Primi anni

Peter Quill venne concepito come il risultato dell'amore tra ila terrestre Meredith Quill e l'imperatore Spartoi dell'epoca, J'son. J'son lasciò la Terra subito dopo aver concepito Peter per continuare la sua guerra intergalattica, lasciando Meredith. Nove mesi dopo, durante un insolito fenomeno astronomico in cui molti pianeti si allinearono, Peter nacque e non molto tempo dopo sua madre, per ragioni che non riusciva a spiegare, ebbe l'impulso di portarlo fuori e presentarlo alle stelle.

Per dieci anni, Quill venne allevato da Meredith che rimase una madre single, ma che ebbe l'aiuto della sua migliore amica Lisa Chang e sua figlia Monica. Peter iniziò presto a sviluppare un grande interesse per gli spettacoli di fantascienza e dopo una visita in un parco di divertimenti dove fu colpito dalle meraviglie dello spazio, decise di voler diventare un astronauta da grande, tuttavia rimase un deluso in seguito, quando scoprì che gli alieni del parco non erano reali.

Peter trova lo strano dispositivo

Un giorno Peter tornò a casa, contuso dal tentativo di fermare un bullo. Mentre si lavava per cena, sua madre vide una luce intensa e emersero due alieni Badoon. Giurando di porre fine alla "linea di sangue Spartoi", uccisero Meredith. Dopo che Quill vide gli alieni e sua madre morta, fu preso dal panico e scappò. Mentre gli alieni lo inseguivano, afferrò un fucile e riuscì a ucciderli. Trovò poi un dispositivo misterioso in un armadio. Vedendo una luce intensa, fuggì dalla casa, poco prima che la nave aliena la distruggesse.[5]

Quill venne messo in un orfanotrofio dove ebbe molti problemi ad adattarsi e trovare una casa adottiva. Non perse mai il desiderio di diventare un astronauta, lasciare la Terra e trovare gli alieni che uccisero sua madre. Alla fine, Lisa, ora comandante della NASA, gli procurò un lavoro come meccanico presso la NASA Ops Launch Facility in California. Una volta lì, Peter iniziò ad allenarsi in segreto con i simulatori durante tutto il suo tempo libero. Un giorno, dopo una lite con un importante astronauta, Lisa non ebbe altra scelta che dimettere Peter dalla sua posizione presso la struttura. Sentendo che questa era la sua ultima possibilità di raggiungere lo spazio, rubò una nave Kree, riuscì a sorvolare la sicurezza della stazione e lasciò la Terra.[6]

Non molto tempo dopo aver lasciato il suo pianeta natale, la nave Kree che Peter rubò non funzionò più correttamente. Rimase bloccato in orbita per tre giorni fino a quando l'equipaggio pirata comandato da Yondu lo trovò e cercò di rubare la sua nave. Peter riuscì a superare in astuzia tutti i membri dell'equipaggio e mise addirittura KO Yondu prima di catturarlo. Dopo essersi svegliato, Yondu riuscì a liberarsi dalle sue restrizioni e minacciò Peter, facendogli scegliere tra lasciarsi liberare nello spazio senza ulteriori problemi o essere ucciso proprio lì; Peter invece gli chiese se poteva unirsi al suo equipaggio, a Yondu non piacque l'idea, ma dopo aver scoperto che Peter era come lui, un bambino senza casa, cambiò idea e lo lasciò stare sulla nave con il suo equipaggio pirata come ragazzo delle pulizie. Peter decise di rimanere e provare ad imparare tutto ciò che poteva dallo spazio mentre faceva parte dell'equipaggio dei pirati.[7]

Peter decide cosa vuole fare della sua vita

Alla fine Yondu venne a sapere dell'Asterion One da Peter e chiese di aiutarlo a rubarlo per i Ravager. All'inizio Peter dubitava, ma Yondu promise di dargli una gemma che conteneva la posizione della nave Badoon che uccise sua madre. Consumato dalla vendetta, Peter aiutò Yondu a salire a bordo dell'Asterion One e catturare tutto l'equipaggio all'interno. Peter, preso dal rimorso, riuscì a rubare la gemma da Yondu pronto a lasciare Lisa e l'equipaggio per realizzare il suo sogno di vendetta, tuttavia si rese conto che non era quello che sua madre avrebbe voluto per lui e tornò indietro a liberare l'equipaggio ed espellere Yondu. Decise di non perseguire più la vendetta e, una volta stabilita la Colonia sul pianeta Serse, decise di trovare il suo destino nelle stelle come "Star-Lord".[8]

