Marvel Database
Advertisement
Marvel Database
Per la corrente versione di Loki, vedi: Loki Laufeyson (Ikol) (Terra-616).




Loki Laufeyson è il Dio dell'Inganno, del Dispetto, del Male,[16] e delle Bugie,[5] un membro dei mostruosi Giganti del Ghiaccio di Jotunheim che fu adottato e cresciuto tra gli Asgardiani, un gruppo di esseri umanoidi dalla dimensione tascabile di Asgard, il Regno Eterno.[17] Nato più piccolo del resto della sua razza e rifiutato da suo padre Laufey, fu adottato dal Padre di Tutto Odino dopo la guerra. Fu riportato ad Asgard per essere cresciuto insieme al fratello adottivo Thor.[18] Era adorato dagli umani conosciuti come Vichinghi e divenne parte della Mitologia norrena. Loki divenne geloso di suo fratello dopo aver appreso la sua vera origine e complottò contro lui e Asgard.[19] La sua successiva ingerenza cosmica portò alla formazione dei Vendicatori, "I Più Potenti Eroi della Terra".[16]


Quote1.png Che spacconeria. Tipico. Sempre il figlio viziato. Così tante delusioni frazionate. Non sai niente della guerra. Per tutti questi innumerevoli millenni, quando si tratta di noi due, sembra che tu abbia evitato la più semplice delle conclusioni. Senti invece il bisogno incessante di vendicare ogni torto che percepisci dalla tua posizione di languida moralità... come se fosse una sorta di gioco. Abbastanza triste. Ma se è una guerra che desideri veramente, Thor, allora Loki la può fornire felicemente. Quote2.png
-- Loki src 

Primi anni

Loki Laufeyson è il figlio della Regina Farbauti e di Re Laufey, leader dei Giganti di Jotunheim. Nacque piccolo diventando motivo di imbarazzo per i suoi genitori, e per questo separato dagli altri giganti.

Adozione

Usando la magia, il futuro Loki scoprì al passato di Jotunheim, ingannò Bor e lo trasformò in neve. Mentre Bor appassiva, chiese a Odino di aiutarlo, ma suo figlio lo ignorò. Loki poi perseguitò Odino sotto le spoglie del fantasma di Bor. Passarono gli anni e alla fine chiese a Odino di adottare il figlio di un re caduto che avrebbe ucciso, e questo avrebbe saldato il suo debito. Nel frattempo, andò dal presente Loki, spiegandogli come diventare un dio ingannando Odino e Laufey. Loki andò da Laufey, dandogli informazioni su dove si sarebbe posizionato Odino nella battaglia successiva e provocandolo per attaccarlo. Quando accennò che Laufey era un codardo, suo padre lo colpì, ma decise di uccidere il Padre di Tutto.[18]

Odino affrontò Laufey e lo lasciò per morto. Loki si precipitò sul campo di battaglia, fingendo dolore e rabbia, solo per costringere Odino a riconoscere la sua forza e per spingerlo ad adottarlo. Per una combinazione di onore, pietà e obbligo, Odino adottò il ragazzo, allevandolo insieme al proprio figlio biologico, Thor,[20] mentre il futuro Loki veniva a punire Laufey per le sue brutalità passate.[18]

Risentimento

Durante la loro infanzia e fino all'adolescenza, Loki divenne risentito di come lui e Thor fossero trattati diversamente dalla cittadinanza generale asgardiana. Apprezzando soprattutto grande forza, tenacia e coraggio in battaglia, gli Asgardiani preferivano chiaramente Thor. I doni di Loki, tuttavia, risiedevaono in altre aree, in particolare nella stregoneria. Possedendo una naturale affinità per il comando di grandi forze magiche, progettò di usare il suo potere per distruggere Thor e diventare il più potente di tutta Asgard.

Dio dell'Inganno

Crescendo fino all'età adulta, con le sue subdole inclinazioni manifestate, Loki si soprannominò il "Dio dell'Inganno". Tuttavia, invece di fare scherzi innocui agli altri, le sue azioni diventarono sempre più dannose man mano che la sua brama di potere e vendetta diventava fin troppo evidente. Col tempo, la sua competenza si estese dall'essere un giocoso e dispettoso imbroglione al "Dio del Male".

Nel corso dei secoli, Loki colse ogni occasione per conquistare Asgard e uccidere Thor.

Età del Tuono

Asgard venne attaccata dai Giganti del Ghiaccio. Tutti gli dei erano in battaglia come se fosse presto la fine di Asgard. Alla fine, fu Thor a resistere con i suoi fulmini e a vincere la battaglia per Asgard. Thor sconfisse un potente gigante che cadde e distrusse un gigantesco muro di Asgard che rimase in piedi, che diventò poi monito di ricordo. Yggdrasill coltivò ancora una volta mele d'oro per gli Asgardiani con cui banchettare. Era solo l'Incantatrice che aveva il potere di raccogliere le mele dal grande albero.

Tutti gli dei acquisirono saggezza e giovinezza mangiando le mele in tutti i loro pasti. Tutti tranne il potente Thor. Heimdall individuò poi un uomo che camminava verso Asgard. L'uomo era un muratore che offrì a Odino di riparare il suo grande muro che era stato distrutto nella loro guerra contro i Giganti di Ghiaccio. Il muratore disse che sarebbe stato in grado di riparare il muro in un anno se avesse avuto in cambio una cosa.

