuntamento dopo una riunione inizialmente turbolenta.[32] Jane scoprì che lo spirito di Sif era effettivamente rinato nel corpo di un anziano malato di cancro morente che era sotto la sua cura. Avvertì Blake e Thor che riuscirono a ripristinare Sif poco prima che il paziente morisse.[33] Jane si recò poi nella resuscitata Città di Asgard a Broxton, Oklahoma,[34] e aprì uno studio medico con Blake.[33]


Jane Foster (Earth-616) Thor God of Thunder Vol 1 12.jpg

Diventando Thor

Mentre Thor era via a combattere Gorr il Macellaio di Dei, a Jane fu diagnosticato un cancro al seno.[35] In seguito accettò l'invito di Thor per rappresentare Midgard (la Terra) al Congresso dei Mondi su Asgard mentre era sottoposta a terapia, ma rifiutò trattamenti magici.[36] Durante una battaglia contro Nick Fury, Thor perse la capacità di brandire il suo martello Mjolnir.[37] Il martello rimase incustodito sulla Luna,[1] da dove cercò telepaticamente Jane. Alla fine Jane cedette alla chiamata del martello e chiese a Heimdall di portarla alla posizione dell'arma.[8] Una volta lì, Jane prese Mjolnir, guadagnando i poteri di Thor e trasformando e migliorando il suo fisico. Da quanto aveva visto Thor usare il suo martello, Jane imparò lentamente come usare Mjolnir.[2]

Jane si trovò presto nel mezzo dell'alleanza di Malekith il Maledetto con i Giganti del Gelo che stavano progettando di riportare in vita Laufey.[2] L'originale Thor presto raggiunse Jane, chiedendo indietro il suo martello.[38] Alla fine Thor accettò che il martello avesse un nuovo proprietario e diede a Jane la sua benedizione, ancora pur non conoscendo la sua identità. Diede anche a Jane il suo nome, tenendosi solo quello di Odinson.[3]

Quando cercò di impedire a Malekith di fare un accordo con Dario Agger per il cranio di Laufey, Thor venne improvvisamente attaccato da Cul Borson, che possedeva l'Armatura del Distruttore, agli ordini di Odino di recuperare Mjolnir.[39] Anche se Cul riuscì brevemente a prendi Mjolnir da lei, Thor lo richiamò alla sua mano. Odinson, Freyja, e un esercito di donne che aveva identificato come possibili sospette per l'identità della nuova Thor, arrivarono sulla scena e contribuirono a cambiare le sorti della battaglia a favore di Thor, costringendo infine al Distruttore di ritirarsi. L'identità di Thor rimase un mistero per Odinson e il resto del mondo.[40]

Sollevando Mjolnir per la prima volta

Secret Wars

Durante l'incursione finale, Jane fu uno degli eroi che cercarono di impedire a Terra-1610 di distruggere la sua Terra. Dopo che la nave che trasportava la "squadra di resurrezione" della Terra fu distrutta dai Bambini, Mr. Fantastic fu costretto a mettere in azione la Zattera di salvataggio della Fondazione Futuro. Quando la Zattera di salvataggio venne schierata, Manifold vi teletrasportò al suo interno numerosi eroi, tra cui Spider-Man, Star-Lord, Capitan Marvel e Ciclope, e la stessa Jane, che permise loro di sopravvivere alla fine del Multiverso.[41]

Thor e gli altri eroi trasportati sulla zattera di salvataggio furono svegliati dal Dottor Strange otto anni dopo la fine del multiverso e la creazione di Battleworld, un pianeta messo insieme da segmenti di realtà distrutte create e governate dal Dottor Destino.[42] Thor e gli altri furono successivamente teletrasportati da Strange per affrontare la Cabala dopo che una chiamata di soccorso gli fu inviata da un membro della Thor Corps, e dopo questo che Destino stesso sembrò sedare i combattimenti. Quando Destino cercò di ucciderli, il Dottor Strange li teletrasportò attraverso Battleworld, ma a costo della sua stessa vita.[43] Jane decise quindi di infiltrarsi nella Thor Corps per metterli contro Destino con l'aiuto del Thor di Higher Avalon,[44] e alla fine ci riuscì e li condusse a Doomstadt, dove affrontarono i baroni che difendevano il castello e portarono al restauro il Multiverso.[45]

