Durante la sua giovinezza, l'uomo ebreo che sarebbe diventato noto come Magneto subì atrocità compiute dalla dittatura Nazista ad Auschwitz. Dopo essere fuggito, apprese a costo della vita di sua figlia che era un mutante con la capacità di generare e controllare campi magnetici. [1] Dopo essere stato un bersaglio per così tanto tempo, il "Maestro del Magnetismo" rifiutò esplicitamente la possibilità di qualsiasi armonia con umani, con l'obiettivo di conquistare il mondo per consentire ai mutanti, a cui si riferiva come "Homo superior", di diventare la specie dominante.[2]

Adottando il nome mutante Magneto, decise di diffondere le sue convinzioni impiegando la forza bruta con attacchi terroristici. Ciò lo portò a entrare in conflitto diretto con il suo ex alleato, il Professor Charles Xavier, e i suoi X-Men, mutanti che condividevano un sogno di pacifica convivenza mutante-umano.[3] La sua reputazione di ispiratore e pericolosa minaccia, come leader della Confraternita e degli Accoliti, gli concesse il dominio sul regno di Genosha, fino alla sua distruzione.[4] Magneto ebbe anche gli X-Men come suoi alleati in diverse occasioni, esprimendo le sue intenzioni di seguire la via di Xavier, e persino la prospettiva dei suoi studenti, seguendo Ciclope.[5]

Più recentemente, Magneto si è riunito al Professor Xavier, ponendo fine alla loro lunga faida e aiutando a stabilire la nazione esclusiva dei mutanti sull'isola vivente di Krakoa.[6] Su Krakoa, Magneto agisce come una delle sue figure più importanti: come parte del Quiet Council of Krakoa,[7] come il più grande eroe del genere mutante,[8] e come rappresentante di Krakoa per il programma spaziale SWORD.


Primi anni

Max è nato e cresciuto a Norimberga, Germania da una famiglia della classe media ebrea. Mentre frequentava una scuola locale fu attratto da una giovane ragazza Rom di nome Magda, la figlia della donna delle pulizie. Max creò collane ed eccellse negli eventi sportivi per attirare la sua attenzione. Un giorno, mentre tornava da scuola, Max incontrò una manifestazione nazista e trovò suo zio Erich picchiato e con indosso un cartello che diceva che aveva svergognato una donna tedesca. Non molto tempo dopo, a un evento scolastico, Max vinse una gara di giavellotto per impressionare Magda, e il giorno successivo fu accusato di barare (in seguito alla convinzione che un ragazzo ebreo non potesse superare i suoi compagni di classe). A Max venne detto di rinunciare alla sua medaglia o di ripetere il lancio con un giavellotto "regolamentare". Dopo aver vinto la competizione una seconda volta, Max fu nuovamente accusato di barare, espulso e picchiato dagli altri bambini.[9]

Fuga dalla Germania

Persecutato dai Nazisti

Dopo aver viaggiato con suo padre Jakob per vedere il maggiore Scharf, che aveva salvato nella Prima Guerra Mondiale, suo padre fu lasciato in attesa del maggiore e picchiato da una squadra Nazisti per "aver creato problemi" nell'ufficio di Scharf e per aver resistito all'arresto. Dopo ore di pestaggi, il maggiore Scharf buttò Jakob fuori dal suo ufficio, affermando che lo avrebbero ucciso. Mentre le cose peggioravano in Germania, il padre di Max insegnò alla sua famiglia a "contrattaccare o ti calpesteranno la testa", ma fuggì a Varsavia, Polonia dopo il Reichskristallnacht. Lì vissero nella sezione ebraica di Varsavia dove i nazisti costruirono il Ghetto di Varsavia nell'ottobre 1940. Il suo tempo nel ghetto trasformò Max in un contrabbandiere di cibo e provviste. Quando i nazisti iniziarono a deportare gli abitanti del ghetto nel Campo di sterminio di Treblinka nel luglio 1942, Max e la sua famiglia fuggirono da Varsavia. Durante il viaggio verso il loro nascondiglio, furono catturati dai soldati nazisti. Mentre stavano per essere giustiziati, Jakob salvò la vita di Max spingendolo fuori dalla linea di tiro senza che nessuno se ne accorgesse. Il cadavere e Max furono sepolti in una fossa comune.[9]

Olocausto

Max imprigionato ad Auschwitz

Dopo essere stato trovato, Max trascorse la sua prima adolescenza imprigionato al Vernichtungslager (campo di sterminio) ad Auschwitz, Polonia.[9]

Nel 1944, Max fu testimone di SInistro e del genetista Josef Mengele, operante ad Auschwitz. Max non si fidava di lui e, di conseguenza, divenne un Sonderkommando per evitare la selezione. Ripulendo le fornaci dei crematori, scoprì i corpi dei suoi amici che erano stati raccolti e trasformati in mostri.[10] Come unico membro della sua famiglia a sopravvivere all'Olocausto, Max apprese in prima persona quanto brutalmente gli esseri umani potevano trattare coloro che consideravano diversi. Max non era in grado di accedere ai suoi poteri mutanti durante la pubertà, come la maggior parte, a causa di un attacco di epatite dovuto al lavoro nel campo.

Max e Magda

Mentre era ad Auschwitz, Max si riunì con Magda e continuò a contrabbandarle cibo e provviste. Max salvò la ragazza dalle camere a gas e poi dall'esecuzione; quando il Sonderkommando si ribellò, i due fuggirono insieme. Per diversi anni Max e Magda vissero in un villaggio di montagna dei Carpazi e alla fine si sposarono. Ebbero una figlia, Anya.[2]

Erik Magnus Lehnsherr

Max, a questo punto, cercò un falsario di nome Georg Odekirk, che avrebbe dovuto essere tra i migliori, e gli chiese di creare una nuova identità per lui. Odekirk inventò l'esistenza di "Erik Lehnsherr, lo zingaro Sinti", in modo che Max potesse vivere più facilmente tra la stessa gente di Magda. Max aggiunse "Magnus" come secondo nome e, sebbene molti sapessero della sua storia di prigioniero ebreo, nessuno sapeva della sua vita come Max Eisenhardt. Non soddisfatto della vita semplice di un villaggio di montagna, Erik si trasferì con la sua famiglia nell'allora città Sovietica di Vinnitsa, in modo da poter migliorare se stesso. Nel loro primissimo giorno in città, Magnus usò consapevolmente i suoi poteri per la prima volta. Scagliò magneticamente un piede di porco contro il suo capo che lo tradiva della sua paga. Quando tornò alla locanda dove alloggiavano insieme a Magda ed Anya, Erik vide che era in fiamme e sua figlia era intrappolata ai piani superiori. Cercò di usare i suoi nuovi poteri per salvare sua figlia, ma il suo capo aveva chiamato il KGB che picchiò Magnus e lo tenne fermo, impedendogli di salvare Anya. La bambina cadde, bruciandosi a morte, davanti a suo padre. Magnus quindi usò i suoi poteri per distruggere gli uomini che lo tenevano fermo, la folla che osservava e una vasta sezione della città di Vinnitsa per vendetta. Terrorizzata dai poteri del marito e sopraffatta dalla tragedia, Magda fuggì, inconsapevolmente incinta di due gemelli. Mentre Magnus cercava di seppellire sua figlia, altri soldati arrivarono dopo aver sentito quello che aveva fatto e lo attaccarono. Dopo essere stato colpito alla testa, Magnus costrinse i soldati a puntare su se stessi le proprie pistole.[2]

Alla fine Magnus si recò ad Haifa, Israele, forse sotto le spoglie di "Erik Magnus". Lavorò lì come infermiere volontario in un ospedale psichiatrico per vittime dell'Olocausto. Fu lì che Erik incontrò per la prima volta e divenne amico di Charles Xavier. Magnus e Xavier discutevano spesso l'argomento della convivenza dei mutanti con il resto dell'umanità, sebbene nessuno dei due rivelasse all'altro che erano mutanti. Dopo che i due uomini unirono le forze per salvare la loro amica, Gabrielle Haller, dal Barone von Strucker e i suoi agenti Hydra, si rivelarono i loro poteri, e Magnus prese l'oro nazista dell' Hydra e partì per posti sconosciuti, realizzando che le sue opinioni e quelle di Xavier erano incompatibili.[11]

Guerra mutante

Per un po' di tempo, Magnus tentò di rimanere sulla via della rettitudine usando i suoi poteri per aiutare a rintracciare i criminali di guerra nazisti. Tuttavia, mentre lavorava per una delle agenzie di intelligence occidentali (molto probabilmente la CIA, il SIS britannico, o MI6), stava anche lavorando per il Mossad, i servizi segreti israeliani, e invece di affidare i nazisti al suo governo "di controllo" dopo averli trovati, li stava consegnando all'Israele per processarli. Sembra che il suo "controllo" sapesse dello status di Magnus come doppio agente, e gli permise di dare i criminali di guerra nazisti all'Israele, purché fossero nazisti che l'URSS aveva scelto. Quando Magnus catturò e tentò di consegnare il nazista Hans Richter all'Israele, gli agenti dell'agenzia di intelligence occidentale senza nome decisero di porre fine alle sue attività. Uccisero la ragazza di Magnus di quel periodo, Isabelle, proprio davanti ai suoi occhi. In preda alla rabbia, Magnus uccise il suo "controllo" e giurò che da quel momento in poi sarebbe stato chiamato "Magneto". Magneto iniziò quindi a pianificare la sua campagna contro la razza umana. Magnus in seguito si ritrovò a Brooklyn, New York, sotto le spoglie di "Michael Xavier", dove aveva appreso che i mutanti si stavano radunando e nascondendo agli umani in bella vista. Magnus chiese a Cassandra Michaels di creare la sua prima uniforme, affermando che con tutti gli eroi e i cattivi dai costumi colorati che camminavano sulla Terra, era imperativo che facesse lo stesso per fare una dichiarazione. Dopo aver accompagnato Cassandra ad un appuntamento, furono attaccati da un mostro sotterraneo, e Magnus ebbe l'idea di diventare un eroe, ma dopo aver sentito Cassandra che era ingrata, si rese contoche il suo cuore giaceva altrove.[12]


Anni dopo, Magneto riemerse in costume e casco, progettato per proteggerlo dalla telepatia. Era determinato a conquistare la razza umana e a prevenire l'oppressione dei mutanti, autoproclamandosi salvatore del genere mutante. Creò anche una stazione spaziale orbitale, Asteroide M, da usare come base, e iniziò ad assemblare la sua originale Confraternita dei Mutanti Malvagi. Una delle sue prime reclute, Astra, era semplicemente infatuata di Magneto e si preoccupava meno della causa mutante, ma lasciò il gruppo in circostanze misteriose prima che rendesse il suo primo pubblico aspetto. Avendo semplicemente bisogno di potenti mutanti nella guerra imminente, Magnus reclutò due gemelli per la Confraternita dopo averli salvati da una folla di umani, ma non sapeva che fossero i bambini che Magda gli aveva nascosto, come un giorno avrebbe scoperto. Pietro presto desiderava andarsene dalla Confraternita e Wanda non era d'accordo con le ambizioni malvagie di Magneto, ma sentiva che doveva a lui la sua vita e Pietro non la avrebbe lasciata mai sola. In quel momento era certo che Magneto fosse in uno stato psicotico e maniacale, provocato da una combinazione di fattori, incluso l'uso eccessivo dei suoi immensi poteri. Nell'anniversario della sua liberazione dal campo di sterminio di Vernichtungslager, Charles Xavier, ora professore e costretto su una sedia a rotelle, si incontrò con Magneto ad Auschwitz. Il professor Xavier rimproverò Magneto che le azioni che avrebbe messo in moto non erano diverse da quelle che i nazisti gli avevano fatto anni prima, ma Magneto rise e protesse il professore per aver affermato di guidare i mutanti, ma essendo confinato su una sedia. Il professor Xavier rispose che poteva aver perso l'uso delle gambe ma non del cuore, qualcosa che Magneto non poteva dire. Dopo che entrambi gli uomini si ricordarono a vicenda che avevano il potere di distruggere l'altro, Magneto se ne andò, con il Professor Xavier che sperava di aver visto l'errore dei suoi modi.