Non voleva né ricchezze né potere, solo la stessa Incantatrice. Loki parlò con Odino e decisero di accettare la sua offerta di ricostruire il muro. Tuttavia, gli dissero che avrebbe avuto sei mesi e non un anno per farlo. Erano tutti d'accordo poiché gli dei lo consideravano un compito impossibile per l'uomo. Tuttavia, l'uomo stava costruendo a una velocità allarmante che alla fine gli avrebbe fatto finire il muro in meno di sei mesi.

Questo fece arrabbiare molto Odino e disse a Loki di risolvere il loro problema, altrimenti lo avrebbe legato alla pietra per sempre. Loki si trasformò quindi in una cavalla per distrarre il destriero dell'uomo. Per tutta la notte, Loki distrasse il destriero e al mattino l'uomo non fu in grado di finire il muro. Odino disse all'uomo che non poteva completare il compito, ma l'uomo sapeva che era Loki che stava distraendo il suo destriero e che lo aveva fatto fallire nel suo compito.

L'uomo cominciò a dire che li avrebbe uccisi tutti e poi mostrò la sua vera forma. In realtà era un Gigante di Ghiaccio mutaforma pronto a maledire gli Asgardiani. Mentre combatteva Loki e Odino, Thor tornò dal suo recente viaggio e uccise il Gigante lanciandogli il Mjolnir. Quindi ordinò a Loki di ripulire il suo casino. Attraversò Asgard, portando con sé le teste di diversi Giganti del Ghiaccio.

Loki fu successivamente bandito da Asgard per un altro tentativo di inganno. Vagò per Asgard senza cibo o direzione. Sembrava che avesse viaggiato nella neve per migliaia di anni. Un giorno un'aquila gli si avvicinò e gli fece delle domande. L'aquila rise di Loki, vedendo quanto fosse debole e disperato. L'aquila gli fece una proposta: gli avrebbe dato da mangiare se gli avesse portato il suo desiderio, l'Incantatrice. Loki parlò poi con l'Incantatrice e l'ingannò dopo aver detto di aver trovato mele d'oro che lei poteva raccogliere. Salirono in cima alla montagna innevata dove li aspettava un Gigante del Ghiaccio, che in realtà era l'aquila. Il Gigante portò quindi con sé l'Incantatrice perché fosse la sua regina. Gli Asgardiani iniziarono quindi a morire di fame perché non c'era nessuno che potesse raccogliere le mele d'oro dall'albero. Odino poi scoprì che era tutta colpa di Loki, e lo costrinse ad andare a salvare l'Incantatrice dal Gigante. Nella sua tana, trovò l'Incantatrice legata lì mentre il Gigante di Ghiaccio stava dormendo. La portò fuori di soppiatto, ma il Gigante si svegliò scoprendo la sua scomparsa. Il Gigante alla fine raggiunse i due Asgardiani e li prese, ma Thor arrivò volando dal cielo e uccise il Gigante del Ghiaccio. L'Incantatrice fu quindi restituita ad Asgard e gli dei potrono banchettare ancora una volta.

Loki circa 1949

20° secolo

Nel 1933, Loki fu per un breve periodo un detenuto al Ravencroft Institute, sebbene riuscì a scappare facilmente e trasformò i vestiti della facoltà in camicie di forza per scherzo.[21]

Ad un certo punto negli anni '40, Loki si guadagnò l'ira dell'Olimpo sovrano Zeus che poi bandì Loki in Ade, sostituendo Plutone come suo sovrano.[22] Durante questo periodo, Loki apparentemente generò un bambino che chiamò Figlio di Satana, poiché durante questo periodo aveva iniziato a riferirsi a se stesso come Satana di tanto in tanto.[13]

Loki divenne presto ossessionato dalla dea dell'amore dell'Olimpa Afrodite, che nel 1949 era attiva sulla Terra come Venere. Loki usò una scappatoia per sfuggire al suo esilio e diffondere il suo male in tutto il pianeta. Per fare questo, apparse a una parata del Mardi Gras a cui Venere stava partecipando come parte del suo lavoro presso il Beauty Magazine. Questo era uno stratagemma per convincere Venere a viaggiare nell'Ade dove Loki la catturò. Loki poi possedette il corpo del datore di lavoro di Venere e amante mortale Whitney Hammond per diffondere il suo male in tutto il mondo. Venere alla fine si liberòe e rintracciò Loki, promettendo di essere la sua regina nell'Ade se avesse lasciato la Terra. Loki acconsentì, ma prima che potesse legare Venere al suo voto, Zeus (che allora si faceva chiamare Giove) apparve e lodò Venere per il suo sacrificio, bandendo Loki nell'Ade e permettendo a Venere di tornare sulla Terra.[22] Subito dopo questa sconfitta, Loki pianificò un'invasione dell' Olimpo mentre gli dei erano impegnati a partecipare a un processo contro Venere. Il processo fu istigato dalla figlia di Giove Joya che credeva che Venere si stesse sottraendo ai suoi doveri divini. Quando Loki e la sua forza di invasione arrivarono sull'Olimpo, Joya si rese conto dell'errore dei suoi modi e si pose come Venere e promise di tornare nell'Ade con Loki se avesse fermato la sua invasione. Loki accettò e ritirò le sue forze.[23] Loki poi scoprì il complotto e tornò a minacciare Venere in futuro; cosa accadde a Joya è sconosciuto.

