Marvel Database
Advertisement





Marc Spector conosciuto anche come Moon Knight era un Ebreo-Americano ex US Marine diventato agente della C.I.A.. Dopo aver lasciato entrambe le organizzazioni in disgrazia, divenne un soldato di ventura. Fu lasciato morto nel deserto, in missione mercenaria in Egitto, dove un idolo del Dio della luna egiziano Khonshu, lo salvò e gli diede i suoi poteri basati sulla luna. Tornato negli Stati Uniti con una nuova prospettiva di vita, ha assunto molteplici identità come "Steven Grant", e "Jake Lockley" per combattere la criminalità che, accanto al trauma infantile, lo ha anche costretto a ricadere nel Disturbo dissociativo dell'identità.

All'inizio della sua carriera, Marc combatteva il crimine per le strade con l'aiuto di una rete di informatori, incluso il suo migliore amico "Frenchie" Duchamp, il senzatetto Bertrand Crawley e la proprietaria di una tavola calda, Gena Landers.[1] Sin dai primi giorni, Marc lavora principalmente da solo, ma è stato anche membro di alcune squadre di supereroi, tra cui i Vendicatori della Costa Ovest,[2] i Vendicatori Segreti,[3] e gli Eroi in Vendita.[4]

recentemente, Marc ha scoperto di avere una figlia di nome Diatrice concepita con la sua amante di lunga data Marlene Alraune,[5] ma quando Khonshu percepì i piani di Mefisto per il dominio del mondo, Marc la lasciò per combattere al fianco del suo dio e impedire che ciò si realizzasse. Quando Khonshu cedette alla follia, tuttavia, Marc dovette ribellarsi a lui e aiutare i Vendicatori a sconfiggerlo.[6] Dopo la prigionia di Khonshu, Spector fondò la Missione della Mezzanotte per offrire il suo aiuto a qualsiasi abitante notturno che avesse bisogno della sua assistenza.[7]


Quote1.png Gli ho detto che non mi vesto di bianco per nascondermi. Lo indosso così mi vedranno arrivare. Quindi sapranno chi è. Perché quando vedono il bianco, non importa quanto sia bravo un bersaglio. Le loro mani tremano così forte da non riuscire a colpire la luna. Quote2.png
-- Moon Knight src 

Gioventù

Marc Spector nacque negli Stati Uniti, figlio di un rabbino che da piccolo è riuscito a scappare dai Nazisti dopo che Hitler invase la Cecoslovacchia. Crebbe nella parte povera di Chicago, dove suo padre Elias era bersaglio di discriminazioni; Marc non riusciva a capire perché suo padre non reagiva alle persecuzioni.

Durante gli ultimi anni della sua infanzia, Marc scoprì per caso che un caro amico della sua famiglia, il rabbino Yitz Perlman, era in realtà un nazista e un serial killer di Ebrei di nome Ernst. L'istinto combattivo di Marc è iniziato per la prima volta quando si è difeso contro Perlman per sfuggire alla sua presa. Perlman in seguito è scomparso senza lasciare traccia. Questo evento traumatico ha anche causato a Marc lo sviluppo di un disturbo dissociativo dell'identità.[8] Le prime personalità sviluppate da Marc furono Steven Grant e Jake Lockley. Poco prima che Elias decidesse di internare Marc al Putnam Psychiatric Hospital, Marc fu avvicinato per la prima volta dalla divinità egizia Khonshu, sostenendo di essere un antenato di Marc.[9] Marc fu autorizzato a lasciare temporaneamente l'ospedale per una seduta di Shiva dopo la morte di Elias, ma scappò dopo aver partecipato al suo funerale, attratto dalla voce di Khonshu. [9]

Vita da Mercenario

Marc si arruolò nei Marines e prestò servizio per tre anni. Durante il suo secondo servizio in Iraq, i suoi superiori notarono il comportamento bizzarro di Marc e dopo che venne a galla il suo passato, venne congedato con disonore.[9] Successivamente entrò a far pare della CIA, e lavorò con diverse persone che in seguito avrebbero interagito con Moon Knight, come William Cross, Amos Lardner, e suo fratello, Randall Spector. Randall uccise la ragazza di Spector ,Lisa, con un'accetta per impedirle di smascherare un piano che comprendeva una sparatoria; Spector si vendicò colpendo Randall con una granata,credendo di ucciderlo.[10] Una volta che lasciò la CIA, Spector iniziò a fare combattimenti illegali, dove conobbe "Frenchie" Duchamp e divennero mercenari.[9] Svolsero diversi incharichi, principalmente in Africa e in Sud America. In seguito Spector venne processato per l'assassinio del presidente del Bosqueverde, un paese Sud-Americano.


Spector e Frenchie vennero assunti per un lavoro in Egitto per Raul Bushman. Mentre Spector lavorava per i soldi, Bushman sembrava divertirsi a saccheggiare e uccidere ma quando quest'ultimo uccise l'archeologo Peter Alraune per trovare una tomba egizia, Spector gli diede un pugno per proteggere la figlia di Alruane, Marlene. Furioso, Bushman lo ferì mortalmente nel deserto, uccidento tutti quelli presenti tranne Marlene, Frenchie e un abitante del villaggio disposto a raccontargli i segreti della tomba. Spector riuscì a raggiungere la tomba prima di collassare, e Marlene insieme al suo gruppo lo posarono sotto un idolo di Khonshu. Il suo spirito ebbe un incontro con Khonshu, che gli promise di salvargli la vita in cambio del suo servizio. Spector accettò, anche se in seguito considerò questo incontro come un'allucinazione. Ritornato in vita, uccise gli uomini di Bushman, mentre Bushman stesso scappò.[11][9]