X-Men e la Confraternita

Confraternita dei Mutanti Malvagi

La squadra originale del professor Xavier di X-Men sventò il primo atto di terrorismo genetico di Magneto nella sua guerra con l'umanità, la conquista della base missilistica di Cape Citadel.[3] Quando si scontrarono successivamente, Magneto rovesciò il governo di Santo Marco, presentandosi come sovrano assoluto, e guidò la sua originale Confraternita,[13] che includeva Wanda e Pietro, ora conosciuti come Scarlet Witch e Quicksilver. Solo anni dopo Magneto avrebbe scoperto che erano presumibilmente i suoi figli. Dopo che gli X-Men liberarono Santo Marco, Magneto rapì Angelo, e gli X-Men lo seguirono sull'asteroide M. L'asteroide fu distrutto nella battaglia con gli X-Men, quando Scarlet sabotò il piano progettato per uccidere gli X-Men.[14]

Successivamente, mentre la Confraternita combatteva con gli X-Men alle Hammer Industries, Magneto e le sue truppe si ritirarono dalla battaglia dopo l'arrivo di una Sentinella. In questo periodo, gli evoluzionari cercarono l'aiuto di Magneto e della sua Confraternita, vedendo Magneto come il leader di tutti i mutanti. Dopo che la Confraternita rapì Emma Frost, Magneto la portò alla Scuola per giovani dotati di Xavier per usare Cerebro. Bestia creò un dispositivo che bloccava il loro accesso ai raggi cosmici e uccise accidentalmente due degli evoluzionari. Quando Ciclope giurò di proteggere il genere mutante, l'unico evoluzionario rimasto a malincuore se ne andò, ma non prima di cancellare il ricordo della loro presenza dalle menti degli X-Men e della Confraternita.[15]

Magneto tentò quindi di reclutare sia il dio del tuono, Thor,[16] e il re di Atlantide, Namor,[17] nella sua Confraternita, ma entrambi rifiutarono. Mentre convinceva Namor, Magneto requisì il suo esercito di Atlantidei e attaccò, ma fu sconfitto da Namor e dai Fantastici Quattro. Blob fu il prossimo candidato per il reclutamento, ma alla fine rifiutò di aderire, dopo aver visto il modo in cui Magneto maltrattava i suoi seguaci.[18] Magneto combatté gli Inumani mentre tentava di usare Freccia Nera come alleato nell'assalto a una struttura di ricerca governativa che stava sviluppando una nuova fonte di energia cosmica, ma quest'ultimo finse di soccombere al dispositivo di controllo mentale di Magneto e la famiglia reale sconfisse Magneto.[19] Durante un incontro con l'enigmatico Straniero, Magneto e Toad furono catturati e portati nel mondo natale dello Straniero per studio.[20] Poco dopo, Quicksilver e Scarlet Witch si unirono a una versione rinnovata dei Vendicatori, guidata da Captain America.[21]

Magneto fuggì dal pianeta da solo, lasciandosi alle spalle Toad, ma fu poi catturato nuovamente dallo Straniero, che era stato avvertito dal Professor X.[22] Quindi, Magneto fu fatto tornare accidentalmente sulla Terra da Dane Whitman, e tentò di costringere Scarlet Witch e Quicksilver a tornare nella sua Confraternita. Magneto viaggiò con i gemelli all'Edificio delle Nazioni Unite, dove chiese che i mutanti ricevessero il loro paese. Quicksilver riuscì a inviare una chiamata di soccorso ai Vendicatori, che si unirono agli X-Men per sconfiggere Magneto. Quando la sua base sull'isola fu distrutta, Magneto fu lanciato dall'elicottero in fuga da Toad, stanco dei continui abusi di Magneto.[23] Sembrando perire, Magneto riuscì a sfuggire a una morte per annegamento usando i suoi poteri magnetici per scavare attraverso la terra.[24]

Magneto si ritirò nella Terra Selvaggia e modificò geneticamente i nativi nei Mutanti della Terra Selvaggia, che lo adoravano come Il Creatore. Qui, utilizzò l'aiuto di alcuni di questi nativi per creare un dispositivo che gli permettesse di incanalare energia verso di lui. Indagando sul presunto suicidio di Sauron, gli X-Men si imbatterono di nuovo nei piani di Magneto e, dopo che quest'ultimo ridiede vita ad Angelo, distrussero le sue macchine e la cittadella, apparentemente uccidendolo.[25] Magneto sopravvisse a causa di una strana radiazione nella Terra Selvaggia, e alla sua resurrezione, gli X-Men lo combatterono di nuovo. Magneto distrusse la X-Mansion e sconfisse gli X-Men, ma una chiamata di soccorso fu inviata ai Vendicatori. Dopo aver catturato anche i Vendicatori, Magneto controllò entrambi i gruppi per rapire gli scienziati per creare dispositivi atomici che avrebbero creato per lui un esercito di mutanti da comandare. Gli eroi furono salvati dopo che Visione usò i suoi poteri per prendere possesso di Piper, e fece perdere i sensi a Magneto.[26]

Ad un certo punto, Magneto si imbatté in quello che gli sembrava un tesoro di documenti alieni e attrezzature scientifiche, che gli era stato effettivamente lasciato trovare dal maestro genetista, Maelstrom. Usando queste risorse, Magneto progettò geneticamente un essere chiamato Alpha il Mutante Definitivo,[27] che si ribellò contro di lui e trasformò Magneto in un neonato.[28] Il professor Xavier affidò il bambino alle cure della sua collega, la genetista Dr. Moira MacTaggert al Mutant Research Center su Muir Island. La dottoressa MacTaggert cercò di alterare la struttura genetica di Magneto, così il suo cervello e la sua mente fosse stata in grado di gestire le enormi energie che controllava e non impazzisse di nuovo. MacTaggert sperava, dato il tempo e la giusta educazione, che Magneto sarebbe cresciuto fino a diventare un uomo migliore. Tuttavia, non molto tempo dopo, lo Shi'ar Davan Shakari (alias Erik il Rosso), riportò Magneto all'età adulta, anche se più giovane di prima.[29] Magneto, da allora in poi, ebbe una serie di battaglie con la nuova squadra di X-Men del Professor Xavier. In primo luogo, combatté gli X-Men per il pagamento di Erik il Rosso ripristinandogli la sua età. Magneto in seguito formò una nuova Confraternita composta da Burner, Lifter, Peeper, Shocker e Slither, ma quando non riuscirono a catturare il mutante con due corpi noti come Mister One e Mister Two e perse contro Captain America, Magneto abbandonò questa squadra.[30]

Magneto si ritrovò poi in Latveria e rimase disgustato dal livello di obbedienza che i cittadini mostravano al Dr. Destino. Dopo aver attaccato Doom al suo castello, Destino sconfisse Magneto, il quale propose di governare il mondo insieme. Doom rifiutò e sottopose Magneto a un neuro gas per controllare la mente. Dopo aver somministrato l'antidoto, Doom suggerì a Magneto di tentare di impedirgli di controllare il mondo da solo. Magneto si recò dai Vendicatori e li combatté prima di informarli dei piani di Destino. I Vendicatori furono quindi ordinati da Destino di uccidere Magneto; Magneto si rese conto che Bestia stava combattendo il controllo. Dopo aver salvato Bestia e cancellato gli effetti del gas, i due si rivolsero ai Campioni per chiedere assistenza. All'arrivo, i Campioni attaccò il duo prima di informarli dei piani di Destino. Viaggiarono tutti insieme a Washington, D.C. e affrontarono Doom, che li fece attaccare da Hulk. Dopo l'arrivo dei Campioni, Ghost Rider perse gli effetti del gas e aiutò i due. Magneto era pronto a sconfiggere il Dr. Destino fino a quando quest'ultimo non annullò gli effetti dei poteri di Magneto e si ritirò dalla battaglia.[31]

Magneto in seguito salvò gli X-Men da Mesmero, che li aveva controllati per esibirsi in un circo, e li fece imprigionare dal suo robot, Nanny, mentre distruggeva installazioni aerospaziali in Australia e Nuova Zelanda.[32]

"Salvando" gli X-Men da Mesmero

A causa del rapido invecchiamento di Magneto da parte di Eric il Rosso, il corpo di Magneto venne guarito dal danno che gli aveva fatto per l'uso eccessivo e l'abuso dei suoi poteri. La sua mente, tuttavia, aveva impiegato più tempo per guarire, poiché il suo cervello aveva bisogno di ricablare se stesso e il danno non era stato facilmente riparato. Pertanto, dopo un breve periodo di comportamento più psicotico, Magneto iniziò a calmarsi e pensare al suo passato. Dopo che Ciclope e Lee Forrester si imbatterono nella sua base isolana nel Triangolo delle Bermuda, Magneto decise che avrebbe preso il controllo di tutti i governi mondiali e avrebbe posto fine alla corsa agli armamenti nucleari, ma il sottomarino sovietico, Leningrado, lo attaccò. Dopo aver distrutto il sottomarino e tutti i membri dell'equipaggio a bordo, Magneto, per pura forza di volontà, creò un vulcano nella città di Varykino, distruggendola. Poi combatté di nuovo gli X-Men, ma subì una crisi di coscienza dopo aver quasi ucciso la giovane Sprite, una compagna mutante ed ebrea, e abbandonò i suoi piani di conquista del mondo.[33]

Dopo aver trovato i corpi di due bambini mutanti assassinati appesi a un'altalena, Magneto salvò gli X-Men da un attacco dei Purificatori. Dopo aver catturato i loro aggressori, Magneto e gli X-Men li torturarono per ottenere informazioni e salvarono la loro vittima Kitty Pryde. Dopo essere arrivati ​​alla base del Reverendo William Stryker, Magneto e gli X-Men salvarono Ciclope e Tempesta, e Magneto li resuscitò. Il Professor X venne portato al Madison Square Garden, dove fu attaccato a una macchina che, usando la sua telepatia, avrebbe ucciso tutti i mutanti viventi. Magneto, con il suo elmo schermato psichicamente, distrasse il Professore abbastanza da permettere agli X-Men di distruggere la macchina. In televisione, Ciclope entrò in un dibattito con Stryker sulle sue azioni e Stryker estrasse una pistola, tentando di uccidere Kitty. Prima che potesse sparare, Stryker fu abbattuto da un agente di polizia. Più tardi alla X-Mansion, il Professore ammise che Magneto aveva ragione e iniziò ad accettare la sua offerta di unirsi, finché Scott non lo fermò e dichiarò che credeva nel sogno del Professore e che l'avrebbe visto diventare realtà. Il professor X rifiutò quindi l'offerta di Magneto, affermando che non avrebbe lasciato i suoi studenti. Magneto se ne andò, chiamandoli stupidi.[34]

