Questa è una versione ridotta della storia di Nicholas Fury. Per una storia completa vedi Storia estesa di Nicholas Fury

Primi anni

Maggiore di tre figli, Nicholas Joseph Fury crebbe nell'era della depressione a New York City con suo fratello Jacob e sorella Dawn. La madre di Fury morì mentre era molto giovane e suo padre Jack Fury, un pilota americano che si unì allo sforzo bellico britannico durante la Prima Guerra Mondiale, si risposò, e i bambini furono cresciuti dalla sua matrigna dopo la morte prematura di Jack. Nick scoprì del servizio militare di suo padre solamente dopo che divenne lui stesso un soldato all'estero. Vivendo nelle difficili strade di Hell's Kitchen, Fury divenne presto amico di Red Hargrove, che aiutò a stare lontano dai guai. Spesso Fury confinava sul ring di pugilato o nella Lega Atletica della Polizia dove divenne uno dei migliori tiratori.

Seconda Guerra Mondiale

Nick Fury e Hargrove attirarono l'attenzione del Lt. "Happy Sam" Sawyer che li arruolò per una missione speciale in Olanda. In questa missione Fury fece la conoscenza del suo futuro amico per tutta la vita, l'uomo forte del circo Timothy "Dum Dum" Dugan. Vedendo in prima persona la minaccia nazista, Hargrove affermò che si sarebbe arruolato, e Fury che lo avrebbe seguito. Tuttavia Fury non si arruolò fino al 1941, dove ricevette nove settimane di addestramento di base a Fort Dix senza Red Hargrove, sperando di cavalcare l'ondata di disoccupazione negli Stati Uniti. Alla fine Fury si riunì con Hargrove, entrambi di stanza a Pearl Harbor.

A seguito dell'attacco giapponese a Pearl Harbor, Fury venne spronato dalla morte di Hargrove durante l'attacco per unirsi ai Rangers statunitensi, e alla fine fu reclutato e riunito con il capitano Sawyer che gli assegnò il comando della prima squadra d'attacco; alias "Howling Commandos", una banda di soldati appositamente addestrata che intraprese alcune delle missioni più pericolose della guerra. Insieme a Dum Dum Dugan come secondo in comando, Fury guidò Gabe Jones, Robert "Reb" Ralston, Dino Manelli, Izzy Cohen e Jonathan Juniper, così come le loro aggiunte successive Percival Pinkerton e Eric Koenig, contro artisti del calibro di Teschio Rosso, Barone Heinrich Zemo, e altri cattivi dell'Asse, combattendo al fianco di eroi di guerra come Capitan America e Bucky. Come leader dei Howling Commandos, Fury partecipò a moltissime missioni, che andavano dalle infiltrazioni dietro le linee nemiche al lavoro in incognito. Fu durante una di queste missioni che incontrò per la prima volta Reed Richards che sarebbe diventato Mister Fantastic, leader dei Fantastici Quattro.

Fury, Capitan America e gli Howling Commandos durante la Seconda Guerra Mondiale

Durante la guerra, Fury si trovò per la prima volta contro il suo nemico più pericoloso, il Barone Wolfgang Von Strucker. Sconfitte umilianti di Strucker per mano di Fury avrebbe spinto il Barone a dedicare una vita in cerca di vendetta. Tra gli eventi formativi durante questo periodo della sua vita ci furono le amicizie fatte con Dum Dum Dugan e Gabe Jones (entrambi lo seguiranno nello S.H.I.E.L.D.), e i combattimenti a fianco del compagno eroe di guerra Capitan America. Durante la guerra, Fury incontrò anche Lady Pamela Hawley, che sarebbe diventata il ​​suo primo (e alcuni dicono il solo vero) amore. Tragicamente morì prima che Fury fosse in grado di proporle il matrimonio. Durante la sua relazione con Hawley, incrociarono i percorsi con il Doctor Strange in un assaggio delle sue future strane e straordinarie avventure. Durante la guerra Fury e i suoi Commandos affrontarono minacce superpotenti che inclusero vampiri ed esseri di altre dimensioni.