Moon Knight

Diventa Moon Knight

Avendo trovato finalmente uno scopo nella vita, Spector si applicò completamente. Lui, Franchie, e Marlene (ora la sua amante) si trasferirono a New York, prendendo con loro l'idolo. Con il loro aiuto Marc sviluppò il costume, l'equipaggiamento, e il personaggio di Moon Knight. Con la sua nuova fortuna, oltre a sostenere la sua nuova carriera nella lotta al crimine, iniziò a usare l'alter ego di Steven Grant come finanziere e Jake Lockley come tassista in modo da conoscere per bene le strade e i loro nomi. Il suo personaggio principale, con molteplici sfaccettature, passò in secondo piano. Tuttavia, condurre quattro vite separate metteva a Spector un grande stress mentale. Lockley sviluppò una rete di informatori, inclusi i senzatetto Bertrand Crawley, proprietario di un ristorante, Gena Landers, e i suoi figli Ricky e Ray.

Il primo lavoro importante di Spector come Moon Knight arrivò quando il Comitato lo assunse per catturare un lupo mannaro di nome Jack Russell. Ci riuscì, in gran parte grazie ai suoi cestus d'argento. Tuttavia, apprese che il Comitato aveva in programma di trasformare anche la sorella di Russell in un altro lupo mannaro e usarli entrambi come armi. Spector e Russell chiusero il Comitato.

Spector affrontò Conquer-Lord da solo[1] prima di entrare nei Difensori per combattere una versione Life-Model Decoy dello Zodiaco.[12] Il primo scheletro nell'armadio di Spector a tormentare Moon Knight fu William Cross (ora Crossfire), da cui Spector salvò la Cosa.[13] Incontrò Spider-Man per la prima volta quando si allearono contro il Predone Mascherato, che al tempo si faceva chiamare "Grande M" e impiegò l'originale Cyclone.[14]

Moon Knight raggiunse l'apice e incontrò supercattivi con più frequenza. Ha dovuto affrontare un serial killer soprannominato Hatchet-Man, che affermava di essere suo fratello Randall.[10]

Spector investigò la morte di Amos Lardner quando il suo corpo arrivò in una cassa alle porte di Spector. Apprese che il fratello di Amos, James diventò una cavia di un esperimento della CIA (uno a cui aveva partecipato lo stesso Spector), e quando Amos indagò, fu costretto a sottoporsi allo stesso trattamento e di conseguenza si suicidò.

Spector affrontò altre minacce: alcune superpotenti, alcune folli, alcune ambiziose, ma tutte pericolose. Affrontò lo Slasher, un uomo che uccideva i senzatetto nella speranza di trovare suo padre. Rintracciò Bushman e lo mandò in galera,[15] ma Bushman reagì mandando Midnight Man [16] a distruggere l'idolo Khonshu di Spector. A questo punto Spector era convinto che Khonshu gli desse i poteri. Il suo precario auto-controllo fallì fino a quando Marlene gli portò un altro idolo, affermando fosse l'originale.[17]

La minaccia successiva di Moon Knight, Morpheus, si rivelò essere un paziente del Dottor Peter Alraune, il fratello di Marlene[18]. L'idolo di Khonshu sostenne ancora una volta Spector quando incontrò per la prima volta Black Spectre, che cercava di terrorizzare le persone affinché lo eleggessero a sindaco. Nessuno, incluso il Dr. Alraune, credette a Spector quando disse che Knowles era il Black Spectre, ma Khonshu gli diede la forza per resistere.[19]

Dopo una battaglia con Fly Spector rimase in sedia a rotelle, ma si riprese in fretta. Per fermare un'antica maledizione egizia, Spector ospitò brevemente lo spirito di un sacerdote di Khonshu, che contribuì a integrare le sue personalità, ma in seguito Spector subì un altro grave esaurimento mentale e decise di abbandonare tutte le sue identità alternative per stabilirsi con Marlene; riconciliandosi con l'eredità di suo padre, tuttavia, trovò una misura di pace e decise di ritirarsi dalla lotta al crimine.


Pugno di Khonshu

Come parte della sua nuova vita, Spector rinunciò alla sua identità di Grant e vendette l'idolo in una galleria a Parigi. Ebbe una visione, tuttavia, dicendogli che "l'immagine viene consegnata al male". Richiamato all'azione come Moon Knight, apprese che Marlene non poteva più tollerare il suo comportamento schizofrenico, e lo lasciò. Nell'Egiziana Valle dei Re, Spector incontrò tre antichi sacerdoti di Khonshu, i quali gli dissero che Khonshu lo aveva scelto come campione terreno e gli diede nuove armi. Solo più tardi Spector si rese conto che Khonshu stesso lo stava influenzando inconsciamente.

Vendicatri della Costa Ovest

Spector entrò nei Vendicatri della Costa Ovest per un po' dopo aver salvato alcuni di loro che erano stati trasportati temopralmente nel Faraonico Egitto. Occhio di Falco ebbe un aiuto da Khonshu, in cambio della progettazione di nuove armi per Moon Knight.[20] Khonshu avvisò Spector nel presente, che aiutò i Vendicatori a tornare a casa.