Guerre Segrete

Dopo aver ricostruito la sua stazione spaziale, Magneto fu tra quelli che vennero teletrasportati in un'area dello spazio-tempo vicino a una galassia lontana dalle vicinanze della Terra. Allo stesso modo, un gran numero di criminali in costume, tra cui l'Uomo Assorbente, Dottor Destino, Dottor Octopus, Enchantress, Kang, il Lizard, l'Uomo Molecola, Ultron, il Demolitore e la Squadra Distruttrice, così come il divoratore di pianeti Galactus, si trovarono in un altro costrutto all'interno di questa stessa area dello spazio-tempo. A bordo dei costrutti, i passeggeri guardarono in soggezione mentre la galassia più vicina a loro veniva annientata da una forza invisibile, fatta eccezione per una singola stella. Quindi, davanti ai loro occhi, un pianeta, che divenne noto come Battleworld, fu creato per orbitare attorno a quella stella. Alla fine, una spaccatura si aprì nello spazio-tempo, da cui si riversò una luce accecante, e i passeggeri all'interno dei costrutti udirono una voce che diceva loro di venire dall'aldilà, e che sconfiggendo gli avversari, avrebbero avuto tutto quello che sognavano. I passeggeri furono quindi inviati a Battleworld. Là, nei giorni successivi, si impegnarono in una "guerra segreta" tra di loro; la maggior parte dei criminali cercò di distruggere gli eroici avventurieri al fine di ottenere il premio che l'Arcano aveva promesso. Magneto fu immediatamente licenziato come cattivo e decise di rimanere fuori dai conflitti diretti e diventare una terza parte, creando la sua fortezza. Dopo aver combattuto gli eroi, Magneto rapì e apparentemente sedusse Wasp. Successivamente, Magneto si assunse la responsabilità di guardare i movimenti di Galactus. Dopo che il Professor X notò che Galactus stava tentando di nutrirsi di Battleworld, gli X-Men e gli eroi lo combatterono. Durante il suo tempo lì, Magneto era per lo più alleato con gli X-Men. Dopo che il Dr. Destino assorbì energia da Galactus e dall'Arcano e uccise tutti gli eroi, Mister Fantastic li rianimò tutti. Dopo che l'Arcano riacquistò i suoi poteri, lui e Destino scomparvero e gli eroi tornarono sulla Terra.[35]

Lee Forrester

Dopo essere stato restituito all'Asteroide M, Magneto precipitò sulla Terra per via dell'arrivo di Warlock che si schiantò sulla sua stazione spaziale.[36] Magneto cadde nel oceano, dove fu salvato dall'attacco di uno squalo da parte dell'ex amante di Ciclope, Lee Forrester.[37] Lee portò Magneto nella sua vecchia base nel Triangolo delle Bermuda e lo curò, nonostante il suo disgusto per gli umani.[38] Lee scaldò il cuore di Magneto dopo avergli salvato la vita ei due divennero amanti.[39] Il giorno seguente, a Lee fu ricordato del mostro che Magneto era una volta e lo lasciò. In questo periodo venne approvato l'Atto di Registrazione dei Mutanti, che richiedeva a tutti i mutanti di registrarsi presso il governo, rinunciando ai loro diritti civili e rendendo illegale essere un mutante non registrato.[40]

Ingresso negli X-Men e Leader dei Nuovi Mutanti

Sentendo il ritorno dell'Arcano, Magneto ancora una volta unì le forze con gli X-Men. Questa volta, a causa dello stato indebolito del Prof. Xavier per essere stato attaccato da un gruppo di nemici mutanti, Magneto si unì temporaneamente alla squadra. Magneto iniziò a utilizzare l'alias Michael Xavier per evitare il rilevamento da parte delle autorità. Completamente fuori dal personaggio, Magneto fermò Rachel Summers dall'uccidere un umano che le aveva sparato, affermando che avrebbe solo dimostrato loro che avevano ragione: che i mutanti sono assassini. Durante la visita al National Holocaust Memorial con Shadowcat, Kitty rimase stupita nell'apprendere che Magneto conosceva suo nipote e che lo aveva salvato molte vite ad Auschwitz. Improvvisamente, Magneto fu attaccato dalla Freedom Force e si consegnò al processo dalla Corte Mondiale. La vecchia amica di Magneto, Gabrielle Haller, era il suo avvocato difensore, e Sir James Jaspers lo perseguì. Il processo fu interrotto da un attacco di Fenris, i gemelli del barone von Strucker, e il professor Xavier fu quasi ucciso. Mentre il professor Xavier giaceva morente, la Shi'ar Majestrix Lilandra Neramani, apparve in modo che potesse portarlo nello spazio per essere guarito dalla loro scienza. A questo punto, il professor Xavier pregò Magneto di subentrare a lui e di essere il preside della Suola per Giovani Dotati per i Nuovi Mutanti,[40] e Magneto iniziò a dividere il suo tempo tra l'essere un membro degli X-Men e l'insegnante dei Nuovi Mutanti. Con gli X-Men, Magneto combatté nuovamente l'Arcano.[41]

Più tardi, Rachel Summers (Fenice) decise semplicemente di distruggere l'intero universo e di ricominciare tutto da capo senza l'Arcano. Fenice rubò la forza vitale degli X-Men e degli Starjammers, ma l'anima di Tempesta la convinse del contrario. Dopo aver ascoltato i pensieri di ogni essere vivente esistente, Fenice riportò in vita gli X-Men e gli Starjammer. Questo evento fece anche ripensare a Magneto i suoi metodi di genocidio per un "bene superiore". Mentre gli X-Men ricostruivano San Francisco dopo la battaglia contro l'Arcano, i Nuovi Mutanti furono cancellati dall'esistenza dal virtualmente onnipotente Arcano e poi ricreati da lui, arrabbiato per il fatto che Magik rifiutò che il suo "dono" del suo potere fosse trasferito a Shadowcat, per usarli come cavie. Nell'essere ricreati, i Nuovi Mutanti in qualche modo persero gran parte della capacità di usare i loro poteri sovrumani che avevano imparato alla scuola del professor Xavier e sembravano distaccati. Col tempo, le paure, le insicurezze, la paranoia e il temperamento di Magneto iniziarono lentamente ad avere la meglio su di lui e fu convinto emotivamente da Empath a far sì che i Nuovi Mutanti si unissero ai Satiri, per vedere se la Regina Bianca li avrebbe aiutati. Dopo aver realizzato la manipolazione, Magneto corse a salvare i bambini e fu attaccato lungo la strada dai Vendicatori, credendo che stesse progettando di rapire i bambini. Dopo che i Nuovi Mutanti arrivarono per salvare Magneto, lui ed Emma lavorarono insieme per curare i bambini dal loro trauma per mano dell'Arcano.[42] Dopo essere stati trasformati in X-Babies di Mojo, gli X-Men combatterono i Nuovi Mutanti fino a quando non furono liberati dal lavaggio del cervello e e sconfitto l'avversario.[43] In quel momento, a Magneto fu offerta una posizione nel Club Infernale, ed entrando nel loro edificio, riconobbe che gli X-Factor erano gli X-Men originali. Magneto lasciò l'edificio incerto.[44]

Gli X-Men in seguito tentarono di salvare i Morlock dopo che i Marauder di Sinistro iniziarono a massacrare indiscriminatamente. Magneto fu incaricato da Tempesta di rimanere nella villa, vegliare sui Nuovi Mutanti e occuparsi dei feriti.[44] Colosso venne ferito dagli shuriken di Riptide, che causarono perdite di energia nel suo corpo senza penetrare nella sua pelle corazzata. Magneto usò il suo potere per riparare le ferite e fu lasciato in uno stato di paralisi temporanea. I Nuovi Mutanti vagarono nei tunnel per aiutare, mentre Thor creò un enorme fuoco di sepoltura per i Morlock assassinati, e anche i Nuovi Mutanti furono ritenuti morti. Dopo essere stato proposto, Magneto si unì in seguito al Club Infernale come co-Re Bianco dell'Inner Circle per volere di Tempesta, e accettò Havok come membro degli X-Men. L'unione tra il Club e gli X-Men avrebbe dato agli X-Men l'accesso a tutti i segreti governativi del circolo, e avrebbe protetto la scuola se i Marauder l'avessero attaccata di nuovo.[45]

Non volendo vederla morire, Magneto andò da Reed Richards (Mr. Fantastic) dei Fantastici Quattro per usare un dispositivo che Mr. Fantastic aveva costruito per salvare Shadowcat. Incerto sul risultato, Mr. Fantastic si rifiutò di aiutare Kitty, anche dopo che gli X-Men lo supplicarono, e iniziò un breve combattimento tra le due fazioni, dopo che la Torcia Umana bruciò il braccio di Tempesta. A quel tempo, il Dr. Destino presentò la sua assistenza e, sotto costrizione, Tempesta accettò. Su sollecitazione di Franklin Richards, Kitty fu curata dalla combinazione sforzi di Dr. Destino e Mr. Fantastic.

