FANDOM


Character Template HelpHelp
Vero Nome
Information-silk
Jessica Campbell Jones Cage
Altri Alias
Information-silk
Jessica Campbell,[1] Knightress,[2] Madeline,[3] Jewel,[4] Power Woman,[5] Mrs. Cage,[6] Mrs. Jones-Cage[7]

Identità
Information-silk


Parenti
Madre ignota (deceduta);

Dave Campbell (padre, deceduto);
Phillip Campbell (fratello, deceduto);
Alisa Jones (madre adottiva);
Fratello adottivo ignoto;
Sorella adottiva ignota;
Jenny (zia adottiva)
Luke Cage (marito);
Danielle Cage (figlia);
James Lucas (cognato);
Esther Lucas (suocera);

James Lucas Jr. (cognato, deceduto)

Universo
Information-silk

Base Operativa
Hauser's Bakery, New York City; precedentemente Ufficio Alias Investigations, Manhattan, New York City; Avengers Mansion, Manhattan, New York City; Canada; Gem Theater, Manhattan; Forest Hills, Queens, New York City

Caratteristiche
Genere
Information-silk

Altezza
Information-silk
1.74 m


Occhi
Information-silk

Capelli
Information-silk
Castani, (Tinti di rosa come Jewel)

Stato
Cittadinanza
Information-silk

Stato Civile
Information-silk

Occupazione
Investigatrice privata,; precedentemente consulente speciale del "The Pulse", supplemento del Daily Bugle, avventuriera, vigilante

Educazione
Diploma alla Midtown HS, licenza di investigatore privato

Origine
Origine
Umana, mutata da sostanze chimiche radioattive e, dopo aver trascorso diversi mesi in coma, svegliata dalle energie cosmiche rilasciate da Galactus

Luogo di Nascita


Prima apparizione
Prima apparizione in Italia


Storia

Questa è una versione ridotta della storia di Jessica Jones. Per una storia completa vedi Storia estesa di Jessica Jones

Primi anni

Jessica Jones, Elizabeth Allen and Eugene Thompson (Earth-616) from Amazing Spider-Man Vol 1 4 0001

Jessica Campbell

Jessica Campbell nacque e crebbe a Forest Hills, Queens, New York City. Frequentò la Midtown High School insieme a Peter Parker, dove condivisero diverse classi. Ebbe una cotta per Peter, ma non glielo ha mai detto. Lo seguì al New York Hall of Science, dove stava per avvicinarsi lui, ma fu morso dal Ragno radioattivo che gli concesse i suoi superpoteri. Lasciò l'edificio; Jessica lo seguì, ma lo perse di vista e fu quasi investito da un camion dell'Ajax Atomic Labs prima che un uomo la portasse in salvo. Jessica fuggì poi dalla scena.[1]

A casa quella notte, Jessica cercò di compiacersi con le sue foto della Torcia umana, ma fu interrotta dal fratello minore Phillip. Successivamente la famiglia fece un viaggio a Disney World con i biglietti dati loro dal capo di suo padre, Tony Stark.[1]

L'incidente

Sulla strada di casa Jessica litigò con suo fratello, prima che l'auto si scontrasse con un convoglio militare che trasportava sostanze chimiche radioattive. La sua famiglia rimase uccisa e lei venne esposta alle sostanze chimiche. Dopo aver trascorso diversi mesi in coma, Jessica si svegliò nel periodo in cui i Fantastici Quattro incontrarono per la prima volta Galactus, un evento in cui scoppiarono tremende radiazioni cosmiche. Fu portata in un orfanotrofio, la Moore House for Wayward Children, e fu successivamente adottata da Alisa Jones e suo marito, legalmente prendendo il loro cognome. Dopo la sua guarigione, Jessica scoprì di aver sviluppato poteri sovrumani come forza e resistenza.[1]