Nel 1950, Apollo fece un accordo con il demone Zoroba per consentire alla creatura di possedere il suo corpo mentre il suo spirito cercava di conquistare l'amore di Venere sulla Terra. Zoroba, nel corpo di Apollo, sfruttò l'opportunità per provare a fare pressione su Giove per consentire a Loki di lasciare il suo esilio e risiedere sull'Olimpo. Giove concesse a Loki un breve pubblico mentre ci pensava, ma Venere alla fine sventò il complotto e Loki e Zoroba si ritrovarono banditi nell'Ade.[24] Chiamandosi brevemente Satana, Loki permise poi a suo figlio ormai adulto, il cosiddetto Figlio di Satana, di andare sulla Terra e cercare di costringere Venere ad amarlo. Sfortunatamente per il rampollo di Loki, Venere lo sconfisse e lo lasciò in un'orbita infinita intorno alla Terra.[13]

Loki come Satana, 1950.

Nel 1951, Loki lanciò un incantesimo sulla nazione dell'Estremo Oriente di Cassarobia impedendo a qualsiasi divinità di usare i propri poteri nella regione. La sua piena motivazione, oltre a disturbare gli dei, era sconosciuta. Tuttavia, poco dopo Venere si ritrovò prigioniera del sultano al potere di Cassarobia che cercò di farne la sua nuova moglie. Giove usò la lussuria di Loki su Venere per convincerlo ad abbassare l'incantesimo quando la vita della dea era a rischio. Loki si unì quindi al suo fratellastro Thor nel trattenere le forze del sultano fino a quando Venere e il popolo Cassarobo lo sconfissero con successo.[25]

Per mezzi inspiegabili, Loki fu rilasciato dal suo esilio nell'Ade e tornò ad Asgard.

Ad un certo punto, Odino, a lungo tollerante ai tentativi di Loki, mandò Thor a catturarlo e lo imprigionò magicamente all'interno di un albero di Asgard. Odino proclamò che poteva essere liberato solo quando qualcuno avrebbe versato una lacrima per lui.[19]

Era moderna=

Nell'era moderna, Loki fu finalmente liberato quando esercitò la sua volontà sull'albero e una foglia cadde nell'occhio di Heimdall, facendolo piangere. Il suo primo pensiero una volta liberato fu quello di trovare Thor e percepì la sua presenza sulla Terra. Viaggiando sotto mentite spoglie, Loki trovò la sua ricerca infruttuosa, quindi lanciò un'illusione sui civili nel tentativo di attirare Thor. Dopo che l'illusione fu spezzata, Loki si rivelò e sfidò Thor a combattere in aria. In tal modo Loki fu in grado di ipnotizzare Thor tentando di ottenere Mjolnir, alla fine convincendo Thor a mettere giù il martello. Distratto dalle persone che cercavano di sollevare il martello, Thor si trasformò di nuovo in Don Blake e ruppe la trance in cui era stato. Riguadagnato il suo martello, Thor inseguì Loki attraverso la città finché non tentò di scappare tramite un cavallo alato, ma Thor riuscì a fermare la fuga di Loki e riportarlo ad Asgard.[19]

Odino tentò di vietare a Loki di lasciare di nuovo Asgard, ma dopo che Loki scoprì la verità su Thor che si trasformava in Don Blake senza Mjolnir, sgattaiolò oltre Heimdall travestito da serpente. Tornato sulla Terra, ipnotizzò Jane Foster e poi sfidò Thor in una battaglia a Central Park. Durante la battaglia Jane si presentò proprio come Loki aveva predetto, e trasformò un albero in una tigre e fece scegliere a Thor tra il suo martello e la vita della ragazza. Thor scelse di salvarla, e Loki intrappolò il martello dietro un campo di forza magico, impedendo a Don Blake di tornare come Thor. Loki girò l'America, usando la sua magia, finché Thor non lo sfidò a combattere, così tornò al martello. Loki fu catturato e tornò di nuovo ad Asgard.[26]

Incapace di lasciare Asgard, Loki usò un tizio capace di leggere la mente di nome Sandu, e potenziando il suo potere, gli garantì poteri aggiuntivi di telepatia, telecinesi e teletrasporto. Sandu usò questo potere per rapinare banche, fino a quando non diede un ultimatum ai leader mondiali per farlo diventare il governatore della Terra. Quando Thor lo affrontò, Sandu lasciò cadere il Palazzo delle Nazioni Unite su di lui intrappolandolo sotto. Odino quindi inviò la Valchiria per armare Thor con Megingjord, la cosiddetta Cintura della Forza. Thor si scontrò di nuovo con Sandu, ma quando il telepate cercò di usare il suo potere per gestire Mjolnir, perse la concentrazione e fu rapidamente catturato.[27]

Loki fu nuovamente imprigionato da Odino e incatenato a una roccia con catene di Uru indistruttibili. Alla fine si liberò incantando le catene per attirare Mjolnir a spezzarle, poiché erano fatte dello stesso materiale. Liberato iniziò a distruggere Thor, che allo stesso tempo fu portato ad Asgard da Odino per cercare il suo martello perduto. Durante la ricerca, Loki continuò a cercare di distruggere Thor, ma quest'ultimo continuò a evitare la morte utilizzando martelli sostitutivi di legno e pietra. Uno di questi venne accidentalmente realizzato con Uru e quindi fu anche attratto dalle catene. Trovando il suo martello e le catene spezzate, Thor realizzò la verità e Loki fu catturato dagli Asgardiani.[28]

