Origini

Costume originale

L'Uomo dei Miracoli iniziò la sua carriera come mago da palcoscenico a buon mercato. Non era molto bravo ma scoprì che stava inconsciamente ipnotizzando il suo pubblico nel "vederlo" eseguire trucchi incredibili. Una notte vide gli allora nuovi Fantastici Quattro seduti tra il pubblico. Si vantò che i suoi poteri erano maggiori dei loro e apparentemente lo dimostrò quando umiliò la Cosa sul palco. Quella sera decise che era ora che usasse i suoi poteri per diventare ricco come un super-criminale. Con i suoi poteri ipnotici fece credere alla gente di New York che una pubblicità per un film intitolato "Il Mostro da Marte" avesse preso vita e si stesse scatenando per Manhattan. Con i Fantastici Quattro impegnati con il "pericolo", l'Uomo dei Miracoli commise una serie di audaci rapine tra cui il furto di un carro armato atomico. Quando i FF si avvicinarono, lui catturò la Donna Invisibile e fuggì in un deposito di rottami nelle vicinanze nella speranza di usarla come ostaggio per tenere lontani i suoi compagni di squadra. I Quattro inseguirono l'Uomo dei Miracoli, che fu facilmente sconfitto quando la Torcia Umana usò un'esplosione di fiamma ad alta intensità per accecare l'Uomo dei Miracoli, rendendolo cieco. Mr. Fantastic aveva scoperto la natura dei poteri dell'Uomo dei Miracoli e l'aveva spiegato.[4] Poco dopo, Alicia Masters, una scultrice amica dei Fantastico Quattro, a quel punto realizzò una piccola statua dell'Uomo dei Miracoli per una serie di statue dei principali nemici dei Fantastici Quattro.[5]

Mente sopra la materia

Secondo costume

Ayers fu riconosciuto colpevole dei suoi crimini e imprigionato in un penitenziario del Midwest. Quando alla fine la sua vista tornò, divenne ossessionato dal concetto di "mente sulla materia", nella speranza di scoprire un mezzo per creare veri miracoli invece di semplici illusioni. Trascorreva il suo tempo in prigione leggendo tutto ciò che poteva sull'argomento. Nella sua ricerca apprese dell'antica Tribù Cheemuzwa che si credeva vivesse nella regione delle Dark Hills in Oklahoma. Dopo il suo rilascio, Joshua si recò in una vecchia grotta che si diceva fosse la loro casa. Lì trovò il popolo quasi immortale dei Cheemuzwa e riuscì a indurli a insegnargli i loro segreti. Quindi usò i suoi nuovi poteri per intrappolare i Cheemuzwa nella grotta. Poi viaggiò nella vicina tribù Keewazi. Il suo attacco alla tribù coincise con l'arrivo dell'uomo della tribù Wyatt Wingfoot e dei suoi amici di lunga data i Fantastici Quattro. Gli eroi distrussero facilmente le creature rocciose dell'Uomo dei Miracoli, ma loro e il popolo Keewazi furono poi intrappolati sottoterra dall'Uomo dei Miracoli.[6] Con i suoi nemici temporaneamente fuori mano, l'Uomo dei Miracoli usò i suoi poteri per creare una città enorme, ignara del fatto che l'uso di questi poteri stava facendo diventare critiche tutte le armi nucleari e le fonti di energia sulla Terra, minacciando di annientare il mondo intero. Inoltre, ignari del pericolo, i FF si liberarono e combatterono di nuovo contro l'Uomo dei Miracoli, costringendolo a creare un esercito di scagnozzi per combatterli prima di mandarli via. Ayers tentato quindi di creare una razza di schiavi, inclusa la sua donna ideale, ma scoprì che lo temevano e lo rifiutarono. I FF tornarono e lo combatterono di nuovo, tuttavia, proprio mentre la Terra era sull'orlo della distruzione, gli spiriti del popolo Cheemuzwa apparvero e teletrasportarono l'Uomo dei Miracoli, dicendo agli eroi che avrebbero tentato di curare la sua follia e gli avrebbero insegnato a non abusare dei sua poteri di nuovo.[7]

