Marvel Database
Advertisement
Marvel Database





Quote1.png ...questo posto. È così ... desolante. È questo ... è questo davvero ciò che un mondo senza Spider-Man sarebbe? Ho davvero combattuto la battaglia sbagliata in tutti questi anni? Quote2.png
--J. Jonah Jameson[src]

Primi anni

J. Jonah Jameson è stato cresciuto da bambino da Betty Jameson e dal suo patrigno e zio David. David era un ufficiale dell'esercito degli Stati Uniti, un veterano di guerra decorato come un eroe; a casa, tuttavia, Davide abusava regolarmente di sua moglie e suo figlio. Di conseguenza, J. Jonah Jameson si convinse che Nessuno è un eroe tutti i giorni della settimana e Anche i veri eroi non riescono a continuare per tutto il tempo. Jonah era un Boy Scout durante la sua infanzia. Al liceo, i suoi interessi erano principalmente la boxe e la fotografia. Incontrò la sua prima moglie, Joan, quando entrambi si unirono al club fotografico della loro scuola superiore. Quando i tre migliori atleti della scuola iniziarono a bullizzarlo, lui reagì e li picchiò tutti e tre facendone poltiglia. Questo impressionò Joan e iniziarono a frequentarsi. Si sposarono non appena hanno finito la scuola.

Jameson iniziò la sua carriera giornalistica diventando un reporter part-time per New York City per il Daily Bugle quando era ancora al liceo. Al college, Jonah iniziò una rivalità con Barney Bushkin, l'editore di un giornale del campus che rifiutava Jonah. Barney sarebbe cresciuto fino a diventare l'editore del rivale del Daily Bugle, il Daily Globe.[9]

Diventare editore del Daily Bugle

Alla fine Jameson acquistò il Daily Bugle, allora in difficoltà finanziariamente, con i soldi ottenuti dai suoi beni personali e dalla grande eredità. Quindi, il Bugle era ora di proprietà della società di Jameson, Jameson Publications. Jameson divenne editore e caporedattore del giornale e rivitalizzò il formato tabloid dominato dalle fotografie. Nel 1968 la compagnia di Jameson acquistò il Goodman Building sulla 39esima Strada e Seconda Avenue a Manhattan e vi trasferì tutte le sue strutture editoriali e redattoriali. L'edificio divenne noto come Daily Bugle Building. La moglie di Jameson, Joan, defunse ad un certo punto in circostanze non rivelate. Lei e suo marito ebbero un solo figlio, John, che divenne un astronauta per la NASA.

Per decenni Jameson usò il suo giornale per fare una crociata a sostegno dei diritti civili delle minoranze e contro la criminalità organizzata. I suoi sforzi in quest'ultima area lo portarono quasi a essere ucciso per ordine del Kingpin del Crimine. Tuttavia, il contatto di Jameson con la morte non lo spaventò dal pubblicare attacchi e denuncia del crimine organizzato.

Bersagliando Spider-Man

Successivamente, Jameson divenne famoso per i suoi attacchi editoriali contro i "supereroi" in costume in generale e contro Spider-Man in particolare. Spider-Man arrivò per la prima volta all'attenzione del pubblico come un intrattenitore che usava i suoi poteri per esibirsi in televisione e sul palco. Ma quando Spider-Man catturò un ladro, Jameson si indignò per il fatto che questo intrattenitore mascherato avrebbe usato i suoi poteri pericolosi per prendere la legge nelle sue mani. Jameson iniziò a parlare contro Spider-Man nelle sue conferenze e nei suoi editoriali. Jameson sollevò abbastanza dubbi pubblici sulle motivazioni del misterioso Spider-Man che Spider-Man fu inserito nella lista nera praticamente dall'oggi al domani dall'industria dell'intrattenimento.

Poco dopo, mentre John Jameson era in missione in orbita attorno alla Terra, la sua capsula spaziale sviluppò un modulo di guida difettoso che causò la rotazione fuori controllo del velivolo. Spider-Man e J. Jonah Jameson si incontrarono per la prima volta quando il primo andò in un ufficio della NASA per offrire il suo aiuto volontario per salvare John Jameson. Quando Spider-Man riuscì a salvare il giovane Jameson, l'anziano Jameson accusò pubblicamente il supereroe di sabotare la capsula per salvarla come trovata pubblicitaria, e poi denunciò la sua intrusione illegale nella base militare. Di conseguenza, Spider-Man divenne un fuorilegge.[10] Poco dopo, assunse un giovane fotografo di nome Peter Parker che gli aveva venduto le foto della lotta di Spider-Man contro l'Avvoltoio, non rendendosi conto che Parker e Spider-Man fossero la stessa persona. [11] Nonostante il fatto che le foto di Peter fossero amatoriali, Jonah decise di accoglierlo, uno dei motivi fu che durante un controllo del suo passato apprese che Peter aveva perso il suo Zio Ben non molto tempo prima.[9]