Imprigionato di nuovo da Odino, Loki venne incatenato di nuovo con catene di Uru a una scogliera, ma questa volta venne liberato da Thor che aveva indotto con l'inganno a trasformarsi contro l'umanità; un evento che ha due versioni diverse. Nel racconto originale, Loki usò la magia per distrarre Thor al ritorno di Mjolnir, colpendosi alla testa, cosa che in qualche modo lo fece diventare malvagio. Thor collaborò quindi con Loki e attaccò vari punti di riferimento in tutto il mondo. Odino e un certo numero di divinità asgardiane si atteggiarono quindi a membri delle Nazioni Unite e indussero Thor e Loki a recarsi al Palazzo delle Nazioni Unite a New York per accetta la resa del mondo. Lì Odino fece colpire di nuovo Thor alla testa, ripristinando la sua personalità. Thor sconfisse poi Loki e lo consegnò a suo padre. In questo racconto, Odino usò la sua magia per ripristinare tutti i danni causati da Thor e cancellare i ricordi di tutti della sua furia.[28] Nell'altro racconto, Loki affrontò Donald Blake nel suo ufficio e usò la sua magia per sopprimere la mente di Blake quando si trasformò in Thor. Loki fece quindi appello all'arrogante Thor, convincendolo che il pianeta Terra aveva bisogno di affrontare lo spettro degli dei. Thor dichiarò poi guerra all'intero pianeta. Questo fece divergere la realtà in Terra-11035.[10]

I piani di Loki alla fine riunirono alcuni degli eroi sovrumani della Terra. Manipolando Hulk in modo da seminare il caos ccontro Thor, il complotto di Loki portò accidentalmente alla formazione dei Vendicatori.[16]

Mentre era intrappolato su Asgard, Loki portò in superficie l'Uomo Lava e lo indusse ad attaccare Thor e il mondo di superficie, ma il mostro fu sconfitto e restituito a Subterranea.[29]

Odino dimezzò i poteri di Thor e gli impedì di entrare ad Asgard quando insistì per sposare Jane Foster. Cercando di sfruttare questa opportunità, Loki ripristinò la memoria di Zarrko l'Uomo del Domani, che viaggiò prontamente indietro nel tempo per combattere Thor, che fu sconfitto arrendendosi e accettando di tornare con lui nel 23° secolo come suo schiavo.[30] Thor assistì Zarrko nella conquista del 23° secolo, ma alla fine si liberò e è tornato al suo tempo.[31]

Cercando di sfruttare la disapprovazione di Odino per la storia d'amore di Thor con l'umana Jane Foster, Loki la usò in diversi piani[32] [20] [33] e assistì volontariamente nei tentativi di rompere la loro relazione. Un caso vide Loki persuadere l'Incantatrice a viaggiare sulla Terra per sedurre Thor.[31] Mentre Odino lo seguiva per terminare personalmente la storia d'amore inventata, Loki colse l'occasione per impadronirsi del trono, liberando il gigante Skagg e il demone Surtur sulla Terra, sperando di sconfiggere gli Asgardiani. Fallendo, Loki fu mandato a servire i Troll come punizione.[34]

Tra i "frutti" degli altri piani di Loki contro Thor vi'era il criminale umano Carl "Crusher" Creel, trasformato dalla stregoneria nel sovrumano Uomo Assorbente,[35] uno degli avversari mortali più duraturi del Dio del Tuono. In questo periodo, Loki divenne anche responsabile del risveglio del Distruttore.[36] Arrivò persino a trasformare Odino contro Thor in un tentativo di rubare il martello incantato Mjolnir. Ritornato ad Asgard, Loki affrontò di nuovo l'esilio e la punizione. Tuttavia, nonostante il suo odio per Thor e Odino, aiutò a difendere Asgard da Surtur e dai suoi Demoni del fuoco - per fini egoistici, poiché desiderava governare ciò che Surtur avrebbe distrutto. [citazione necessaria]

Ritornato ad Asgard, Loki affrontò di nuovo l'esilio e la punizione. Tuttavia, nonostante il suo odio per Thor e Odino, aiutò a difendere Asgard da Surtur e dai suoi Demoni del fuoco, per fini egoistici, poiché desiderava governare ciò che Surtur avrebbe distrutto.

Sotto mentite spoglie, Loki manipolò un gruppo di maestri cattivi per progettare "Atti di vendetta". Con questi primi protagonisti, mise in moto un complotto contro i Vendicatori e altri eroi. Mandò il Fenomeno contro Thor, e lanciò un incantesimo che causò attacchi temporanei di debolezza in lui. Combatté le forze combinate dei Vendicatori della costa occidentale e della costa orientale. Alla fine la sua identità fu rivelata e venne sconfitto dai Vendicatori.[37], tuttavia, la manipolazione del flusso temporale lo riportò indietro.[38]

Morwen, un potente agente del caos, venne rilasciato e ha preso Tessa Black, una figlia di Loki, come ospite. Con Dotor Strange non disponibile, Loki e Spider-Man collaborarono per liberarla. Loki affermòspi di avere un debito non ancora pagato con il suo alleato temporaneo.[39]

Ragnarok

Venne profetizzato che Loki avrebbe condotto i nemici di Asgard nel "Regno Eterno" e li avrebbe aiutati a distruggerlo in un conflitto finale noto come Ragnarok, o talvolta indicato come "Il Crepuscolo degli Dei". Loki adempì la profezia di guidare i nemici di Asgard contro gli Asgardiani. Questa battaglia consumò tutti coloro che vi parteciparono e fu rivelato che il ciclo di nascita, vita e morte degli Asgardiani era un ciclo continuo presieduto da esseri conosciuti solo come "Quelli che siedono sull'ombra ". Thor riuscì a porre fine a questo ciclo continuo. Tutti gli Asgardiani morirono in questo ultimo Ragnarok tranne Thor che scomparve in un sonno profondo. Ma questa volta "Quelli che siedono sull'ombra" lo seguirono nella morte ma non furono in grado di rianimarlo.[40]