Star-Lord

Due anni dopo, quando iniziò il suo viaggio, incontrò Ma Savage e cominciò a finanziare il suo orfanotrofio.[9] Ad un certo punto, incontrò suo padre J'son di Spartax, il secondo figlio dell'imperatore galattico che agiva prima di lui come Star-Lord.[10] Apprese della sua eredità e del suo diritto di nascita per diventare lo Star-Lord, tuttavia l'incontro non finì bene, poiché J'son voleva che diventasse il principe di Spartax e governasse al suo fianco, mentre Peter si risentiva dell'idea che nessuno sarebbe dovuto essere proprietario della Galassia, preferendo vederlo libero di creare e vivere. Entrambi si separarono in modo negativo. Peter incontrò anche una nave senziente chiamata "Ship" con la quale percorse la galassia per qualche tempo.

Peter nel Kyln

Non molto tempo dopo, Star-Lord incontrò l'ex Araldo di Galactus, il Caduto, che stava cercando di far morire di fame il suo ex maestro distruggendo tutti i pianeti di cui poteva nutrirsi, e fu quasi ucciso nella sua prima battaglia con l'entità. La Ship scoprì che l'energia generata dalla distruzione dei pianeti danneggiò il Caduto. Sacrificando una piccola colonia lunare di Kree (35.000 vite) vicino a un pianeta Kree che il Caduto stava per distruggere, la Nave riuscì a sfruttare quell'energia e sconfisse l'entità ("Ship" di Star-Lord fu distrutta mentre lo faceva). Star-Lord trasformò il Caduto e se stesso nel Nova Corps per un genocidio di livello galattico. Mentre c'erano divergenze di pensiero sulla sua scelta, la coppia fu successivamente imprigionata nella prigione intergalattica Kyln. Lì, Peter si alleò con Ch'ak, Gladiatore e Thanos contro il Maker per la paura del suo immenso potere. Più tardi, Peter osservò una gigantesca esplosione nel Kyln e suppose che fosse stato Thanos a causare l'attacco del Creatore. Andarono sul luogo dell'esplosione e il Gladiatore informò Peter di come lui e il Creatore entrarono nel Kyln. Quando il Gladiatore chiese a Peter come era entrato nel Kyln, rifiutò di rispondere.

Più tardi, dopo che Thanos sconfisse il Maker, Peter scoprì che il Caduto era fuggito. Peter fece il giro del Kyln e fu accolto dal Gladiatore che stava per andarsene, ora che il Maker era stato inabilitato per sempre. Il Gladiatore disse a Peter di aver arruolato Peter nella Guardia Shi'ar, con disapprovazione di Quill. In seguito si incontrò con gli alleati Shi'ar del Gladiatore e gli fu detto che non stavano inseguendo il Caduto né Thanos, ma che decisero di volere l'aiuto di Peter.[11]

Annihilation

Un paio di mesi dopo che il Kyln e Xandar furono distrutti nei primi giorni della Guerra Annihilation, Peter organizzò il Fronte Unito con Nova Prime per combattere l'ondata di annientamento guidata da Annihilus dalla conquista del loro universo.

Nel 183° giorno di guerra, Peter e Nova Prime stavano difendendo Daedalus 5 dall'ondata. Vennero aiutati da Drax il Distruttore, Gamora, Ronan l'Accusatore e i suoi Kree guerrieri e gli ex araldi di Galactus, Firelord, Red Shift e Stardust. Riuscirono a mantenere la difesa mentre gli ex araldi attaccarono e distrussero la nave madre e catturato Extirpia. Giorni dopo, Peter aggiornò Nova sullo stato di salute di Firelord dopo essere esploso combattendo Extirpia. I due poi interrogarono Extirpia, che rivelò che Thanos stava lavorando con Annihilus e che avevano sconfitto e catturato Galactus e il suo attuale araldo, Silver Surfer.

Pochi giorni dopo, Peter e Nova Prime incontrarono i leader della divisione Kree del Fronte Unito, House Fiyero e Ronan. Fiyero ebbe dei problemi a lavorare con Ronan perché quest'ultimo era un fuggitivo dell'impero Kree. Minacciarono di lasciare il Fronte Unito se Nova Prime e Peter non avessero arrestato Ronan. Nova Prime rifiutò furiosamente la domanda e scoppiò una piccola discussione. Ronan massacrò quindi tutta House Fiyero, facendo arrabbiare Nova. Proprio in quel momento, Gamora arrivò con Praxagora e la notizia della morte del Super-Skrull.