Quando l'Avvoltoio fuggì di prigione e riprese la sua follia criminale, attaccando il Daily Bugle e chiedendo i soldi dalla loro cassaforte. Jonah si rifiutò e fu salvato da Spider-Man, ma lo incolpò per i danni all'edificio del Daily Bugle causati dalla battaglia, quindi Spider-Man gli chiuse la bocca con la ragnatela.[12]

Almeno una volta, Jameson si rese conto che detestava Spider-Man per essere l'eroe altruista che Jameson odiava di non poter essere lui stesso.[13] Tuttavia, questa intuizione era apparentemente troppo dolorosa da sopportare per Jameson, e sembrava ignorarla. Jameson continuò le sue denunce di Spider-Man nel corso degli anni, basandole sulla sua opposizione al vigilantismo. Sebbene a Jameson apparentemente non piacciano tutti i "supereroi", presumibilmente è più tollerante nei confronti di coloro che lavorano con il governo, come i Potenti Vendicatori. Va notato che Jameson, un difensore dei diritti civili, non ha mai agito per bigottismo contro esseri sovrumani; non condivide, ad esempio, il diffuso pregiudizio razziale contro i mutanti sovrumani.

Nonostante la presa di posizione di Jameson contro il vigilantismo (che una volta lo fece persino opporre all'idea di Kraven il Cacciatore di dare la caccia a Spider-Man perché lo considerava illegale), [14] lui stesso commissionò vari tentativi segreti per portare Spider-Man alla "giustizia". Ad esempio, Jameson fece trasformare un uomo nello Scorpione dal Dr. Farley Stillwell per combattere l'Uomo Ragno[15], e commissionò la creazione del primo robot "Ammazzaragni" da Spencer Smythe per combattere Spider-Man[16]. Una volta assoldò anche il secondo Mysterio per sconfiggere Spider-Man, ma Mysterio venne sconfitto e mandato in prigione[17]. Jameson fuggì rapidamente in Francia dove venne rapito dal criminale noto come Cyclone[18]. Tuttavia, non si arrese e assunse il fratello di Stillwell, Harlan che creò la Mosca che sparò a Stillwell e rapì Jameson per attirare Spider-Man[19].

In seguito, mentre indagava su una serie di incendi nei quartieri in affitto, aiutò a salvare Jake Carlton e sua figlia Lucy. Successivamente andò a mostrare il suo disgusto al promotore immobiliare Miles Warren, che si concluse con un ordine restrittivo contro il Bugle[20]. Non ha ancora arresosi con l'utilizzare gli Ammazzaragni, assunse la r. Marla Madison per costruirgli un robot Ammazzaragni[21], e successivamente si innamorò di lei e la sposò. Nonostante il nome di questi robot, Jameson non era un assassino e cercava solo di catturare e smascherare Spider-Man, non di ucciderlo.

Rinunciando al controllo

L'Hobgoblin cercò di ricattare Jameson rivelando pubblicamente la sua responsabilità per la creazione dello Scorpione, che ora era una minaccia criminale. Il piano dello Hobgoblin fallì, ma Jameson rivelò comunque pubblicamente la sua colpa e, in espiazione, si dimise come redattore capo del Daily Bugle, nominando il suo l'redattore metropolitano, Joseph Robertson, a succedergli. Tuttavia, Jameson rimase editore del Bugle e assunse un ruolo molto attivo nelle sue operazioni.

Jameson prese una posizione aggressiva contro il candidato presidenziale Graydon Creed, attaccandolo per il suo programma anti-mutante e indagando sull'oscura Operazione Tolleranza Zero, anche se non riuscì mai a scoprire la verità. Subito dopo fu ricattato e costretto a vendere il Bugle a Norman Osborn dopo che fu minacciata la sua famiglia; contemporaneamente, venne attaccato e perseguitato dal supercriminale Mad Jack. Il tempo trascorso come subordinato a Osborn ebbe un pesante tributo mentale, quasi portandolo al tentato omicidio, ma fu finalmente in grado di reclamare il Bugle dopo che Osborn fu costretto alla latitanza da una temporanea follia.

Mattie Franklin

Jonah e Marla Madison adottarono anche la loro nipote, Mattie Franklin, che a loro insaputa era anche Spider-Woman. Il segreto di Mattie venne rivelato, poiché, mentre cercava Jessica Drew in uno stato nebuloso indotta dalla droga, trovò l'ex supereroina Jessica Jones. Jones rintracciò la ragazza e scoprì che il ragazzo di Mattie stava usando il suo sangue per produrre l'Ormone della crescita mutante. Per aver salvato sua figlia, Jonah promosse fortemente l'agenzia di Jones e in seguito la assunse come giornalista per la nuova rivista Pulse del Bugle.