Mentre era un Vendicatore, Spector fu coinvolto sentimentalmente con Tigra, ma non diventò mai un vero membro del team. Successivamente, ci fu un dibattito tra il team sulla scoperta che la moglie di Occhio di Falco Mockingbird lasciò morire il Cavaliere Fantasma (che l'aggredì sessualmente) mentre era nel passato. Spector, Tigra, e Mockingbird lasciarono il team come gruppo separato. Insieme a Bill Foster intimidirono l'Alto Evoluzionario, e sconfissero anche Night Shift. quando si consultarono con Hellstorm sullo spirito del Cavaliere Fantasma che tormentava Mockingbird, Spector scoprì la presenza di Khonshu nella sua psiche, e Hellstorm convinse il dio della luna ad andarsene.[21] Libero dall'ingerenza di Khonshu, Spector lasciò il mondo degli eroi "mainstream" e restituì le armi mistiche date dai sacerdoti.

Mezzanotte

Tornato a New York, Spector tornò con Marlene e riprese a combattere minacce meno "cosmiche".[22] Scoprì subito che Jeff Wilde, il figlio di un un suo vecchio nemico chiamato Midnight Man, provò a prendere il suo posto mentre era nei Vendicatri della Costa Ovest e ora voleva allearsi come Mezzanotte. Il nuovo Mezzanotte combatté il crimine insieme a Spector, fino a che sembrò disintegrarsi durante una battaglia con l'Impero Segreto. Wilde sopravvisse, e venne trasformato in un soldato cyborg dall'Impero Segreto, dopo avergli detto che Moon Knight era il responsabile per la morte di suo padre. Queste difficoltà con l'Impero diressero Spector (insieme a Darkhawk, New Warriors Night Thrasher e Nova, il Punitore, e Spider-Man) vicino a una guerra.[23] Alla fine delle tensioni, Wilde sembrò morire ancora una volta, questa volta schiacciato dai detriti dopo che il quartier generale dell'Impero crollò su di lui.

Shadowknight

Spector rischiò di morire ancora.[24] Scoprì quindi che suo fratello Randall era ancora vivo, e in aggiunta cercò di prendere il posto di Spector come campione di Khonshu. Randall (come Shadowknight) riuscì a usurpare i poteri di Spector temporaneamente. Con l'aiuto del Punisher, Spector sconfisse Shadowknight.[25] Il potere dei suoi nemici continuava a crescere, costringendo Spector ad aggiornare continuamente il suo equipaggimento. Sostitui la sua armatura in Kevlar e i suoi dardi a mezzaluna in Adamantio, e il suo personaggio pubblico con un'azienda chiamata Spectorcorp.

Guerra dell'Infinito e Crociata dell'Infinito

Durante la Guerra dell'Infinito, Spector dovette affrontare Moon Shade, una copia cattiva creata da Magus (una copia cattiva di Adam Warlock). Fortunatamente, Moon Shade soffriva della stessa concentrazione attenuata causata dalle molteplici personalità di Spector, mentre la minaccia di Moon Shade aveva l'effetto di aumentare la concentrazione di Spector. Moon Shade aveva anche un tallone di Achille: l'adamantio nelle armi di Spector.[26][27] Durante un altro evento cosmico, la Crociata dell'Infinito, la Dea (un altro aspetto di Warlock) scelse Spector come uno degli esseri più spirituali sulla Terra, grazie alle sue esperienze di pre-morte e alla sua devozione a Khonshu.[28][29]

Seconda Morte

Seth Phalkon attaccò Spectorcorp con un computer virus. Piuttosto che lasciare che distruggesse l'intero conglomerato e i suoi dipendenti, Spector lo mise in quarantena nel suo edificio, Shadowkeep, insieme a se stesso. Morì nel crollo che ne seguì.[30]

Seconda Resurrezione

Khonshu fece risorgere Spector ancora per contrastare un altro complotto di Seth, che reclutò Bushman, il primo nemico di Spector, lo Spettro Nero, e Morpheus. Usando un idolo di Seth, provarono ad irrompere a una conferenza pacifica all'O.N.U. Spector sventò il complotto distruggendo l'idolo. La CIA provò ad uccidere Spector perché sapeva troppo del loro programma sul controllo mentale. Con una vecchia fiamma dell'agenzia, Candace Calder, espose gli ultimi perfezionamenti nei loro oscuri schemi.[31]

Il ritorno di Moon Knight

Spector tornò nel regno degli spiriti per aiutare Pantera Nera a riconnettersi con Bast, la sua divinità protettrice. Sebbene Nightmare impersonò Khonshu e cercò di distoglierli dal loro scopo, il vero Khonshu li aiutò a finire la ricerca.[32]

Qualche tempo dopo, Spector fu avvicinato da Doorman dei Vendicatori dei Grandi Laghi, che stava cercando nuovi membri dopo la morte di Dinah Soar e i tentativi di suicidi di Mr. Immortal. Comunque, Spector scambiò Doorman per il Midnight Man, iniziando un alterco. Inutile dire che Moon Knight non entrò nei Vendicatori dei Grandi Laghi.[33]

Marvel Knights

Nonostante la sua sfiducia nei confronti delle squadre, Spector entrò in una squadra che provò a coinvolgere il Punitore per il suo vigilantismo eccessivo, mettendo dei fondi per un quartier generale. Zaran ferì gravemente Spector, e l'edificio della squadra esplose nello stesso attacco. A secco di soldi, salute, ed entusiasmo, Spector si ritirò ancora.[34]