Come donna

Loki nei panni di una donna

Dopo il ritorno di Thor, iniziò una ricerca per trovare gli altri Asgardiani. Dopo aver trovato Heimdall e i Tre Guerrieri intensificò la ricerca. Heimdall lo guidò a sud-ovest dove dozzine di umani venivano incarcerati dal Distruttore. Loki raccolse tutti i suoi ex alleati asgardiani e Thor cadde nella trappola, riportandoli tutti al loro pieno potere. Loki "se stesso" era rinato come femmina. "Lei" affermò di non avere più piani ora che Ragnarok era finito. Il tempo avrebbe detto se i suoi piani per governare fossero stati veramente accantonati.[41]

Avendo detto a Balder che non avrebbe mai più mentito, Loki continuò a conquistare la fiducia degli Asgardiani rivelando che lui, come Thor, era un figlio di Odino. Balder non gli credeva, ma una volta che gli venne detto che era vero dallo stesso Thor, arrivò a pensare a Loki come a un fidato confidente.[5] Durante l'invasione Skrull, riuscì a spingere una folla di Asgardiani a pensare che Beta Ray Bill fosse un impostore Skrull.[42]

Regno Oscuro

Loki si unì alla Cabala di Norman Osborn.[43] Viaggiò nel passato per assicurarsi che Bor, padre di Odino e primo re di Asgard, "morisse" in battaglia contro i Giganti del Ghiaccio, e per assicurarsi il proprio destino.[18]

Per saperne di più su questi eventi, torna al capitolo "Adozione" di questa pagina (o clicca su quel link).

Nel presente, Loki rianimò Bor a New York City, ma gli lanciò un incantesimo per scambiare chiunque intorno a lui come un nemico, attaccando quindi chiunque vedesse. Quando Thor arrivò sulla scena, l'incantesimo di Loki fece sì che Bor vedesse Thor come un mostro. Percependo il potere di Odino all'interno di quello che vedeva come un demone, Bor attaccò Thor, tentando di vendicare suo figlio. Mentre Thor e Bor litigavano, Loki rese Balder a conoscenza dell'identità di Bor, e i due si precipitarono a New York per impedire a Thor di ucciderlo (Thor non aveva mai incontrato Bor fino ad allora e non era a conoscenza della sua identità). Arrivarono ​​troppo tardi, poiché Thor fu costretto ad uccidere Bor per paura che l'intero pianeta venisse distrutto sulla scia della loro battaglia. All'indomani della battaglia, Loki ricordò a Balder che il Bor risorto era tecnicamente il re di Asgard quando Thor lo uccise, e la punizione per aver ucciso il re era l'esilio da Asgard. Balder fu costretto ad accettare. Dopo l'esilio di Thor, Loki parlò ad alcuni asgardiani scontenti e prese accordi per far sì che tutti gli Asgardiani, ma non Asgard stessa, si trasferissero in Latveria su invito di Dottor Destino.[44]

Loki partecipò a una cena organizzata dal Dottor Destino insieme a Balder per assicurarsi una nuova casa per gli Asgardiani in Latveria. Fu colta alla sprovvista dall'insistenza di Balder sul fatto che da quando stavano lasciando Asgard, Thor avrebbe dovuto essere autorizzato a raggiungerli. Loki riuscì a calmare Balder prima di offendere troppo Doom. In seguito apparve davanti a Blake, e Thor, per dire loro che sarebbe tornata alla sua forma maschile a breve e che "proprio ora" si era reso conto che il suo corpo era destinato a Sif. Loki spiegò che, dopo Ragnarok, quando gli Asgardiani furono collocati in ospiti umani, l'anima di Sif era stata collocata in un umano morente. Quando Thor inviò la chiamata per il ritorno degli Asgardiani, l'ospite di Sif era troppo debole per ascoltare la chiamata. Quando Thor convocò in massa gli Asgardiani, il corpo di Sif fu creato ma la sua anima non poteva essere collocata al suo interno, quindi il corpo andò alla ricerca di un'anima senza corpo e trovò Loki. Loki affermò che il trasferimento dalla sua forma femminile alla sua forma maschile avrebbe probabilmente ucciso l'ospite di Sif e lei esortò Blake e Thor a trovare Sif e dirle addio.[45]

A seguito del depotenziamento di Hood per mano del Dottor Strange, Fratello Voodoo, e il Figlio di Satana, Loki offrì al criminale una seconda possibilità.[46] Gli presentò le Pietre delle Norne, artefatti asgardiani che aveva precedentemente utilizzato, per restituirgli i suoi poteri.