"Morte"

Quando un duplicato di Spider-Man, creato da Mysterio, un giorno saltò davanti alla macchina di Jameson mentre stava tornando a casa dal lavoro, Jameson si schiantò contro un albero. Si credeva che fosse rimasto ucciso nell'incidente automobilistico, morendo all'impatto, e i media incolparono Spider-Man per la sua tragica e prematura scomparsa. Successivamente, lui ascese alla "luce", solo per essere condannato per tutte le ingiustizie commesse nella vita. Poi discese nella versione dell'Inferno messa in scena di Mysterio, dove veniva tormentato da un demone a tema Spider-Man, anche se questo fu rivelato essere solo una parte della vendetta di Mysterio su Jameson. Alla fine Spider-Man salvò Jameson.[22]-[23]

Guerra civile

Jameson fece pressioni sul suo staff affinché sostenesse il Atto di Registrazione Superumana del governo, continuando a dirigere il tono generale del giornale, nonostante avesse perso la sua posizione più pratica. Quando Spider-Man si smascherò per rivelarsi essere Peter Parker, Jameson svenne alla consapevolezza che l'uomo che aveva definito una minaccia era sul suo libro paga da anni. Oltre alla rivelazione di Parker, affrontò l'idea che She-Hulk ora fosse sua nuora. Ciò non fu d'aiuto dal fatto che She-Hulk aveva aiutato Spider-Man a denunciarlo per diffamazione in passato.[24]

Jameson aveva sempre creduto che tra lui e Peter Parker ci fosse un legame di fiducia e lo aveva sempre considerato come un altro figlio, "l'ultimo uomo onesto" al mondo; aveva sempre comprato le sue foto, anche quelle scadenti, per aiutarlo in maniera discreta. Dopo la confessione pubblica di Peter, si sentì così tradito e umiliato da spezzare il loro legame e divenne determinato a farla "pagare" a Peter, nonostante Parker (come tutore) e Jameson sostenessero entrambi attivamente l'Atto di Registrazione Superumana.

Aveva in programma di citare in giudizio il suo ex protetto per frode, chiedendo indietro tutti i soldi che aveva pagato a Peter nel corso degli anni e altro ancora, ma scoprì che il governo aveva concesso a Parker l'amnistia per tutte le azioni che aveva compiuto per proteggere la sua identità segreta, incluso scattare foto di se stesso.[24]. Sia questo che il matrimonio di suo figlio con She-Hulk portarono Jameson ad un impeto di rabbia, e attaccò la sua nuova nuora con l'originale Ammazzaragni. Fortunatamente, lo distrusse facilmente e per appianare le cose, disse che avrebbe accettato il caso per frode contro Spider-Man (mentre in privato intendeva trascinarlo il più a lungo possibile).

Quando Spider-Man disertò dal Atto di Registrazione e si unì ai vendicatori segreti di Capitan America, ribellandosi apertamente contro la nuova legge e combattendo coloro che tentavano di farla rispettare. Jameson offrì tramite il suo giornale una ricompensa per catturare Peter. Commise anche azioni diffamatorie contro Parker costringendo la vecchia fidanzata di Peter, Debra Whitman, a scrivere un resoconto falso su di lui; Betty Brant fornì segretamente informazioni su questo al Daily Globe che pubblicò una denuncia in prima pagina.

Il caporedattore di Jonah e l'amico più intimo Robbie Robertson tenne testa a Jameson e al suo trattamento scadente di Peter / Spider-Man nel corso degli anni. Incapace o piuttosto riluttante ad ammettere di essersi spinto troppo oltre nel suo odio per Spider-Man, Jameson licenziò Robertson. Spider-Man cercò di persuadere Jameson a riassumere Robbie, e Jameson gli diede una scelta, di far cadere la causa contro di lui, o di riassumere Robbie. Spider-Man scelse la prima, rivelando di averlo fatto perché credeva che Jameson avesse licenziato Robbie solo per ottenere una reazione da lui. Spider-Man disse poi a Jameson di colpirlo, tutte le volte che voleva, per risolvere finalmente le sue frustrazioni per lui. Jameson era inizialmente riluttante, fino a quando Spider-Man iniziò a pungolarlo, minacciando di informare sua moglie e suo figlio della sua "codardia". Jameson scattò e iniziò a colpire Spider-Man ancora e ancora e ancora. Quando tutto fu finito, Spider-Man diede a Jameson un rullino, contenente le immagini del loro "combattimento", dicendogli che le fotografie che lo ritraevano in disparte e lasciando che Jameson lo picchiasse avrebbero venduto "un milione di copie", e se ne andò. Più tardi, al Bugle, Jameson schiacciò la pellicola con il piede. Qualche tempo dopo, Jameson riassunse Robbie e lasciò cadere la causa contro Peter.

Gli eventi che coinvolsero i membri della Iniziativa Vendicatori noti come Ragni scarlatti misero in dubbio se Peter Parker fosse l'originale Spider-Man, o se ci fosse davvero un solo Spider-Man affatto, frustrando Jameson.