Dopo aver appreso che i pezzi della sua stazione spaziale, l'Asteroide M, erano caduti sulla Terra, Magneto lasciò gli X-Men per viaggiare da solo nella Kampuchea e recuperare la tecnologia al suo interno. Magneto fu intercettato dai Vendicatori, e gli X-Men arrivarono per aiutarlo prima che arrivassero i Super-Soldati e Crimson Dynamo.[46] Le tre squadre combatterono per Magneto e, nella confusione, gli X-Men scapparono via con lui. Magneto lasciò di nuovo gli X-Men per ottenere la tecnologia della sua stazione spaziale e, dopo averla trovata, iniziò a indossare di nuovo il suo vecchio casco. Dopo che i Vendicatori si presentarono di nuovo, gli X-Men andarono in aiuto di Magneto fuggendo con la sua tecnologia mentre distruggevano il resto dell'asteroide M. Dopo essere arrivati ​​a Singapore, la squadra prese un mercantile olandese e furono dai Super-Soldati in mare. Temendo di mettere in pericolo la squadra, Magneto lasciò di nuovo gli X-Men. Tornato a Singapore, Magneto fu protetto da un gruppo sotterraneo di mutanti e portato alla Galleria, dove gli chiesero di guidarli contro l'oppressione umana. Dopo che Magneto li informò che non era più quell'uomo, i soldati fecero irruzione e iniziarono a sparare, e Magneto li salvò. Magneto andò poi dagli X-Men e dai Vendicatori e rivelò la sua tecnologia, un dispositivo nel suo casco che si sarebbe mescolato con i suoi poteri magnetici e gli avrebbe dato il controllo su qualsiasi mente avesse scelto. Magneto dichiarò di aver modificato i circuiti per rimuovere tutte le tracce di pregiudizio, in particolare verso i mutanti, dalle menti collettive della razza umana e non per governarle. Dopo aver usato il dispositivo su Capitan America, Magneto apprese che Cap non odiava i mutanti e accettò di essere processato di nuovo. Magneto fu ancora una volta difeso da Gabrielle Haller e perseguito da Sir James Jaspers a Parigi. Dopo aver temuto che la sua morte avrebbe scatenato una guerra tra mutanti e umani, Magneto chiamò il suo elmo da Singapore a Parigi e lo usò su uno dei giudici, Alexandre Gilbert Du Motier, che lo assolse dai suoi crimini alla corte mondiale.[47]

Magneto distrusse l'elmo e tornò alla sua posizione di preside della Xavier School, tentando di connettersi di più con i suoi studenti, dopo aver appreso che anche loro erano tornati. Magneto, in particolare, si unì con Illyana Rasputin, che aveva perso suo fratello, Colosso; la sua migliore amica, Shadowcat; e il controllo sul suo regno, Limbo, dopo l'attacco dei Marauder.[48] Dopo che una partita di calcio divenne troppo fisica, Sunspot finì per indurre a Cannonball una commozione cerebrale, e Sunspot scappò, sentendosi un pericolo per la sua squadra. Warlock seguì Sunspot e questo lasciò tutto il team profondamente in colpa e preoccupato per la posizione di Warlock e Sunspot.[49] Per calmarli, Magneto li vestì elegantemente in preparazione per partecipare a un evento del Club Infernale e chiese alla dottoressa MacTaggert di assistere nell'amministrazione della scuola.[50]

Dopo aver sentito parlare del maltrattamento di una creatura animale dopo la cattura, i Nuovi Mutanti rapirono Bird-Brain, e dopo essere tornati a casa, Magma decise di tornare alla Massachusetts Academy.[51] A seguito di un incidente in un centro commerciale, Magneto decise di consegnare Bird-Brain alle autorità, ma dopo che Cypher iniziò a parlarci, i Nuovi Mutanti lo convinsero che Bird-Brain poteva essere istruito e rimanere nella villa.[52] Magneto si svegliò una notte al ritorno di Sunspot e Warlock, ma scoprì la scomparsa dei Nuovi Mutanti. Ordinò a Sunspot e Warlock di restare fermi mentre lui usava la tecnologia del Club per localizzarli. Mentre era al Club Infernale, Magneto assistì alla battaglia di X-Factor contro Apocalisse, e gli attuali X-Men morirono in televisione. Quando i bambini tornarono, informarono Magneto che Cypher era stato ucciso in azione da Ani-Mator. Un furioso Magneto tenne magneticamente i bambini e proibì loro di lasciare la scuola senza la sua presenza o di usare i loro poteri, affermando che aveva bisogno di proteggerli. Ritirandosi nel Limbo, Illyana tornò nella sua forma Darkchylde con il suo Soulsword e attaccò Magneto, affermando che si sbagliava sul fatto che lui fosse il suo cavaliere con l'armatura scintillante. I Nuovi Mutanti li separarono e lei restituì la spada a Limbo. Magneto si incolpò della morte di Doug Ramsey, e contattò i suoi genitori (dicendo loro che Doug era stato ucciso mentre gli studenti erano in gita in un incidente di caccia), mentre malediceva il professor Xavier per averlo lasciato in questa posizione. L'umore di Magneto peggiorava ogni giorno, minacciando i Nuovi Mutanti che se non avessero seguito le sue richieste, lui si sarebbe fatto sentire.[53]

Dopo che Mirage interruppe una sessione di addestramento di Cannonball, Magneto ordinò ai bambini di non usare mai i loro poteri mutanti senza il suo permesso, un fatto che Sunspot sfidò immediatamente e dichiarò che Magneto non aveva dato loro i poteri e potevano usarli a loro piacimento. Dopo aver rimproverato Sunspot, Magneto ricevette una chiamata da Emma Frost, affermando che Magma era stata rapita. Magneto, la Regina Bianca e l'Inner Circle partirono per salvare Magma, ignari del fatto che i Nuovi Mutanti l'avevano già salvata, e udirono Magneto affermare che i Purificatori avevano quasi sventato il loro piano per Magma.[54] Dopo aver permesso a Cannonball di partecipare al concerto della sua fidanzata, dopo aver promesso di non usare i suoi poteri, Magneto, al telefono con la Regina Bianca, venne ascoltato di nuovo dai Nuovi Mutanti, affermando che era preparato per gli eventi a venire e disposto ad arrivare fino a utilizzare neutralizzatori di potere, un atto che fece arrabbiare i Nuovi Mutanti. Partirono per aiutare Cannonball con una battaglia che scoppiò al concerto di Lila Cheney. Rispondendo alla sua convocazione al Club Infernale, Magneto indossò il suo vecchio elmo e un abito rosso e viola, e partecipò alla riunione. Il leader Sebastian Shaw rimproverò Magneto per le azioni avventate dei suoi studenti, ma la Regina Bianca venne in sua difesa.[55]

L'Inner Circle combatté contro un regno di demoni che scese su Manhattan da un portale a Times Square. Dopo che il portale fu chiuso, l'Inner Circle fu avvicinato dal demone N'astirh, che offrì una tregua con il Club Infernale e propose che se gli avessero permesso di conquistare Manhattan, avrebbe dato loro il resto del mondo. I Nuovi Mutanti videro Magneto e l'Inner Circle incontrarsi con N'astirh e persero ogni fiducia in lui. Dopo la sconfitta dei demoni, Shaw discusse con Magneto per la sua mancanza di controllo sulla sua studentessa, Illyana, e l'invasione demoniaca di conseguenza. Magneto e Shaw iniziarono a combattere, discutendo su quale percorso avrebbero dovuto seguire i mutanti, finendo in disaccordo.[56] Ritornando alla scuola, Magneto e l'Inner Circle arrivarono giusto in tempo per salvare i Nuovi Mutanti dal Marauder Sabretooth, che spiegò che Sinistro aveva distrutto la villa. Magneto fu scioccato e arrabbiato nell'apprendere che Illyana andò per fermare l'invasione demoniaca, e Sunspot istigò una battaglia tra l'Inner Circle e i Nuovi Mutanti, fino a quando Magneto intrappolò tutti i Nuovi Mutanti in una palla di metallo. Shaw accusò Magneto di aver perso tutto il controllo per cui il Club Infernale aveva presentato una petizione per la sua iscrizione, e i due hanno combatterono. Magneto dichiarò di essere entrato a far parte degli X-Men, aveva guidato i Nuovi Mutanti ed ed era entrato nel Club per costruire una base per il controllo e la pace tra i mutanti. Magneto disse che le squadre dovevano essere il suo esercito contro l'imminente guerra tra umani e mutanti e che i Nuovi Mutanti avevano sentito tutto. Dopo aver sconfitto Shaw, questo dichiarò agli altri membri dell'Inner Circle che se Magneto fosse rimasto, allora non lo avrebbe fatto lui, e sarebbe stato escluso dall'Inner Circle. Magneto si dichiarò "Re Grigio", sia Re Nero che Re Bianco, e permise ai Nuovi Mutanti di andarsene, affermando che col tempo avrebbero trovato la loro strada giusta.[57]

Volendo un piano di emergenza se le cose non avessero funzionato con il Club Infernale, Magneto ricostruì una versione più elaborata dell'Asteroide M. Magneto sentiva di non poter essere un sostituto del Professor Charles Xavier e che non poteva adottare i suoi metodi.[58]

Rogue

Successivamente apparse nella Terra Selvaggia dove incontrò l'X-Man Rogue, ed entrambi combatterono una folle Zaladane, che aveva rubato i poteri magnetici di Polaris e Magneto. Zaladane venne sconfitta brutalmente da Magneto. Rogue lasciò la Terra Selvaggia con rabbia e lacrime quando Magneto dichiarò che lui e lei non potevano essere dalla stessa parte.[59]

Atti di Vendetta

Vedendo le condizioni per i mutanti diventare progressivamente più pericolose, Magneto iniziò a cercare alleati per proteggerli dall'umanità. Partecipò agli "Atti di Vendetta" insieme a cattivi affermati come Dottor Destino, Wizard e il Mandarino. Affrontò anche il Teschio Rosso, un impenitente criminale di guerra nazista, sul quale Magneto si vendicò seppellendolo vivo.[60]

Accoliti

Alla fine, stanco del costante stato di conflitto, Magneto costruì una nuova base orbitale, Avalon, dove sperava di vivere una vita di tranquillo isolamento. Era, a questo punto, una figura di riferimento per la causa della mutanza, e venne cercato da un gruppo di nuovi mutanti che si definivano gli Accoliti.[61]

Dopo ciò, Magneto fissò i suoi obiettivi notevolmente inferiori alla conquista del mondo; voleva solo un rifugio per i mutanti. In primo luogo tentò di rendere la base orbitale conosciuta come Asteroide M un tale rifugio, ma venne contrastato dai governi del mondo e dagli X-Men. Gli X-Men non sapevano se Magneto stesse tornando ai suoi modi malvagi, quindi lo affrontarono. Sentendosi tradito dai suoi ex alleati, Magneto fuggì dopo una breve scaramuccia in cui riportò ferite quasi mortali da Wolverine.

Poco dopo, Magneto rinnovòla sua guerra con la razza umana e gli X-Men, e radunò intorno a lui la sua squadra di subalterni mutanti, gli Accoliti, che lo adoravano virtualmente.

Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, in risposta a un Magneto risorgente, votò per attivare i "Protocolli Magneto", una rete satellitare, in orbita leggermente inferiore rispetto ad Avalon, che distortava il campo magnetico terrestre abbastanza da impedire a Magneto di usare i suoi poteri all'interno e di tornare sulla superficie del pianeta. Il tentativo di limitarlo fu accolto con un'onda elettromagnetica che non solo distrusse i satelliti, ma disattivò ogni dispositivo elettrico sulla Terra in pochi minuti. Xavier e una squadra selezionata di X-Men si recarono alla base orbitante di Avalon di Magneto per affrontarlo. Durante la battaglia, Magneto usò i suoi poteri per estrarre l'adamantio dallo scheletro di Wolverine, causandogli un'enorme agonia. Infuriato, Xavier usò i suoi poteri mentali per spegnere la mente di Magneto.[62]

Per un certo periodo, gli Accoliti si occuparono di Magneto alla loro base orbitante, ed Exodus affermò di pronunciare la parola di Magneto anche mentre Magnus era inabile. Quando Avalon fu distrutta dall'Olocausto, tuttavia, Magneto tornò sulla Terra in una capsula di salvataggio con Colosso.[63]

Joseph

Successivamente, un uomo affetto da amnesia emerse facendosi chiamare Joseph, possedendo poteri sul magnetismo e l'aspetto di Magneto all'età di vent'anni.[64] Si unì agli X-Men, che credevano che fosse Magneto, in qualche modo ringiovanito e redènto. Lo stesso Joseph arrivò a credere di essere Magneto, finché il vero Magneto riapparve e iniziò di nuovo la sua campagna di terrore contro la razza umana.[65]

La scoperta di Sabra

Fu in quel momento che Sabra, un agente mutante del Mossad e membro clandestino di Xavier, scoprì che "Erik Lehnsherr lo Zingaro" era un falso e rivelò queste informazioni a Gabrielle Haller. Sabra dichiarò una guerra personale contro Magneto, che ora considerava un traditore della razza umana, dei mutanti e del loro popolo ebraico.[66]

Genosha

Dopo aver preso il controllo della magnetosfera del pianeta dal polo magnetico nord e aver ricattato il mondo per creare una nazione mutante, le Nazioni Unite cedettero a Magneto la nazione insulare di Genosha, che non aveva un governo riconosciuto, come patria per i mutanti. In quel momento, tuttavia, Magneto aveva quasi perso ed esaurito i suoi poteri influenzando i poli.[67]

Magneto incontrò resistenza armata su Genosha. Usò Fabian Cortez, e poi Polaris, per aumentare i suoi poteri e riuscire ad ottenere il controllo di tutte le parti di Genosha, dopo aver combattuto i Vendicatori e distrutto la città di Carrion Cove. Nascosto nelle caverne sopra Carrion Cove vi era un dispositivo che Magneto sapeva avrebbe riportato i suoi poteri a livelli pericolosi, e attaccò i suoi presunti figli, Wanda e Pietro, che cercarono di impedirgli di usarlo. Una volta che ebbe accesso a questo potenziatore genetico, riacquistò i suoi poteri sullo spettro elettromagnetico, ma le energie travolgenti lo portarono di nuovo a diventare psicotico e maniaco.[68]

Dopo che il Virus Legacy venne curato, Magneto si ritrovò improvvisamente con decine di migliaia di mutanti sani su Genosha. Cercò di formare un esercito da questa massa di mutanti disamorati e recentemente guariti. Jean Grey formò un team di X-Men ad interim che fu a malapena in grado di fermarlo. Wolverine sferrò nuovamente un colpo critico, sventrando Magneto e, secondo quanto riferito, recidendogli la spina dorsale.[69]

Magneto, in convalescenza e in sedia a rotelle, venne assistito da Polaris. Aveva sempre avuto una fissazione per il padre, e rubò quello che pensava fosse un campione di tessuto di Magneto, lo incrociò geneticamente con un campione suo e scoprì che in realtà era la sua figlia biologica.[70]

Un martire per la Causa Mutante

"Morte"

Quando le nuove mega-Sentinelle attaccarono Genosha, Magneto era ancora legato alla sedia a rotelle e soffriva per le ferite al punto che non poteva usare efficacemente i suoi poteri. Sembrava che fosse stato ucciso nell'attacco, ma in realtà sopravvisse dopo essere stato nascosto in un rifugio dai suoi seguaci. Mesi dopo l'evento, una squadra di X-Men che cercava tra i detriti trovò quella che apparentemente era una registrazione delle ultime parole di Magneto. Le idee mutanti-suprematiche, a lui attribuite, si diffusero nella comunità mutante, con alcuni che lo consideravano un martire della causa mutante. Magneto era diventato una figura rivoluzionaria simile a Che Guevara nella comunità mutante. T-shirt e poster con la faccia di Magneto e la frase "Magneto Was Right" divennero oggetti popolari, anche tra alcuni studenti dell'Istituto Xavier.[71]

In questo periodo, un impostore di nome Xorn emerse e provocò il caos a New York City sotto le spoglie di Magneto. Per tutto il tempo, Magneto trovò gradualmente la sua via d'uscita dalle macerie di Genosha, e in qualche modo sopravvisse fino a quando fu apparentemente contattato da Xavier. Magneto non aveva memoria di quello che gli era successo, dal momento in cui le mega-Sentinelle lo avevano attaccato a quando Xavier lo aveva contattato. Con il mondo che pensava di nuovo che Magneto fosse morto, poiché Wolverine aveva decapitato l'impostore a New York, Xavier e Magneto decisero di lavorare insieme per aiutare a ricostruire Genosha, riaccendendo la loro amicizia.[72]

House of M

La "figlia" di Magneto, Scarlet Witch, perse la presa sulla realtà a seguito di un promemoria della morte dei suoi figli, e attaccò i suoi compagni Vendicatori, costringendo Magneto sconvolto e pieno di rimorsi a venire in suo aiuto dopo essere stata resa incosciente dal Dottor Strange. A Genosha, Magneto aveva sentito il grido di aiuto psichico di Wanda e, usando un wormhole, l'aveva portata via prima che i Vendicatori potessero fermarlo. Tornato a Genosha, Magneto si occupò di una Wanda più ritirata e arrabbiata, e permetteva solo a Xavier di visitarla, nella convinzione che potesse aiutare a riparare la psiche rotta di Wanda. Magneto fu costretto a considerare l'eutanasia di sua figlia per il bene del mondo intero, poiché i suoi poteri di alterazione della realtà stavano sfuggendo al suo controllo, ma Pietro convinse sua sorella a usare i suoi poteri per creare un mondo in cui avrebbero avuto tutto ciò che volevano.[73]

Nella nuova realtà creata da Wanda, i mutanti erano la specie dominante sulla Terra e Magneto era il sovrano dei mutanti del mondo, governando i suoi sudditi da Genosha. Magneto aveva ottenuto il dominio in questo regno dopo aver rivelato una presunta cospirazione internazionale anti-mutante che coinvolgeva Richard Nixon nel 1979.[74] Credendo che Magneto fosse il responsabile del cambiamento nel loro mondo, un gruppo di eroi, i cui ricordi del "mondo reale" furono restaurati da Layla Miller, si unì e attaccò Magneto a Genosha. Durante la battaglia che ne seguì, Layla fu abbastanza fortunata da poter ripristinare i ricordi di Magneto, come aveva fatto per gli altri. Quando Magneto scoprì il ruolo di Pietro nella deformazione della realtà, lo attaccò, si infuriò per tutto ciò che aveva fatto in suo nome e lo uccise schiacciando il suo corpo sotto il peso di una Sentinella.[75]

Impazzita dalla rabbia e dal dolore per il trattamento di Magneto nei confronti di suo fratello e per la sua violenza nei confronti dei suoi figli, Wanda incolpò suo padre per ciò che Pietro e lei erano diventati, dichiarando che aveva sempre amato i mutanti più dei suoi stessi figli. Per dispetto, alterò ancora una volta la realtà, dichiarando "Basta Mutanti". Al suo comando, la popolazione mutante della Terra fu decimata, e se non fosse stato per il Dottor Strange ed Emma Frost non ci sarebbe rimasto nessun mutante.[75]

Perdita dei poteri

Magneto rimase impotente, insieme alla maggior parte della popolazione mutante del mondo, e senza più nascite mutanti, la specie per cui Magneto aveva dedicato la sua vita a combattere era diretta verso l'estinzione. Gli X-Men lo lasciarono tra le rovine di Genosha, un uomo distrutto e sotto shock.[75]

Quando Quicksilver arrivò a Genosha per ripristinare i poteri dei mutanti con la Nebbia Terrigene degli Inumani, Magneto condannò le sue azioni, sottolineando gli effetti disastrosi che le Nebbie avevano sui non-Inumani. Un arrabbiato Quicksilver, frustrato per non essere mai stato in grado di ottenere quella che credeva essere l'approvazione di suo padre, attaccò Magneto con i suoi nuovi poteri acquisiti dalle Nebbie, picchiandolo selvaggiamente fino a quando sua figlia Luna lo pregò di smettere. Quando in seguito gli Inumani vennero a cercare le loro Nebbie, Magneto raccontò loro cosa era successo.[76]

Successivamente, il Collettivo (un essere composto dall'energia di tutti i poteri degli ex mutanti) rialimentò Magneto e si rivelò come Xorn, l'impostore che aveva devastato New York. Xorn spiegò che aveva preso l'immagine di Magneto perché sapeva che i mutanti lo avrebbero seguito, ma che avevano ancora bisogno del vero Magneto. Magneto, non controllando se stesso, iniziò ad attaccare i Nuovi Vendicatori e gli agenti dello SHIELD che Xorn aveva quasi distrutto mentre li supplicava di ucciderlo. Fu abbattuto con un attacco diretto al cervello dall'agente Inumano dello S.H.I.E.L.D. Daisy Johnson. Iron Man, Ms. Marvel e Sentry unirono i loro poteri e spedirono il Collettivo/Xorn verso il sole. Michael venne separato dal Collettivo e un Magneto inconsciofu caricato in un elicottero S.H.I.E.L.D. L'elicottero, però, esplose al decollo con mezzi sconosciuti; il suo corpo non venne trovato tra le macerie.[77]

In seguito, Magneto fu ricercato dal governo degli Stati Uniti, dai Morlock e dagli X-Men. Il Professor Xavier non fu in grado di localizzare Magneto con Cerebro, nonostante l'aumento di potenza della sua telepatia recentemente ripristinata. Xavier e Nightcrawler trovarono tracce di Magneto che rendeva omaggio in un cimitero locale, in piedi di fronte a una lapide appartenente a uno dei suoi primissimi scagnozzi. Inoltre, i Morlock inseguironoo Magneto per ragioni personali e lo usarono per giustificare i loro atti terroristici.[78]

Magneto parlò con un Morlock storpio e depotenziato, sostenendo di aver perso ciò che un tempo lo rendeva superiore, il che implica che il ripristino dei suoi poteri da parte del Collettivo era davvero temporaneo. Tuttavia, quando Skids lo trovò in un cimitero locale qualche tempo dopo, gli diede un libro misterioso che Masque aveva in suo possesso. Affermava di raccontare il futuro del genere mutante e in esso il libro affermava che Magneto era ancora un mutante.[79]

Apparentemente per volere di Exodus, Magneto apparse per aiutare a ripristinare la psiche spezzata del Professor Xavier. Affermò di essere ancora impotente mentre ricordava il passato tra gli X-Men e la Confraternita con Omega Sentinel. Insieme, riuscirono a far rivivere Xavier prima di essere attaccati da Frenzy. Magneto ferì Frenzy sparando un laser medico in uno dei suoi occhi, spingendo Exodus a chiedere quale punizione avrebbe instillato su un umano che feriva un mutante (poiché gli Accoliti lo consideravano un umano, Exodus affermò persino che Magneto era morto e che Lehnsherr era solo un guscio). Magneto rispose "Morte" ed Exodus procedette a soffocarlo con la sua telecinesi prima che Xavier sfidasse Exodus sul piano astrale. Dopo che Xavier sconfisse Exodus, lasciò Magneto e Karima per cercare di ricostruire i suoi ricordi perduti.[80]

Poteri riguadagnati

Magneto ricomparve a San Francisco; i suoi poteri furono ricreati artificialmente da un abito progettato dall'Alto Evoluzionario. Riattivò le Sentinelle per attaccare gli X-Men in un evento "mutant kische" a San Francisco. L'attacco in sé era una distrazione, quindi l'Alto Evoluzionario potè ottenere un oggetto sconosciuto dal Celestiale Sognante, al fine di promuovere un obiettivo condiviso tra Magneto e l'Alto Evoluzionario.[81]

Dopo aver esaminato a fondo il Celestiale Sognante, l'Alto Evoluzionario sottopose Magneto a una procedura tecnologica estremamente pericolosa nel tentativo di ripristinare i suoi poteri, che riuscì.[82] Poiché l'equipaggiamento dell'Evoluzionario fu distrutto nel processo di riaccendere Magneto, non poteva usare il processo per invertire l'effetto di Decimazione. Magneto viaggiò quindi nello spazio per trovare un altro modo per salvare il genere mutante, ma senza successo.