Loki come Scarlet Witch

Potenti Vendicatori

Loki assunse la forma di Scarlet Witch e reclutò una squadra di Vendicatori per affrontare il Dioi Anziano Chthon.[47] I Vendicatori, ignari del trucco di Loki, seguirono queste istruzioni della "falsa Wanda". Il suo obiettivo nell'usare questi Vendicatori era di sbilanciare Norman Osborn. Loki intendeva creare "crepe nell'armatura di Osborn" e gradualmente "allargarle" attraverso i Potenti Vendicatori. Pietro Maximoff, sebbene desiderasse vedere e conversare con sua sorella, si unì al team dopo aver corso per il mondo alla sua ricerca.[48]

Tuttavia, Loki iniziò a vedere che Pietro e Cassie stavano diventando un problema nei suoi piani, poiché credevano sinceramente che fosse Wanda; per quest'ultimo, era per vendetta per la morte di suo padre. Si occupò del primo interrompendo le comunicazioni mentre Pietro e Jonathan Walker (Terra-616) U.S. L'agente era in Tibet, sperando che sarebbe morto a causa dell'emergenza principale per cui stava chiamando. Cassie la colse sul fatto e tentò di avvertire gli altri, ma Loki lanciò un incantesimo che le impedì di dire cose cattive su "Wanda". Poi, apparse davanti a Henry Pym, facendosi chiamare Wasp, per convincerlo a espellere Cassie dalla squadra; Pym voleva dare una seconda possibilità dalla loro fuga con i Fantastici Quattro.

Loki ne ebbe presto abbastanza di Cassie quando indusse i Giovani Vendicatori a convocare "Scarlet Witch" nella Infinite Avengers Mansion, usando Wiccan, che aveva fatto emergere il travestimento di Loki. Tuttavia, anche Clint Barton fece un attacco furtivo e, baciando Loki, poté dire che non si tattava di Wanda. Wiccan lanciò quindi un incantesimo per rivelare l'inganno di Loki, costringendola a erigere barriere per impedire loro di evocarla di nuovo, annullando così l'incantesimo su Cassie.

Morte

Loki ucciso da Void

Loki manipolò Norman Osborn facendogli guidare i suoi Vendicatori e l'HAMMER per attaccare Asgard, con l'intento di farlo tornare al suo posto nei Nove Regni. Tuttavia, sottovalutò il potere distruttivo di Sentry, che si era arreso ai sussurri i Void. Quando Steve Rogers guidò i veri Vendicatori in difesa di Asgard, Osborn fece scatenare il suo potere da parte di Void e Asgard fu distrutta. Visto che i suoi piani erano andato più lontano di quanto avesse inteso, Loki pregò Odino per chiedere aiuto e usò le Pietre delle Norne per aiutare i Vendicatori contro Void e fu ucciso da esso di fronte a uno scioccato Thor. "Mi dispiace, fratello" furono le sue ultime parole.[49] Prima di morire, Loki creò schemi per liberarsi dalle catene del destino e rinascere come un Giovane Loki.[9] Tuttavia, quando incontrò la sua fine per mano di Void, morì per sempre, e qualsiasi nuovo Loki non sarebbe mai stato il Loki originale.[50] Tuttavia, Loki riuscì comunque a ritornare, con un eco del suo spirito che dirottò il corpo della sua reincarnazione.[51]

Poteri

Nonostante sia un Gigante di Ghiaccio, Loki possiede attributi Asgardiani.

Forza sovrumana: Loki, senza l'aiuto di nulla, attraverso la sua stessa biologia, possiede una forza sovrumana che era sostanzialmente superiore a quella di un maschio asgardiano medio. Possiede una forza fisica sufficiente per sollevare fino a 50 tonnellate. È possibile, tuttavia, che poteva aumentare ulteriormente la sua forza attraverso l'incantesimo mistico su base temporanea. Analogamente a Thor, è stato recentemente elencato a un livello più alto dell'originale,[52] senza aiuti. Una volta riuscì persino a distruggere un grande edificio con un solo pugno.[53]

Tessuto sovrumano: Come gli Asgardiani, i tessuti corporei di Loki sono circa 3 volte la densità degli stessi tessuti di un essere umano. Sebbene abbia l'aspetto e le proporzioni fisiche di una persona molto più piccola, la maggiore densità del suo corpo lo rende in realtà diverse decine di chili più pesante di quanto sembri. Questa maggiore densità contribuisce anche alla sua forza sovrumana in misura limitata. Resistenza sovrumana: I tessuti del corpo di Loki sono resistenti in modo sovrumano più o meno uguali a quelli posseduti dal maschio asgardiano medio. Tuttavia, a volte, Loki si intrise di abilità magiche che gli consentivano di resistere a ferite che si sarebbero rivelate fatali per un altro Asgardiano se colpito. È in grado di resistere a proiettili di grosso calibro, cadute da grandi altezze, potenti forze d'impatto, esposizione a temperature estreme e potenti esplosioni di energia senza essere ferito. In passato dimostrò di essere abbastanza resistente da resistere alle esplosioni di energia degli Anelli del Mandarino e diversi colpi di Spider-Man senza batter ciglio.[39]