Formula dell'Infinito

Due gravi ferite subite durante questo periodo portarono un grave impatto nella sua vita futura: un'esplosione di granate iniziò un lento deterioramento della vista nell'occhio sinistro, e un incidente di mine antiuomo che portò all'iniettamento di Fury con la Formula dell'Infinito del Professore Berthold Sternberg in Francia.

La Formula dell'Infinito rallentò sostanzialmente il suo processo di invecchiamento, anche se ciò fu una lama a doppio taglio: sebbene la sua vita fosse stata salvata, le conseguenze della Formula lo avrebbero perseguitato per tutta la vita poiché avrebbe visto molti amici invecchiare e morire, così come diventare il bersaglio di vari criminali che bramavano il suo segreto.

I giorni di Fury alla CIA

CIA

Per la maggior parte dei soldati, dopo il V-J Day la guerra era finita, era tempo di tornare a casa e vivere di nuovo una vita normale. Questo non fu il caso di Nick Fury. A seguito di una serie di missioni "mop-up" con gli Howlers, il Sergente Fury fu riassegnato e lasciò i suoi compagni di guerra in Francia, diretti a Okinawa. Le sue abilità furono rapidamente messe a frutto con la crescente comunità di Intelligence. L'ufficio dei servizi strategici riconobbe il potenziale di Fury durante la guerra, utilizzandolo per alcune missioni nella Francia occupata dai tedeschi, e in base a ciò fu reclutato ufficialmente dal colonnello Tom Lynaugh nel 1954. Fu trasportato in aereo a Langley dove iniziò l'addestramento come un agente per la Central Intelligence Agency, dove prestò servizio fino alla sua nomina allo S.H.I.E.L.D.

Durante questi anni, Fury vide l'azione durante la guerra di Corea, riunendosi brevemente con alcuni degli ex Commandos che si ricostituirono. In una missione particolare, gli Howlers si unirono a Fury e al colonnello "Happy" Sam Sawyer per una missione segreta per distruggere una base aerea MIG, una missione che fece guadagnare a Fury una meritata commissione sul campo da brevetto per il colonnello. Fury fu anche coinvolto nella lotta contro le forze comuniste cinesi.

Negli ultimi 30-35 anni, Nick Fury reclutò Richard Parker nella CIA.

Preannunciando il suo pesante coinvolgimento con i supereroi come direttore dello S.H.I.E.L.D., Fury reclutò gli allora creati Fantastici Quattro per indagare su ciò che si rivelò essere un complotto di Hate-Monger.[8] L'occhio di Fury iniziò a peggiorare in questo periodo.

Durante una missione in Kansas, Fury si ritrovò a cercare di combattere gli alieni noti come Tribelliani. Le sue forze furono sopraffatte, ma le cose andarono per il verso giusto una volta che Woody McCord arrivò e sconfisse i mostri prima di essere ferito a morte. Howard Stark, il partner di McCord, arrivò sulla scena e scoprì Fury insieme al cadavere di Woody. Decise di mostrare a Fury il lavoro che McCord aveva svolto come difensore della Terra, neutralizzando qualsiasi potenziale minaccia per il pianeta, e gli offrì il lavoro di Woody. Fury accettò e nei successivi anni combatté segretamente diverse minacce super umane, dagli alieni ai mostri sotterranei, agli esseri extra-dimensionali.[6]

Grande Cerchio

The Grande Cerchio

Nel 1961 Nick Fury, insieme agli altri agenti dell'intelligence John Garrett, Thomas Davidson, Vasili Dassaiev, Cornelius van Lunt, Barone Strucker, Dum Dum Dugan, Shoji Soma, Jake Fury, Daniel Whitehall e Viktor Uvarov, vennero chiamati da Leonardo Da Vinci, alias Ariete, per formare il Grande Cerchio dello zodiaco. A ciascun membro vene assegnato un nome in codice dal Calendario dello Zodiaco, con Fury come "Gemelli".