Jessica Jones (Earth-616) Alias Vol 1 23

Il primo volo

La sua nuova famiglia iscrisse nuovamente Jessica a Midtown High, dove fu ostracizzata dai suoi compagni di classe, in particolare il bullo della scuola Flash Thompson. Peter cercò di fare amicizia con Jessica, sentendo che era uno spirito affine poiché entrambi avevano perso i familiari. La ragazza, tuttavia, confuse la sua gentile attenzione e si scagliò contro di lui, credendo che la stesse semplicemente compatendo. Quando scappò, scoprì di poter volare, anche se perse il controllo e si schiantò nel Fiume Hudson. Venne salvata da Thor. Mentre provava i suoi poteri, cadde accidentalmente sullo Scorpione, che stava derubando una lavanderia a gettoni. Questo fu abbastanza per stordirlo in modo che potesse essere arrestato. Fu mentre assistevo a una lotta tra Spider-Man e l'Uomo Sabbia nella sua classe che realizzòo di poter usare i suoi poteri per fare del bene.[8]

Jewel

Tentò di diventare una supereroina, definendosi "Jewel", e fu attiva per circa quattro anni. Poco si sa delle sue gesta durante il suo mandato come Jewel. Un giorno, si imbatté in una scazzottata in un ristorante e scoprì che Zebediah Killgrave, l'Uomo Porpora, aveva detto agli uomini di combattere. Killgrave poi sopraffece la volontà di Jessica dicendole di "prendersi cura della polizia" in modo che potesse finire il suo pasto.[1]

Jessica Jones (Earth-616) Alias Vol 1 25 001

Incontrando l'Uomo Porpora

L'Uomo Porpora

Jessica venne catturata dall'Uomo Porpora e tenuta prigioniera per otto mesi, sebbene non sia mai stata usata per scopi sessuali. Tuttavia, fu utilizzata dal criminale come complice nei suoi piani e per ferire le persone. Alla fine fu mandata ad attaccare il supereroe in costume rosso Daredevil. Jessica si disorientò una volta fuori dalla portata dei feromoni prodotti da Killgrave ma, essendo stata sotto il suo controllo per così tanto tempo, fu ancora concentrata sulla sua missione. Finì per attaccare Scarlet Witch perché il suo costume era rosso, come quello di Daredevil.

Dopo aver colpito Scarlet, uscì dal controllo di Killgrave. Pensando che i Vendicatori e Difensori l'avrebbero attaccata, Jessica scappò, ma venne trovata e quasi uccisa dalla Visione e da Iron Man. Jean Grigio degli X-Men la aiutò a risvegliarsi da un altro coma. Dopo diversi mesi di recupero, iniziò a frequentare Clay Quartermain e le fu chiesto di unirsi ai Vendicatori come collegamento con lo S.H.I.E.L.D., ma rifiutò l'offerta.[1]

Jessica Jones (Earth-616) from The Pulse Vol 1 14 0001

Knightress

Knightress

Ancora amareggiata per la sua esperienza, Jessica divenne per un breve periodo un vigilante, definendosi Knightress. Tuttavia, questo periodo durò solo per circa una settimana. Intercettando un incontro criminale tra il Gufo e un mafioso, incontrò per la prima volta Luke Cage. Dopo aver sconfitto il Gufo e i suoi imbroglioni, scoprì che uno dei criminali aveva portato con sé i suoi figli. Si tolse la maschera e rivelò la sua identità ai poliziotti, in modo che le permettessero di occuparsi dei bambini per la notte. Luke andò a casa sua più tardi quella notte e i due parlarono a lungo.[9]

Alias Investigations

Jessica si ritirò come supereroina e iniziò una nuova carriera come investigatrice, creando la Alias ​​Investigations.[4] Luke Cage la assunse per ritrovare suo padre James Lucas, che non si fidava del figlio "eroico". Jessica incontrò la Signora Lucas a casa sua. La ragazza spiegò che era una detective che rappresentava Cage nella ricerca di suo marito. Le venne risposto che non aveva interesse a incontrare suo figlio a causa della morte dell'altro figlio, James Lucas, Jr. Sulla via del ritorno, Luke e Jessica si fermarono a una vicina Dairy Queen e si abbracciarono.[10]

