Character Template HelpHelp.png
Vero Nome
Information-silk.png
Altri Alias
Information-silk.png
Padre di Tutti, Val-Father, the All-God, Atum-Re, Infinito, Wōden/Woden (nome Anglosassone), Wotan (vecchio nome Germanico), Wulf il Vagabondo, il Cacciatore Selvaggio, Orrin, Farma-god, Hanga-god, Hapta-god, Harbard, Sigtyr, Wad, Raven-God, Odino l'Usurpatore, Distruttore, Dissacratore, Odin Giant-Killer

Identità
Information-silk.png


Parenti
Buri (Tiwaz) (nonno paterno);

Bolthorn (nonna materna);
Bor Burison (padre, deceduto);
Bestla (madre);
Mimir Burison (zio paterno);
Njord (zio paterno);
Skadi (zia paterna);
Vili, Ve, Cul (fratelli);
Frigga (moglie);
Freyr (cognato);
Gullveig (cognata);
Thor (figlio di Jord);
Vidar (figlio di Grid);
Balder (figlio di Frigga);
Tyr, Hermod (presumibilmente figli di Frigga);
Angela (figlia di Frigga);
Laussa (figlia di Frigga e Surtur);
Red Norvell (figlio adottivo);
Loki (figlio adottivo, deceduto);
Hoder (nipote);
Aske e Embla (creazioni, deceduti); Donald Blake (creazione)

Famiglia allargata di Loki e altri

Universo
Information-silk.png

Base Operativa

Caratteristiche
Genere
Information-silk.png

Altezza
Information-silk.png
2.1 m

Peso
Information-silk.png
650 lbs (295 kg) 700lbs in prime

Occhi
Information-silk.png

Capelli
Information-silk.png
Bianchi, precedentemente biondi

Caratteristiche Particolari
Gli manca un occhio

Stato
Cittadinanza
Information-silk.png

Stato Civile
Information-silk.png

Occupazione
Divinità; Monarca di Asgard; Dio Asgardiano del Cielo, Vento, Saggezza, Arte, Tempo e Morte; Guerriero

Origine
Origine

Luogo di Nascita


Prima apparizione
Prima apparizione in Italia

Sconosciuta


Storia

Origini

Come con altri Asgardiani nati dopo Buri, Odino e il suo pantheon hanno subito diverse reincarnazioni nel corso dei millenni.

La vera origine del Padre di Tutto è avvolta nel mistero, spesso raccontata solo in racconti dallo stesso Odino. Si presumeva che Odino fosse il figlio di Bor (figlio di Buri, il primo Aesir) e Bestla, una gigantessa. Bor e Bestla ebbero altri tre figli, Cul, Vili e Ve.[1]

Odino, Vili e Ve sconfissero Ymir il Gigante di Ghiaccio, costruendo il cosmo dal suo cadavere. Insieme, i tre fratelli fondarono Asgard, che divenne la casa degli dei.[2] [3]

Odino una volta combatté una tempesta cosmica, che minacciava Asgard, incredibilmente potente chiamata Dio Tempesta. Odino sconfisse il Dio Tempesta e lo sigillò in un pezzo di Uru che un giorno sarebbe stato forgiato nel potente martello Mjolnir.[4]

Età della Pietra (1,000,000 BC)

Ad un certo punto, Odino andò a Midgard (che all'epoca si chiamava Aesheim) e creò gli umani. Bor era dispiaciuto e li affliggeva con sofferenza.[5]

Inizialmente lottando per controllare Mjolnir, Odino fece amicizia con un certo numero di umani preistorici potenziati dal potere mistico, formando i Vendicatori dell'Età della Pietra per difendere la Terra da minacce come il fuori controllo Celestiale conosciuto come il Caduto. Odino voleva inchiodare il cadavere del Caduto alla Luna come monito per gli altri Celestiali, ma invece lui e i Vendicatori lo sigillarono in una camera sotterranea nel moderno paese del Sud Africa.[6] Entrò in una relazione romantica con la sua compagna Lady Fenice, che sopravvisse più a lungo di tutti i suoi compagni.[7]