In quel momento, Ravenous, Terrax, Paibok, Delinquent, e molti altri arrivarono su Daedalus 5 tramite la tecnologia di teletrasporto di Thanos e il Fronte Unito venne costretto a combattere. In seguito arrivò anche alla Zona Negativa, così come un'ammiraglia di Annihilation, con un Galactus armato che mirava a divorare il pianeta. Il Fronte Unito si ritirò mentre Red Shift e Stardust coprirono la loro fuga, morendo. Peter, Nova Prime, Ronan, Gamora, l'ex Capitan Marvel Phyla-Vell, Praxagora, il miracolosamente rianimato Super-Skrull e la compagna umano di Drax, Cammi furono tra i pochi che fuggirono. Dopo la grave perdita, il Fronte Unito si sciolse.

Più tardi, Peter informò Nova Prime che Ronan stava dirigendosi ad Hala per abbattere il resto di House Fiyero, e anche Praxagora e Super-Skrull andrarono con lui. Peter suggerì di fare appello agli eroi della Terra, quindi Nova Prime provò a raggiungere i Fantastici Quattro, ma le sue speranze di salvare la Terra furono completamente infrante quando venne a conoscenza di cosa stesse succedendo tra gli eroi. Peter quindi, lo accompagnò, insieme a Phyla-Vell, alle rovine del pianeta Xandar dove si teletrasportarono e si addentrano nel territorio delle Onde. Su Canticus Prime, si incontrano con Blastaar e i suoi Spaceknights. Finalmente si teletrasportarono al centro dell'onda di Annihilation e attaccarono a testa alta il malvagio. Stavano perdendo fino a quando le Bande Quantiche che Annihilus acquisì dal morto Quasar si attaccarono a Phyla-Vell, cambiando le sorti della battaglia. Indebolì Annihilus e Nova Prime lo uccise.[12]

Invasione Phalanx

Successivamente gli venne assegnato da Ronan il compito di ricostruire la rete di difesa di Kree. Gli Space Knights si offrirono di aggiornare i sistemi di difesa di Hala con nuove tecnologie e di dare loro un esercito di Centurioni. Peter fece in modo che gli Spaceknights portassero i Centurioni ad Hala per alcuni esercitazioni con scenari di minaccia. Tuttavia, questi iniziarono ad attaccare Hala, e quando Peter affrontò gli Spaceknights su questo, rivelarono il loro stratagemma simile al "Cavallo di Troia". Uno degli Spaceknights spezzò il braccio di Peter e fu costretto a fuggire. Cadde da una finestra di un edificio mentre cercava di scappare.[13]

Peter si svegliò, dopo l'intervento chirurgico, sul pianeta Kree Aladon Prime. Fu rimosso da tutti i suoi attaccamenti cibernetici, incluso l'occhio sinistro, e fu informato sulla conquista dei Phalanx di Hala e del resto dell'Impero Kree. L'ammiraglio Galen-Kor, responsabile della guarigione di Peter, rivelò il piano di Phanalx di infettare i Kree con un tecno-virus aereo che li avrebbe posti sotto il loro controllo. Galen-Kor chiese che, in cambio della sua guarigione, conducesse una squadra di commando in Hala per distruggere la macchina che avrebbe rilasciato il tecno-virus. Accettò e incontrò la squadra, composta da prigionieri che i Kree avevano catturato nel corso degli anni; c'era un guerriero Kaliklak noto come Bug, un berserker Shi'ar nome in codice Deathcry, la Madonna Celeste Mantis, un ex soldato terrestre di nome Capitan Universo, una forma di vita inferiore nota come Rocket Raccoon e un colosso floreale che si autodefinì Groot. A Peter fu donato il suo vecchio vestito da Star-Lord, con alcuni aggiornamenti. Allenò la squadra per un paio di giorni fino a quando non vennero lasciati ad Hala.

Si infiltrarono e incontrarono una forte resistenza. La squadra era piuttosto disfunzionale, con Peter che li vedeva più come una squadra sacrificabile piuttosto che alleati in battaglia. Si intrufolarono in gran parte di Hala, alla ricerca della struttura di riproduzione biotecnologica, quando improvvisamente scoppiò una battaglia tra alcuni dei soldati rimasti di Annihilus e i Phalanx. Durante la battaglia, Deathcry attaccò Capitan Universo e in un atto di autodifesa, il Capitano la disintegrò. La squadra si ritirò e fu anche costretta a lasciare Groot alle spalle mentre copriva la loro fuga.