Uno dei suoi casi riguardò un cliente la cui moglie lo aveva tradito. Le prove dimostrarono che sua moglie era una mutante, e ciò fece arrabbiare l'uomo al punto di attaccare Jessica. Reagì lanciando l'uomo attraverso la finestra della porta del suo ufficio. Jessica incontrò Luke Cage nel suo bar e trascorsero insieme una serata intima. Un altro cliente si presentò da lei cercando di trovare sua sorella, Miranda Pritchett. Durante le indagini scoprì che Miranda era effettivamente al sicuro ed anche per caso che il suo ragazzo era Capitan America. Viaggiò fino a casa del suo cliente solo per scoprire una scena del crimine dove la donna era stata strangolata. Sconvolta, trascorse un'altra serata con Luke. In seguito cercò di incontrare Cap ma lui era fuori in missione.[4]

Nel suo ufficio della N.Y.P.D, il Detective Paul Hall la interrogò su Miranda. Mentì sul sapere che Miranda era stata assassinata, ma Hall le mostrò una fotografia della scena del crimine dimostrando che era a casa di Miranda la notte precedente. Le chiese di accompagnarlo alla stazione di polizia. Venne interrogata sul crimine e sulla sua vita passata da supereroe e si arrabbiò per l'accusa. Prima che potesse fare qualsiasi cosa, il suo avvocato, Matt Murdock, arrivò e la fece liberare. Le disse che era un alleato e un amico di Luke Cage. Chiese alla sua vecchia amica Carol Danvers di indagare sul numero che le aveva dato il suo cliente. Carol confermò che il numero di telefono era di proprietà della LWS Enterprises. L'email includeva la linea telefonica principale di LWS, che, quando fu chiamata, rispose l'eletto candidato presidenziale democratico Steven Keaton.[4]

Alias Vol 1 28 Textless

Jessica investigatrice privata

In un bar di Washington, Jessica si rese conto di essere stata ingaggiata per filmare l'identità segreta di Capitan America, per danneggiare il Presidente degli Stati Uniti. Trovò la donna che l'assunse che lavorava nell'ufficio della campagna di Keaton. La inseguì e trovò la chiamata alla "Lawson, Daviano" prima di svenire. Andò nello studio legale di Lawson, Daviano e Silver, dove affrontò David Lawson, accusandolo di averla assunta da una terza parte e chiedendo di sapere perché. Lawson minacciò di chiamare la polizia. Matt Murdock la contattò e le disse che la N.Y.P.D. aveva lasciato cadere le indagini su di lei sulla base dei risultati dell'autopsia su Miranda. Disse che "i lividi sul collo della ragazza morta erano quelli di un uomo grosso", escludendo Jessica come sospetto.[4]

Tuttavia, durante la chiamata, venne attaccata da Michael "Man Mountain" Marko, che tentò di strangolarla, ma Jessica lo sconfisse facilmente. Si avvicinò al signor Zoumas e lui le disse che avrebbe dovuto vendere il nastro che aveva fatto, e le spiegò che la sua motivazione nel ingannare Jessica nel realizzare il filmato era tale che avrebbe dato in pasto Capitan America alla stampa. Rivelò aanche che aveva pianificato di far diventare Steven Keaton presidente poiché quello attuale non eseguiva gli ordini. Fu contattata da Quartermain, che le disse che stavano monitorando la conversazione. Lo S.H.I.E.L.D. entrò e arrestò Zoumas. Caitan America contattò Jessica e la ringraziò per aver salvato la sua reputazione.[4]

Carol cercò di convincere Jessica a smettere di vedere Luke e le suggerì invece Ant-Man, Scott Lang. Durante un caso, uno strano uomo di nome Malcolm Powder entrò nel suo ufficio sostenendo di essere un grande fan ma presto lo cacciò. Poco dopo, una donna di nome Jane Jones venne nel suo ufficio. Disse che erano imparentate in quanto Jane si sposò con suo cugino, Rick Jones. Affermò che Rick era scomparso da settimane. Tuttavia, Jessica non ricordava di essere imparentata con Rick e contattò persino sua madre per conferma. Rintracciò Rick in un bar chiamato Ultimates, e quando lo affrontò le chiese se era un agente dei Kree o degli Skrulls. Cercò di convincerlo a tornare a casa, ma a causa della Guerra Kree-Skrull, Rick sentì di essere considerato un criminale di guerra con una taglia in testa. Si rifiutò di andare dai Vendicatori, a causa del libro che scrisse, che approfondiva troppo i dettagli del suo rapporto con Capitan America, quindi andarono al Baxter Building dai Fantastici Quattro. Roberta, la segretaria robotica, non li fece entrare e cercò di contattare i Vendicatori mentre Rick scappava.[2]