Guerra del Serpente

Quando Bor morì, suo figlio Cul si autoproclamò Padre di Tutto e sovrano di Asgard, ma Odino, Vili e Ve si opposero a lui. Affrontando la follia di Cul, percepita nelle sue dichiarazioni e azioni contro i mortali, desiderando che avessero paura, Odino andò da Yggdrasill e si pugnalò l'occhio come sacrificio in cambio di saggezza, e venne rivelato che Cul era corrotto. Il percorso da seguire gli fu poi rivelato dall'Albero del Mondo tramite profezia.[8]

Insieme ai suoi due fratelli, Odino assalì la fortezza di Cul. Per quaranta giorni e quaranta notti, Cul e i suoi Degni rimasero nascosti nel palazzo mentre i suoi fratelli massacrarono le loro forze Draumar e alla fine fecero irruzione. Affrontando Odino, Cul negò la loro fratellanza, sostenendo di essere il Serpente che avrebbe banchettato nel mondo. Odino recitò la profezia dell'Albero del Mondo e poi sconfisse suo fratello, proiettandolo via.[8]

Aesheim brucia

Odino poi massacrò Aesheim, la rase al suolo e la ribattezzò Midgard perché nessun dio avrebbe mai più vissuto lì.[8] Alla guida delle sue armate, distrusse il regno, assalendo le fortezze dei mortali e uccidendo ognuno di loro,[9] miliardi di mortali contaminati dalla malattia del Serpente.[10] Odino era conosciuto allora come l'Usurpatore o il Distruttore.

Cancellò la memoria di suo fratello e divenne il Padre di Tutto, cercando di governare con pazienza e compassione (a differenza di Cul), e cercando di sfuggire alla profezia dell'Albero del Mondo.

Surtur

Vili, Ve e Odin viaggiarono nel regno dei Giganti di Fuoco di Surtur quando erano più giovani. Vili e Ve si sacrificarono per consentire a Odino di fuggire dal regno di Surtur. Dopo la loro morte, gli attributi divini di Odino furono aumentati come risultato dei poteri dei suoi fratelli che si unirono ai suoi.[11]

Odino da giovane

Era pre-cataclisma

Odino fu invocato da Zarfhaanans durante l'Era pre-cataclisma, nel 18.500 aC circa.[12]

Era Hyboriana

Durante l 'Era Hyborian, il nome di' Woden ' fu invocato da Vanirmen (10.000 aC circa).[13]

Thor e Loki

Odino fece Frigga, la dea asgardiana della Fertilità, del Matrimonio e della Maternità, la sua Regina. Si accoppiò con Jord, per generare Thor.[14]

Successivamente Odino e il suo esercito combatterono Re Laufey e i Giganti di Jotunheim. Quando Laufey andò a uccidere Odino, fu sconfitto e lasciato per morto. Odino adottò Loki, figlio di Laufey, come suo figlio.[15] A lui sconosciuto, questa parte era un trucco inventato da un Loki del futuro per garantire il loro destino.[16]

Le molte avventure di Odino

Odino ebbe molte avventure non raccontate. Tra questi c'è la sua battaglia contro Rimthursar (che ha preceduto la nascita di Thor), la battaglia con Kryllik e i suoi troll, il suo incontro con Fear e Desire, lo scontro con Millennius, la sua vittoria sul Mangog e l'imprigionamento di un Giganti di Ghiaccio.

Odino era spesso accompagnato dai suoi corvi Hugin (Pensiero) e Munin (Memoria), così come i lupi Freki (Avido) e Geri (Famelico).