Durante una missione in Francia, Fury, suo fratello Jake (Scorpione) e Thomas Davidson (Vergine), incontrarono la tecnologia dell'era rinascimentale che sarebbe stata successivamente ingegnerizzata nel Life-Model Decoy. Jake involontariamente si avvicinò troppo e lo attivò. La tecnologia si attaccò a lui e a Davidson, creando entrambi i modelli di LMD. Nick decise di mantenere questo segreto.[3]

Il Grande Cerchio in seguito si divise a causa del tradimento di Vasili Dassaiev e Viktor Uvarov. Ciò portò alla creazione di S.H.I.E.L.D., Hydra, Leviathan e del Cartello dello zodiaco.

S.H.I.E.L.D.

Fury venne contattato dal Consiglio di amministrazione della nuova organizzazione internazionale di spionaggio S.H.I.E.L.D. (Supreme Headquarters International Spionage Law-Division Division) e gli venne offerto la direzione da Tony Stark.

Fury rimase direttore di S.H.I.E.L.D. per molti anni. Al suo fianco vi erano i compagni Howlers Dum Dum Dugan e Gabe Jones, oltre all'amore di lunga data, la bellissima agente Contessa Valentina Allegra de la Fontaine. Il suo comando allo S.H.I.E.L.D. coincise con l'ascesa all'Hydra da parte della vecchia nemesi di Fury della Seconda Guerra Mondiale, il barone Von Strucker. La Guerra Fredda si scatenò con una guerra tra Hydra e S.H.I.E.L.D., provocando un colpo quasi fatale ad Hydra Island, dove Fury affondò la base con il suo leader bloccato all'interno del suo nucleo atomico.

Fury servì l'incarnazione originale dello S.H.I.E.L.D. sia come capo amministrativo che come comandante in campo. La sua impavida leadership fece sopravvivere l'organizzazione attraverso una miriade di crisi e l'aiuyò a diventare la principale agenzia di operazioni segrete al mondo. Fury e lo S.H.I.E.L.D. contrastarono numerose e importanti minacce alla libertà del mondo lanciate da gruppi come l'Hydra e il Cartello dello zodiaco, guidati contemporaneamente da Scorpione, un LMD del fratello di Fury Jacob. Fury aiutò anche i supereroi della Terra, e lo S.H.I.E.L.D. guidò le difese della Terra durante molte delle sue peggiori crisi, tra cui l'invasione aliena Dire Wraith, attacchi di criminali del calibro di Artiglio Giallo e Loki e cacciare creature come Godzilla ed Hulk.

Dopo lo scontro finale contro Hydra, lo S.H.I.E.L.D. a poco a poco crebbe fino a diventare una vasta rete internazionale di cui nemmeno Fury poteva sovrintendere personalmente. Così nel 1988 scoppiò la Deltite Affair, in cui un gruppo di LMD rivelò che stavano manipolando lo S.H.I.E.L.D., l'Hydra e persino la Roxxon Oil nel tentativo di conquistare il pianeta. La fase più importante del piano prevedeva la sostituzione di agenti con LMD avanzati. Ciò pose fine allo S.H.I.E.L.D. e mandò Fury in esilio autoimposto.

File:Nick Fury (11).jpg

Nick Fury, Direttore dello S.H.I.E.L.D.

Un anno dopo, gli eventi progettati sia dal defunto Barone Strucker che dall'Artiglio Giallo, riportarono Fury fuori dal suo esilio e quindi una seconda S.H.I.E.L.D. venne commissionata nuovamente dalle Nazioni Unite con Fury come direttore. Questa incarnazione dello S.H.I.E.L.D. faticò a prendere piede con il risentimento di altre agenzie di spionaggio e il compito di riunire risorse e forza lavoro sufficienti per combattere le crescenti minacce internazionali.