Ayers quindi finse obbedienza al popolo Cheemuzwa e visse in un'altra dimensione per un po', continuando a imparare come sfruttare i suoi nuovi poteri. Alla fine, i suoi custodi abbassarono la guardia e lui li stordì. Ritornò quindi nella dimensione terrestre con l'illusione di diventare un dio. A tal fine decise di ricreare il racconto biblico della nascita di Gesù Cristo. Alla vigilia di Natale usò i suoi poteri per trasformare i suoi inseguitori Cheemuzwa nei Tre Re Magi e convertì la riserva Keewazi in una replica di Gerusalemme completa della sua Stella di Betlemme e di un bambino Gesù. L'Uomo dei Miracoli credeva che, creando una concezione ancora più immacolata, sarebbe asceso alla divinità e avrebbe governato l'uomo. I suoi piani attirarono l'attenzione del Ghost Rider che stava attraversando in motocicletta la zona. La creazione della stella attirò anche l'attenzione del leader dei Fantastici Quattro Mr. Fantastic che mandò la Cosa a indagare. L'interferenza dei due eroi spinse l'Uomo dei Miracoli a mostrarsi e ad attaccare i due eroi. I poteri infernali di Ghost Rider riuscirono a tenere a bada l'Uomo dei Miracoli abbastanza a lungo da permettere ai Cheemuzwa di liberarsi dal suo controllo e sopraffarlo ancora una volta. Ancora una volta l'Uomo dei Miracoli fu teletrasportato via, con i Cheemuzwa che prometterono che sarebbe stato imprigionato per sempre.[8]

Il potere di Satana

Powered by the Darksoul

Joshua fu infine riportato sulla Terra e colpito da amnesia dopo che i Cheemuzwa gli posarono nella mente un "velo di ignoranza". Fu attratto da un monastero nel Massachusetts gestito da Padre Raymond Gosset e iniziò a prendere i voti per diventare monaco, assumendo il nome di "Fratello Joshua".[3] Non molto tempo dopo, Daimon Hellstrom, il cosiddetto "Figlio di Satana", venne al monastero cercando la guida di Gosset, un vecchio collega. Mentre era in prossimità dell'Anima Oscura di Daimon, la sua influenza fece sollevare il velo ripristinandogli i ricordi mentre i monaci stavano prendendo i loro voti. Con la mente e i poteri tornati alla normalità, l?Uomo dei Miracoli lottò quindi con il Figlio di Satana, riuscendo a rubare l'Anima Oscura di Daimon come se fosse sua, giurando di usare il potere per rimodellare il mondo come meglio credeva.[3]

Quando i compagni di squadra di Daimon, i Difensori, vennero a cercarlo, Ayers usò i suoi poteri satanicamente aumentati per cercare inizialmente di tenerli a bada. Tuttavia ben presto esercitò una sorta di controllo e sembrava desiderare sinceramente di rendere il mondo un posto migliore. Quindi si teletrasportò dai Difensori sull'isola di Java, dove l'Uomo dei Miracoli usò i suoi poteri per rivitalizzare il villaggio impoverito di Rannglasbitung. Tuttavia l'Anima Oscura iniziò a esercitare nuovamente la sua influenza e quando un abitante del villaggio si rifiutò di lasciare che Ayers lo curasse, si arrabbiò e tentò di uccidere l'anziano del villaggio. Ciò spinse i Difensori ad attaccare, ma non si dimostrarono all'altezza del potere dell'Anima Oscura dell'Uomo dei Miracoli. Quando tutto sembrava perduto, il Figlio di Satana fece appello all'Anima Oscura, convincendola a tornare da lui poiché avrebbe più potere in una progenie di Satana come lui invece che attraverso un umano. Quando l'Anima Oscura lasciò il corpo di Ayers e tentò di possedere di nuovo Diamon, fu presa nel mezzo da colpi psichici lanciati sia da Hellcat e dall'Overmind interrompendo il processo e intrappolando l'Anima Oscura nel corpo di un serpente.[9] Joshua tornò alla normalità ma scoprì che essere separato dall'Anima Oscura non solo lo spogliava dell'Anima Oscura ma anche di aver perso le sue capacità di mente sulla materia. Con la perdita dei suoi poteri, Joshua e i Difensori furono rimandati nel Massachusetts, dove un pentito Ayers implorò padre Gosset di riportarlo all'ovile. Credendo che Ayers fosse sincero nelle sue suppliche, Gosset accettò e i Difensori lasciarono Ayers alle cure dei monaci. [10]

"La giustizia è servita!", L'Uomo dei Miracoli viene assassinato da Flagello.