Bushman & l'Iniziativa

Spector esorcizzò finalmente uno dei suoi demoni dopo una brutale battaglia sul tetto, quando uccise Bushman e usò l'estremità affilata del suo dardo a mezzaluna per ritagliargli il viso, ignaro che la battaglia era stata organizzata da una nuova generazione del Comitato. Moon Knight sopravvisse, anche se con le ginocchia danneggiate. Paralizzato e avvilito, per un po' si dedicò alle pillole e all'alcol dopo aver respinto i suoi cari e essersi isolato da tutti. Dopo che Frenchie venne duramente picchiato subito dopo l'incontro con Marc, uscendo allo scoperto con lui, Marc rintracciò il suo assalitore e tornò al suo ruolo di Moon Knight. Questi eventi costrinsero Spector a scrollarsi di dosso il suo letargo, al prezzo di una parte della sua stabilità psicologica.[35]

Marc Spector (Earth-616) from Moon Knight Vol 5 3 0001.jpg

Credeva ancora di essere il campione di Khonshu, ma nella sua mente Khonshu indossava il volto mutilato di Bushman oltre ad apparire come altri del passato di Spector. Il Comitato inviò Taskmaster ad uccidere Spector, ma fu invece sconfitto con l'aiuto di Marlene e Samuels. Dopo essere tornato a casa, Spector si fece bendare le ferite, indossò il suo costume e volò con uno dei suoi Moon-cotteri nell'edificio degli uffici di Manhattan, dove riprese a combattere con Taskmaster. Dopo aver sconfitto un Taskmaster terrorizzato, lasciò l'ufficio distrutto con il fascicolo del Comitato su di lui e ripulì la sua vita, incluso andare in terapia fisica. Nonostante ciò, non si sentiva pronto ad agire di nuovo come Moon Knight, e in una discussione con l'allucinazione dei Boscimani, Khonsu rivelò di aver piantato i semi della vendetta nelle menti del Nuovo Comitato e di averli manipolati sottilmente in modo che Marc pregasse per lui, credesse di più in lui e diventasse più vendicativo.[35]

La Civil War per lo più lo sfiorò, anche se Capitan America gli disse di rimanere in disparte,[36] e Tony Stark gli si avvicinò poco prima della battaglia finale.[37]

Supereroe registrato

In questo periodo si scontrò anche con il nuovo Midnight che era ossessionato da lui e voleva essere il suo acerrimo nemico, uccidendo le persone per attirare la sua attenzione finché Moon Knight alla fine non lo uccise dopo essere stato liberato da Lynn Church che credeva che Midnight stesse andando troppo oltre dopo aver iniziato a cercare di rimuovere la vertebra di Moon Knights dalla sua schiena con un paio di pinze.[36]

Poco dopo, con la guerra civile ormai finita, Marc decise di registrarsi presso il governo per assicurarsi che nessuno tentasse di arrestarlo mentre stava "lavorando". Usò le informazioni raccolte da Profile sul dottore che avrebbe svolto il suo colloquio per spaventarlo, intimidirlo ed essenzialmente ricattarlo facendogli passare la sua domanda, poiché sapeva che inizialmente le autorità avrebbero cercato di arrestarlo o impegnarlo in altro modo. Spector fu registrato come indipendente con poca supervisione, come aveva sperato.[38]

Moon Knight dovette fingere la propria morte quando Osborn inviò i suoi Thunderbolts per ucciderlo. Dopodiché, fuggì in Messico usando il nome Jake Lockley per un po'. Alla fine incontrò il Punitore e i Fratelli Zapata per aiutarlo a salvare Carmen Alcantara dal cartello della droga di suo padre.[39]

Dark Reign

Qualche tempo dopo, Moon Knight tornò a New York con l'intenzione di essere un eroe, ma continuò a lottare contro la sua natura violenta venendo perseguitato da un piccolo Khonshu immaginario. Mentre cercava di percorrere la via del bene, fermò una rapina in banca senza uccidere nessuno dei ladri. Con grande disprezzo di Norman Osborn, Moon Knight era ora un eroe e non un vigilante assassino, quindi convocò Hood e Profile per prendersi cura di lui. The Hood fece rivivere in modo soprannaturale Bushman e lo reclutò come parte della sua forza per combattere Moon Knight. Durante le indagini su un magazzino al molo, a Moon Knight fu tesa un'imboscata e venne sparato da Bushman. I due si impegnarono in una violenta rissa e Bushman finì impalato da una mitragliatrice. Mentre Moon Knight stava per ritagliare ancora una volta la faccia di Bushman, apparve una visione di Khonshu, che urlava a Moon Knight di obbedirgli. Bushman implorò quindi Moon Knight di non togliersi la faccia e con riluttanza Moon Knight non lo fece.[40]

Vendicatori Segreti

Dopo la sconfitta di Norman Osborn nell'Assedio di Asgard, Steve Rogers fu nominato suo sostituto. Riorganizzò i Vendicatori, reclutando Moon Knight per far parte della sua squadra di Vendicatori Segreti. Nella loro prima missione, la squadra fu inviata su Marte. Successivamente Moon Knight fece parte di una squadra che si infiltrò in una città sotterranea dell'Impero Segreto sotto Cincinnati.[41] Alcuni dei suoi compagni di squadra, come Bestia, non si fidavano di Spector a causa della sua malattia mentale.

Vita da Vendicatore

Spector si trasferì a Los Angeles per lavorare come produttore televisivo. Ad una festa per celebrare il successo del suo nuovo spettacolo, "La Leggenda di Khonshu", basato sul proprio passato, ricevette una chiamata, ed uscì per incontrare Wolverine, Spider-Man e Capitan America. Cap informato Spector che i criminali erano emigrati a Los Angeles e, poiché ora operava lì, voleva che Spector scoprisse il motivo. Ricordò a Marc che come Vendicatore non doveva mai lavorare da solo.