Concilio delle Divinità

Alla fine Odino venne a sapere dell'arrivo della Terza Schiera dei Celestiali, esseri alieni dal potere inconcepibile che avevano influenzato l'evoluzione della razza umana della Terra e intendevano giudicare la dignità dell'umanità a sopravvivere. Odino contattò Zeus, sovrano degli Dei dell'Olimpo, durante un conflitto tra gli Asgardiani e gli dei dgreci. I due monarchi si incontrarono poi con gli dei dominanti degli altri pantheon della Terra per stabilire una linea di condotta (questo gruppo degli dei dominanti della Terra divenne in seguito noto come il Consiglio delle Divinità). Odino, Zeus e Vishnu, affrontarono la Terza Schiera, che minacciò di sigillare i passaggi interdimensionali tra i regni degli Dei e la Terra a meno che questi non smettessero di interferire con le attività dei Celestiali per un millennio. Agendo per conto degli Dei della Terra, Odino, Zeus e Vishnu accettarono i loro termini, ma Odino iniziò già a fare piani per laa Quarta Schiera, che sarebbe arrivata circa un millennio dopo. Costruì un'armatura con poteri quasi invincibili chiamata Distruttore e trasformò l'Anello del Nibelung nell'armatura del Distruttore. Frigga e le altre principali Dee dei pantheon terrestri si incaricarono di trovare gli esseri umani della Terra che erano il più vicino possibile alla perfezione genetica in questi secoli [14]

Era Moderna

Ad un certo punto, Odino decise che era giunto il momento per suo figlio Thor di imparare l'umiltà. Odino si fece consegnare il martello e poi lo mandò sulla Terra nelle vesti mortali di un giovane studente di medicina storpio di nome Donald Blake, privato della sua memoria (di nuovo) della sua vero identità. Nei panni di Blake, Thor apprese il valore dell'umile perseveranza, e si prese cura dei malati e dei morenti, prima come studente di medicina e poi come medico di successo. Dopo che Thor trascorse dieci anni nel ruolo di Blake, Odino piantò nella mente di Blake il suggerimento di fare una vacanza in Norvegia. Là Blake incontrò un gruppo di alieni Kronans, conosciuti anche come gli Uomini di Pietra di Saturno, e riscoprì il suo martello magico Mjolnir.[17]

Odino continuò a nutrire un grande interesse per la vita di suo figlio, anche se vi furono spesso attriti tra loro a causa dell'amore di Thor per la Terra e i suoi abitanti. Quando Thor si innamorò della sua assistente Jane Foster, Odino disapprovò e fece di tutto per rompere la relazione: mandò Loki a persuadere l'Incantatrice per viaggiare sulla Terra e sedurre Thor,[18] e quando ciò fallì, Odino viaggiò lui stesso sulla Terra, il che fece sì che Loki abusasse della sua assenza per cercare di rivendicare il trono asgardiano per se stesso.[19] Quando Thor decise di rivelarle la sua identità segreta di Donald Blake, Odino rimosse temporaneamente i suoi poteri.[20]

Odino fu creduto morto due volte, ucciso entrambe le volte in combattimento dal gigante del fuoco Surtur; durante la prima istanza, Heimdall prima, e poi Balder, governarono Asgard in sua assenza, e in seguito Thor ereditò i pieni poteri di Odino, e più tardi, la Terra, sebbene questa parte successiva della signoria di Thor venne cancellata a causa del viaggio nel tempo.

Lo spirito di Odino era presente durante il Ragnarok finale, liberando Thor dalle grinfie di Hela per inviarlo da Coloro che si siedono Ombra. Thor alla fine distrusse il Telaio delle Norne e fermò Asgard dal perpetuare Ragnarok, ponendo fine all'intero pantheon nordico e alla stessa Asgard, Thor credette che Odino fosse morto definitivamente.[21]

Albero Genealogico di Odino

Anni dopo, quando Thor tornò dall'ibernazione nello spazio,[22] iniziò a trovare gli Asgardiani perduti,[23] e nonostante li avesse rintracciati tutti con successo, non tentò di trovare suo padre. Durante il Sonno di Odino, Thor ebbe una visione in cui scoprì che a livello inconscio non voleva farlo perché desiderava essere libero da suo padre. Anche durante il suo Sonno, Thor trovò Odino in un limbo tra la vita e la morte, dove ogni giorno combatteva con Surtur per impedire al demone di rientrare nel mondo. Odino rifiutò l'offerta di suo figlio di prendere il suo posto e dichiarò che Thor doveva continuare a guidare gli Asgardiani, mentre lui continuava ad esistere in uno stato che descriveva come approssimativo dell'equivalente asgardiano del paradiso per impedire a Surtur di rientrare nel mondo.[5]