Morte

Tuttavia, l'Uomo dei Miracoli era tutt'altro che riformato, tagliò i legami con il monastero mentre cercava di riconquistare i suoi poteri perduti. A tal fine acquistò un biglietto dell'autobus per il Progetto PEGASUS dove credeva di poter trovare qualcosa per ripristinare i suoi poteri. Come avrebbe voluto il destino, anche la Cosa - appena allontanata dai Fantastici Quattro - si trovava sull'autobus. A bordo dell'autobus c'era anche il super criminale assassino noto come Flagello del Crimine che stava viaggiando sull'autobus travestito da Hippy. Non desiderando essere scoperto, Ayers si era affidato alle sue tecniche ipnotiche per offuscare la sua presenza a quelli a bordo, in particolare la Cosa. Quando il loro autobus superò un trasporto di prigionieri che trasportava il Rhino, lui fece fermare entrambi i veicoli e liberò il Rhino nella speranza di ottenere la sua assistenza per entrare nel Progetto PEGASUS. Tuttavia, il Rhhino intendeva lavorare con le autorità nella speranza che potessero rimuovere il suo costume da rinoceronte che era permanentemente fuso al suo corpo e non era disposto ad assistere l'Uomo dei Miracoli. Furioso, Ayers usò i suoi poteri ipnotici per costringere il Rhino a speronare l'autobus, che conteneva ancora la Cosa, da un dirupo. Quando la Cosa risalì, l'Uomo dei Miracoli mise il Rhino e gli altri passeggeri contro di lui. Tutti tranne Flagello, che riuscì a insidiare Ayers e sparargli a morte. Con l'uccisione dell'Uomo dei Miracoli, quelli sotto il suo controllo furono liberati dal suo controllo. Flagello riuscì a scappare mentre la Cosa sottomise il Rhino. [11]

Risorto

Resurrezione

Pochi anni dopo la sua morte, l'Uomo dei Miracoli fu tra le numerose vittime del Flagello che furono resuscitate da Hood e introdotte nella sua gang di super-criminali al solo scopo di uccidere il vigilante noto come Punitore.[12] Hood li convinse che il Punitore era segretamente Flagello e diede loro 30 giorni per eliminare il vigilante o essere restituiti alla morte. Quando l'Uomo dei Miracoli tentò di usare i suoi poteri ipnotici per uscire da questo compito, Hood usò i suoi poteri mistici per punirlo. Con i criminali risorti sotto il suo controllo, Hood fornì loro migliorie che li avrebbero aiutati nei loro compiti per abbattere il Punitore.[13] L'Uomo dei Miracoli lavorò con gli altri criminali risorti per travestirsi da Vendicatori per attaccare il Punitore. Tuttavia, il Punitore capì rapidamente questo stratagemma in quanto assumevano l'aspetto dei membri dei Vendicatori che facevano parte della squadra nel periodo in cui loro furono tutti assassinati. Il Punitore sconfisse questi aspiranti assassini, tuttavia l'Uomo dei Miracoli riuscì a sgattaiolare via nel caos che ne seguì.[13] Mentre i suoi alleati furono infine uccisi dal Punitore, l'Uomo dei Miracoli sopravvisse.[13] In seguito intentò una causa legale contro la Fondazione Futuro dopo essere stato aggredito da She-Hulk.[14] L'esito di quel caso e le attività successive dell'Uomo dei Miracoli sono sconosciute in questo momento.