Nation X

Magneto s'inchina a Ciclope

Poco dopo il funerale del Dr. Yuriko Takiguchi su Utopia (precedentemente nota come Asteroide M), Magneto affrontò i nuovi abitanti della sua ex casa. Sbalordì tutti dicendo loro che era venuto in pace e desiderava parlare con Ciclope. Il professor Xavier non era convinto, credendo che l'intero stratagemma fosse una trappola e lo attaccò telepaticamente. Nonostante ciò, Magneto non reagì. Invece, si inginocchiò e ripeté le sue intenzioni pacifiche. Ciclope ordinò a Xavier di dimettersi e accettò di parlare con Magneto, ma tenne Psylocke vicino nel caso Xavier avesse avuto ragione. Magneto espresse la sua ammirazione a Ciclope per aver finalmente fatto ciò che lui e Xavier non potevano: unire il genere mutante. Magneto temeva che il genere mutante fosse condannato fino a quando Ciclope non gli disse che Hope Summers, la messia mutante, era viva e vegeta.[5] Al fine di ottenere la fiducia degli X-Men, Magneto riportò Kitty Pryde sulla Terra, spezzando il proiettile e facendola uscire da esso. A causa della durata e dell'intensità dell'uso dei suoi poteri, Magneto entrò in coma. Durante un attacco di Bastion agli X-Men, Magneto uscì dal coma e difese i numerosi abitanti dai Nimrod.[83]

Magneto diventa pubblico

Magneto salva San Francisco

Con la sua reputazione in tutto il mondo come un noto rivoluzionario/terrorista mutante, Magneto venne convinto a trovare una soluzione al problema da Ciclope prima che potesse rendere pubblico che era un residente di Utopia. Kate Kildare, una "specialista di pubbliche relazioni sovrumane", gli consigliò di adottare uno schema di colori del costume contenente il bianco, oltre a convincere il pubblico ad "amarlo e temerlo", ma rifiutò entrambe le idee. Con un terremoto in arrivo a San Francisco, Magneto usò i suoi poteri per stabilizzare gli edifici, le strutture e i veicoli metallici della città e per smussare gli stessi movimenti della terra, prevenendo così gravi danni e salvando molte vite. Di conseguenza, la città iniziò a favorirlo.[84]

Regenesis

All'indomani dello Scisma tra Ciclope e Wolverine, Magneto si schierò dalla parte di Ciclope e si unì alla sua Squadra di estinzione. Quando fu rilasciato il filmato di Magneto che uccideva diversi attivisti anti-mutanti, rimase sorpreso poiché era a miglia di distanza con Ciclope mentre veniva perpetrato il massacro. Furono quindi chiamati a un incontro con Capitan America e Iron Man per discuterne, e Ciclope garantì per lui, dando a Magneto la possibilità di dimostrare la sua innocenza.[85] Il vero perpetratore era un risorto Joseph che era stato riportato in vita da Astra, insieme a una nuova Confraternita di mutanti malvagi composta da cloni deformi degli originali.[85]

Joseph cercò di riportare la paura che il nome di Magneto una volta suscitava, e si alleò con l'attivista anti-mutante Christopher Bach, che desiderava macchiare il nome di Magneto e far apparire i mutanti più pericolosi per favorire il suo piano. Joseph rimproverò Magneto per essersi alleato con gli X-Men e per essere diventato morbido, cosa che Magneto replicò dicendo che stava facendo ciò che aveva sempre fatto: lottare per la sopravvivenza della razza mutante con ogni mezzo necessario. Magneto rapì Astra e la costrinse a rivelare i piani di Joseph, che erano di uccidere tutte le persone in un raduno pro-umanità. Magneto arrivò in tempo per contrastare i piani di Joseph e salvare le persone. Uccise tutti i cloni e reso inabile Joseph, che fu poi rinchiuso nella X-Brig. Tuttavia, Christopher Bach venne ucciso da Magneto durante il caos, che fece finta di non sapere cosa gli fosse successo.[85]

Avengers vs. X-Men

Quando scoppiò la guerra su cosa fare riguardo all'arrivo della Forza Fenice sulla Terra, Magneto si schierò con i suoi compagni X-Men contro i Vendicatori. Quando i Vendicatori invasero Utopia, combatté Iron Man e i due lottarono nello spazio. Mentre Magneto traeva potere da un altro pianeta, percepì che il pianeta veniva distrutto dalla Fenice, che lo distrasse abbastanza a lungo da permettere a Iron Man di sconfiggerlo. Gli X-Men finsero di arrendersi e si teletrasportarono fuori da Utopia.[86]

Magneto, Tempesta e Psylocke si fanno un toast

Magneto aspettò in una casa sicura con Tempesta e Psylocke, mentre Ciclope, Emma Frost, Colosso, Magik e Namor ingaggiarono i Vendicatori sulla luna. Dopo che Iron Man usò un'arma sperimentale sulla Forza Fenice, si divise in cinque pezzi, abitando i cinque X-Men presenti sulla luna. I Cinque della Fenice usarono il loro vasto potere per porre fine a guerre, fame, malattie e sete sulla Terra, e crearono un'utopia globale. I Vendicatori continuarono ad opporsi a loro, credendo che i cinque avrebbero perso il controllo.[87]

I Vendicatori riuscirono a sconfiggere Namor dopo che aveva invaso il Wakanda, portando la sua parte di Fenice agli altri quattro. Più tardi, Colosso e Magik si scontrarono a vicenda dopo aver avuto un litigio (manipolato da uno Spider-Man battuto), con il risultato che Ciclope ed Emma rimasero le ultime due Fenici rimaste. Dopo aver ricevuto tutto quel potere, Ciclope ed Emma iniziarono a perdere il controllo. Emma iniziò un regno di tirannia sugli X-Men, minacciando coloro i cui pensieri le dispiacevano. Magneto tentò di farla ragionare, senza successo. Quindi chiamò il Professor X, dicendogli che avevano bisogno del suo aiuto. I Vendicatori, Xavier e gli X-Men si unirono per affrontare le Fenici. Magneto partecipò alla battaglia finale, ma quando Ciclope prese l'ultimo pezzo di Fenice da Emma e divenne Fenice Nera, fu eliminato. Ciclope venne sconfitto sia da Hope Summers che dalla figlia di Magneto, Wanda, e Hope disperse la Fenice e la usò per riaccendere le mutazioni in tutto il mondo.[88]

Nonostante l'aiuto agli X-Men e ai Vendicatori contro Ciclope ed Emma, ​​Magneto divenne un fuggitivo, come gli altri membri dell'ex Team Estinzione, ma riuscì a rimanere nascosto con l'aiuto di Abigail Brand. Prese contatto con Ciclope e chiese se dovesse farlo uscire, ma Ciclope rifiutò l'idea. Continuò poi a trovare alcuni degli ex membri del'Team: Magik e Danger. Rintracciò anche Colosso, ma decise che sarebbe stato meglio lasciarlo in pace a causa della sua sofferenza per il tradimento di sua sorella. Informò Tempesta sulla posizione di Colosso, lasciando il suo destino a lei.[89] Lui, Magik, e Danger ricevettero un messaggio da Ciclope per farlo uscire e dirigersi verso la prigione. Riuscirono a far uscire Ciclope e insieme partirono per proteggere i nuovi mutanti.[90]

Ribellione Mutante

Magneto, Ciclope e Magik iniziarono a liberare mutanti che erano stati ingiustamente imprigionati da varie autorità, e offrirono loro aiuto per controllare i loro poteri e unirsi alla loro ribellione. Durante il tentativo di liberare Emma Frost, Magneto e Ciclope scoprirono di aver perso il controllo dei loro poteri. Emma rivelò di aver attraversato una situazione simile e disse loro che la Fenice aveva alterato i loro poteri mutanti. Mentre Magneto protestava, dicendo che non era un ospite, Emma gli disse che dal momento che Ciclope lo aveva colpito con una forte dose di energia della Fenice, anche lui era stato colpito. Ciclope promise di trovare un modo per risolverle tutto. Dopo che Emma si unì, fondarono una nuova scuola per mutanti nella vecchia struttura Arma X.[91] Magneto finse anche di fungere da informatore per lo SHIELD, ma si rivelò essere un suo tentativo di infiltrarsi nell'organizzazione.[92]

AXIS

Magneto in seguito lasciò gli X-Men di Ciclope e usò la sua intelligenza, risorse e contatti per rintracciare vari crimini di odio anti-mutanti e assicurarsi che i responsabili pagassero per i loro peccati.[93] Durante una delle sue missioni, scoprì un gruppo di trafficanti di ormone della crescita mutante e, dopo averli uccisi, rapì il loro scienziato per perfezionare la sua formula MGH per ripristinare i suoi poteri.[94]

Sconfiggendo il Teschio

Dopo aver scoperto che il Teschio Rosso trasformò i resti di Genosha in un campo di concentramento mutante, Magneto cercò di infiltrarsi e abbatterlo. Tuttavia, venne catturato dagli S-Men del Teschio.[94] Dopo essere stato salvato da alcuni membri mutanti dell'[[Avengers Unity] Division (Terra-616)|Avengers Unity Division]] che era stata precedentemente rapita da Genosha,[95] Magneto riuscì a uccidere il Teschio Rosso. Tuttavia, il cattivo riapparve poco dopo combinato con Onslaught.[96]

I Vendicatori, gli X-Men e i loro alleati arrivarono in seguito per aiutare a combattere l'Onslaught Rosso dopo che la sua esistenza era stata scoperta. Tuttavia, Onslaught presto schierò la sua variante di Sentinelle creata appositamente per combattere i supereroi.[97] Per questo motivo, Magneto lasciò la battaglia per reclutare un esercito di supercriminali per sconfiggere i robot e il Teschio Rosso. Per fermare finalmente l'Onslaught Rosso, Scarlet Witch e Dottor Destino eseguirono un incantesimo per invertire l'asse della sua mente, che colpì accidentalmente tutti nell'isola, trasformando gli eroi in cattivi, e viceversa.[98]

Quando Scarlet Witch decise di vendicarsi del Dottor Destino per averla manipolata, Magneto e Quicksilver cercarono di fermarla. Durante il combattimento, Scarlet Witch lanciò un incantesimo destinato a coloro che avevano legami di sangue con lei; con sua grande sorpresa, Magneto non ne fu colpito, scoprendo di non avere legami di sangue con chi credeva fosse sua figlia e suo fratello gemello.[99]

Il Dottor Destino tornò con il risorto Dottor Voodoo, usarono il fratello di Voodoo Daniel per possedere Wanda in modo da poter lanciare un incantesimo di reversione. Quando fu lanciato l'incantesimo di reinversione, Magneto tornò alla sua normale personalità.[100]

Poteri

In precedenza si pensava che Magneto fosse un Mutante Livello Alpha,[101] ma è stato recentemente confermato che è Livello Omega.[102] È stato affermato in diverse occasioni come uno dei mutanti più potenti, ed è stato anche descritto più volte come il mutante più potente. Il supercriminale più potente della Terra, ed anche l'essere più potente sulla faccia della Terra. Possiede un'enorme quantità di potere, che è, per tutti gli scopi pratici, illimitato.