Thor in seguito riportò in vita Odino per ottenere consulti e aiuti per sconfiggere Uthana Thoth, leader degli Ano-Athox,[24] che Odino sconfisse prontamente sconfitto con l'aiuto del figlio. In seguito Odino venne a sapere della caduta di Asgard, della morte di Balder e del de-invecchiamento di Loki, portando la sua gente alle rovine dell'Albero del Mondo. Lì, Odino rivelòla storia del Seme del Mondo, un seme universale di indicibile potere scoperto molto tempo fa da Bor e dai suoi figli. Bor, non conoscendo il potenziale potere del seme, lo piantò dando così vita all'Albero del Mondo. Odino ordinò a Thor di recuperare il seme dalle profondità dell'albero in rovina. Thor procedette nelle profondità, recuperando il seme al costo di una ferita che continuò a tormentarlo molto tempo dopo.

Fear Itself

Odino vagò tra le macerie di Asgard finché non percepì il risveglio del Serpente. Uatu l'Osservatore si presentò nelle vicinanze per monitorare questo evento chiave della storia. Odino continuò a rimproverare l'Osservatore per la sua posizione passiva verso la profezia imminente. Heimdall in seguito interruppe il raduno di eroi ad Asgard dichiarando l'arrivo del Serpente. Odino ordinò a tutti gli Asgardiani di lasciare Midgard. Thor si rifiutò e iniziò una battaglia contro di lui. Odino usò il suo potere per rendere Mjolnir inutile legando Thor in catene e portandolo sul piano asgardiano rinato sotto il potere di Odino. Il Padre di Tutto lavorò per trasformare il regno in una macchina da guerra come parte del suo piano per radere al suolo la Terra, tagliando così la base di potere per l'Asgardiano Dio della Paura. Più tardi Thor sfuggì ai suoi confini grazie a Loki e supplicò suo padre di tornare sulla Terra per salvarla piuttosto che distruggerla. Odino concesse a Thor il suo desiderio, riportandolo sulla Terra tramite un portale che creò, risucchiando Thor e lanciando il suo martello Mjolnir con un severo avvertimento: Thor avrebbe avuto tempo fino a quando l'ombra del Serpente non fosse caduta sull'Albero del Mondo; dopodiché sarebbe partito il piano di Odino di radere al suolo la Terra. In seguito Odino fu visto apparire sulle rovine dell'Albero del Mondo quando Tony Stark offrì il suo sacrificio, sotto forma di sobrietà, per parlargli.[25]

Odino ascoltò l'appello di Stark di usare le fucine di Asgard per creare armi che potessero aiutare gli eroi contro il Serpente, e lo trasportò nel regno di Nidavellir, casa dei Nani, i fabbri di Asgard. Più tardi Odino fu visto con Heimdall al cancello di Asgard dalla Terra, dove i Vendicatori tornarono con un Thor ferito al seguito, e dove un furioso Capitan America rimproverò il Padre di Tutto chiedendogli di guarire Thor, il cui aiuto era vitale per la battaglia.

OdinRogers.jpg

Odino rimase senza parole per un momento, ma congedò i Vendicatori sulla terra, portando Thor nelle sue stanze private, curando misticamente alcune delle sue ferite e tentando di allontanare Thor dalla battaglia contro il Serpente che Odino considerava la sua battaglia. Dopo che Thor rifiutò fermamente la sua richiesta, Odino recuperò l'armatura che indossava quando vinse il Serpente nella loro prima battaglia, spiegando che poteva solo sconfiggerlo, non ucciderlo.