Dopo due giorni senza fortuna a trovare la struttura, Peter andò da solo in una missione di ricognizione. Guardò attraverso gli archivi classificati dei Kree e lì scoprì che avevano già rilasciato il virus come un nanovirus trasportato dall'aria, il che significava che tutti sul pianeta si stavano lentamente infettando. Ritornò alle fogne dove raccontò alla squadra il suo piano. Non molto tempo dopo, furono attaccati dai Phalanx. Capitan Universo coprì la loro fuga e uscirono per le strade di Hala. Tuttavia, Peter, Rocket Raccoon, Bug e un piccolo piccolo Groot (che si riprese dopo la sua distruzione) furono catturati sulla strada non molto tempo dopo. Mantis fu in grado di diventare invisibile e Capitan Universo sconfisse tutti i Phalanx nelle fogne, quindi non furono catturati. In seguito Peter e i suoi compagni di squadra stavano per essere sezionati dai Phalanx, ma Mantis e Capitan Universo li salvarono. Fuggirono solo per trovare i soldati Kree sulla loro strada. I soldati decisero di lasciar andare Peter e la compagnia a causa della reputazione di Peter come Star-Lord. Comandarono una nave Kree e volarono fuori da Hala verso Alon-Gin. Lì, venne informato sull'esito della loro missione. Da quando Capitan Universo ottenne le informazioni genetiche del virus durante il salvataggio della squadra, i Kree furono in grado di trovare una cura. Il team andò da Peter dicendo che erano pronti per il prossimo incarico, nonostante la chiara riluttanza di Peter.[14]

Pochi giorni dopo, Peter tornò su Hala con la sua squadra di commando. Ora era diventato il capo segreto della resistenza anti-Phalanx. Rocket gli riferì che Blastaar era stato catturato, torturato e ucciso dai Phalanx, secondo il piano. Blastaar portò con sé spore che avrebbero mappato l'intera Babel SPire, il cuore del potere Phalanx. Entrarono nella torre e sistemarono le bombe che avrebbero paralizzato l'edificio, permettendo all'Impero Kree di essere accessibile alle forze esterne. Tuttavia, all'improvviso apparve un Blastaar resuscitato, controllato mentalmente che uccise Capitan Universo. Anche Peter sarebbe stato ucciso se non fosse stato per l'apparizione del leader dei Phalanx, Ultron, che era infuriato e voleva torturare qualcuno. Ultron lo torturò, cercando di ottenere informazioni sui piani della resistenza anti-Phalanx, ma Peter non cedette né le scansioni della mente funzionarono, poiché Mantis lo stava proteggendo telepaticamente. Ultron in seguito trovò Mantis e mandò i Phalanx ad attaccarla. Peter fu fisicamente svuotato e svenne. Fu svegliato da Mantis, Bug e Rocket, dicendo che avevano un piano di fuga. Attraversarono la Babel Spire e saltarono fuori dall'edificio. Fu rivelato che Groot si espanse e si avvolse attorno alla torre, facendo esplodere il suo corpo, e così la torre fu distrutta. Groot fu di nuovo "ucciso" facendo un atto eroico. Mantis disse a Peter che aveva previsto che tre membri sarebbero stati persi durante la lotta contro i Phalanx, e il terzo si rivelò essere se stessa. Proprio in quel momento, Ultron arrivò nel corpo di Adam Warlock e colpì Mantis sulla testa. Prima che Ultron potesse attaccare Peter e il suo equipaggio, Nova Prime arrivò con Gamora, Drax e la Tecnarchia, e attaccò Ultron e i suoi Phalanx. Peter portò la sua squadra ferita lontano dalla battaglia quando vide che i Phalanx stavano costruendo un'altra gigantesca struttura, che si sarebbe rivelata una versione gigante di Ultron. Guardò Phyla-Vell, ora chiamato Quasar, e Adam Warlock (con la sua stessa coscienza nel suo stesso corpo) attaccare e sconfiggere il gigante Ultron.

L'impero Kree fu salvato e tutto lentamente tornò alla normalità. Star-Lord talvolta girovagò con Nova Prime, Gamora e Drax. Vide il recupero di Mantis e Groot.

Star-Lord combatte gli Skrull

Guardiani della Galassia

Dopo che Ultron e i Phalanx furono sconfitti, Star-Lord formò i nuovi Guardiani della Galassia. L'universo era in uno stato molto fragile dopo i due eventi di Annihilation, e le fessure nella realtà stavano iniziando a formarsi e diffondersi. Al fine di prevenire il collasso dell'universo, fece in modo che Mantis spingesse telepaticamente Adam Warlock, Phyla-Vell, Rocket Raccoon, Drax e Gamora a far parte della sua squadra.[15] Questo eterogeneo equipaggio stabilì la base nella testa mozzata di un Celeste, chiamandola Knowhere. Quando venne scoperto l'inganno di Star-Lord, tutti tranne Mantis lasciarono la squadra disgustati e iniziarono le loro ricerche.