Giorno completamente nuovo

Dopo che Peter Parker fece il suo patto con il demone Mefisto, l'identità di Peter divenne ancora una volta un segreto e Jameson fu uno dei tanti che non conobbero mai la sua identità. Il The Daily Bugle attraversava momenti difficili con Peter che non vendeva tante foto di Spider-Man come al solito e il giornalista Ben Urich se ne era andato. Queste circostanze portarono Jonah ad affrontare un acquisizione da parte del ricco Dexter Bennett. Questo costrinse Jonah a fermare gli assegni di tutti per costruire il capitale necessario per salvare il giornale, con tutti al Bugle che lavoravano temporaneamente gratuitamente in segno di solidarietà. Peter, che aveva bisogno di un appartamento, andò al Bugle sostenendo che Jonah gli doveva dei soldi. Jonah urlò a Peter, facendolo scattare e gridare di rimando, affermando che le sue fotografie continuavano a far vendere il Bugle mentre Jonah rastrellava i profitti e pagava a Peter una miseria. Ciò indusse Jonah a urlare di nuovo a Peter, ma si fermò di colpo ed ebbe un attacco di cuore. Peter eseguì su Jonah la RCP fino all'arrivo dei paramedici, che lo portarono di corsa all'ospedale.

La moglie di Jonah iniziò a parlare con un avvocato della procura e di vendere le quote finali del Bugle senza che Jonah avesse voce in capitolo. Peter, nei panni di Spider-Man, fece una visita e si lasciò sfuggire accidentalmente che il Daily Bugle era stato venduto a Dexter Bennett, il che causato a Jonah un altro attacco di cuore, costringendo Spidey a dargli ancora una volta la RCP. Jonah, sorprendentemente, non ha incolpato Spider-Man, ma ha continuò a mormorare "Dexter Bennett". Le condizioni di Jonah in seguito migliorarono, al punto che prese sessioni di fisioterapia e lezioni di Tai Chi. Tuttavia, perdeva la pazienza se vedeva o sentiva parlare di Dexter Bennett e del D.B. Ha anche affrontato problemi con sua moglie, poiché non l'ha ancora perdonata per aver venduto il Bugle.

Carriera da sindaco

Jonah alla fine si dedicò alla politica e divenne il sindaco di New York City.[25] Nel suo nuovo ufficio, John ricevette una visita dal padre, J. Jonah Jameson Sr., chiedendo a Jonah di cessare la sua vendetta contro Spider-Man, citando le sue numerose gesta eroiche e il fatto che i Vendicatori e persino Capitan America lo avessero accettato. Spider-Man quindi entrò nell'ufficio del sindaco, sperando di stabilire una tregua con lui, solo che Jonah annunciò di aver assemblato una "Anti-Spider Squad" per catturare Spider-Man. Spider-Man rispose prendendo il suo lavoro di supereroe in overdrive, commettendo gesta eroiche in tutta la città, semplicemente per infuriare Jameson. Jameson rispose mettendo la sua squadra su doppi turni, mettendo a dura prova il budget del consiglio comunale. [26]

Dopo che Otto Octavius, avendo temporaneamente usurpato il corpo di Peter Parker, salvò Horizon Labs dai Sinistri Sei, Jameson finalmente riconobbe Spider-Man come un eroe e gli si offrì persino nella sua guerra al crimine. Jameson in seguito chiese a Spider-Man di supervisionare l'esecuzione di Alistair Smythe, la persona che aveva ucciso sua moglie, al Raft per assicurarsi che non si liberasse. Smythe, infatti, aveva cercato di scappare, ma Otto lo uccise per volere di Jameson. Spider-Man quindi costrinse Jameson a dargli il Raft, il che fece sì che Jameson lo odiasse ancora una volta. Le cose si riscaldarono ulteriormente quando venne rivelato che Jameson aveva creato un nuovo esercito di Ammazzaragni per prendersi cura di Spider-Man. Questo fece infuriare Gloria Grant, perché lui era ancora intenzionato a distruggere Spider-Man invece di salvare New York dalla Goblin Nation. Tuttavia, la Nation li ha presi in consegna, trasformandoli in "Goblin Slayers" e sgunzagliandoli contro Spider-Man e Spider-Man 2099. Questa debacle causò uno scandalo che portò Jameson a ritirarsi in disgrazia, sebbene Peter Parker, ora completamente tornato nel suo corpo, tentò di modificare le cose restituendo le registrazioni e che non fossero state fatte copie.[27]

Una nuova direzione

Non più sindaco, Jameson decise di provare a tornare al Bugle. Ma sentì la sua vecchia attività trasformarsi in traditore quando scoprì che si stava vantando della sua caduta.[28] In seguito, venne contattato da Fact Channel. Pensando che fosse un'intervista, si mise sulla difensiva e disse che non si sarebbe scusato per nulla di ciò che aveva fatto come sindaco, tuttavia il giornalista rivelò che volevano offrirgli un lavoro a causa della sua storia con il Daily Bugle , quindi accettò, dicendo che i media "hanno finalmente giustificato la sua esistenza".[29] Mentre si preparava per il debutto al Fact Channel, glivenne detto che era stato escluso dal primo segmento, che invece sarebbe stata un'intervista per promuovere l'idea delle Parker Industries di una prigione per supercriminali. L'intervista fu dalla Gatta Nera e Electro. Mentre Spider-Man e Silk li combattevano, Jonah costrinse il cameraman a continuare a filmare l'azione. La Gatta Nera riescì a deviare uno dei dardi di Electro colpendo Spider-Man, abbattendolo nel processo. Mentre lei insulta Peter nella sua vendetta finale, afferrandogli la testa per togliergli la maschera, Jonah punta la telecamera su Spidey e annuncia che era giunto finalmente il momento di rivelare il volto dietro la maschera di Spider-Man.[30] Ovviamente, il suo ego non permise che ciò accadesse realmente, e rimase al centro dell'inquadratura della telecamera, bloccando la visuale del viso di Peter. [31]