Jessica tornò alla Alias ​​Investigations e si appisolò alla sua scrivania. In seguito fu nuovamente svegliata da Malcolm. Rispose alla telefonata di Edwin Jarvis che le confermò che il vero Rick Jones era a Los Angeles e che erano ben consapevoli dell'impostore. Jessica espulse di nuovo Powder quando chiese un lavoro. Più tardi, trovò l'impostore che si era riunito con sua moglie.[2]

J. Jonah Jameson del Daily Bugle assunse Jessica per scoprire la vera identità di Spider-Man, e assegnò il giornalista Ben Urich a Shadow Jones per scrivere una serie di articoli che raccontvano la sua indagine. Tuttavia, offesa dagli insulti di Jameson alla sua carriera e al suo genere, Jessica usò i soldi e le risorse che la Bugle le stava dando per nutrire i poveri, prendersi cura degli orfani e aiutare i malati. Jameson alla fine la licenziò quando scoprì ciò.[2]

Jessica si recò a Lago, New York, per trovare una ragazza scomparsa di nome Rebecca Cross. Durante le indagini con la famiglia della ragazza, apprese che Rebecca era una mutante. Il predicatore di Lago teneva delle prediche anti-mutanti, in cui affermava che "Dio non ha creato mutanti. L'uomo ha creato i mutanti. I mutanti sono abominazioni provocate dall'avidità dell'uomo." Affrontò il predicatore, accusandolo di crimini d'odio che avevano portato agli attacchi in città. Fu durante questo caso che Scott Lang contattò Jessica per chiederle un appuntamento. In seguito trovò Rebecca viva con la sua ragazza in un bar nella città vicina e la riportò a casa. Quando tornarono al parco in città scoprirono che Katherine Cross aveva assassinato il padre di Rebecca. Jessica si sentì male per Rebecca, quindi la lasciò tornare nella città in cui viveva. Dopo il caso Jessica contattò Scott, e in seguitò ebbe un appuntamento con lui. Tuttavia, i due furono interrotti da Spider-Man e la Torcia umana all'inseguimento del Dottor Octopus.[11]

In un caso, riuscì a trovare la scomparsa Spider-Woman (Mattie Franklin). Il fidanzato di Mattie l'aveva mantenuta drogata e la usava come fonte di materiale genetico superpotente per creare il farmaco noto come ormone della crescita mutante. La sua disponibilità a trattare casi che coinvolgessero i suoi ex colleghi non fu sempre ben accolta dalla comunità di supereroi. Di tanto in tanto assisteva altri eroi e aveva un gran numero di contatti.[3]

Il ritorno dell'Uomo Porpora

Jessica venne contattata da Kim Rourke, che voleva assumerla per trovare un uomo di nome Killgrave. Quando visitò la casa di Kim trovò un grande raduno, e Kim spiegò che 34 persone erano state recentemente uccise in un ristorante quando Killgrave disse loro di smettere di respirare. Durante questo periodo Killgrave fu rinchiuso nel Raft. Raccontò a Luke del suo tempo con Killgrave. Più tardi, Jessica viaggiò fino al Raft e incontrò Quartermain, che la scortò fino alla cella di detenzione di Killgrave. Jessica gli chiese di confessare solo uno dei tanti omicidi di cui non è mai stato accusato, ma Killgrave continuò a insistere sul fatto che lei era un personaggio di una storia e che desiderava l'approvazione dei suoi lettori. Alla fine si arrese e se ne andò. Quando tornò a casa di Kim, venne a sapere che c'era stata una rivolta al Raft e che Killgrave era fuggito.[1]