Antiche leggi impedirono a Odino di farlo, spiegando che il fardello sarebbe ricaduto su Thor per porre fine al Serpente morendo in battaglia. Indossando la sua armatura, Odino partì con Thor per Nidavellir per recuperare Stark e le sue armi. Stark fece alcune modifiche alla sua armatura, e Odino lo avvertì che doveva essere spinto nella calda piscina di uru per il suo incantesimo, e Stark acconsentì.[10]

Dopo che Thor combatté Nul e Angrir, fu ferito e portato ad Asgard dove Odino lo aiutò e lo preparò a combattere contro il Serpente. Quando Thor morì uccidendo il Serpente, Odino si esiliò nello spazio di Asgard, sentendosi in colpa per non aver salvato la sua famiglia, lasciando sua moglie Freyja a regnare su (l'odierna) Asgardia, dopo la ricostruzione di Tony Stark con la sua tecnologia.[26]

Ritorno

Odino fu in seguito liberato dal suo autoesilio da Loki. Viaggiò nel decimo regno di Heven e scoprì sua figlia Angela. Rivelò ad Angela la sua vera eredità di Asgardiana e si offrì di unirsi a lui e agli altri Asgardiani. Essendo stata allevata un Angelo e insegnata a odiare gli Asgardiani, Angela rifiutò. Il Padre Onnipotente quindi si accinse a tornare ad Asgardia.[27]

Dopo essere tornata ad Asgardia con suo fratello, Freyja rivelò l'esistenza di Re Loki, costringendo l'attuale Loki a diventare malvagio ancora una volta per salvare il futuro. Odino rimproverò sua moglie, sostenendo che non desiderava far parte del piano, e che Loki non sarebbe entrato facilmente in nessun "piano" che avevano pianificato per lui.[28] Dopo che Loki rivelò di aver ucciso e rubato il corpo del giovane Loki, Odino apparve a lui e gli disse che lo sapeva già, ribadendo che Loki era suo figlio e che lo amava comunque. Odino sostenne che aveva bisogno di pagare per aver ucciso il suo io migliore e di ricordare cosa fosse una bugia prima di rimandarlo sulla Terra.[29]

Poteri e Abilità

Poteri

Odino durante la Terza Schiera Celestiale

Odino possiede tutti gli attributi convenzionali di un dio asgardiano. Tuttavia, come re degli Asgardiani, molti di questi attributi sono significativamente superiori a quelli posseduti dalla maggior parte della sua razza.