Morte in famiglia e disastro di New U

Quando il padre di Jonah si ammalò,[32] il medico curante, il dott. McCray, contattattò la dott.ssa. Rita Clarkson, che lavorava per una società biotecnologica chiamata New U Technologies, che affermava di poter resuscitare i morti e curare qualsiasi malattia. Peter Parker era inizialmente scettico e convinse zia May e Jay a non accettare il trattamento, cosa che fece infuriare Jonah.[33] Dopo la morte di Jay, la dottoressa Clarkson incontrò J. Jonah Jameson e, a dimostrando che non c'erano limiti a ciò che New U poteva fare, lo presentarono alla sua moglie rianimata, dott.ssa Marla Madison-Jameson,[33] che spinse il marito a utilizzare la sua posizione presso Fact Channel News per promuovere New U Technologies.[34]

Jonah si recò a San Francisco, dove si trovava il New U Headquarters, per vedere la sua amata moglie, ma la New U finì per essere una frode, clonando i suoi pazienti, invece di curarli.[35] Le cose poi andarono di male in peggio, poiché Doc Ock fece partire un segnale che emetteva la frequenza responsabile del decadimento del clone e lo convogliò per tutta la base, trasformando ogni clone in Carrion. Ben Reilly, che era segretamente dietro la compagnia, decise di trasmettere il segnale di decadimento in tutto il mondo, tramite Fact Channel News, causando un'epidemia del Virus Carrion a livello globale.[36] Nonostante la complicità, Spider-Man riuscì a fermare il decadimento in tutto il mondo e salvare il mondo, ma una parte importante dei cloni decaddero completamente e Jonah rimase di nuovo vedovo, chiedendo a Spider-Man di non dire a Peter Parker che aveva ragione dall'inizio.[37] Quando tornò a New York, fu licenziato e andò al Fatto Channel un'ultima volta per pulire il suo ufficio. Nonostante fosse un sabato, c'era anche Cindy, perché stava per lasciare, ma, prima di andarsene, cercò di rallegrare Jonah.[38]

Impero Segreto

Durante l'acquisizione dell'Hydra, Baron Zemo usò il Darkhold per potenziare Blackout e inghiottire Manhattan nella Forza Oscura. Kraven il Cacciatore si irruppe nel Daily Bugle, chiedendo informazioni sull'identità di Spider-Man. Jennie Sheldon andò da Jameson per avvertirlo. Tuttavia, Kraven prese Jonah e lo attaccò, mentre Jennie sparò con una pistola lanciarazzi attirando l'attenzione di Spider-Woman. Lei arrivò e salvò Jonah sconfiggendo Kraven.[39]

Intervista del secolo

Non avendo più niente nella sua vita, Jonah ricorse a riversare tutto il suo odio nei confronti di Spider-Man in un blog chiamato "Minacce e minacce". Venne contattato in modo anonimo da un agente della divisione rogue dello S.H.I.E.L.D. chiamata Grey Blade, che inviò immagini a Jonah che coinvolgevano Spider-Man con l'agente fuggitivo Teresa Durand.[40] Jonah indagò sulla situazione con Betty Brant,[41] e si offrì di fornire a Spider-Man tutte le informazioni raccolte in scambio per un'intervista esclusiva con l'Arrampicamuri.[42] Con il progredire dell'intervista, le tensioni tra Spider-Man e Jameson aumentarono, al punto che Jonah scoppiò in lacrime ammettendo che a questo punto odiava Spider-Man solo perché era tutto ciò che aveva. Nel tentativo di confortare Jonah, Spider-Man decise di rivelargli la sua identità segreta.[43]

Durante l'ascesa del Red Goblin, Jonah fu rapito da Norman Osborn e inconsapevolmente svelò l'identità di Peter quando si riferì a Gwen Stacy come "la sua ragazza".[44] Venne salvato da Flash Thompson, ora con lo pseudonimo di Agente Anti-Venom,[45] e poi cercò di fermare il Red Goblin dal fare del male ai cari di Peter, ma invece sembrava sempre che lui interrompesse l'azione. Quando Norman venne sconfitto, Jameson fu pronto a porre fine alla vita di Norman con una pistola antincendio, rendendosi conto che era tutta colpa sua, ma Spider-Man intervenne. Quando Jameson gli chiese perché, Peter disse che aveva il potere di farlo, il che significava che aveva anche questa responsabilità, e che si applicava a tutti, anche ai peggiori di noi. Al funerale di Flash, Peter ammise che le persone commettono errori e altri pagano per questo, e sapendo che sin dai suoi 15 anni, Peter aveva perdonato Jameson, per tutto.[46]

