Marvel Database
Advertisement
Marvel Database

Questo articolo è incompleto. Puoi aiutare Marvel Database cercando di espanderlo




Il personaggio di Loki è interpretato dall'attore Tom Hiddleston e viene introdotto nella Fase 1 a partire dal quarto film della saga cinematografica, intitolato "Thor" di cui è l'antagonista principale. Da allora il personaggio è apparso nei seguenti titoli: "The Avengers" in cui riveste nuovamente il ruolo di antagonista principale, "Thor: The Dark World", "Avengers: Age of Ultron", "Thor: Ragnarok" e "Avengers: Infinity War".


Rivalità fraterna

Figlio adottivo del leggendario re di Asgard Odino e fratellastro dell'arrogante guerriero Thor, Loki venne adottato dai sovrani di Asgard al termine della guerra tra Asgardiani e Jotun, dove venne trattato come un vero principe ma, mai messo al corrente della sua vera natura e identità.

Loki si unì al fratello e ai compagni in una spedizione punitiva contro i Giganti del Ghiaccio, dopo che questi avevano rovinato l'incoronazione di Thor. Per le loro azioni sconsiderate, che richiesero l'intervento di Odino in persona, Thor, dio del tuono, venne spogliato dei propri poteri ed sul pianeta Terra.

Nel disperato tentativo di dimostrare al padre adottivo di poter essere degno del suo affetto e della sua stima, lo salva da un attacco da egli stesso orchestrato. Divenuto principe di Asgard, per tenere lontano Thor e conservare il titolo, progettando inoltre di spodestare Odino, Loki invia il Distruttore ad annientare Thor ma, i vecchi compagni del dio Volstagg, Fandral, Hogun e Lady Sif lo raggiungono per riportarlo su Asgard e ristabilire la pace. Sacrificandosi per proteggere i compagni dall'ira del Distruttore, Mjolnir torna finalmente da Thor, che recupera i poteri e abbatte il Distruttore, per poi tornare ad Asgard ad aiutare il padre.

Fatto ritorno ad Asgard, Thor cerca di redimere il fratello ma questo, invece che arrendersi e ammettere la sconfitta, si lascia scivolare nel vuoto cosmico, gettandosi dal Bifrost.[1]

La Battaglia di New York

Sopravvissuto, Loki baratta con il potente Thanos il controllo incontrastato del pianeta Terra in cambio della Gemma dello Spazio contenuta all'interno del Tesseract. Durante una serie di esperimenti del dottor Selvig sul Tesseract, recuperato da Howard Stark nelle profondità dell'Oceano Atlantico settentrionale, l'oggetto incomincia a generare inaspettatamente delle anomalie, aprendo nel bel mezzo del laboratorio, un varco dimensionale dal quale spunta l'asgardiano Loki. Il dio degli inganni, attraverso un incantesimo, prende il controllo dell'agente Barton e del dottor Selvig. A nulla valgono gli sforzi di Fury e dell'agente Maria Hill di recuperare il Tesseract: Loki fugge via portando con sé il cubo cosmico.

Nick Fury dà il via al progetto "Vendicatori" e assembla un gruppo di supereroi con l'intento di creare una squadra d'azione speciale che possa far fronte alla nuova minaccia rappresentata da Loki che spedisce alla sua cattura. Hawkeye ed altri agenti ancora sotto l'influenza dell'incantesimo di Loki, si infiltrano nell'Helicarrier per liberare il dio dalla sua prigionia quando questo viene catturato da Vendicatori. Una volta spenti i motori del mezzo, che inizia a precipitare dal cielo, nel mezzo della confusione, Iron Man e Captain America tentano insieme di far ripartire i motori dell'Helicarrer, mentre Loki, uccidendo l'agente Coulson, riesce infine a liberarsi e fuggire.

Il varco dimensionale generato dal Tesseract si spalanca sotto ai lori occhi e dal cielo, piovono centinaia e centinaia di orde di Chitauri che assaltano l'isola di Manhattan. Contenuta la minaccia, mentre Thor fa ritorno ad Asgard col Tesseract e Loki come suo prigioniero, gli altri Vendicatori tornano alle proprie vite, promettendo di riunirsi in futuro in caso di necessità.[2]

La morte di Odino e la rinascita di Hela

In Norvegia, sul pianeta Terra, i fratellastri Loki e Thor scoprono che il padre Odino è ormai giunto alla fine della sua lunga vita ma, prima di dissolversi in una polverina dorata, presagisce ai due che un grave pericolo incombe su Asgard: Hela primogenita di Odino, talmente crudele e cattiva da essere stata rinchiusa dal padre stesso in una prigione al di fuori dello spazio e del tempo, sta per tornare. Una volta morto Odino infatti, si libererà per sempre dalla sua prigionia e tornerà per prendersi la sua vendetta su Asgard.