Una di queste minacce fu ancora una volta l'Hydra, guidata da un risorto Von Strucker, i cui piani di paralizzare il primo S.H.I.E.L.D. ebbero abbastanza successo da consentire una rappresaglia dell'Hydra contro la nuova, ma più debole agenzia. L'attacco uccise 1.500 agenti e lasciò Fury amareggiato e vendicativo. Alla fine Fury riuscì a sconfiggere Von Strucker e porre fine alla sua esistenza.

Fury si ritrovò a schierarsi sempre più contro i suoi amici, incluso Capitan America durante la crisi di Genosha e usato come pedina per raccogliere teste calde come Cable e Ghost Rider per usi sovversivi all'interno del governo. Peggio ancora dovette cacciare suo figlio, Mikel, che utilizzò l'identità dello Scorpione per combattere in una guerra civile in Carpassia.

Fury affrontò conflitti interni quando la defezione dell'ex interrogatore del KGB Dimitri Panshin istigò una fazione sovversiva all'interno dello S.H.I.E.L.D. per far pagare Panshin dei i suoi crimini. Fury e Capitan America si unirono a Titanium Man e all'AIM per fermare i rinnegati. Probabilmente a causa della vicenda degli agenti rinnegati, lo S.H.I.E.L.D. dovette affrontare gravi riduzioni dei finanziamenti. Con un ridimensionato, Fury fu felice di ricongiungersi con suo figlio Mikel nel 1995. Insieme, padre e figlio aiutarono a contrastare un piano di vendetta dell'ex moglie del capo della cellula di New York dell'Hydra, coinvolgendo una bomba a mini-neutroni. Più tardi fermarono un racket di armi del mercato nero per finanziare le bande di strada di Hell's Kitchen.

Fury fece costruire a Tony Stark un "perfetto" L.M.D. (forse basato sul LMD Deltite) che prese il suo posto mentre impegnato ad indagare su un messaggio del suo predecessore. Le sue indagini lo portarono di nuovo ai livelli inferiori di quello che una volta era lo S.H.I.E.L.D., fino a trovarsi bloccato in una trappola che lo ospitò in una dimensione tascabile. In un colpo di fortuna, l'uso dell'LMD Fury coincise con un tentativo sulla vita di Fury da parte di Spook, un sovversivo che cercava il controllo dello S.H.I.E.L.D., provocando un lavaggio del cervello del Punitore sulla "morte" di Nick Fury.[9]

Ritirato dalla dimensione tascabile dall'ex agente Sharon Carter, il vero Nick Fury tentò ancora una volta di impostare lo S.H.I.E.L.D.; scoprì un progetto NEMESIS non autorizzato della EXTECHOP e successivamente prese un breve periodo di assenza dalla direzione per indagare sulla scomparsa dell'agente David Ferrari. Fury cercò di farsi carico di un'agenzia che era diventata ancora una volta troppo grande per essere gestita da solo.

Forse la più grande minaccia per lo S.H.I.E.L.D. arrivò con il dirottamento dell'helicarrier da parte del Teschio Rosso, portando a una caccia che culminò in una battaglia con il nuovo Mangiapeccati e il Teschio.

A seguito degli attacchi alle Torri Gemelle dell'11 settembre 2001, Nick Fury e lo S.H.I.E.L.D. trovarono il loro ruolo ampliato per far fronte alle crescenti minacce terroristiche e alle tattiche più forti impiegate sia dai supereroi che dai supercriminali. Recenti incarichi hanno incluso il trattare insieme ai Fantastici Quattro con Destino, difendersi da attacchi meteorologici agli Stati Uniti da parte di un ribelle agente dello S.H.I.E.L.D. e salvaguardare Tony Stark dai tentativi di assassinio.

Quando il Teschio Rosso fu ucciso, Nick andò, insieme a Capitan America e l'agente 13, a indagare. I tre iniziarono una ricerca incessante per rintracciare la persona responsabile e ottenere il potente Cubo Cosmico. Ciò li mise in conflitto con il generale Aleksander Lukin e il misterioso Soldato d'Inverno.