Al molo, Moon Knight spiò due scagnozzi armati, facendo un pick-up per un misterioso datore di lavoro. Si avvicinarono a Mr. Hyde e gli chiesero il pagamento. Zabo uccise i due uomini, e Moon Knight attaccò il criminale. Il combattimento si spostò sulla barca di Hyde e Moon Knight scoprì che quest'ultimo stava vendendo la testa di un Ultron. Scappò con la testa dell'Ultron, tuffandosi nell'acqua.

Moon Knight riportò la testa di Ultron a Capitan America, Wolverine e Spider-Man per discutere della situazione. Tuttavia, in realtà era completamente solo e i tre Vendicatori erano semplici allucinazioni.[42]

Vestito da Spider-Man, e pensando che in realtà fosse lui, Marc affrontò il criminale Snapdragon in uno strip club da lei gestito. A metà del combattimento, la sua personalità di Wolverine prese il sopravvento. Fu sconfitto, ma salvato da Echo, che era lì sotto copertura. Spiegò che era stata per breve tempo una Vendicatrice e i due si chiarirono. In seguito le chiese un appuntamento al Pink's Hotdogs per rimediare all'aver fatto saltare la sua copertura.

Spector assunse Buck Lime, un ex agente SHIELD, per assisterlo, dopo averlo messo alla prova fingendo di essere Bullseye. Buck confermò l'autenticità della testa di Ultron e lo incoraggiò a darla ai Vendicatori; allo stesso tempo, il nuovo boss di Los Angeles ordinò a Snapdragon di uccidere Moon Knight. Per questo, Snapdragon assunse il team Night Shift

Nel frattempo, l'assassino noto come Daken si trasferì a Los Angeles. Voleva diventare il signore della scena del crimine della città, ma trovò un nuovo boss al suo posto. Una serie di omicidi commessi da un 'Killer Artigliato' furono erroneamente attribuiti a Daken.[43] Moon Knight stava anche dando la caccia al Killer Artigliato, che finì per essere Marcus Roston.

Night Shift attaccò Moon Knight ed Echo al loro appuntamento. La polizia cercò di arrestarli e, su suggerimento del suo personaggio di Cap, inizialmente si arrese. Quando una manciata di agenti cercò di smascherarlo, reagì scappando. Anche Echo scappò, rubando un'auto della polizia. In seguito cercò di baciare Echo, facendola arrabbiare. Più tardi, Echo si presentò a casa sua per scusarsi. I veri Vendicatori arrivarono, dopo essere stati contattati da Buck e informati della testa dell'Ultron. Rogers disse a Marc che si fidava di lui e del suo piano per catturare il misterioso boss, ma sottolineò la rischiosità del piano.[42]

Combattendo il Conte Nefaria, il boss di L.A.

Buck andò al club di Snapdragon per offrire la testa al boss. Sebbene sapesse che si trattava di una trappola, il boss si rivelò: il Conte Nefaria. La testa di Ultron era un falso, piena di una droga che indeboliva Nefaria. Combatterono, ma Nefaria fuggì. Tuttavia, Echo aveva registrato tutto; ora avevano prove concrete dell'identità del boss e delle sue intenzioni. Assistì anche a Moon Knight parlare con le sue altre personalità. Moon Knight portò Snapdragon alla polizia. Sebbene le prove fossero solide, il capitano non voleva far arrabbiare Nefaria e quindi non fece nulla.[44]

Mentre erano fuori a sconfiggere i criminali, Moon Knight ed Echo caddero in un'imboscata da Nefaria. Cercarono di fuggire con scarso successo. Mantenendo la propria posizione, sapevano che era una lotta impossibile. Nefaria uccise Echo con i suoi raggi ottici, facendo infuriare Moon Knight poiché aveva sviluppato un'infatuazione per lei. La sua personalità di Wolverine uccise gli altri due personaggi dei Vendicatori e prese il controllo. Attaccò selvaggiamente Nefaria, ferendolo. L'esplosione di Nefaria si ritorse contro, danneggiando gravemente se stesso e Moon Knight. La polizia trovò Spector e lo portò in ospedale. Si svegliò scoprendosi ammanettato a un letto. Buck Lime riempì di gas l'ospedale e lo salvò.[44]

Marc e le sue nuove personalità

Nefaria chiese assistenza a sua figlia, Madame Masque. Rintracciò il Vibranio nel bastone di Echo e trovò il nascondiglio di Buck e Moon Knight. Recuperò la testa di Ultron. Insieme, Buck e Moon Knight sconfissero Masque e reclamarono la testa. Durante il combattimento, Moon Knight manifestò un'altra personalità, basata su Echo. Quando la LAPD si presentò per arrestare il conte Nefaria, attaccò la loro stazione. Moon Knight lo seguì ma fu sconfitto. Questo portò Nefaria in una trappola, in quanto Spector aveva chiamato i Vendicatori. Thor mise fuori combattimento Nefaria e fu preso in custodia. La testa di Ultron venne data a Tony Stark, che fece una buona impressione su Marc. Moon Knight manifestò una nuova personalità di Iron Man. Tre mesi dopo, la "Leggenda di Khonshu" fu cancellato e Moon Knight abbandonò Los Angeles per tornare a New York.[44]