Salvato dall'uomo che odiava

In seguito alla rivelazione dell'identità di Peter, Jonah tentò di recuperare per gli anni di persecuzione contro Spider-Man aiutandolo con informazioni sui crimini su cui indagare. Un giorno in cui non riuscì a contattare Peter, Jonah fece irruzione in una stazione radio per usare i suoi ascoltatori per localizzare Spider-Man. L'annunciatore radiofonico vide il potenziale in Jameson e gli offrì di dargli un segmento. Lo stesso giorno, Jonah venne rapito da un robot controllato da Barney Bushkin. Il robot portò Jonah sul tetto del Daily Globe, dove Barney sparò a Jonah con una pistola giocattolo realistica che schizzava inchiostro, rispecchiando uno scherzo che Jonah aveva fatto a Barney quando erano al college. Si scoprì che il Daily Globe aveva chiuso e, amareggiato dal contrasto tra la sua vita e J.J. La costante abitudine di Jameson di fallire verso l'alto, Barney voleva farlo sentire spaventato come lo era lui. Jonah perdonò e confortò Barney, e gli offrì persino che gli producesse il suo segmento di programma radiofonico.[9]

Jameson cercò di ripulire la reputazione di Spider-Man che aveva distrutto nel corso degli anni con un talk show intitolato "Mettiamoci al lavoro!" al Talk 616!, nonostante il fatto che al pubblico non piacesse. Fu invitato dal Kingpin a una festa in omaggio a Spider-Man. Tuttavia, dovette affrontare dei problemi. Arcade era stato pagato dal nuovo Big Man per costruire un "museo" per Jameson in modo che sia lui che Jonah potessero uccidere Spider-Man insieme. Quando la nuova identità di Big Man fu rivelata, Jameson rimase scioccato nel realizzare che la sua ossessione di distruggere Spider-Man aveva distrutto così tante vite innocenti, inclusa quella dell'ex Big Man, che era l'attuale padre. Dopo che il nuovo Big Man fu arrestato insieme agli altri criminali, Jameson decise di farsi coraggio e si è trovò faccia a faccia con Kingpin dicendo che non era un buon sindaco, proprio come Jonah non lo era, era solo un altro supercriminale che un giorno avrebbe ottenuto ciò che si meritava.[47]

Spider-Geddon

Quando Spider-Man fu attaccato da Morlun, chiamò Jameson e gli chiese di portargli il suo Orologio da viaggio dimensionale. Jameson fece proprio questo; tuttavia, quando Spider-Man lo mise su, Morlun lo distrusse.[48] Per fortuna l'altro Spider-Man arrivò e affrontò Morlun, mentre Jameson portava Peter al sicuro. Dopo che Morlun portò via Spider-Man, Jameson chiamò la polizia di New York per occuparsi di Morlun.[49] Durante il combattimento tra Spider-Man e Morlun, Jonah e la polizia armata cercarono di aiutare Spider-Man, ma Peter li informò che stavano solo intralciando. Dopo la sconfitta di Morlun, Spider-Man ringraziò Jonah, mentre Jameson pagava un taxi per rimandare a casa Spider-Man.[50]

Assoluto Carnage

Quando Jameson cercò di trovare un lavoro, due doppioni Carnage, un infetto Miles Morales insieme a un infetto serial killer si scontrarono per uccidere Jameson per conto di Dark Carnage. Fortunatamente, Silver Sable e il suo Wild Pack arrivarono per attaccare i mostri. Dopo aver seguito i doppioni sul tetto, Sable sparò al serial killer infetto, mentre Spider-Man infettato morse Jameson. [51] Sable fu in grado di salvare Jameson e di portarlo al sicuro; tuttavia, Spider-Man aveva rimosso con la forza il suo simbionte da se stesso e il simbionte si era legato a Jonah, trasformandosi in un doppione. Cercò di uccidere Spider-Man, ma poi Miles si ricongiunse volentieri al simbionte, liberando Jameson nel processo.[52]