Quasi contemporaneamente, lo S.H.I.E.L.D. subì un duro colpo dalla Mano e dall'Hydra. Fury ed Elektra lavorarono insieme per fare un lavaggio del cervello a Wolverine in custodia. Ci riuscirono, ma non prima che Elektra fosse uccisa e resuscitata dalla Mano. Il lavaggio del cervello di Wolverine venne invertito appena in tempo per aiutare a respingere le dozzine di mutanti che furono ipnotizzati per attaccare l'Helicarrier dello S.H.I.E.L.D. e le basi di tutto il mondo. Lo S.H.I.E.L.D. fu distrutto, e Nick ne uscì in condizioni critiche.

Secret War

Fury alla fine scoprì che molti criminali venivano forniti di alta tecnologia attraverso il primo ministro lettone Lucia von Bardas. Presentò le prove al Presidente, che decise di non fare nulla al riguardo. Apparentemente, perché il governo degli Stati Uniti aveva finanziato il restauro di Latveria dalla caduta di Destino ed aveva paura che si ritorcesse contro di loro. Rendendosi conto che la chiusura di un occhio da parte del presidente sarebbe costato diverse vite, Fury riunì Capitan America, Luke Cage, Daredevil, Spider-Man, Vedova Nera, Wolverine e Daisy Johnson nel montare una "Guerra Segreta" contro la Latveria.[10] Poiché il semplice assassinio di von Bardas non avrebbe fermato l'imminente attacco contro gli Stati Uniti, Fury fece abbattere Castle Doom su di lei. In qualche modo riuscì a coprire tutto questo e a far scordare la memoria di ciò a tutti, tranne a Vedova e Johnson.

Un anno dopo, von Bardas fu scoperto essere viva e mandò malvagi potenziati tecnologicamente contro i partecipanti alla Guerra Segreta. Collegò quindi tutta la tecnologia per creare una bomba antimateria in grado di distruggere gli Stati Uniti. Tuttavia, solo il tempestivo intervento di Daisy fermò il suo piano folle. Fury aggiornò quindi ai Vendicatori, i Fantastici Quattro e gli X-Men sulla Guerra Segreta.

In seguito, Fury non fu più responsabile dello S.H.I.E.L.D., venendo sostituito da Maria Hill. I vecchi sostenitori di Fury, come Dum Dum Dugan, furono emarginati il ​​più possibile nel tentativo di creare un divario tra lo S.H.I.E.L.D. e vigilantes in costume.[11]

Civil War

Con lo scoppio della Guerra Civil tra supereroi, Nick rimase nascosto, usando le basi del vecchio S.H.I.E.L.D. come quartier generali. Fury permise a Cap e ai suoi Vendicatori Segreti di usare uno di questi come base, e aiutò la loro causa, in particolare gli sforzi del riformato Soldato d'Inverno.[12]

Secret Invasion

I Secret Warriors di Fury

Fury fu a lungo consapevole dei piani degli Skrull, prima ancora che questi si rivelassero, dopo che un impostore nei panni della Contessa de la Fontaine tentò di sedurlo ed estrarre delle password S.H.I.E.L.D. da lui. Divenne sospettoso e la uccise. Successivamente si nascose e iniziò a riunire una nuova squadra di Howling Commandos, composta da adolescenti con superpoteri non registrati, addestrati personalmente dallo stesso Fury per combattere questa minaccia. Fece di Jessica Drew la sua talpa sia nell'Hydra]] che nello S.H.I.E.L.D. Tuttavia, i dottori Hydra che tentarono di ripristinare i suoi poteri erano in realtà agenti Skrull, che usaorno il suo DNA in modo che la loro regina Veranke potesse prendere il suo posto.