Avengers vs. X-Men

Moon Knight si schierò dalla parte dei suoi compagni Vendicatori contro gli X-Men. Fu mandato a tenere d'occhio la Jean Grey School insieme a Falcon e She-Hulk. Assunse un atteggiamento aggressivo nei confronti del suo lavoro e, dopo aver scambiato scaramucce con Frenzy, l'attaccò, provocando una rissa. Dopo che She-Hulk ferì alcuni bambini credendo che fossero una minaccia maggiore, scoppiò un conflitto su vasta scala con il resto della facoltà della scuola che si unì alla battaglia.[45]

Ritorno a New York

Con vecchi soldi riciclati, Marc si pagò il suo ritorno a New York e nuove attrezzature tecnologiche. Sviluppò un nuovo personaggio di "Mister Knight" con il quale iniziò a lavorare insieme al Detective Flint della NYPD in numerosi casi diversi, mentre con il suo personaggio di Moon Knight continuò le sue normali attività di vigilante. Uno psicologo gli disse anche che non soffriva di Disturbo Dissociativo dell'Identità, ma la sua mente era stata "colonizzata" da Khonshu, con ciascuno dei quattro aspetti di Khonshu che assumeva una delle tre personalità. Le apparenti personalità multiple erano il modo in cui il suo cervello dava un senso a ciò che gli stava accadendo.[46]

Nuovo costume

Durante le sue successive avventure, Moon Knight affrontò un cecchino per vendetta contro i suoi ex datori di lavoro; combatté una banda di fantasmi punk che terrorizzava il centro di Manhattan, per il quale aveva bisogno di usare una magica armatura scheletrica; indagò su apparenti attività paranormali causate dalla morte di un paziente infetto di Doctor Skelton; fece irruzione in un edificio abbandonato dove una banda aveva rapito una bambina di nome Scarlet; e un nuovo Black Spectre, un ufficiale della polizia di New York, aveva deciso di uccidere Moon Knight per sostituirlo come vigilante per ottenere l'approvazione del detective Flint.[47]

Dopo aver sventato il tentativo di omicidio di un mercenario assunto dalla psicologa di Spector Elisa Warsame per uccidere il Generale Aliman Lor, Marc subì l'intervento di Elisa, che usò l'ipnosi per reclamare Khonshu da lui al fine di vendicarsi. Marc perse tutte le sue molteplici personalità, e fu catturato e tenuto in una prigione segreta, da dove riuscì a fuggire, dopo che un altro atto per salvare la vita di Aliman Lor lo fece incolpare dell'attacco. Una volta che Khonshu rinunciò a Warsame, tornò da Marc e lo aiutò finalmente a impedirle di uccidere Lor.[48]

Moon Knight può essere meglio caratterizzato dalla sua relazione con Khonshu, e ciò che deriva dalla sua malattia mentale o dall'effettiva ispirazione divina. Quando Marc Spector si risvegliò per la prima volta ai piedi della statua di Khonshu, era ambiguo sapere se la sua sopravvivenza fosse veramente opera di Khonshu o se Spector la attribuisse semplicemente al Dio Luna. Le storie successive introdussero Khonshu come un dio innegabilmente reale, impiegando Moon Knight come suo agente. Successivamente Moon Knight avrebbe tentato di "rimangiarsi" la rivelazione che Khonshu era reale, chiedendosi ancora una volta se la spinta a essere "il cavaliere della vendetta della luna" fosse tutta nella testa di Spector.

Al momento, sembra che Marc Spector sia mentalmente malato che agente di un potere superiore. Khonshu esiste e ha scelto Marc come suo avatar, ma la malattia mentale di Marc a volte gli fa avere conversazioni con un Khonshu che è solo nella sua mente, non con il dio reale. Ci sono anche disaccordi sul fatto che Marc Spector fosse già schizofrenico o dissociativo sin dalla tenera età (rendendolo un ospite conveniente per Khonshu) o se Khonshu avesse imposto questa condizione mentale a Marc. Khonshu è un dio dalle molteplici sfaccettature e Marc Spector ha assunto molteplici identità in passato per rappresentare correttamente tutti gli aspetti del suo dio. Ciò include i suoi alter ego originali di Steven Grant, Jake Lockley e Moon Knight, le rappresentazioni di Captain America, Wolverine e Spider-Man che comunicano con lui, o la sua recente serie di identità e abbigliamento come Mr. Knight.

La continua ambiguità della situazione mentale di Moon Knight è un elemento chiave del suo personaggio.

A differenza della maggior parte dei supereroi, Moon Knight è disposto a ferire e mutilare brutalmente i suoi avversari, e talvolta ha persino ucciso i suoi nemici, come la volta che ha strappato la faccia a Raul Bushman, o lo scolpire mezzelune sulla fronte delle sue vittime.

Poteri

Funzione cerebrale potenziata: Dopo essere stato riportato in vita dal dio della luna Khonshu, la struttura cerebrale di Marc è stata sostanzialmente modificata, a causa del contatto cervello-cervello con lui. Afferma che il suo cervello è stato "ricostruito come arma di un dio". Mentre l'intera portata dei cambiamenti nella mente di Marc è sconosciuto, ha mostrato una resistenza mentale agli attacchi telepatici. Quando Hawley è entrato nella mente di Moon Knight, è stato immediatamente sopraffatto, a causa della sua natura soprannaturale. Moon Knight aveva il controllo completo sul suo paesaggio mentale ed era in grado di attaccare e soffocare Hawley, lasciandolo catatonico nel mondo reale.[49]

Immortalità: Il patto di Moon Knight con Khonshu gli garantiva i vantaggi dell'immortalità. È stato riportato in vita da Khonshu in tre occasioni.[50]

Abilità

Nel corso della sua vita come pugile, marine americano, mercenario e supereroe in costume, Marc Spector è diventato un esperto di tecniche di combattimento corpo a corpo e di varie arti marziali. È un atleta di livello olimpico e un abile acrobata e ginnasta, ed eccelle come stratega di combattimento.