Poteri

  • Controllo ipnotico: L'Uomo dei Miracoli possedeva poteri ipnotici sovrumani che gli permettevano di influenzare simultaneamente le menti di grandi masse di persone. Apparentemente, poteva impiantare telepaticamente le sue illusioni ipnotiche nella mente delle sue vittime, perché avrebbero "visto" le illusioni senza che gli fosse detto cosa vedere. I poteri ipnotici dell'Uomo dei Miracoli funzionavano anche in televisione, dal momento che le persone che guardavano la prima del film in televisione "videro" il modello del mostro prendere vita come aveva inteso che gli spettatori avrebbero fatto. L'Uomo dei Miracoli non poteva usare i suoi poteri ipnotici senza stabilire un contatto visivo con le sue vittime di persona o in televisione.[4] Queste abilità sono state descritte come di natura psionica[15], tuttavia la fonte dei suoi poteri rimane un mistero.

Poteri precedenti

  • Manipolazione della realtà: Per un certo periodo, l'Uomo dei Miracoli possedeva vaste capacità psioniche in grado di manipolare la materia e l'energia che gli erano state insegnate dagli spiriti degli anziani Cheemuzwa. Con questi poteri, l'Uomo dei Miracoli potrebbe riorganizzare la materia, proiettare esplosioni di energia e aumentare la propria forza a livelli sovrumani. Non poteva creare esseri viventi, sebbene potesse creare androidi con questi poteri.[6][7][8] Da allora ha perso questi poteri[16] e non può più accedervi.
  • Anima Oscura: Per un brevissimo periodo, l'Uomo dei Miracoli ha anche posseduto l'Anima Oscura di Daimon Hellstrom. Presumibilmente aveva poteri simili a Hellstrom quando era in possesso dell'Anima Oscura. Tuttavia ha mostrato solo la capacità di teletrasportarsi, ristrutturare la materia, curare i malati e gli infermi e sfruttare il Fuoco Infernale.[3][16]

Livello forza

Di solito, l'Uomo dei Miracoli possedeva la normale forza umana di un uomo della sua età, altezza e corporatura che praticava poco esercizio fisico regolare. Possedendo i poteri insegnatigli dal Cheemuzwa, l'Uomo dei Miracoli potrebbe aumentare la sua forza a livelli sovrumani, almeno quanto basta per eguagliare la forza della Cosa, che può sollevare (spingere) 85 tonnellate.

Debolezze

I poteri ipnotici dell'Uomo dei Miracoli apparentemente funzionavano solo stabilendo un contatto visivo. In quanto tale bastava accecarlo per renderlo impotente.[4]

Quando era dotato delle capacità di "mente sulla materia", questi poteri sembravano avere un effetto sulla sua sanità mentale.[8] Oltre a questo, gli effetti dei suoi poteri venivano annullati quando rimaneva privo di sensi.[7][8] Inoltre, sebbene non sia una debolezza diretta per se stesso, l'uso di questi poteri causava instabilità nelle fonti di energia atomica che potevano causare l'annientamento su tutto il pianeta se l'uso costante del suo potere portasse queste sorgenti atomiche a raggiungere la massa critica.[7]

Pur possedendo l'Anima Oscura, Joshua era suscettibile alle sue influenze. [3]

Apparentemente l'incantesimo usato per resuscitare l'Uomo dei Miracoli era apparentemente destinato a scadere dopo 30 giorni, riportando coloro che erano sotto il suo potere in uno stato di morte. Sebbene Hood avesse promesso di rendere l'incantesimo permanente, segretamente non aveva intenzione di farlo. [13] Resta da vedere se l'Uomo dei Miracoli continuerà a resistere dopo che questo periodo di 30 giorni sarà trascorso.


Armi

Miracle Man ha brandito brevemente il Tridente di Hellstrom.[2][3]

  • L'Uomo dei Miracoli è tornato a combattere contro i FF dopo aver appreso i segreti per animare la materia dagli anziani della tribù indiana Cheemuzwa. Forse aveva questa capacità da sempre, ma si era esaurito nell'animare effettivamente la statua del Mostro durante la prima battaglia. Forse gli anziani della tribù lo hanno aiutato a riconquistare questo potere.
  • Un personaggio chiamato Mr. Miracolo, che è l'immagine sputata dell'Uomo dei Miracoli, è apparso su uno schermo visivo come agente della Corporazione in Cage Vol 1 13. Questi personaggi possono o non possono essere in qualche modo correlati.

Scopri e Discuti

Note a piè di pagina



Ti piace? Facci sapere!


References

*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.