Fury portò i suoi Commandos direttamente nella mischia a New York City, aiutando a evacuare civili e eroi abbattuti quando iniziò l'invasione. Dopo una breve discussione con Norman Osborn, Iron Man, e poi un incontro diretto con gli Skrull, la battaglia tra l'intero esercito di invasori ed eroi e cattivi esplose.

Dopo la fine della battaglia, Iron Man e altri Vendicatori abbatterono la flotta e trovarono una nave che trasportava tutti gli eroi originali che furono sostituiti con Skrull, tra cui Dum Dum Dugan e un certo numero di agenti S.H.I.E.L.D.[13]

Nick Fury: Agente del Nulla

Dark Reign

Con Fury come un fuggitivo governativo per la sua Guerra segreta, era presumibile che anche la sua squadra aiutasse e favorisse un fuggitivo e che potesse anche essere giustificata per l'arresto. La loro esistenza venne resa pubblica e l'obiettivo del team di sconfiggere gli Skrull venne raggiunto.

Fury indagò su un segreto S.H.I.E.L.D. con base a Chicago che non esisteva nei database ufficiali. Analizzando il suo contenuto, scoprì che lo S.H.I.E.L.D. era sempre stato controllato dall'Hydra, che aveva anche collegamenti con i dipartimenti di sicurezza dei governi americano, canadese e russo. Rendendosi conto che tutto il suo lavoro era stato una grande menzogna, raccolse i suoi Commandos per prepararsi a contrastare la rinnovata minaccia e a rovesciare il corrotto H.A.M.M.E.R., creato dall'ex Green Goblin, Norman Osborn, dopo essere stato incaricato dal governo dopo aver ucciso la regina Veranke. Ma per sconfiggere due avversari che controllavano enormi eserciti, Fury ebbe bisogno di un suo esercito. Assunse i servizi della Howling Commandos PMC, guidato da Dum Dum e 1200 agenti S.H.I.E.L.D. che rifiutarono il trasferimento automatico all'H.A.M.M.E.R., prima di rubare tre Helicarrier di disattivazione e convincere 3000 agenti H.A.M.M.E.R. ad unirsi a lui.

Fury riattivò i servizi di John Garrett, necessitando del suo aiuto per determinare la fedeltà di un ex agente S.H.I.E.L.D., Seth Waters. Garrett tornò da una missione con successo, determinando che Waters stava lavorando per un gruppo sconosciuto che era fortemente collegato al governo. Pertanto, Fury irruppe nella Torre dei Vendicatori, dove fu costretto dallo stesso Osborn a interrogare Waters. Quindi fuggì con i dati, apprendendo che c'era un gruppo chiamato Leviathan, molto simile all'Hydra, che fu fondato dal governo sovietico.[14]

Secret Invasion Vol 1 4 Leinil Yu Variant Textless.jpg

Un mese dopo, Fury fece radunare il suo esercito. Presentò Daisy Johnson ad altri capi squadra, Alexander Pierce e Mikel Fury, e disse loro che le loro squadre avrebbero lavorato insieme per la tempesta in arrivo.[15]

Heroic Age

Mentre Fury rimase sottoterra, permettendo a Steve Rogers di assumere il comando ufficiale del lato super-spia delle cose, rimase in contatto con gli eroi della Terra e monitorò le loro attività. Fornì ai Nuovi Vendicatori un siero speciale, creato con una combinazione del Siero del Super-Soldato e della Formula dell'Infinito, per aiutare Mockingbird che venne sparata durante un raid in una base H.A.M.M.E.R.[16] Fury successivamente spese l'ultimo campione della Formula per salvare la vita di Bucky. Rimase immortale a causa di tracce della formula nel suo corpo.[17]

Original Sin

Quando l'armeria dell'Osservatore fu rubata e uno dei suoi occhi gli fu cavato da Orb, dal Dottor Midas e dall'Exterminatrix, Nick Fury arrivò alla Cittadella degli Osservatori per indagare su chi fosse il colpevole. Uatu si rifiutò di dirglielo, poiché era suo dovere non agire, ma solo guardare. Dopo aver realizzato che gli occhi dell'Osservatore erano il luogo dove erano state salvate le cose a cui aveva assistito, e che l'unico modo per fermare i criminali prima che potessero fare qualsiasi cosa era avere uno degli occhi, per fargli rivelare le loro identità, Fury uccise l'Osservatore e prese l'occhio rimanente.[18]