Nuovo lavoro

Sentendo di non essere apprezzato nel suo programma radiofonico, Norah Winters andò da Jameson per convincerlo a unirsi al suo nuovo gruppo di editori di notizie. All'inizio, Jonah era riluttante, ma ne fu conquistato.[53] Tuttavia, dopo aver visto questo gruppo di editori di notizie, rimase indignato dal fatto che fossero adolescenti che avevano pubblicato articoli falsi inventati con titolo da acchiappa clic. Ma poi vide al telegiornale che Spider-Man stava rubando da una banca ed accorse subito sul posto, mentre Spider-Man veniva attaccato dalle guardie armate. Jameson chiese di sapere perché stava rubando da una banca, ma Spider-Man gli disse che lo faceva perché la banca aveva ottenuto illegalmente la tecnologia dello SHIELD ed era in una missione segreta per recuperarli. Jameson capì e volendo ripulire il nome di Spider-Man, pubblicò tutto in un articolo non sapendo di aver causato problemi a Spider-Man.[53] All'inizio si arrabbiò con Jameson per averlo fatto, ma dopo aver appreso che Jonah voleva solo aiutarlo, Spider-Man accettò di fare un podcast con lui. Tuttavia, mentre stavano parlando, Jonah iniziò a ricordare tutte le volte in cui Spider-Man lo aveva fregato in passato, e alla fine iniziarono a litigare tra loro. Furono poi attaccati da Chance che era venuto a rubare uno dei Lancia Ragnatele di Spider-Man come parte di una scommessa.[54] Durante la battaglia, Jameson cercò di mantenere viva l'intervista, ma un infastidito Spider-Man lo convinse ad aspettare fino a quando il combattimento fosse finito. Dopo che Chance riuscì controvoglia nella sua scommessa, il Jack O'Lanterns del Foreigner lo portò via, lasciando Spider-Man a prepararsi a seguirli, ma Jameson insistette per terminare l'intervista. Dopo aver registrato l'intervista, fu quindi ascoltata da innumerevoli persone che la trovarono intrigante.[55]

Quote1.png Il problema con me è che sono troppo tenero! Faccio sempre favori a tutti! Sono solo un grosso fascio di gelatina bonaria! Ma nessuno lo apprezza mai! Semplicemente non paga essere un bravo ragazzo! Il problema con me è che sono troppo dolce! Questo mi ricorda! È ora che arrostisca di nuovo la pelle di Spider-Man in un editoriale! Quote2.png
-- J. Jonah Jameson[src]

Jameson è un individuo molto complicato. Si presenta come un vecchio irascibile, prepotente, esigente e rumoroso e piuttosto amareggiato. La sua caratteristica più famigerata è il suo immenso, quasi irrazionale odio per Spider-Man, e i suoi continui tentativi di dimostrare che Spider-Man è una minaccia pubblica. Non è noto perché esattamente Jameson odia Spider-Man così, ma allude a diversi motivi. Da un lato, ha dimostrato che il suo odio per Spider-Man non è esclusivo, ma deriva da una diffidenza generale nei confronti di supereroi e superumani, poiché Jameson li ritiene irresponsabili e inaffidabili. Altre volte, è dimostrato che non odia Spider-Man di per sé, ma piuttosto vede l'eroe come una figura che può calunniare per vendere giornali, poiché è un editore, quindi non lo fa per malizia, ma piuttosto usa Spider-Man come un modo per spingere le sue merci in modo da poter ottenere più soldi.

Un altro aspetto di Jameson è il suo sostegno aperto e di lunga data all'uguaglianza. Sotto la sua competenza, il "Daily Bugle" ha sostenuto il movimento per i diritti civili, i diritti delle minoranze razziali e i mutanti, spesso parlando contro coloro che hanno politiche anti-mutanti.

Un altro motivo per cui Jonah odia Spider-Man è perché crede di mettere in ombra suo figlio, John Jameson, che crede non riceva il riconoscimento che pensa che suo figlio meriti, e che Spider-Man lo derubi di ciò. Il suo amore e orgoglio per John è uno dei suoi tratti molto più positivi, poiché pensa a John, che è un astronauta, come "un vero eroe". Questo non è limitato solo a John, ma a tutti i dipendenti pubblici, come i vigili del fuoco e gli agenti di polizia.

Col passare del tempo, tuttavia, è stato dimostrato che il suo odio era cresciuto oltre la semplice gelosia. In diverse occasioni, ha contribuito a creare nemici per l'arrampicamuri. In particolare, ha convinto suo figlio appena superpotente a provare ad arrestare Spider-Man e ha lavorato con Alistair Smythe per creare gli Ammazzaragni.

Durante il periodo di Otto Octavius come Spider-Man, Jameson iniziò a vedere Spidey sotto una nuova luce poiché Dock Ock era più disposto a lavorare con lui e mostrava meno moderazione. Tuttavia, questo cambiò radicalmente quando Otto lo ricattò per costringerlo a trasformare l'isola di Ryker nella base operativa di Spider-Man. Jameson assoldò Alchemax per creare nuovi Ammazzaragni al fine di uccidere lui stesso l'arrampicamuri. Sembra che Jameson abbia fatto un nuovo passo nel suo percorso verso l'odio.

Dopo che Peter gli rivelò la sua identità, Jameson iniziò a rispettare Spider-Man, cercando di ricostruire la reputazione che aveva distrutto al Tal 616! Radio. Quando il nuovo Big Man si rivelò essere il figlio dell'ex Big Man, che credeva alle bugie che Jonah aveva detto su Spider-Man, si rese conto di tutte le conseguenze di ciò che aveva detto nel corso degli anni, mettendo fine al suo pazzo mego. È anche riuscito ad affrontare Kingpin e non coinvolgersi con persone come lui.

Poteri

Nessuno

Abilità

Jameson è addestrato nel pugilato e, successivamente, nel Tai Chi, quindi è un combattente addestrato, dimostrando le sue abilità quando ha battuto tre uomini con il solo uso della boxe e delle tecniche di combattimento di strada.