Fattore di guarigione rigenerativa: Come tutti gli Asgardiani, Loki, sebbene disumanamente resistente, almeno per gli standard umani, può comunque ricevere lesioni, inoltre come tutti gli Asgardiani, il suo metabolismo gli permette di rigenerare rapidamente i tessuti danneggiati molto più velocemente di un essere umano. Tuttavia, attraverso l'uso della sua stregoneria, la capacità di Loki di curarsi è di gran lunga superiore a quella degli altri Asgardiani. Le sue energie magiche sono così intrise nel suo corpo che poteva riattaccare gli arti mozzati e, mentre era ancora un maschio, riattaccare la testa almeno una volta. Reistenza sovrumana: Il metabolismo da Gigante di Ghiaccio di Loki gli garantisce livelli sovrumani di resistenza fisica praticamente in tutte le attività. Può esercitarsi al massimo della capacità per circa 24 ore prima che la stanchezza iniziasse a danneggiarlo. Tuttavia, proprio come la sua forza fisica e la sua resistenza, Loki può aumentare temporaneamente la sua resistenza con mezzi magici. Longevità sovrumana: Come tutti gli Asgardiani, Loki invecchia a un ritmo molto più lento degli umani. Tuttavia, a differenza di altri pantheon divini come gli Dei dell'Olimpo, che smettono completamente di invecchiare a un certo punto, Loki non è completamente immune all'invecchiamento. Sebbene sia stato recentemente "rinato", ha ancora i suoi ricordi della sua vita precedente. Anche se ha da diversi millenni almeno, l'aspetto e la vitalità di un giovane uomo asgardiano nel suo periodo migliore. Loki è immune agli effetti di tutte le malattie e infezioni terrestri conosciute. Stregoneria: Loki ha una vasta formazione in stregoneria, che gli dà la capacità di generare e controllare una grande quantità di abilità mistiche per diversi scopi. Le sue abilità magiche sono pari a Karnilla, la maga più abile nella dimensione asgardiana.[2] Una volta usò anche la sua magia per trasformare gli scudi psichici della Donna Invisibile contro se stessa,[10] e fu in grado di liberarsi della tecnologia celeste in possesso di Apocalisse. Loki si è anche imbevuto di abilità magiche che gli consentono di resistere a ferite che si sarebbero rivelate fatali per un altro Asgardiano, come essere decapitato da Balder. È stato anche dimostrato di essere immune al disco di controllo del Controllore, all'influenza mentale della Voce e alle capacità di sminuzzamento del potere di Rogue. Il potere di Loki è stato definito da Silver Surfer durante i loro primi incontri come sufficiente per "decimare un pianeta".[54]

  • Telecinesi:' Essendo un telecinetico, Loki può influenzare il movimento di oggetti e persone con la sua mente, e come tale, questo potere si rivela devastante e di natura caotica.
  • Raggi di energia mistica: Loki può proiettare potenti raggi di forza concussiva.
  • Campi di forza mistici: Può generare campi di forza altamente resistenti.
  • Generazione di illusioni: La sua illusione può ingannare le città e le potenti entità come Surtur.
  • Teletrasporto: Loki ha la capacità di teletrasportare se stesso o gli altri attraverso le dimensioni.
  • Abilità psichiche: Loki ha dimostrato potenti capacità psichiche, i cui limiti non sono noti. Ha dimostrato la capacità di proiettare i suoi pensieri telepaticamente su grandi distanze, anche attraverso barriere dimensionali, così come potenti capacità ipnotiche. È in grado di comunicare con gli esseri telepaticamente, sebbene la sua capacità di farlo sia maggiore con gli esseri che lo servono.
  • Mutaforma: Come un certo numero di dei, Loki possiede capacità di mutaforma altamente sviluppate. È in grado di adottare quasi tutte le forme immaginabili che si tratti di animali, altri esseri umanoidi o anche oggetti inanimati. È stato ipotizzato che la sua forma attuale sia semplicemente una forma in cui Loki ha deciso di rimanere. Nonostante questa ben nota abilità di Loki, ha commentato tra sé, mentre lottava per fuggire dalla gabbia mistica di Dormammu, che questa è il suo potere "più drenante", apparentemente il che significa che è più faticoso delle sue altre abilità magiche. È diventato animale come un serpente, un'aquila, un topo e un'ape, acquisendo le abilità naturali di base inerenti a ciascuna forma. Sebbene possa assumere le sembianze di un altro dio, gigante o umano, non acquisirà necessariamente gli speciali poteri fisici o mentali dell'essere che imita. Loki può anche trasformare oggetti esterni in altre forme e sostanze; per esempio, ha trasformato le nuvole in draghi e ha persino trasformato le auto in gelato.
  • Potenziamento fisico: La sua magia può essere utilizzata per migliorare ulteriormente o aumentare il suo diagramma fisico, come la sua velocità, forza e resistenza, ma solo temporaneamente.
  • Altre abilità mistiche: Loki può anche dare vita a oggetti inanimati e impregnare misticamente oggetti o esseri con poteri specifici ma temporanei e conferire attributi sovrumani a esseri viventi o oggetti inanimati. Ad esempio, ha aumentato la potenza di criminali umani come Cobra e Sandu. Questi effetti magici rimangono solo finché mantiene l'incantesimo che li ha creati. Una volta Loki ha anche maledetto Deadpool con un volto indistruttibile di Tom Cruise, che si dimostrò abbastanza potente da resistere a essere investito da un treno e al contatto diretto con una bacchetta nucleare senza ricevere un solo graffio.

Abilità

Intelligenza geniale: Loki aveva un intelletto di livello geniale e possedeva una grande conoscenza delle arti mistiche. Era anche estremamente astuto e abile, un esperto stratega di battaglia e un manipolatore altamente qualificato e carismatico, il che è evidente dalla facilità con cui Loki era riuscito ripetutamente a riconquistare la fiducia dei suoi compagni Asgardiani, nonostante i suoi numerosi crimini.[11] Allspeak: Grazie ad Allspeak Loki poteva comunicare in tutte le lingue dei Nove Regni, i dialetti della Terra e varie lingue aliene. Abile combattente: Loki era un formidabile combattente, in particolare come spadaccino o nell'uso dei suoi vari poteri manipolatori di energia in situazioni di combattimento, abbastanza per resistere a Thor in numerose occasioni e battere il Disira nella sottomissione.