Fury mostra la sua età

Mentre un LMD di lui e dei Vendicatori conduceva un'indagine per scoprire chi avesse attaccato l'Osservatore, Fury decise che la sua vita stava per concludersi e che aveva bisogno di trovare un sostituto per la sua posizione. I suoi candidati erano Pantera Nera, Dottor Strange, Ant-Man, Emma Frost, Gamora, Soldato d'Inverno e il Punitore. Li contattò segretamente per un'indagine che aveva l'obiettivo apparente di trovare l'assassino di Uatu.[18] Il dottor Strange e il Punitore rapirono l'Orb dalla Torre dei Vendicatori dopo che il cattivo fu catturato con uno degli occhi di Uatu, poiché poteva percepirli e portarli dove erano. Il Soldato d'Inverno realizzò che Nick Fury aveva mentito a loro; uccise l'LMD che era con i Vendicatori, poi prese l'occhio che l'LMD aveva preso da Orb e usò il chip del robot per rintracciare il vero Fury.[19]

Tutti gli eroi selezionati da Fury furono riuniti su un satellite segreto, dove trovarono il vecchio Nick Fury.[20] Fury raccontò che, poiché ora mancava nel suo sangue la Formula dell'Infinito, stava rapidamente invecchiando e morendo, quindi aveva bisogno di un rimpiazzo. Quando Fury fu avvisato che il corpo dell'LMD lasciato con i Vendicatori si era auto-distrutto perché qualcuno stava cercando di investigarlo, prese uno degli occhi dell'Osservatore da Bucky e si chiuse in una stanza sicura, mentre cercò di utilizzare il secondo occhio. Quando i Vendicatori arrivarono al satellite, mentre Iron Man rintracciava il segnale dall'LMD, Fury affrontò gli eroi, equipaggiato con un'armatura mentre teneva i due occhi dell'Osservatore, sostenendo che i suoi occhi furono aperti.[6]

Fury riuscì a respingere gli eroi e tornare alla cittadella degli Osservatori, dove il Dottor Midas stava cercando di acquisire più potere di lui. Fury combatté Mindless Ones di Midas, durante il quale uno degli occhi dell'Osservatore gli fu strappato da Orb, e fu quasi sconfitto, fino a quando gli eroi scelti da Fury lo raggiunsero, e riuscì anche a ottenere la confessione da lui che era colui che aveva ucciso Uatu. Fury affrontò quindi Midas, che stava diventando più potente assorbendo i poteri dal cadavere di Uatu. Costringendo Midas ad assorbire il potere dell'occhio dell'Osservatore che aveva lasciato, Fury lo sovraccaricò e uccise il cattivo in un'esplosione, che apparentemente uccise anche Fury. Dopo l'esplosione, gli altri Osservatori punirono Fury per i suoi numerosi peccati trasformandolo in un Osservatore silenzioso incatenato alla Terra, costringendolo a guardare ma non interferire mai, prendendo il nome dell'Invisibile.[18]

Riformando gli Exiles

A causa dei poteri da Osservatore, l'Invisibile notò l'emergere di una creatura chiamata Time-Eater che divorava intere linee temporali più velocemente di quanto ne potessero essere create di nuove. Per indagare su di esso, l'Invisibile usò il Tallus per attirare Blink nell'Area Blu della Luna, in modo da poter usare la sua esperienza di esplorazione multiversale per assemblare una nuova incarnazione di Exiles.Dopo che Tallus aiutò Blink a reclutare i suoi compagni di squadra, tornò sulla Luna per riferire all'Invisibile. Un gruppo di Osservatori sembra lo punì per aver infranto il voto di non interferenza, e nella successiva alterazione il Tallus venne frantumato, facendo volare gli Exiles nel flusso temporale.[21]