Dopo il conflitto tra i Vendicatori e gli X-Men, le abilità di Magneto furono notevolmente ridotte.[103] Inoltre, l'uso prolungato dei suoi poteri ha un impatto fisico su di lui.[104] Usando un MGH estremamente raffinato, è stato in grado di raggiungere i suoi livelli precedenti per un paio d'ore.[105]

Mentre Magneto stava operando con la sua squadra di X-Men e in seguito faceva da mentore agli X-Men dislocati nel tempo, le sue abilità rimasero danneggiate. Dopo un periodo di tempo imprecisato, le sue abilità sembrarono tornare ai livelli di potere precedenti.[106]

IlMaestro del Magnetismo

Magnetocinesi: Magneto ha un controllo completo su tutte le forme di magnetismo, e lo utilizza per manipolare qualsiasi metallo e ottenere una varietà di effetti. Recentemente si è dimostrato in grado di tenere insieme efficacemente la forma senza testa di un Celestiale.[107] Magneto può manipolare il campo elettromagnetico di un intero pianeta e una volta tirò persino indietro il gigantesco "proiettile" metallico dove Kitty Pryde era intrappolata all'interno, che era ad alcuni anni luce dalla Terra,[108] anche se questi sono compiti che richiedono un grande sforzo da parte sua. Il potere di Magneto è paragonabile a quello di Fenice;[109] ha sfruttato il magnetismo per fermare eserciti, sollevare isole dai fondali oceanici, spostare montagne, cambiare il corso dei fiumi e minacciare di devastare il mondo con inondazioni e terremoti. Una volta coprì l'intero globo con un impulso elettromagnetico auto-generato che causò una devastazione diffusa. Inoltre, può usare i suoi poteri magnetici in più di un modo contemporaneamente. Può assemblare completamente una macchina complicata in pochi secondi grazie ai suoi poteri. Non è chiaro se il potere di Magneto sia di natura psichica o puramente fisiologica.

  • Campi di forza magnetici: Magneto di solito si protegge con un campo di forza personale che può espandere rapidamente per proteggere vaste aree. Il suo campo di forza ha resistito agli effetti di più armi nucleari, eruzioni vulcaniche, profondità dello spazio e attacchi da più Vendicatori o X-Men.[110] Rimase intatto anche dopo essere stato attaccato da Ghost Rider ed Ercole. Magneto può anche usare il suo campi di forza per colpire o intrappolare un nemico e anche far levitare oggetti ed esseri nell'aria.
  • Armatura magnetica: Oltre agli evidenti campi di forza esterni, Magneto può rinforzare le fibre metalliche della sua uniforme con campi magnetici, rendendo i suoi vestiti come un'armatura con una durata che si avvicina all'adamantio. Con questa abilità, può resistere ai pugni di avversari come Namor o Colosso e rimanere cosciente.[111]
  • Raggi magnetici: Magneto ha la capacità di sparare raggi potenti e impulsi elettromagneticicapaci di distruggere oggetti sia metallici che non metallici. Può anche usare questa capacità per ferire gravemente i suoi nemici come ha fatto con Tempesta.[33]
  • Volo magnetico: Magneto è in grado di sostenere il volo per distanze molto lunghe e a velocità variabili. Apocalisse, tentando di replicare il potere di Magneto in Mystiqca, menzionò che Magneto si interfacciava con le linee del campo magnetico nei suoi immediati dintorni piuttosto che lungo di essa. Ciò è stato successivamente confermato da Bestia, e in seguito Sinistro, che formarono un'alleanza temporanea per strappare Mystica dall'influenza di Apocalisse. Tuttavia, per viaggiare nello spazio, Magneto è limitato dalla capacità interna del suo campo di forza di respirare.
  • Collegamento geomagnetico: Il gene X di Magneto gioca un ruolo importante nel mediare la percezione tattile del campo elettromagnetico terrestre. Questo tratto è rimasto anche quando è stato reso temporaneamente impotente da Lilandra. Sa istintivamente tutto ciò che gli accade.
  • Riduzione della gravità: Il controllo di Magneto sulla forza magnetica ed elettromagnetica è così raffinato che può escludere la gravità entro un raggio limitato di se stesso invertendo la polarità del campo magnetico terrestre.
  • Manipolazione di metallo/materia: Magneto può percepire e manipolare la materia a livello subatomico.[109] Magneto ha anche dimostrato la capacità di manipolare indirettamente oggetti non metallici tramite minerali metallici che possono contenere. È anche in grado di creare potenti campi elettromagnetici in grado di muovere e manipolare oggetti non metallici, oltre a farli levitare (può farlo anche tramite campi di forza). Può persino percepire tachioni e una varietà di antiparticelle.[112]
    • Morphing mentale: Magneto mostra il potere di legare fisicamente sostanze metalliche ad altri elementi a livello atomico. Questa nuova tecnica consente a Magneto di fondere leghe con sostanze terrose, acquose, gassose e persino organiche. Usare una tale tecnica era il modo in cui avrebbe potuto requisire la fisiologia tecno-organica di Omega Sentinel con tale relativa facilità.[113]
  • Manipolazione organica del ferro: Magneto può controllare le tracce di ferro all'interno della materia organica e può manipolare il flusso sanguigno arricchito di ferro al cervello per indurre potenzialmente effetti molto limitati. Ci sono solo 2,5 grammi di ferro nel flusso sanguigno di un corpo umano sano e forse un grammo al massimo nel resto del corpo. Come riferimento, un penny pesa 2,5 grammi. Magneto ha usato le sue capacità magnetiche per estrarre l'adamantio legato alla struttura scheletrica di Wolverine.[62]
  • Vista elettromagnetica: Concentrandosi, Magneto può percepire il mondo intorno a sé come modelli di energia magnetica ed elettrica. Può percepire le aure elettromagnetiche naturali emanate dagli esseri viventi.
  • Manipolazione dello spettro elettromagnetico: Sebbene il potere principale di Magneto sia il magnetismo, può anche proiettare o manipolare qualsiasi forma di energia all'interno dello spettro elettromagnetico, sebbene questo sia estremamente stancante per lui, quindi si attacca principalmente al magnetismo. Può potenzialmente sparare e assorbire forme di radiazione o energia elettromagnetica, creare calore intenso come radiazione infrarossa e diventare invisibile deviando la luce visibile attorno al suo corpo. Lo spettro elettromagnetico include luce visibile, onde radio, luce ultravioletta, raggi gamma e raggi X.
    • Elettrocinesi: Magneto è in grado di generare e proiettare potenti fulmini di elettricità, grazie alla sua manipolazione sullo spettro elettromagnetico. È in grado di assorbire fulmini e proiettare un'aura elettrica intorno a sé.
    • Creazione di wormhole: Attraverso un'applicazione ancora sconosciuta dei suoi poteri, Erik può aprire wormhole tra due punti nello spazio e nel tempo per attraversare quasi istantaneamente la più invalicabile delle distanze.[114]
    • Fotocinesi: Erik può manipolare, generare e reindirizzare vari campi di luce con la stessa facilità con cui può piegare il metallo alla sua volontà. Può diventare invisibile piegandosi su se stesso,[115] ribaltare i poteri basati sulla luce di Dazzlers contro di lei,[69] creare proiezioni olografiche proiettate da oltre un mondo di distanza e cambiare la traiettoria dei laser.[116]

Proiezione astrale (forse in precedenza): Si è detto occasionalmente che Magneto fosse in grado di manifestare una proiezione astrale di se stesso.[117] "Tuttavia, come tutti i poteri psichici precedentemente attribuiti, questo è stato cancellato dall'esistenza almeno una volta, e non è stato usato da Magneto dai tempi della "Silver Age"(cronologicamente parlando)."

Resistenza telepatica: Magneto si è allenato a fondo per combattere i telepati ed è resistente ai loro attacchi. Questo addestramento è simile a quello impartito agli X-Men e ai Nuovi Mutanti dal Professor X, sebbene gli effetti siano ulteriormente aumentati con l'aiuto del suo elmo, della sua forte volontà e dei suoi poteri elettromagnetici

Abilità

Max Eisenhardt (Earth-616) from Classic X-Men Vol 1 19 0001.jpg

Intelligenza geniale: Magneto è un genio in vari campi scientifici. È un esperto di ingegneria genetica e mutazioni. Ha creato esseri viventi artificiali, ha mutato gli esseri umani per conferire loro poteri sovrumani, ha instillato il controllo mentale genetico, ha creato cloni adulti di esseri umani e ha manipolato le strutture genetiche di quei cloni durante il loro sviluppo. Le sue scoperte nella fisica delle particelle rivoluzionerebbero il campo e lo collocherebbero tra i giganti della storia scientifica se dovessero essere rivelate. Ha progettato velivoli e veicoli spaziali alimentati magneticamente, stazioni spaziali, un complesso sotterraneo che si dice sia un capolavoro di tecnologia automatizzata che renderebbe Tony Stark o Reed Richards orgogliosi, generatori magnetici e macchine in grado di annullare i poteri mutanti entro un raggio di diverse miglia.[118]

Poliglotta: Magneto parla correntemente inglese, arabo, francese,[119] tedesco,[9] ebraico, polacco, russo,[33] ucraino,[119] e yiddish.[120]

Forza di volontà indomabile: Magneto si adopererà per completare i suoi compiti, qualunque cosa serva, con qualsiasi mezzo.

Debolezze

Condizione fisica: La capacità di Magneto di esercitare efficacemente i suoi poteri superumani dipende dalle sue condizioni fisiche. Quando è gravemente ferito, il suo corpo non è in grado di sopportare lo sforzo di manipolare l'energia magnetica. Quando i suoi poteri non sono al massimo, sembra anche avere maggiori difficoltà a utilizzare il suo magnetismo per grandi imprese. È anche suscettibile all'affaticamento fisico e mentale che alla fine può influire sulla sua capacità di usare adeguatamente i suoi poteri, specialmente se li usa eccessivamente o li estende in un breve lasso di tempo.


Equipaggiamento

L'Elmetto di Magneto

Elmetto di Magneto: L'elmo di Magneto è costruito per proteggere la sua mente da sonde psichiche e manipolazioni.

Armatura: Il costume che Magneto indossa è un tipo di armatura che ha creato attraverso l'uso dei suoi poteri magnetici. Il costume è in realtà un amalgama di varie leghe metalliche leggere ma altamente resistenti che lo proteggono ulteriormente da lesioni fisiche. Può anche usare diversi metalli che lo circondano per migliorare la sua armatura, rendendola forte quanto l'Armatura di Iron Man di Tony Stark.[86]

Trasporti

È in grado di volare con il suo stesso potere (cosa che tende a fare la maggior parte del tempo); anche Blackbird degli X-Men, Magik, precedentemente vari aereoveicoli.