Livello forza

Classe 50.

Debolezze

Limitazioni magiche: Si ritiene che i poteri di Loki siano almeno leggermente più deboli su Midgard che su Asgard, poiché la sua nascita non era di Gea, e anche la magia di Odino era in declino sulla Terra. Inoltre, mentre apparentemente possedeva alcune abilità extrasensoriali che assomigliano a poteri psionici, Loki non poteva leggere direttamente le menti di altri esseri, né controllare le loro azioni.

Complesso di inferiorità: L'ambizione di Loki ha dimostrato di essere il suo più grande difetto, come il suo odio appassionato per Thor, la brama di potere e la sua tendenza ad alienarsi attraverso le sue azioni ignobili, ostacolarono notevolmente la sua capacità di portare a compimento i suoi piani ben disposti. Inoltre, come notato da Apocalisse, Loki aveva una scarsa comprensione della natura umana, che lo portò a sottovalutare gravemente il suo avversario mortale, risultando in una sconfitta umiliante.

Equipaggiamento

Loki a volte portava con sé alcuni oggetti o sostanze con poteri mistici che venivano usati per espandere i suoi poteri magici o per effettuare trasformazioni mistiche permanenti.

Armi

UNa spada magica, conosciuta nella mitologia norrena come Laevateinn, che significa "bacchetta ferita".

  • Una volta si ipotizzò che, dato l'aspetto divino di Loki e la mancanza di caratteristiche da Gigante, sua madre fosse forse una dea e non una gigantessa.

Apparizione di Loki nella Golden Age

  • Un personaggio Loki, basato sul tradizionale Dio dell'Inganno, è apparso in una serie di fumetti della Golden Age, senza collegamenti con le trame di Thor. La prima apparizione di Loki in Venus #6 (1949) fu apparentemente riconciliata in Thor (Corno) #1 (1962). Nella mitologia norrena, Loki è in qualche modo simile al suo aspetto moderno tranne che nei miti aveva anche un pizzetto nero.
  • Nella sua prima apparizione della Silver Age in Thor (Corno) #1, si diceva che i poteri di Loki non funzionassero in acqua, ma questo non fu mai più menzionato.
  • Sebbene Loki sia presente come uno dei più potenti stregoni dell'Universo Marvel, nei miti originali, l'unico potere costante di Loki era quello di mutaforma (e anche allora potrebbe non essere un'abilità innata, poiché alcuni miti espliciti parlano di Loki che usa una pelliccia animale per trasformarsi), manipolazione del fuoco e illusioni. Infatti, in "Lokasenna", Loki derideva apertamente Odino per essere un utilizzatore di magia, poiché nell'antica cultura norrena, gli uomini che usavano la magia erano considerati "Ergi", o poco virili.
  • Tra le molte differenze tra l'interpretazione di Loki della Marvel e quella dei miti, la mitologia norrena non era particolarmente malevola; suo padre era Farbauti e sua madre era Laufey; e non era fratello di Thor, ma il fratello di sangue di Odino.

Scopri e Discuti

Note a piè di pagina

  1. 1,0 1,1 1,2 1,3 1,4 1,5 Thor & Hercules: Encyclopaedia Mythologica #1
  2. 2,0 2,1 Speciale X-Men 4
  3. Mitico Thor 1
  4. Mitico Thor 125
  5. 5,0 5,1 5,2 5,3 Thor 121
  6. Thor 119
  7. Capitan America & Thor
  8. Thor 19
  9. 9,0 9,1 Thor 152
  10. 10,0 10,1 10,2 Thor 149
  11. 11,0 11,1 11,2 11,3 11,4 Avengers: Roll Call #1
  12. 12,0 12,1 Thor 61
  13. 13,0 13,1 13,2 Venus #10
  14. Iron Man e i Potenti Vendicatori 20
  15. 100% Marvel 113
  16. 16,0 16,1 16,2 Thor (Corno) 5
  17. Labor 2
  18. 18,0 18,1 18,2 18,3 Thor 124
  19. 19,0 19,1 19,2 Thor (Corno) 1
  20. 20,0 20,1 Thor (Corno) 15
  21. Marvel Collection 302
  22. 22,0 22,1 Venus #6
  23. Venus #7
  24. Venus #9
  25. Venus #12
  26. Thor (Corno) 2
  27. Thor (Corno) 3
  28. 28,0 28,1 Thor (Corno) 4
  29. Thor (Corno) 6
  30. Thor (Corno) 9
  31. 31,0 31,1 Thor (Corno) 10
  32. Thor (Corno) 13
  33. Thor (Corno) 19
  34. Thor (Corno) 11
  35. Thor (Corno) 18
  36. Thor (Corno) 21
  37. Vendicatori 3
  38. Capitan America & Thor 2
  39. 39,0 39,1 Amazing Spider-Man 398
  40. Thor 72
  41. Thor 114
  42. Marvel Crossover 58
  43. Marvel Miniserie 101
  44. Thor 128
  45. Thor 129
  46. Thor 133
  47. Iron Man e i potenti Vendicatori 20
  48. Iron Man e i potenti Vendicatori 23
  49. Marvel Miniserie 111
  50. Thor 201
  51. Marvel Universe 15
  52. poiché il manuale originale lo indicava come in grado di sollevare 30 tonnellate
  53. Thor (Corno) 46
  54. Incredibile Devil 6



Ti piace? Facci sapere!

Advertisement