  • Forza sovrumana: Nonostante la sua età avanzata, Odino è molto più forte della maggior parte degli Asgardiani, verso il momento della sua morte poteva sollevare 60 tonnellate, mentre un maschio Asgardiano medio può sollevare 30 tonnellate. Tuttavia, al suo apice durante il periodo del terzo ospite dei Celestiali sulla Terra, Odino poteva sollevare 75 tonnellate, ma nel periodo migliore, poteva sollevare 90 tonnellate. È anche in grado di aumentare la sua forza a livelli ancora maggiori attingendo alla Forza Odino. Con questo potere, nonostante fosse estremamente indebolito a causa della sua battaglia con Galactus e quindi costretto a entrare nel suo "Sonno di Odino", riuscì a far vacillare l'entità cosmica con un potente colpo di testa proprio prima di entrare nel suo riposo (un atto che ha gravemente danneggiato entrambe le parti).
  • Velocità sovrumana: Nonostante la sua età, Odino è in grado di correre e muoversi a velocità superiori anche al miglior atleta umano, permettendogli di competere con la sua velocità con la maggior parte dei superumani.
  • Agilità sovrumana: L'agilità, l'equilibrio e la coordinazione corporea di Odino sono di gran lunga superiori ai limiti fisici naturali del miglior atleta umano.
  • Riflessi Superumani: I riflessi di Odino sono superiori ai limiti fisici naturali del miglior atleta umano.
  • Resistenza sovrumana: La muscolatura altamente avanzata di Odino produce considerevolmente meno acido lattico durante l'attività fisica rispetto alla muscolatura di un essere umano e della maggior parte degli altri Asgardiani. Di conseguenza, possiede una resistenza sovrumana in tutte le attività fisiche. Può esercitarsi al massimo della capacità per mesi prima che la stanchezza inizi a danneggiarlo.
  • Tessuto sovrumano: I tessuti della pelle, dei muscoli e delle ossa di Odino sono circa 3 volte più densi di quelli di un essere umano. Ciò contribuisce, in parte, alla forza e al peso sovrumani di Odino.[30] [31]
  • Durabilità sovrumana: Il corpo di Odino è notevolmente più resistente alle lesioni fisiche rispetto al corpo di un essere umano, o anche della maggior parte degli altri Asgardiani. Il suo corpo è in grado di resistere a grandi forze di impatto, esposizione a temperature e pressioni estreme, cadute da grandi altezze e potenti esplosioni di energia da esseri di livello cosmico senza subire lesioni, tuttavia, anche se fino a che punto è sconosciuto.
  • Fattore di guarigione rigenerativo: Come tutti gli altri Asgardiani, è possibile ferire Odino, ma può riprendersi da un infortunio con livelli sovrumani di velocità ed efficienza. Odino è in grado di rigenerare massicci danni o perdite di tessuto a un livello molto superiore a quello della maggior parte degli altri Asgardiani, persino di essere in grado di rigenerare arti e organi mancanti, più velocemente e con molta più efficienza. I poteri curativi di Odino sono di gran lunga superiori a tutti gli altri dei asgardiani.
  • Longevità estesa: Odino, come tutti gli Asgardiani, è estremamente longevo, sebbene non veramente immortale come gli Olimpi. Tuttavia, Odino invecchia ancora a un ritmo molto più lento degli esseri umani. È anche immune a tutte le malattie e infezioni terrestri conosciute.
  • Forza Odino: Odino è in grado di manipolare grandi quantità di energia magica, indicata come Potere Odino, Forza Odino od Odinforce, per una serie di scopi. Con questo potere, Odino è stato in grado di compiere imprese magiche come trasportare l'intera razza umana in una dimensione alternativa,[19] gettare i nemici nello spazio profondo con un pensiero,[32] leggere le menti di esseri pari,[33] proiettare esplosioni di forza,[34] manipolare la materia per una serie di scopi, erigendo campi di forza quasi impenetrabili, barriere che possono schermare intere città,[35] alterare le dimensioni,[34] dotare persone o oggetti di poteri, e comprimere la popolazione di un intero pianeta in un unico essere, vale a dire Mangog.[36] Odino è altamente abile nell'uso dei suoi poteri durante le situazioni di combattimento, ed è stato in grado di colpire casualmente Silver Surfer e Thanos.[37] [38] Ha sconfitto facilmente l'Uomo Assorbente (che aveva assorbito la stessa Asgard) e Loki insieme.[32]

Odino è così potente che nella sua lotta contro Seth, condotta su più piani di esistenza simultaneamente, l'energia rilasciata dalla loro battaglia è stata così potente da frantumare intere galassie e riaccendere soli morenti.[34]

In battaglia, Odino porta spesso la lancia magica Gungnir ("La lancia del Paradiso"), un manufatto fatto del metallo mistico uru, che usa per incanalare le sue energie personali, sebbene non possieda abilità di proprio; e lo scettro del potere Thrudstok, una piccola mazza. Odino porta anche Draupnir (l '"Odinring") come simbolo di supremazia, sebbene le sue proprietà specifiche siano ancora sconosciute. Può manipolare l'energia per vari effetti, tra cui la proiezione della forza concussiva, la creazione di scudi di forza, la levitazione, la manipolazione molecolare della materia, la conversione materia-energia, il lancio di illusioni e il teletrasporto interdimensionale. Odino, tuttavia, non è del tutto autosufficiente. Comanda le energie vitali dell'intera razza asgardiana e può assorbire qualsiasi e tutte le loro energie vitali nella sua persona a piacimento, fino al punto di restituire la vita a un asgardiano morente.

  • Allspeak: Grazie ad Allspeak Odino può comunicare in tutte le lingue dei Nove Regni, i dialetti della Terra e varie lingue aliene.