Pilota Esperto: È un eccellente pilota e aviatore grazie ai suoi anni come marine statunitense e mercenario.

Detective Esperto: Spector è un buon detective/investigatore privato con ampie capacità, conoscenza e comprensione del mondo criminale. Conosce anche molto bene molte strade di New York, essendo un tassista con lo pseudonimo di Jake Lockley.

Esperto Interrogatore: È un esperto in interrogatori che spesso impiegano metodi di tortura della polizia segreta militare.

Maestro Tiratore: È in grado di lanciare tutti i tipi di proiettili con grande mira e precisione millimetrica, nonché un eccellente tiratore scelto. È in grado di tagliare a metà un proiettile con un disco a mezzaluna.

Maesto delle Armi: Spector è esperto con quasi tutte le armi mai inventate, da molti tipi di spade, coltelli da combattimento, manganelli, catene, tirapugni, proiettili lanciati come shuriken, archi lunghi, bolos, boomerang per l'uso di tutti i tipi di armi da fuoco come pistole, fucili di precisione, fucili d'assalto automatici, mitragliatrici, mitragliatrici, lanciagranate, bazooka anticarro e persino stazioni di tiro a distanza elettroniche come mitragliatrici antiaeree da 20/30 mm, cannoni Gatling, mortai meccanizzati, lanciamissili ecc.

Maestro di Arti Marziali: Spector è un ex campione di boxe dei pesi massimi che ha subito un intenso addestramento come commando, agente dei servizi segreti e mercenario. È abile nel combattimento armato e disarmato con addestramento in Boxe, Judo, Krav Maga, Silat, Dambe, Savate, Escrima, Karate, Muay Thai e Kung Fu; la sua conoscenza è sufficientemente vasta da dimostrare che può usare i punti di pressione contro i suoi avversari, colpendo i gruppi nervosi per stordire o addirittura rendere inabile all'istante. In più di un'occasione senza poteri ha combattuto il Punitore fino a fermarsi.

Poliglotta: Oltre all'inglese, Spector parla correntemente l'arabo e ha dimostrato la sua competenza sia nel dialetto egiziano che in quello sudanese.

Resistenza al Dolore: Pazzia, tortura, talento spirituale o semplicemente insensibile per tutti gli anni di danni al suo corpo, Moon Knight ha una soglia incredibilmente forte per il dolore.

Resistenza Telepatica: Le molteplici personalità di Spector gli danno una certa protezione contro certi poteri psichici come il possesso o il controllo mentale.

Livello forza

Attualmente, Spector ha la forza di un normale maschio umano della sua età, altezza e corporatura che si impegna in un intenso esercizio fisico regolare. In precedenza poteva premere il sollevamento due volte il suo peso corporeo; 450 libbre, ma da quando ha perso i suoi poteri ha regolarmente sollevato pesi ed è probabilmente più forte. Secondo il Manuale Ufficiale dell'Universo Marvel #7, al suo massimo, sotto la luce della luna piena, può sollevare circa 2 tonnellate.

Debolezze

Danno cerebrale/malattia mentale: Sebbene inizialmente si credesse che Marc soffrisse di disturbo dissociativo dell'identità, è stato determinato che le diverse personalità che ha sviluppato nel corso della sua vita sono una conseguenza dell'essere diventato l'avatar di Khonshu. Si dice che Khonshu abbia quattro aspetti; Esploratore, Accoglitore, Difensore e Osservatore dei viaggiatori notturni. Spector passa in rassegna questi aspetti e il suo cervello applica loro delle identità per spiegarli. In sostanza, la mente di Marc è stata "colonizzata" da Khonshu e le diverse personalità che Marc mostra sono un modo per far fronte al danno. Nonostante questo, Marc ha anche dimostrato di aver vissuto episodi dissociativi sin dalla giovane età.[51]

Equipaggiamento

Marc Spector (Earth-616) from Moon Knight Vol 1 189 001.jpg

Costume armatura

Costume di Moon Knight: Il costume originale di Spector includeva un'armatura in Kevlar. Aveva un sistema radio a due vie integrato in modo che Spector potesse convocare Duchamp, che in genere forniva supporto in un elicottero. Spector in seguito ha aggiornato il Kevlar in Adamantio e Duchamp ha aggiunto lanciatori di dardi ai guanti. Più recentemente, ha aggiunto una torcia in modo da poter esplorare luoghi bui, come la metropolitana.

  • Mantello Dorato: Sebbene Spector non possa volare, può aprire il suo mantello e rallentare la sua discesa da grandi altezze. In una certa misura può guidare la sua caduta. Poiché deve essere flessibile, il mantello non è blindato. Du Champ ha creato il mantello.
  • Costume di Carbonio: Prima di trasferirsi sulla Costa Ovest per operare lì, indossava un costume fatto di carbonadio che, secondo lui, era duro quasi quanto l'adamantio ma più flessibile. La tuta aveva diverse caratteristiche identificate: lanciarazzi a mezzaluna al polso, cavo a mezzaluna usato per oscillare o per aggrapparsi, jet, torcia con taglio laser e altre caratteristiche.