Armi

Magneto si basa principalmente sui suoi poteri naturali, anche se occasionalmente ha usato dispositivi alimentati magneticamente che ha inventato, come la sua macchina per indurre terremoti ed eruzioni vulcaniche da lontano. Magneto utilizzava meccanismi per amplificare i propri poteri, ma dal suo ringiovanimento non ne ha più bisogno.

  • Il magnetismo di Magneto è così forte che è stato in grado di piegare l'adamantio nello scheletro di Wolverine e rimuoverlo dal suo corpo.[62]
  • Magneto ha una propensione alla malattia mentale e alla depressione. Ha subito ripetuti episodi di malattie mentali, esaurimenti mentali e mania. Queste tendenze "bipolari" sono state una volta diagnosticate da Moira MacTaggert come un possibile effetto collaterale naturale dei suoi poteri, di cui ha cercato di correggerlo quando è stato ridotto a un bambino sotto la sua cura.[61]
  • Nonostante fosse un adolescente durante l'Olocausto, a causa dell'essere invecchiato fino a diventare un bambino e reinvecchiato fino alla sua giovinezza e successivamente ringiovanito dall'Alto Evoluzionario, Magneto ha il corpo di un uomo nel fiore degli anni.
  • Dopo che Magneto fu creduto morto nell'olocausto di Genoshan, divenne un popolare logo di t-shirt e un'immagine di graffiti.
  • Il supercriminale della DC Comics "Doctor Diehard" di The Extremists è basato su Magneto.
  • Un'immagine ravvicinata di Jack Kirby del volto di Magneto è stata usata come materiale di partenza per "Image Duplicator" di Roy Lichtenstein (1963).
  • Sebbene Magneto sia ebreo, ha mantenuto un'identità da copertina come "Sinte Gypsy" durante la ricerca di sua moglie Magda. Ciò ha creato confusione tra alcuni lettori in merito alla sua eredità. Va notato che questa confusione deriva probabilmente da un fumetto pubblicato nei primi anni '90 che ha tentato di riconciliare Magneto in un Sinti, probabilmente perché la Marvel si stava preparando a rendere Magneto un cattivo mortale di nuovo nel crossover chiamato "Attrazioni fatali" e non volevano muovere accuse di antisemitismo facendo in modo che uno dei loro principali cattivi fosse ebreo. Questo tentativo di retcon è stato corretto alcuni anni dopo, quando è stato rivelato che il nome "Erik Lehnsherr" e l'etnia Sinte facevano parte di un'identità di copertina, come menzionato sopra.
  • La redenzione di Magneto è stata raccontata nelle pagine di New Mutants. Template:Cl è il primo numero ad iniziare a sviluppare l'origine di Magneto come prigioniero di Auschwitz e il suo matrimonio con Magda.
  • Il tatuaggio di Magneto di Auschwitz riportava originariamente il numero 214782 in Template:Cl. Tuttavia, questo era un numero troppo alto per essere stato tra il primo gruppo di prigionieri ad essere tatuato lì. Il numero è stato retcoinnato in Template:Cl al numero 24005, ma è apparso di nuovo come 214782 in Template:Cl.
  • "Eisenhardt", o meglio "eisenhart" significa "duro come il ferro", un nome conveniente per il Maestro del Magnetismo. 
  • Lo pseudonimo di Magneto "Lehnsherr" è spesso pronunciato in modo errato come "Lanshir". In realtà il nome è composto da due parole tedesche: "Leh (e) n" che significa "faida" e "Herr" che significa "padrone" in quel caso. In tedesco la s è a volte un connettivo tra due parole combinate.
  • Magneto si è classificato al primo posto tra i 100 migliori cattivi dei fumetti di IGN nel 2011.
  • L'album "Venus and Mars" dei Wings includeva una canzone sui supereroi chiamata "Magneto and Titanium Man". Si dice che Paul McCartney abbia visitato gli uffici Marvel subito dopo l'uscita dell'album sui Bullpen Bulletins e si dice che fosse un fan della Marvel Comics. La canzone faceva riferimento ai nomi di altri due cattivi Marvel (Titanium Man e Crimson Dynamo). Un'altra canzone con Magneto è "Comic Book Heroes" dei Tearjerkers dalla compilation di vari artisti "Through the Back Door", in cui alcuni dei testi erano "Doc Ock, Von Doom e Magneto, non voglio essere come loro. "
  • "Magneto" era una canzone della band post-hardcore "Brigade", guidata dal fratello di Charlie Simpson, Will.
  • Magneto porta un archivio contenente un ologramma con i nomi di numerosi mutanti uccisi violentemente.[121]
  • Dopo il suo incontro con la Fenice, i suoi poteri ora assomigliano più da vicino ai poteri della sua controparte del film che è in grado di manipolare solo oggetti strettamente metallici.
  • Per gran parte dell'apparizione originale della Confraternita dei Mutanti Malvagi, i suoi membri continuavano a chiamarlo "il Capo", invece di chiamarlo Magneto.
  • Magneto ha cercato di spiegare alla Confraternita dei Mutanti Malvagi che i loro sentimenti personali (e la reciproca avversione tra i membri del team) erano privi di significato. A suo avviso, solo i loro piani erano importanti. Tuttavia, Magneto stesso aveva problemi a controllare la sua rabbia.
  • In una delle prime battaglie tra gli X-Men e la Confraternita dei mutanti malvagi, gli X-Men catturarono Toad e la Confraternita catturò Angelo. Magneto espresse la sua convinzione che il loro ostaggio fosse più prezioso del "pazzo che salta in alto" ed era pronto ad abbandonarlo.
  • Magneto ha affermato di essere in grado di percepire l'avidità e l'invidia del cuore di un uomo, anche quando incontra quest'uomo per la prima volta. Trova facile manipolare gli altri attraverso queste qualità.
  • Per assicurarsi la vittoria sugli X-Men, Magneto era disposto a sacrificare la vita di Quicksilver in un attacco mortale contro di loro. Minacciò di uccidere anche Scarlet Witch, per aver sfidato i suoi ordini.
  • Secondo Mastermind, Magneto non ha né emozioni né cuore.

Scopri e Discuti

Note a piè di pagina

  1. Incredibili X-Men 22
  2. 2,0 2,1 2,2 Star Magazine 37
  3. 3,0 3,1 Capitan America (Corno) 1
  4. Incredibili X-Men 141
  5. 5,0 5,1 Incredibili X-Men 243
  6. House of X 1
  7. Incredibili X-Men 361
  8. Incredibili X-Men 372
  9. 9,0 9,1 9,2 9,3 100% Marvel 86
  10. X-Men Deluxe 129
  11. Amazing Spider-Man 48
  12. Marvel Miniserie 114
  13. Capitan America (Corno) 6
  14. Capitan America (Corno) 7
  15. X-Men Deluxe 202
  16. Thor (Corno) 14
  17. Capitan America (Corno) 8
  18. Capitan America (Corno) 9
  19. Thor (Corno) 61
  20. Capitan America (Corno) 13
  21. Thor (Corno) 24
  22. Capitan America (Corno) 20
  23. Thor (Corno) 65
  24. Capitan America (Corno) 67
  25. Capitan America (Corno) 66
  26. Thor (Corno) 120
  27. Hulk & Difensori 9
  28. Hulk & Difensori 10
  29. Capitan America (Corno) 127
  30. Thor (Corno) 195
  31. Fantastici Quattro (Corno) 188
  32. Thor (Corno) 219
  33. 33,0 33,1 33,2 Amazing Spider-Man 35
  34. Labor 4
  35. Special Guerre Segrete 1
  36. Nuovi Mutanti 17
  37. Incredibili X-Men 13
  38. Nuovi Mutanti 19
  39. Nuovi Mutanti 22
  40. 40,0 40,1 Incredibili X-Men 17
  41. Incredibili X-Men 18
  42. X-Marvel 16
  43. Star Magazine 19
  44. 44,0 44,1 Incredibili X-Men 21
  45. Incredibili X-Men 26
  46. Speciale X-Men contro Vendicatori 1
  47. Speciale Fantastici Quattro contro X-Men 1
  48. X-Marvel 24
  49. Fallen Angels # 1
  50. X-Marvel 28
  51. X-Marvel 30
  52. X-Marvel 31
  53. X-Marvel 32
  54. X-Marvel 36
  55. X-Marvel 37
  56. X-Marvel 40
  57. X-Marvel 42
  58. Incredibili X-Men 41
  59. Incredibili X-Men 46
  60. Vendicatori 4
  61. 61,0 61,1 Incredibili X-Men 50
  62. 62,0 62,1 62,2 Incredibili X-Men 65
  63. Incredibili X-Men 76
  64. X-Men Deluxe 22
  65. Incredibili X-Men 100
  66. Incredibili X-Men 102
  67. Incredibili X-Men 113
  68. Incredibili X-Men 126
  69. 69,0 69,1 Incredibili X-Men 140
  70. Incredibili X-Men 158
  71. Incredibili X-Men 161
  72. X-Men Deluxe 121
  73. Marvel Miniserie 69
  74. Thor 87
  75. 75,0 75,1 75,2 Marvel Miniserie 72
  76. Wolverine 205
  77. Thor 96
  78. Incredibili X-Men 216
  79. Incredibili X-Men 218
  80. Incredibili X-Men 222
  81. Incredibili X-Men 225
  82. Incredibili X-Men 235
  83. Incredibili X-Men 248
  84. X-Men .1
  85. 85,0 85,1 85,2 X-Men Deluxe 210
  86. 86,0 86,1 Marvel Crossover 78
  87. Incredibili X-Men 271
  88. Marvel Miniserie 134
  89. Marvel Miniserie 135
  90. Marvel Miniserie 136
  91. Nuovissimi X-Men 1
  92. Incredibili X-Men 279
  93. Incredibili X-Men 292
  94. 94,0 94,1 Incredibili X-Men 297
  95. Incredibili X-Men 298
  96. Incredibili Avengers 24
  97. Marvel Miniserie 157
  98. Marvel Miniserie 158
  99. Marvel Miniserie 159
  100. Marvel Miniserie 160
  101. Marvel Miniserie 39
  102. Incredibili X-Men 356
  103. Incredibili X-Men 294
  104. Incredibili X-Men 296
  105. Incredibili X-Men 300
  106. X-Men: Nero 1
  107. Incredibili X-Men 265
  108. Incredibili X-Men 249
  109. 109,0 109,1 Thor (Corno) 221
  110. Eterni 29
  111. X-Marvel 19
  112. Iron Man e i potenti Vendicatori #1
  113. Incredibili X-Men 192
  114. X-Men Deluxe 130
  115. Play Book 1
  116. Incredibili X-Men 310
  117. X-Men Deluxe 71
  118. X-Men: Earth's Mutant Heroes # 1
  119. 119,0 119,1 Incredibiili X-Men 22
  120. Incredibiili X-Men 249
  121. 121,0 121,1 Incredibili X-Men 295



Ti piace? Facci sapere!

*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.