    Abilità

  • Dio della Saggezza: vasta conoscenza della saggezza antica e arcana, considerata la sua arma più potente.
  • Combattente esperto: Odino è un abile combattente corpo a corpo.
  • Maestro tattico: I suoi migliaia di anni di esperienza lo hanno portato a diventare un maestro tattico capace di vincere molte battaglie. La saggezza di Odino è tale che alla fine riuscì a contrastare per sempre il ciclo eterno di Rangnorak inviando Thor a Midgard come parte del suo piano segreto per distruggere le entità cosmiche asgardiane conosciute come "Quelli che siedono sopra nell'ombra." Anche dopo che Odino era morto combattendo Surtur, il suo piano per suo figlio è riuscito, liberando tutta Asgard.
  • 'Asgardian Mystical Combatant' : Odino era anche estremamente abile nell'esercitare i suoi vasti poteri energetici durante le situazioni di combattimento. Odino era estremamente abile nell'usare la magia asgardiana, superando persino quella di Karnilla o degli Incantatori.

    Livello di Forza

Odino possiede una forza sufficiente per sollevare fino a 75 tonnellate, tuttavia nel suo apice fisico potrebbe sollevare circa 90 tonnellate. È anche in grado di aumentare la sua forza fino a un eccesso di 100 tonnellate attingendo alla Forza Odino.

Debolezze

  • Sonno di Odino: A intervalli periodici, circa una volta all'anno, a Odino viene richiesto di dormire per circa una settimana per rinnovare le sue energie divine. Se Odino manca questo riposo (uno stato di sonno profondo in cui ricarica al Forza Odino, ma lo lascia vulnerabile come un mortale), il suo livello di potere inizia a diminuire. Il potere di Odino dipende anche dalla dimensione di Asgard stessa.[30]

Armamentario

Equipaggiamento

Odino normalmente indossa un'armatura da battaglia asgardiana. A volte indossa anche un mantello blu con un cappello a tesa larga che copre l'occhio sinistro mancante, a volte si diceva che si chiamasse Grimner.

  • Draupnir: Odino indossa anche Draupnir (l '"Odinring") come simbolo di supremazia. Le proprietà specifiche dell'anello sono ancora sconosciute.

    Mezzi di Trasporto

  • Skidbladnir: una barca lunga stile vichingo le cui vele e remi incantati gli hanno permesso di navigare nel "mare dello spazio". Le sue proprietà mistiche hanno permesso agli Asgardiani di guidarlo in sicurezza senza alcuna protezione naturale dal vuoto dello spazio.Questa imbarcazione può essere misticamente ridotto alle dimensioni di un pugno.
  • Sleipnir: Odino cavalcava il destriero a otto zampe Sleipnir, che può volare in aria a velocità incredibili.

    Armi

  • Gungnir: ("La lancia del Paradiso"), che era fatta di Uru, un metallo unico nella dimensione di Asgard. L'origine di questa lancia a tre punte è sconosciuta. Odino ha incantato la lancia per tornare nella sua mano quando lanciata. Gungnir non aveva poteri da solo; piuttosto, serviva da canale attraverso il quale Odino poteva canalizzare il suo potere.
  • Thrudstok: uno scettro del potere, una piccola mazza. Come Gungnir, era fatto di Uru. Thrudstok non aveva poteri da solo; piuttosto, serviva da canale attraverso il quale Odino poteva canalizzare il suo potere.
  • Odinsword: Conosciuto anche come Over Sword of Asgard. Un'arma speciale. Era una spada di dimensioni gigantesche che, se mai sfoderata, si diceva, che la fine dell'universo fosse vicina".

Note

  • Odino ha utilizzato più animali al suo servizio:
    • Munin: Il corvo di Odino, volò attraverso i Nove Mondi raccogliendo informazioni che trasmise a Odino.
    • Hugin: Un altro corvo, che svolgeva la stessa funzione, è stato in qualche modo ucciso mentre indagava sull'ultimo complotto di Surtur contro Asgard.
    • Freki & Geri: i due lupi intelligenti di Odino che lo hanno servito.
    • Sleipnir: il potente destriero di Odino, del quale spesso percorre i Nove Regni. Da ragazzo Odino e i suoi due fratelli volevano addomesticarlo per frenare le sue furie.
  • La perdita dell'occhio di Odino ha molteplici cause e spesso contraddittorie tra loro:

Curiosità

  • Secondo lui, Odino ha avuto più figli di quanti non voglia ricordare con i molti amanti nel corso degli eoni.[40]

Links

Cerca e Discuti

*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.