Zebediah Killgrave (Earth-616) from Alias Vol 1 28

Dopo una notte da Scott, si svegliò trovando formiche che brulicavano sul suo cadavere. Killgrave era lì e le rivelò di avergli fatto vedere Scott morto, quando in realtà era vivo. Quindi fece vedere a Jessica il suo "peggior incubo", che era Scott impegnato in un ménage a trois con Ms. Marvel e Luke Cage. Per attirare l'attenzione di altri eroi, disse a tutti quelli che incontrava per strada di "picchiare la persona alla loro sinistra fino a quando quella persona non fosse morta". In strada scoppiò in una massa di violenza criminale. Jessica ebbe una visione di Jean Gray, che spiegò che aveva "innescato una difesa psichica" nella mente di Jessica dopo il suo "primo incidente con Killgrave" e che avrebbe potuto fermare l'avversario se avesse deciso di farlo. Jean svanì pochi istanti prima dell'arrivo dei Vendicatori e Killgrave ordinò a Jessica di uccidere un supereroe di sua scelta, ma Jessica attaccò Killgrave e lo sconfisse selvaggiamente.[1]

All'indomani della rissa, Jessica ammise a Scott di essere incinta di tre mesi e che il bambino non era suo, a quel punto Scott se ne andò. Qualche giorno dopo, Jessica incontrò Luke fuori dal suo appartamento. Ammise di essersi preso cura di lei, e lei gli rivelò che era incinta e che il bambino era suo. Luke le chiese se voleva mantenere il bambino, e quando gli disse che l'avrebbe fatto, suggerì che entrambi potessero iniziare un "nuovo capitolo".[1]

Daily Bugle

Jessica si trasferì con Luke ad Harlem, e incontrò il caporedattore Robbie Robertson al The Daily Bugle. La portò a incontrare J. Jonah Jameson, che incolpò il declino dell'industria dei giornali prima di ammettere che il suo rapporto con Jessica gli aveva fatto riconsiderare alcune delle sue convinzioni in merito ai "vigilantes in costume". Jameson riconobbe che il suo disprezzo personale per i supereroi stava ferendo il suo giornale e le offrì un lavoro come "analista vigilante" per "una sezione settimanale speciale del giornale".

The Pulse Vol 1 14

Chiamato provvisoriamente The Pulse, le storie erano scritte da Ben Urich, con Jessica che lavorava come ricercatrice e consulente. Jessica insistette sull'assicurazione sanitaria e su un contratto stabile prima di svelare di essere incinta del figlio di Luke. Jameson richiese che parte del loro accordo fosse dato alla copertura esclusiva dell'annuncio e della nascita. Il suo nuovo lavoro causò discussioni tra lei e Luke. Kat Farrell si incontrò con Jessica e Ben a Central Park per fargli conoscere i dettagli della morte di Kidder, e tutti e tre considerarono quante "persone volanti" vivessero a New York City. Kat lamentava che lo S.H.I.E.L.D. sarebbe dovuto essere chiamato se fosse coinvolto "un ragazzo volante".[12] Ben incontrò Jessica, Kat, Jameson e Robertson e spiegò che i dipendenti della Oscorp stavano scomparendo, e avrebbe potuto provare che Norman Osborn fosse il Green Goblin.

Nonostante le sue paure che una tale storia "sarebbe sembrata una vendetta a buon mercato" contro Osborn, Jameson accettò di stampare l'articolo di Urich. Jameson ordinò a Jessica di andare con Urich a informare la polizia, assicurandole che sarebbe stata al sicuro. Ma alla Oscorp vennero attaccati dal Green Goblin.[13] Un'esplosione fece cadere Jessica fuori dalla finestra, ma viene salvata da Spider-Man, ma temette aver perso il suo bambino. Luke incontrò Jessica all'ospedale mentre un dottore la esaminava, ma il bambino stava bene. Cage lasciò quindi l'ospedale, sostenendo che non poteva lasciarlo andare. Osborn venne quindi arrestato dopo un selvaggio pestaggio di Luke per aver ferito Jessica.[14]