Star-Lord rispose a una convocazione Kree e tornò nel loro mondo natale per parlare con Ronan. All'arrivo, fu scioccato nel vedere che stavano ricostruendo la Spiral Phalanx per proteggere lo spazio. Discusse con Ronan e fu quindi gettato nella Zona Negativa. Fu quindi costretto ad aiutare il sovrano appena nominato della Zona Negativa, il re Blastaar, ad assumere la Superprison 42 in modo da poter accedere al loro portale sulla Terra.

Star-Lord fu quindi mandato alla 42 per convincerli ad aprire la porta e ad arrendersi. Una volta dentro, parlò con i leader non ufficiali e disse loro di non arrendersi, ma solo Jack Flag era d'accordo con lui. Tentarono di fermarli ma le porte furono aperte e l'esercito di Blastaar fu liberato; dopo aver appreso del suo tradimento, Blastaar mandò i suoi uomini a trovare e uccidere Star-Lord. In corsa per la propria vita, Star-Lord e Jack Flag individuarono un telepate nella 42 per chiedere aiuto ai Guardiani e furono in grado di scappare prima di essere uccisi da Blastaar.

Guerra dei Re

Una volta tornato a Knowhere, Peter scoprì che Rocket aveva riunito una nuova squadra, composta da Major Victory, Bug, Groot e Mantis. Alla fine anche gli altri membri tornarono; Adam e Gamora tornano per aiutare ancora l'universo, e Drax e Phyla tornano con la resuscitata Dragoluna.

La loro prima missione fu quella di separarsi e tentare di porre fine alla Guerra dei Re, che avrebbe causato danni irreparabili al tessuto dell'universo. Peter condusse la sua squadra a Hala per parlare con gli Inumani. Anche dopo aver detto loro i pericoli della loro guerra, essi rifiutarono. Phyla, che ora si definiva Martyr, aveva altre idee di negoziazione e prese in ostaggio Crystal. Star-Lord non riuscì a convincerla a liberare il suo prigioniero e furono teletrasportati di nuovo a Knowhere.

Al loro ritorno, si ritrovarono presto nel mezzo di una battaglia con gli Inumani e la Guardia Imperiale, che avevano seguito l'altra squadra. Dopo aver salvato Crystal, gli Inumani se ne andarono e i Guardiani furono lasciati solo ad affrontare la Guardia Imperiale, che desiderava prendere il controllo della stazione. Nel corso della battaglia, Starhawk fuggì dalla sua prigionia e portò Star-Lord, Mantis, Bug, Jack Flag e Cosmo nel suo futuro.

Nel futuro desolato ,Starhawk fu finalmente in grado di convincerli che ciò che aveva sempre detto era vero. Un'enorme fessura stava consumando l'universo e doveva essere fermata. Le due squadre dei Guardiani lavorarono insieme per cercare di inviare un messaggio indietro nel tempo per avvertire che la fessura, era effettivamente causata durante la Guerra dei Re da Freccia Nera.

Con la loro macchina del tempo rotta, formarono un nuovo piano. I Badoon, che ora governavano quel poco che restava dell'universo, avevano ridotto in schiavitù i Celesti e creato quello che era chiamato il motore celeste, usato per tenere a bada la fessura. Restituirono il loro messaggio e interruppero l'allineamento del motore celeste, causando la distruzione di questo futuro.

Con sorpresa di Star-Lord, questo non li uccise. Si ritrovarono in un tempo diverso con un diverso set di Guardiani. Un'altra sorpresa: era abbastanza anziano per essere suo nonno. Lo Starhawk di questo futuro ricevette messaggi dai suoi precedenti sé e apprese la verità. La squadra era alla deriva nel tempo, il che stava causando anche i loro cambiamenti. Formarono un piano per trovare una macchina del tempo sotto la Avengers Mansion, ma una volta arrivati ​​lì scivolarono di nuovo nel tempo. E di nuovo. E di nuovo.

Alla fine arrivarono a un futuro alternativo, uno governato dal Magus e dalla Chiesa Universale della Verità. Mentre combattevano contro i membri della Chiesa, ebbero un ospite inaspettato: Kang il Conquistatore. Li riportò ai loro stati normali e li portò al suo quartier generale nel Limbo. Spiegò che tutti i futuri stavano diventando dei Magus e impedire ciò dipendeva da Star-Lord.