Trasporti

Drone volante (Come Moon Knight), Limousine modificata (Come Mr. Knight); precedentemente Elicottero di Moon Knight, Quinjet dei Venciatori, Ali d'Angelo di Moon Knight

Armi

Sebbene abbia padroneggiato quasi tutte le armi mai inventate, Moon Knight mostra un'ovvia predilezione per alcuni oggetti a tema lunare chiamati da lui "i suoi giocattoli". Questi includono il lancio di freccette, nunchaku e un manganello.

Freccette a Mezzaluna: Molto probabilmente la sua arma preferita, queste lame da lancio simmetriche funzionano come "biglietti da visita" oltre che come armi. Spector ne tiene una dozzina in fondine protettive distanziate intorno alla cintura.

Manganello: Questo ingegnoso dispositivo funziona come una semplice mazza, nunchaku e un rampino. Di per sé, può essere impugnato come uno strumento contundente o lanciato. Si separa in due mazze più corte (collegate da una catena) per impigliare un'arma o un arto, o per allungare l'arco di corsa della mazza e quindi la sua forza. Il gancio sporge da un'estremità e, con un cavo attaccato, consente a Moon Knight di salire, scendere o oscillare attorno a un punto fisso. Pesa 5,5 kg ed è lungo 30 cm. Quando non è in uso, si inserisce in una fondina sul polpaccio sinistro. I miglioramenti successivi includono l'aggiornamento dell'acciaio inossidabile all'adamantio, l'incorporazione del cavo con il gancio e l'aggiunta dell'opzione di estensione fino a 242 cm di lunghezza.

Pistole a Mezzaluna Ha anche usato 2 pistole che hanno sparato dardi a mezzaluna con cavi che gli hanno permesso di agganciare, inciampare o inchiodare i suoi nemici alle superfici. Questi avevano abbastanza forza per spingere un uomo contro un muro e bloccarlo lì.

Scudo Energetico: Buck Lime gli ha costruito uno scudo energetico simile allo scudo di vibranio di Capitan America.

Spara Ragnatele/Artigli di Wolverine: Buck Lime ha creato un paio di bracciali che possono essere usati come ragnatele (come quelli di Spider-Man) o artigli di metallo (come quelli di Wolverine).

Altre Armi: Moon Knight usava anche altre armi come dardi di scarabeo, un boomerang d'avorio, rampino e lariat, bola, san-setsu-kon (bastone in tre pezzi) e un manganello con taser incorporato.


  • Moon Knight è di orientamento ebraico. Tuttavia, quando ha affrontato la prima volta Solomon Kane si è identificato come "Compatibile con i cristiani pagani."
  • Fu erroneamente chiamato Mark Spector nella sua prima apparizione; a partire dal numero successivo fu chiamato Marc.
  • Si è fuso insieme a Spider-Man per diventare Arachknight nella miniserie Infinity Wars.
  • Durante Damnation, Moon Knight sembrò abile di sollevare il Mjolnir prima che Thor lo riprendesse. Il co-scrittore di Damnation, Donny Cates, ha chiarito dicendo che Moon Knightnon era degno del Mjolnir, stava solo ritornando da Thor.
  • Apparizioni di Marc Spector (Terra-616)
  • Apparizioni Minori di Marc Spector (Terra-616)
  • Media in cui Marc Spector (Terra-616) è stato Menzionato
  • Immagini con Marc Spector (Terra-616)
  • Citazioni su o di Marc Spector (Terra-616)
  • Galleria Personaggio: Marc Spector (Terra-616)

Scopri e Discuti

Note a piè di pagina

  1. 1,0 1,1 Eterni 21
  2. Star Magazine Oro 6
  3. Capitan America 9
  4. Heroes for Hire Vol 3 1
  5. Marvel Collection 172
  6. Avengers 126
  7. Moon Knight Vol 9 1
  8. Marvel Collection 200
  9. 9,0 9,1 9,2 9,3 9,4 Marvel Collection 116
  10. 10,0 10,1 Incredibile Hulk 6
  11. Punitore 15
  12. Difensori 9
  13. Fantastici Quattro 259
  14. Uomo Ragno 273
  15. Moon Knight Vol 1 #1
  16. Punitore 17
  17. Punitore 25
  18. Marvel History 35
  19. Punitore 31
  20. Star Magazine Oro 7
  21. West Coast Avengers Vol 2 41
  22. Punitore 40
  23. Uomo Ragno 137
  24. Marc Spector: Moon Knight 28
  25. Marc Spector: Moon Knight 35
  26. Marc Spector: Moon Knight 41
  27. Marvel Comics Presenta 19
  28. Marvel Magazine Present#3
  29. Marvel Comics Presenta 26
  30. Marvel Magazine Presenta 3
  31. 100% Marvel 49
  32. Black Panther Vol 3 20
  33. G.L.A. Vol 1 2
  34. Fantastici Quattro 242
  35. 35,0 35,1 Marvel Select 2
  36. 36,0 36,1 Marvel Select 4
  37. Marvel Select 6
  38. 100% Marvel 73
  39. 100% Marvel 88
  40. 100% Marvel 107
  41. Capitan America 22
  42. 42,0 42,1 Marvel Collection (II) 5
  43. Wolverine 271
  44. 44,0 44,1 44,2 Marvel Collection (II) 18
  45. Wolverine e gli X-Men 8
  46. Marvel Collection (II) 58
  47. Marvel Collection (II) 94
  48. Marvel Collection (II) 116
  49. Moon Knight Vol 9 2
  50. Moon Knight Vol 9 1
  51. Moon Knight Vol 8 #10



Ti piace? Facci sapere!

Advertisement