Poteri

Conoscenza Cosmica: L'Invisibile possiede la capacità di osservare diverse linee temporali, similmente all'Osservatore, permettendogli di vedere il passato, i possibili futuri e persino le linee temporali alternative.[21]

Abilità

Maestro nelle Arti Marziali: È un esperto di combattimenti disarmati e armati, era un pugile nell'esercito e ha una cintura nera nel Tae Kwon Do e una cintura marrone nel jiu-jitsu.[11] Fury ha affinato le sue abilità di combattimento per resistere contro Captain America, forse il miglior esperto di combattimenti disarmati del mondo.

Maestro tattico e stratega: È un abile stratega. Era stato ampiamente considerato uno dei più grandi tatticisti del pianeta, sia dentro che fuori dal campo di battaglia. È in grado di formulare strategie di battaglia e il suo brillante senso tattico gli consente di modificare qualsiasi strategia per adattarsi alle mutevoli esigenze della situazione. Durante gli eventi di Original Sin, si mostrò un esperto manipolatore, apparentemente orchestrando tutti gli eventi, ad eccezione dell'arrivo dei Vendicatori.[6]

Operatore militare avanzato:Fury si è formato come paracadutista, ranger, esperto di demolizioni e pilota di veicoli. Possiede una licenza illimitata per tutti i mari come comandante di navi oceaniche. Ha completato l'addestramento sui berretti verdi e neri delle Forze Speciali, ed è stato un agente dell'OSS (Office of Strategic Services) e un collegamento dell'MI-5 (British Secret Intelligence).[11]

Esperto tiratore:È un tiratore d'eccezione per ogni tipo di arma da fuoco, ed a volte viene raffigurato ambidestro. È abile nel tiro a segno e nel lancio di coltelli.

Competenza nelle armi:È abile nel maneggiare spade, pugnali, lanciare coltelli, bastoni, tonfa, asce e mazze.

Poliglotta: 'Fury parla fluentemente inglese, tedesco, russo e giapponese. Potrebbe conoscere altre lingue.

Esperto conducente di veicoli: Fury è esperto nella guida di auto, motociclette, camion, autocisterne, elicotteri, barche a motore, sottomarini e alcuni tipi di treni e veicoli commerciali.

Livello forza

Nick Fury possiede la normale forza umana di un uomo nei suoi anni di mezza età e con la sua stessa altezza e corporatura che si impegna in un intenso esercizio fisico regolare.

Debolezze

  • Benda di Nick Fury: Ha una perdita della vista del 95% nell'occhio sinistro ferito, su cui indossa una benda.

Equipaggiamento

Uniforme S.H.I.E.L.D. realizzata in Kevlar a 9 strati (in grado di resistere a urti balistici fino a proiettili di calibro .45) e tessuto beta, un materiale resistente al fuoco la cui temperatura di accensione è di 930° C. Numerosi accessori S.H.I.E.L.D. tra cui una cravatta con collegamento radio e una tuta antiproiettile.

Armi

Pistola ad ago personalizzata con un caricatore da 300 colpi, una pistola governativa calibro .45 automatica, una Luger tedesca in parabellum da 9 mm, una PPK Walther semi-automatica modificata in parabellum da 9 mm e la pistola per macchina Ingram MAC-10 calibro .45. Inoltre, diverse armi S.H.I.E.L.D., convenzionali e non.

  • Fury era un agente S.H.I.E.L.D. di livello dieci,[22] l'unico Ufficiale dello S.H.I.E.L.D. di trentatreesimo grado,[12] e aveva una autorizzazione per il Codice Bianco.[10]
  • Nick Fury è apparso nel romanzo dell'autore Will Murray, Nick Fury, Agent of S.H.I.E.L.D.: Empyre.

Scopri e Discuti

Note a piè di pagina



Ti piace? Facci sapere!

*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.