Il personaggio di Janet van Dyne è interpretato dall'attrice Michelle Pfeiffer e viene introdotto nella Fase 2 a partire dal dodicesimo film della saga cinematografica, intitolato "Ant-Man (Film)". Da allora il personaggio è apparso nei seguenti titoli: "Ant-Man and the Wasp", "Avengers: Endgame" e "Ant-Man and the Wasp: Quantumania".


Scomparsa

Geniale scienziato ed entomologo, Henry "Hank" Pym, cervello dietro alla scoperta delle "Particelle Pym", molecole in grado di comprimere e ingrandire sia gli esseri viventi che gli oggetti inanimati, brevettò la tuta "Ant-Man" per lavorare al servizio dello S.H.I.E.L.D. assieme alla moglie.[1]

Nel 1987, Janet van Dyne nei panni della Wasp originale e Henry Pym nelle vesti di Ant-Man, tentarono di impedire un attentato terroristico. Janet usò le particelle Pym per rimpicciolirsi e volare a bordo di un missile nucleare sovietico per disattivarlo e impedirgli di scagliarsi sui civili. Janet riuscì a disattivarlo in tempo ma, nel farlo, rimase intrappolata per sempre nel Reame Quantico e non c'è niente che Henry possa fare per riportarla indietro. Per questo motivo, Henry crebbe la loro unica figlia, Hope, nella consapevolezza che sua madre fosse morta.[2]

Ritorno sulla Terra

Nel 2018, dalle profondità del Reame Quantico, la creduta defunta Janet van Dyne, riuscì a mettersi in contatto con Scott Lang. Allertato, Lang sceglie di condividere la notizia con Henry ed Hope. Il gruppo inizia quindi a lavorare per creare un tunnel che permetta loro di attraversare il regno quantico con una navicella e recuperare Janet. Il gruppo viene però ostacolato da Ava Starr, figlia di un vecchio collaboratore di Pym, intenzionata a servirsi del tunnel creato da Henry per assorbire l'energia del Reame Quantico dove Janet è intrappolata e stabilizzare la propria mutazione.

Aprendo il passaggio per il Reame Quantico, il gruppo riesce a mettersi in contatto con Janet, che trasmette loro maggiori coordinate riguardo la propria posizione. Lang e Hope distraggono Ava per il tempo necessario da permettere a Pym di addentrarsi nel reame e recuperare Janet. Ricongiuntasi con la figlia Hope, Janet dona volontariamente parte della propria energia quantica, accumulata negli anni di prigionia, ad Ava nel tentativo di stabilizzare le sue molecole scombussolate, almeno temporaneamente.

Con l'aiuto della famiglia Pym, Scott entra per la prima volta nel Reame Quantico con l'obbiettivo di raccogliere altra energia quantica con cui potere continuare ad aiutare Ava. Tuttavia, poco prima di venir recuperato Henry, Hope e Janet si dissolvono nel nulla come conseguenza delle azioni di Thanos, che con uno schiocco ha cancellato metà della vita dell'Universo, lasciando Scott intrappolato nel reame.[2][3]

Il BLIP

Riportato in vita cinque anni più tardi, nel 2023, grazie al sacrificio di Romanoff nel forgiare un nuovo Guanto dell'Infinito, Janet assistette alla battaglia finale tra i Vendicatori e le orde di Thanos.[4]



Equipaggiamento

  • Tuta "Wasp": la tuta ideata dal marito Hank Pym le permette di acquistare le seguenti capacità sovrumane:
    • Manipolazione delle dimensioni fisiche: simile alla tuta del marito Ant-Man, Janet è in grado di ridursi alle dimensioni di un insetto, più in particolare quelle di una formica, sfruttando principalmente le particelle Pym contenute nella cintura della tuta per distanziare gli atomi del suo corpo e mantenere impatta la sua struttura fisica quando si rimpicciolisce. Quando si serve delle particelle Pym per rimpicciolirsi, il processo amplifica notevolmente la sua forza fisica e la sua densità. Ogni volta che usa le particelle Pym per rimpicciolirsi e poi tornare alle proprie dimensioni, nel processo di passaggio tra una fase e l'altra, la sua tuta rilascia delle brevi vibrazioni nell'aria
      • Forza sovrumana: quando rimpicciolita, la forza fisica di Janet aumenta notevolmente, rendendola capace di sopraffare facilmente i nemici quando viene rimpicciolita. Mentre rimpicciolisce e ricresce in un istante, il potere dietro ai suoi attacchi, combinato con la sua forza già sovrumana e le abilità di combattimento, le consentono di sconfiggere anche i combattenti più abili in una frazione di secondo.
      • Resistenza sovrumana: quando rimpicciolita, il corpo di Janet è ipercompresso ed è molto più resistente alle lesioni, abbastanza da sopravvivere a cadute da grandi altezze e altri impatti che normalmente ferirebbero gravemente o ucciderebbero un comune essere umano.
      • Volare: servendosi di due paia di ali impiantate nella sua tuta, particolarmente simili a quelle di un insetto, Janet può volare a velocità impressionanti e manovrare i suoi movimenti con grande agilità e facilità. Può anche servirsi delle ali a grandezza naturale come armi a forza contundente.
      • Proiettare energia: Janet può sparare dardi di energia dai guanti che indossa ai polsi, abbastanza potenti da aprire fori nelle divise intessute di materiali rinforzati, metalli e cemento.

Scopri e Discuti

Note a piè di pagina



Ti piace? Facci sapere!


*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.