Guerra Segreta

Quando tornarono nel loro appartamento, Luke fece pressioni su un gruppo di ragazzi del quartiere per ottenere il nome di uno spacciatore locale che vendeva ai ragazzini. All'interno della loro casa, tuttavia, scoprirono una donna che distrusse prontamente l'appartamento con una forte esplosione, facendo andare Cage in coma. Nick Fury andò al Metro Hospital dove trovò Danny Rand e Jessica seduti che si chiedero il perché della visita di Fury.[15] Arrivò anche Steve Rogers, che disse e a Jessica di andarsene da lì e di tenere al sicuro il suo bambino prima di dare istruzioni a Rand di prepararsi a sposta Cage perché troppe persone lo avevano visto. Jessica quindi uscì per chiamare Matt Murdock.[16]

The Pulse Vol 1 9 Textless

Al suo ritorno, Jessica scoprì che l'ospedale era sotto attacco, Cage non era più nella sua stanza d'ospedale e Fury, Rogers e Rand non si trovavano da nessuna parte.[17] Durante l'indagine del Bugle sull'attacco, appresero che Nick Fury era coinvolto in qualcosaa, e il giornale si rifiutò di continuare. Sentendosi non supportata dal Bugle, Jessica se ne andò, cercando freneticamente il suo ragazzo e alla fine svenne per lo stress davanti casa di Misty Knight.[18] Qui venne trovata e rapita da un gruppo di agenti dell'Hydra guidati dall'Agente speciale Cohen. Spiegò a Jessica che Luke era stato attaccato a causa della sua parte nella Guerra Segreta di Nick Fury, e che l'avrebbero aiutata a trovare Luke in cambio del suo diventare un agente segreto dell'Hydra. Jessica, tuttavia, rifiutò il suo aiuto e fu poi salvata da Clay Quartermain e dallo S.H.I.E.L.D., che stavano monitorando la situazione di Jessica.

Con l'aiuto di Ben Urich, Jessica alla fine trovò Cage. Apparentemente Danny Rand lo aveva portato alla Clinica dell'Infermiera di Notte a Chinatown dopo che Rogers gli aveva detto di portarlo in un posto sicuro. Jessica e Danny ebbero una discussione per quanto riguardava il suo posto nella vita di Luke e la paternità di suo figlio dopo averlo affrontato perché non si fidava di lei. Jessica e Cage, ormai cosciente, furono rapidamente interrotti quando una proiezione olografica di Fury apparve nella stanza e spiegò che Jessica avrebbe presto capito perché Luke era stato attaccato.[19]

Maternità e Matrimonio

Luke Cage divenne un nuovo Vendicatore.[20] Le acque di Jessica Jones si ruppero mentre lei, Luke Cage e la migliore amica Carol Danvers stavano scegliendo un nuovo design per lui.[21] Carol Danvers portò Jessica all'ospedale, dove diede alla luce una bambina che chiamarono Danielle Cage.[22]

New Avengers Annual Vol 1 1 Textless

Jessica e Luke si sposarono con tutti i loro amici e familiari presenti e Jessica scelse di mantenere il suo cognome da nubile Jones.[23]

Una tata per Danielle

Jessica riprese di nuovo l'identità di Jewel e divenne un membro dei Nuovi Vendicatori. Lei e Luke iniziarono a cercare una tata e tra una variegata selezione di candidati tra cui Hellcat, Mantis, D-Man, Firebird, Sersi, Eco, U.S. Archer, Molly Hayes, Ultragirl, Groot, Deadpool, Sepulchre, Cassie Lang, She-Hulk, Nighthawk, Devlor, Tigra e Beverly Switzler. Alla fine scelsero Squirrel Girl come tata di Danielle.[24] Jessica prese il nome di "Power Woman" sia per onorare suo marito che per essere un modello per la loro figlia.[25]

Potenti Vendicatori

In seguito Jessica lavorò come membro della squadra di suo marito Potenti Vendicatori. Jessica e sua figlia vivevano nell'appartamento del Gem Theater. Quando Jessica e Luke si confrontarono con Spider-Man (Otto Octavius) e i suoi Arachnaughts, gli offrì un posto nella sua squadra. Rifiutarono, e lei gli diede un pugno in faccia per aver minacciato sua figlia.[26]