Equipaggiamento

J. Jonah Jameson possiede la normale forza umana di un uomo della sua età, altezza e corporatura che fa poco esercizio. Jameson è in buone condizioni fisiche nonostante abbia subito un infarto e sia un fumatore accanito.

Armi


  • L'aspetto di Jameson è stato paragonato sfavorevolmente a quello di Adolf Hitler, a causa dei suoi baffi da spazzolino da denti e dal temperamento e della disposizione complessivamente ostili. Molti dei migliori artisti e scrittori della Marvel nei primi anni '60, tra cui Stan Lee e Jack Kirby, erano essi stessi ebrei, e quindi, sebbene Jameson non sia sicuramente né un nazista né simpatizzante con loro, la sua ostilità verso Spider-Man può essere vista in un contesto di antisemitismo, anche se generalmente non è così visto.
  • Stan Lee ha dichiarato, in più di un'occasione, che avrebbe apprezzato l'opportunità di interpretare Jameson in un film live-action, anche se ha comunque lodato l'attore J.K. Simmons nel ruolo di Jameson nei film "Spider-Man".
  • Anche la prima moglie di J. Jonah Jameson, Joan, condivide il suo nome con la vera moglie di Stan Lee.
  • La suoneria di Peter Parker per le telefonate di Jameson è Run-DMC You Talk Too Much.[56]
  • J. Jonah Jameson ha ammesso di aver commesso una frode fiscale in passato.[57]
  • Jameson ha pubblicato un libro sulla morte di Karen Page intitolato 'Fuori onda - L'omicidio di Karen Page e la crescente minaccia in costume'[58]
  • Il numero di telefono di casa di Jameson è 555-2786.[59]
  • Si ritiene che il personaggio di J. Jonah Jameson sia basato su Frederic Wertham, un medico che ha accusato i fumetti di essere una minaccia per i bambini, causando il loro cattivo comportamento, in modo simile Jameson ha accusato Spider-Man.
  • Jonah odia il calcio, ma non tanto quanto odia il calcio balilla.[54]
  • Jameson ha fatto alcuni cameo nella serie TV "The Simpsons", uno dei quali lo ritraeva come l'ex capo di Marge Simpson.

https://it.wikipedia.org/wiki/J._Jonah_Jameson J. Jonah Jameson

Scopri e Discuti

Note a piè di pagina

  1. Amazing Spider-Man 565
  2. Amazing Spider-Man 580
  3. Fantastici Quattro 271
  4. Amazing Spider-Man 521
  5. Amazing Spider-Man 514
  6. Marvel Mix 71
  7. Amazing Spider-Man 761
  8. Official Handbook of the Marvel Universe A-Z #6
  9. 9,0 9,1 9,2 Amazing Spider-Man 711
  10. Uomo Ragno (Corno) 1
  11. Uomo Ragno (Corno) 2
  12. Uomo Ragno (Corno) 7
  13. Uomo Ragno (corno) 9
  14. Uomo Ragno (corno) 12
  15. Uomo Ragno (Corno) 17
  16. Uomo Ragno (Corno) 20
  17. Uomo Ragno (Corno) 182
  18. Uomo Ragno (corno) 183
  19. Uomo Ragno (Corno) 217
  20. Daily Bugle
  21. Uomo ragno (Corno) 216
  22. Amazing Spider-Man 289
  23. Amazing Spider-Man 291-Amazing Spider-Man 291
  24. 24,0 24,1 Fantastici Quattro 248
  25. Amazing Spider-Man 524
  26. Amazing Spider-Man 525
  27. Amazing Spider-Man 614
  28. Amazing Spider-Man 615
  29. Amazing Spider-Man 618
  30. Amazing Spider-Man 620
  31. Incredibile Spider-Man 621
  32. Amazing Spider-Man 671
  33. 33,0 33,1 Amazing Spider-Man 672
  34. Amazing Spider-Man 674
  35. Amazing Spider-Man 675
  36. Amazing Spider-Man 680
  37. Amazing Spider-Man 682
  38. Amazing Spider-Man 691
  39. Marvel Miniserie 190
  40. Amazing Spider-Man 695
  41. Amazing Spider-Man 696
  42. Amazing Spider-Man 697
  43. Amazing Spider-Man 699
  44. Amazing Spider-Man 705
  45. Amazing Spider-Man 706
  46. Amazing Spider-Man 708
  47. Amazing Spider-Man 720-722
  48. Amazing Spider-Man 721
  49. Amazing Spider-Man 722
  50. Amazing Spider-Man 723
  51. Miles Morales: Spider-Man 6
  52. Miles Morales: Spider-Man 7
  53. 53,0 53,1 Amazing Spider-Man 746
  54. 54,0 54,1 Amazing Spider-Man 747
  55. Amazing Spider-Man 748
  56. Amazing Spider-Man 703
  57. Amazing Spider-Man 290
  58. Devil & Hulk 160
  59. Amazing Spider-Man 65



Ti piace? Facci sapere!

Advertisement