Dimostrando una potenza inaudita, con un singolo gesto della mano, Hela disintegra completamente Mjolnir, il martello di Thor e sconfigge i due fratelli, che si perderanno all'interno di un tunnel spazio-temporale.

Con l'aiuto di Loki, Brunnhilde, una valchiria disillusa e dell'incredibile Hulk, Thor fa ritorno su Asgard, dove si prepara ad affrontare Hela nel giorno profetizzato della resa dei conti. Mentre Valchiria, Loki, Heimdall e Banner si scontrano con l'esercito di Hela, quest'ultima ingaggia un ferocissimo scontro con Thor nella sala reale di Odino. Nel corso del tremendo duello fratricida, la dea della morte riesce persino a cavare un occhio a Thor. Lo spirito di Odino, sotto forma di apparizione, avverte il figlio che Asgard non è un luogo fisico ma, il cuore stesso del popolo che vi risiede, lasciando intuire al dio del tuono che l'unico modo per uccidere la sorella è proprio quello di distruggere la sua fonte di potere, Asgard stessa.[3]

Ragnarok, La Fine dei Tempi

Thor realizza che Ragnarok, la caduta profetizzata di Asgard è necessaria e inevitabile. Priva dell'energia che Asgard le fornisce infatti, Hela sarà un bersaglio facile da colpire. Ordina quindi a Loki di far avverare la profezia immergendo la tiara del demone Surtur nella Fiamma Eterna che risveglia la malvagia creatura, il cui desiderio più grande, è proprio quello di vedere Asgard rasa al suolo.

Thor, Loki, Brunnhilde, Hulk e il popolo asgardiano fuggono a bordo di un'astronave diretta verso la Terra, dove Thor, incoronato re, ha intenzione di ricostruire lì una patria per tutti gli asgardiani sopravvissuti.[3]

Morte

Nel bel mezzo dello spazio, la nave asgardiana in rotta verso la Terra viene presa d'assalto da Thanos e dai suoi figli che determinati a impossessarsi del Tesseract di Loki dove la Gemma dello Spazio, uccidono chiunque intralci il loro cammino e gran parte dell'equipaggio. Per salvare la vita del fratellastro, Loki è costretto a consegnare tra le mani di Thanos il Tesseract, che tenta di recuperare con un tranello.

Nel disperato tentativo di avvicinarsi abbastanza al titano da poterlo uccidere, Loki viene però strangolato e ucciso da quest'ultimo.[4]

Poteri

  • Fisiologia di Gigante del Ghiaccio:
    • Longevità: come ogni altro gigante del ghiaccio, Loki è virtualmente immortale e come tale, a meno che non venga ucciso attraverso mezzi fisici, è di fatto eterno.
    • Forza Sovrumana.
    • Resistenza Sovrumana.
    • Riflessi Sovrumani.
    • Agilità Sovrumana.
    • Velocità Sovrumana.
    • Fattore Rigenerante.
    • Resistenza al freddo.
  • Stregoneria: Loki possiede un'innata attitudine magica e ha imparato a controllare la magia asgardiana grazie agli insegnamenti della madre Frigga e alle altre streghe di Asgard. Alla fine divenne uno stregone estremamente abile e formidabile, essendo la magia la sua risorsa principale in battaglia, anche se altri stregoni eccezionalmente abili, come il dottor Strange, riuscivano ad eguagliare le sue abilità. Perfino Odino rimase colpito dalle abilità magiche di Loki e sottolineò che la defunta Frigga sarebbe stata molto orgogliosa di lui. Alcune delle capacità magiche di Loki comprendono:
    • Generare illusioni.
    • Metamorfosi.
    • Manipolazione Mentale.
    • Telecinesi.
    • Levitare.
    • Proiezione Astrale.
    • Teletrasportarsi tra le dimensioni: Loki può creare spaccature tra le dimensioni per viaggiare liberamente tra i mondi e i diversi piani della realtà.
    • Lanciare incantesimi di ogni genere.
  • Manipolazione dell'energia:
    • Riarrangiamento molecolare.
    • Emettere raggi ed esplosioni di energia magica.
  • Telepatia: Loki può connettersi agli altri telepaticamente e viaggiare tra i loro ricordi.



Scopri e Discuti

Note a piè di pagina



Ti piace? Facci sapere!


Advertisement