Jessica Jones (Earth-616) from New Avengers Vol 1 59 001

Successivamente cambiarono appartamento con un vecchio amico di Luke di nome D. W. Griffith. Mentre si trasferivano, parlò con Blue Marvel su cosa significasse crescere un figlio di supereroi e gli espresse sia il suo sostegno che il fastidio per la scelta di suo marito di creare un altro team di vendicatori. Jessica insieme a molti altri eroi parteciparono al matrimonio di Deadpool.[27] Jessica aiutò la squadra a combattere il Deathwalkers e in seguito licensiò il proprio marito dalla squadra quando, sotto gli effetti di un incantesimo di inversione, causato durante la Guerra Mondiale dell'Odio, cercò di vendere la squadra alla Cortex Incorporated.[28] Dopo che Luke fu reinvertito, si infiltrò alla Cortex. Jessica gli offrì di aiutare a infiltrarsi nella società malvagia, ma Luke le disse di non farlo perché era troppo rischioso.[29]

Poteri e Abilità

Poteri

Jessica ottenne i suoi poteri sovrumani dopo che il veicolo della sua famiglia si scontrò con un camion di sostanze chimiche sconosciute. Dopo essere stata in coma per un po' di tempo, si svegliò con le seguenti abilità:

  • Forza sovrumana: Sebbene il suo livello di forza più alto non sia mai stato adeguatamente documentato, Jessica ha dimostrato di avere la forza sufficiente per sollevare un'auto della polizia di due tonnellate senza sforzo evidente e lanciarla a breve distanza sotto il controllo dell'Uomo Porpora. In seguito lanciò Spider-Woman attraverso una stanza e la rese incosciente con un solo colpo. Quando scoprì per la prima volta i suoi poteri, Jessica fu anche in grado sradicare un albero con poco sforzo e in seguito perforò il cofano di metallo di un taxi. Successivamente sollevò Tom Foster da terra dalle narici e lo lanciò a breve distanza. Mentre volava ad alta velocità, Jessica fu in grado di sfondare Atlas con abbastanza forza da fargli sanguinare il naso.[30]
Jones smash car hood

Jones distrugge un cofano

  • Resistenza sovrumana:Il corpo e i tessuti di Jessica sono molto più resistenti a determinati tipi di lesioni rispetto a quelli di un normale essere umano, in particolare alle forze di impatto. Dopo che diversi uomini le hanno puntato le pistole, Jessica insinuò che spararle le avrebbe solo rovinato la giacca. Successivamente, tuttavia, dichiarò di non sapere se fosse a prova di proiettile. Fu ferita alla schiena da un taglio di uno degli uomini del Gufo con un coltello, sebbene superficialmente e richiese solo un leggero bendaggio. Durante una battaglia contro i Vendicatori, Jessica subì gravi ferite quando fu colpita a pugni in faccia dalla Visione, inclusi danni al collo e al naso. Mentre imparava a volare, Jessica spesso metteva a rischio i suoi atterraggi, ma la sua resistenza era sufficiente per proteggerla quando si schiantava contro il suolo o altri oggetti.[30]
  • Guarigione accelerata
  • Longevità sovrumana: Jessica può vivere più a lungo degli umani normali, forse a causa dell'energia che sostiene il suo corpo dopo essere stata esposta all'energia rilasciata da Galactus.
  • Volo: Il primo superpotere che Jessica ha scoperto è stata la capacità di volare. Sebbene la sua velocità massima non sia stata documentata, è probabile che alla fine sia subsonica. Jessica afferma che nonostante la sua abilità di volo, ha difficoltà farlo.
  • Resistenza telepatica: A causa delle sue esperienze con l'Uomo Porpora, Jessica ha avuto blocchi mentali messi nella sua mente da Jean Gray. Questi blocchi mentali le danno un certo grado di resistenza contro il controllo mentale, anche se quel controllo era basato sul feromone piuttosto che sulla telepatia.