Kang diede a Peter un Cubo Cosmico e gli disse che il futuro doveva essere salvato a tutti i costi. Furono rinviati a momenti prima che Adam si trasformasse nel Magus mentre riparava la Faglia. Star-Lord cercò di parlare con Adam, ma il danno era già stato fatto. Si era sovrapposto alle linee del tempo ed essenzialmente era stato il Magus per mesi.

Adam si trasformò e iniziò la sua battaglia con i Guardiani, tutti riuniti. Dopo aver ucciso Major Victory, Mantis, Cosmo, Gamora e Phyla, Star-Lord fu finalmente in grado di afferrare il Cubo e usarlo per riportare il Magus su Adam. Adam gli disse che doveva finirlo, e con suo rammarico, Star-Lord sparò e uccise il suo amico. L'universo venne salvato, ma il prezzo fu molto alto.

L'ultimo atto di Peter e Richard

L'Ordine di Thanos

Adam riuscì comunque a evitare la morte e Magus continuò nel suo servizio a Lord Mar-Vell, un Mar-Vell di un universo in cui la morte aveva perso e la vita aveva trionfato, risultando in un universo di mostri immortali. Gli abitanti dell'universo di Lord Mar-Vell, il Cancrovero, uscirono dalla faglia per consumare l'universo 616.

Peter Quill, insieme al resto dei Guardiani, Nova e Thanos viaggiarono nel Cancroverso per fermare Mar-Vell e gli Antichi ai quali Mar-Vell prestò servizio. Drax, tuttavia, fu fatto impazzire dal fatto che era un Avatar della Vita in un universo in cui la vita aveva trionfato, e cercò di uccidere Thanos, che a sua volta lo vaporizzò.

I Guardiani e Thanos si incontrarono con la Machine Resistance, gli indifesi abitanti robotici del Cancroverso che erano immuni alla conversione del suo universo da parte di Mar-Vell e lottavano per fermarlo da allora. Informarono Thanos e i Guardiani che Mar-Vell stava pianificando una Necropsia, in cui avrebbe ucciso l'Avatar della Morte (Thanos) uccidendo così la Morte stessa. Thanos sembrò tradire i Guardiani quando si sottomise a Mar-Vell, ma quando quest'ultimo lo trafisse con una spada, apparve la Morte e, a causa della sua convocazione da parte di Thanos, uccise l'intero Cancroverso. La morte si rifiutò di portare Thanos con sé e lui si scatenò di rabbia, giurando di distruggere l'universo. Peter e Nova si offrirono volontari per distrarlo, riuscendo a tenerlo nel Cancroverso abbastanza a lungo da farlo crollare e presumibilmente ucciderli tutti e tre.

Thanos, Star-Lord e Nova rimasero nel Cancroverso combattendo col Cubo Cosmico. Un Drax di ritorno si unì alla rissa contro il Titano Pazzo. Dopo che Star-Lord iniziò a perdere il controllo sul Cubo, Thanos si offrì a Quill di regalargli il Cubo, in quanto poteva controllarlo per tornare su Terra-616.[16] Invece, Star-Lord Thanos con esso. Thanos riapparve e uccise Star-Lord da dietro, ma anch'egli ricomparì. Gli eroi scoprirono che la morte era impossibile in quell'universo, poiché si sarebbe semplicemente rigenerato in un'altra posizione.

Dopo aver ucciso Thanos per la terza volta, la discussione degli eroi su cosa fare fu interrotta dall'arrivo dei Revengers del Cancrovero. A seguito di una battaglia estremamente lunga, i Revengers si impossessarono del Cubo Cosmico.[17] Thanos riuscì a recuperare il Cubo e sconfiggere i Revengers, ma fu presto osteggiato da Drax, Quill e Nova. Mentre il Titano Pazzo fu distratto da Drax, Nova raccolse il Cubo Cosmico e decise di usarlo insieme alla Forza Nova per aprire un portale su Terra-616; tuttavia, Rider non poteva utilizzare il portale mentre fungeva da porta tra i due universi. Come suo ultimo desiderio, Nova chiese a Peter di non dire a Gamora di questo evento, poiché l'avrebbe devastata.

Peter Quill, Drax e Thanos furono quindi riportati su Terra-616.[18]

Ritorno

Peter scomparve dopo gli eventi del Cancroverso fino a quando una riunione con suo padre J'son lo avvertì che il Consiglio degli Imperi Galattici decise che la Terra fosse vietata per tutti gli imperi da li in poi. Ciò spinse Peter a riformare i Guardiani della Galassia per proteggere la Terra da molte invasioni che stavano arrivando grazie a quella nuova regola.