Jane Foster (Earth-616) from Mighty Thor Vol 2 1 001.jpg

All-New, All-Different

Foster rimase ad Asgardia come senatrice al Congresso dei Mondi, e come Thor rimase una fuggitiva inseguita da Cul. Odinson era considerato disperso. Venne coinvolta nella guerra tra Svartalfheim, regno degli Elfi Oscuri, e Alfheim, regno degli Elfi della Luce e incontrò diverse incarnazioni di Loki. Dopo che le razze elfiche raggiunsero un accordo sposando i loro rispettivi monarchi, Thor tornò ad Asgard per affrontare il folle potere di Odino, che aveva processato Frigga. Loki e Thor arrivarono al punto in cui la Madre di Tutti stava per essere emessa su un verdetto da Odino. Anche i ribelli guerrieri asgardiani si fecero strada nella sala combattendo la Guardia del Tuono di Cul. Thor e Odino entrarono in una dura battaglia che tra le lune di Saturno mentre venne rivelato che Loki era una spia di Frigga. Loki pugnalò poi Frigga interrompendo le battaglie in corso.[46]

Thor divenne ancora una volta un membro dei Vendicatori. Apparse per caso nel loro incontro con Warbringer e successivamente accettò di formare un nuovo gruppo ufficiale di Vendicatori.[47] La sua identità era sconosciuta ai suoi compagni di squadra fino a quando non fu separata dal martello trasferita pochi giorni nel futuro da Kang il Conquistatore, e Sam Wilson, il nuovo Capitan America, la vide mentre tornava alle sembianze di Jane.[48] Acconsentì a mantenerlo segreto, anche visitandola durante la chemioterapia in modo che potesse avere un amico con cui parlare.[49]

Poteri

Lo spirito di Brunnhilde ha trasformato Jane in Valchiria,[50] dandole i seguenti tratti:

Fisiologia asgardiana: Jane possiede tutti i vari attributi sovrumani comuni tra gli Asgardiani.

  • Forza sovrumana: In quanto valchiria, Jane possiede una forza sovrumana come tutti gli Asgardiani. È abbastanza forte da reggere e sollevare un'auto sopra la sua testa.[51]
  • Velocità sovrumana: Come una valchiria, Jane può correre e muoversi a velocità oltre i limiti fisici naturali del migliore atleta umano.[51]
  • Visione migliorata: Come Valchiria Jane ha la capacità di vedere e rilevare cose che non sono visibili ai normali occhi umani, come gli avversari che utilizzano tecnologia mimetica e dispositivi di occultamento. Può anche vedere gli spiriti dei morti e interagire con loro.[51]
  • Percezione della morte: Come tutte le Valchirie, Jane può percepire l'arrivo della Morte. Può vedere un "segno di morte" che appare su un'altra persona, anche Asgardiana.[51]
  • Teletrasporto mistico: Come tutte le Valchirie, Jane può trasportare se stessa o una persona dalla dimensione terrestre a un regno dei morti ad altre dimensioni, comil Valhala. Può anche tornare con un atto di volontà.[51]
  • Volo: Come Valchiria, può volare usando ali artificiali create dalla sua magica vambrace.[51]

Abilità

Abilità mediche: Agli inizi Jane era un'infermiera competente ed efficiente. Dopo anni di esperienza, ha completato la sua formazione medica e ha ottenuto una laurea in medicina.

Livello forza

La forza di una donna che fa esercizio fisico regolare. Nei panni di Thor o Valchiria, sembra essere una combattente competente.

Equipaggiamento

Undrjarn the All-Weapon: Un vambrace creato dai resti del Mjolnir di Terra-1610.[52] Ha la capacità di modificarsi in vari tipi di armi desiderate dal suo possessore.[51]

  • Pochissime persone conoscevano la vera identità di Thor come Jane Foster. Due di loro erano Samuel Wilson, il compagno di squadra di Thor ai Vendicatori che la vide tornare alla sua forma umana quando fu spogliata del Mjolnir,[48] e il Dottor Strange, con la sua capacità di vedere attraverso gli incantesimi.[53] Gwenpool conosceva anche l'identità di Thor grazie alla sua vasta conoscenza della Marvel Comics. La ha persino chiamata, mentre era nelle vesti di Thor, con il suo nome da civile, con grande shock di Jane.[54]
  • Jane è una fan del cricket.[55]

Scopri e Discuti

Note a piè di pagina



Ti piace? Facci sapere!

*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.