    Abilità

Investigatrice privata: Jessica è un'investigatrice esperta, sa seguire le tracce, interrogare i sospetti e ha chiuso molti casi. Queste abilità la portarono ad aver lavorato come giornalista investigativa per il The Pulse.[30]

Combattimento corpo a corpo:All'inizio Jessica si affidava ai suoi poteri e alla sua stessa forma di combattimento di strada. In seguito, lavorando con i Vendicatori, fu addestrata nel combattimento corpo a corpo di base.

Livello di Forza

Il limite di forza di Jessica è sconosciuta, ma è stata in grado di sollevare facilmente un'auto della polizia da 2 tonnellate.[30]

Debolezze

Disturbo post-traumatico da stress: Jessica è stata traumatizzata dal suo tempo trascorso con l'Uomo Porpora. Ha influenzato la sua mente così tanto che non sapeva quali fossero i suoi pensieri. Ci sono voluti mesi di terapia con Jean Grey per aiutarla a superarla.

  • Alcolismo: Jessica ha affrontato il suo trauma attraverso l'alcol bevendo per dimenticare i suoi problemi. Ha smesso dopo la nascita di sua figlia.[30]

Armamentario

Mezzi di Trasporto

Vola grazie ai suoi poteri.[30]

Note

  • Mentre la prima apparizione di Jessica Jones è stata in 100% Marvel Mix 2, la sua storia è stata successivamente riconnessa in Amazing Spider-Man 532 per farla apparire una delle compagne di scuola superiore di Peter Parker tra la folla per incoraggiare la lotta tra l'Uomo Sabbia e Spider-Man.
    • Questa rivelazione contraddice altri aspetti della vita di Jessica. In "Amazing Spider-Man 532", Jessica afferma di aver già posseduto i suoi poteri quando ha assistito alla lotta di Spider-Man contro l'Uomo Sabbia. Tuttavia, in 100% Marvel Max 13, è stato stabilito che Jessica si è svegliata dal coma durante il periodo della Trilogia di Galactus, che ha avuto luogo molto tempo dopo.
Jessica Jones (Earth-616) from Amazing Spider-Man Vol 1 4 0001

La prima apparizione cronologica di Jessica retcon


Curiosità

  • Il sacerdote che ha celebrato la cerimonia nuziale di Jessica Jones e Luke Cage aveva una strana somiglianza con Stan Lee.[23]
  • Si dice che Brian Michael Bendis originariamente volesse usare la Spider-Woman originale Jessica Drew come personaggio protagonista in Alias​, ma la Marvel hesitò a usare il personaggio in un serie per adulti, quindi Bendis creò Jessica Jones in sostituzione. Bendis lo ha sempre negato.
  • Dopo aver scoperto l'identità segreta di Spider-Man come Peter Parker, Jessica fu sgomenta di apprendere da lui che molti a scuola la conoscessero solo come "Coma Girl" dopo il suo incidente.[1]
  • Jessica ha guadagnato alcuni ammiratori durante il suo mandato come Jewel, come i membri dei Giovani Vendicatori Hulkling, Wiccan e Occhio di Falco,[31], nonché l'ex collaboratrice Kat Farrell, lo studente dell'Accademia dei Vendicatori Reptil[32] e persino un giovane Kang il Conquistatore.[33]
  • Jewel è il soggetto di una delle fantasie sessuali di Wolverine.[34]
Jessica Jones (Earth-616) from Alias Vol 1 21 001

Esplosioni concussive di Jessica

  • In una sequenza di sogni in Alias, Jessica viene mostrata mentre combatte contro i Difensori sotto il controllo dell'Uomo Porpora. Durante questa sequenza di sogni, viene mostrata mentre produce esplosioni rosa concussive che usa sia contro i Difensori che contro Thor. Questo potere non è mai stato più mostrato o affrontato. Tuttavia, la sequenza dei sogni è stata disegnata da Mark Bagley, che ha illustrato tutti i flashback di Jewel nella serie, suggerendo che potrebbe effettivamente essere un ricordo.
  • Il gruppo sanguigno di Jessica è B.[35]

Links

Cerca e Discuti

*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.

Alcuni dei link qui sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto.

Stream the best stories.

Alcuni dei link qui sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto.

Get Disney+