Aiutarono i Vendicatori a combattere Thanos, che aveva di nuovo preso di mira la Terra dopo il suo ritorno. Il Titano riuscì a ottenere un Cubo Cosmico dall'esercito, con il quale fuggì a Moord, la patria dei Badoon. I Guardiani arrivarono alla Avengers Tower e informarono i Vendicatori della situazione, e si unirono ad essi per combattere Thanos e i Badoon.

Dopo che apparentemente Thanos uccise l'Anziano dell'Universo, per imporre la sua supremazia, divenne tutt'uno con il Cubo Cosmico e uccise anche i Vendicatori e i Guardiani. Ma in realtà furono inviati al Cancroverso insieme agli Anziani. Mentre era lì, Tony Stark scoprì che l'arma di Thanos non era in realtà un Cubo Cosmico e che aveva dei difetti. Negoziarono con il Collezionista in cambio di un'arma in grado di disattivare il "Cubo" e tornare sulla Terra. I Vendicatori e i Guardiani avrebbero lasciato che Thanos fosse sconfitto dagli Anziani. Con l'aiuto di altri membri dei Vendicatori, Thanos fu sconfitto e mandato in punizione dagli Anziani.

Poco dopo che Iron Man si unì al gruppo; i Guardiani combatterono un'invasione di Badoon sulla Terra.[19] Vennero brevemente imprigionati dalle forze di Spartoi dopo aver sconfitto i Badoon a Londra,[20] ma riuscirono a fuggire, diventando fuggiaschi dell'Impero Spartoi.[21] I Guardiani incontrarono in seguito una guerriera chiamata Angela, che in seguito si unì alla loro squadra.[22]

Durante l'invasione di Thanos sulla Terra, i Guardiani aiutarono Abigail Brand a riprendere il controllo del Peak.[23]

Il Processo di Jean Grey

Peter e il suo team intercettarono una conversazione che rivelava che gli Shi'ar stavano progettando di rapire un'adolescente Jean Gray per processarla per i crimini del suo io più anziano. Peter decise di andare ad avvisare gli X-Men ma arrivò troppo tardi, poiché gli Shi'ar avevano già preso Jean.[24] Gli X-Men e i Guardiani si unirono per salvarla, e in rotta verso l'impero Shi'ar, incontrarono Kitty Pryde, il capo degli X-Men. Entrambe le squadre furono successivamente attaccate da una nave Shi'ar, ma salvate appena in tempo dagli Starjammers,[25] che si unirono alla missione degli eroi.[26]

Il primo bacio tra Kitty e Peter

Arrivarono a Chandilar, il mondo natale degli Shi'ar, e affrontarono la Guardia Imperiale.[25] Dopo aver recuperato Jean Gray, che era sfuggita alla custodia, i Guardiani e gli X-Men lasciarono il pianeta. Quando i Guardiani riportarono gli X-Men sulla Terra, Star-Lord diede a Kitty un telefono olografico per tenersi in contatto.[27]

Poco dopo, Star-Lord e i Guardiani furono catturati individualmente da diversi imperi galattici per essere affrontati separatamente, come previsto da J'son e gli Spartoi, che volevano che suo figlio si unisse a lui al suo posto come principe di Spartax, ma anche per farlo pagare per i suoi crimini contro l'Impero Spartoi.[28] Peter riuscì a sfuggire alla custodia con l'aiuto di Capitan Marvel, una delle recenti reclute dei Guardiani. Prima di fuggire da Spartax, Peter approfittò della trasmissione in diretta di J'son per esporre la corruzione di suo padre, incitando a una ribellione.[29] Dopo aver recuperato la sua nave, Star-Lord e Capitan Marvel procedettero a recuperare i loro compagni di squadra, tranne la neo recluta Agente Venom, che si nascose dopo essere fuggito da un incontro con gli Skrull.[30]

Mister Knife

Dopo essere fuggito da Spartax, Peter decise di cercare una gemma molto potente per sistemare la sua faida con Thanos una volta per tutte. Dopo essersi intrufolato in un orfanotrofio per cercare la gemma lasciata dallo Spartax, Peter si trovò di fronte un gruppo di cacciatori di taglie Badoon. In minoranza, fu catturato. Mentre era in prigione, Peter scoprì che un misterioso "Mr. Knife" gli aveva posto una taglia sulla testa. Poco dopo, Peter fuggì dalla nave con la gemma solo per trovarsi faccia a faccia con il comandante della Guardia Reale di Spartax che si rivelò essere la sorella che non sapeva di avere, Victoria.[31] I due fratelli fuggirono dopo aver rubato i beni di Viderdoom. Quando tornarono sulla sua nave, Victoria offrì metà del denaro a Peter, ma lui lo rifiutò, dicendo che era lì per l'avventura.[32]

Durante questo periodo Peter rimase in contatto con Kitty Pryde. I suoi sentimenti per Kitty iniziarono a crescere, ma li dovette mettere da parte per affrontare Thanos una volta per tutte. Alimentato con la Gemma di Mandalay, Star-Lord affrontò Thanos sulla luna della Terra e riuscì a domarlo dopo un furioso combattimento. Tuttavia, Star-Lord era convinto di non uccidere Thanos, a causa del conseguente rilascio di energia in grado di distruggere la Terra. Con riluttanza, Peter lo lasciò andare, abbandonò la gemma e decise di cambiare vita e iniziare invece una relazione con Kitty.[33]

Poco dopo aver trovato l'agente Venom, i Guardiani entrarono in contatto con i Klyntar, la razza originale dei simbionti. Al suo ritorno dal pianeta Klyntar, Star-Lord ricevette la notizia che dopo la caduta di suo padre era stato eletto nuovo presidente di Spartax.[34]

Black Vortex

In seguito alla notizia della sua inaspettata carriera politica, Peter decise di mantenere un profilo basso. Scoprì che al gruppo di mercenari di Mr. Knife, la Squadra Massacri, fu ordinato di dargli la caccia, e anche che Knife stava cercando il misterioso Black Vortex.[35] Durante un appuntamento a distanza con Kitty Pryde, Peter fu rapito dalla Squadra Massacri e portato nella loro fortezza volante, dove Mister Knife si rivelò essere J'son.[36] Mister Knife cercòl di fare il lavaggio del cervello a suo figlio per renderlo utile ai suoi piani, ma Kitty Pryde, che aveva viaggiato dalla Terra allo spazio, lo salvò.[37]

Entrambi fuggirono e andarono direttamente a Spartax dove trascorsero un po' di tempo in una casa di alcuni alleati di Peter. Dopo aver persuaso Kitty a rimanere nello spazio con lui, lo convinse a rubare il Black Vortex da J'son per infastidirlo.[37] Tuttavia, quando si infiltrarono nella fortezza di Mister Knife, scoprirono che il Black Vortex non era un oggetto comune, ma uno specchio con la capacità di liberare il potenziale cosmico di un individuo. Ora, temendo che un oggetto così potente finisse nelle mani di J'son, Star-Lord e Kitty rubarono il manufatto. Si rivolsero sia ai Guardiani della Galassia che agli X-Men per chiedere aiuto.

La Squadra Massacri potenziata dal punto di vista cosmico, che ora si definivano Slaughter Lords, bloccò gli eroi per recuperare il Black Vortex. Durante la battaglia, Gamora si sottomise al potere del Vortex, dando ai Guardiani e agli X-Men il vantaggio necessario per sfuggire alla luna di Spartax. Lì, Peter cercò di convincere i suoi alleati a sottomettersi del tutto al Black Vortex, al fine di sconfiggere gli avversari. Kitty si oppose a lui, sostenendo che poteri così incredibili potevano corromperli. Sia Bestia che Angelo invece accettarono. L'immenso potere corruppe loro e Gamora, che tradirono i loro compagni alleati quando tentarono di distruggere il Black Vortex. Poco dopo essere fuggiti con il Vortex, i Guardiani e gli X-Men furono attaccati dalla fortezza volante di Mister Knife.[9]

Peter Quill fa la proposta a Kitty

Sopravvissero all'attacco e fuggirono sulla Bad Boy di Star-Lord. Successivamente incontrarono gli Starjammer, che offrirono il loro aiuto. Quando Gamora, Bestia e Angelo aggredirono Hala dopo che l'Accuser Corps rubò il Black Vortex per chiedere aiuto, Star-Lord e un gruppo di eroi accolsero la richiesta di aiuto.[38] Ronan l'Accusatore si potenziò con il Vortex e respinse gli attaccanti.[37] Tuttavia, la fortezza volante di Mister Knife arrivò per recuperare il Vortex e usò tutta la sua potenza di fuoco per distruggere Hala. The I Guardiani e X-Men fuggirono.[39]

Quando J'son recuperò il Vortex, lo usò sul suo alleato Thane, che procedette a racchiudere l'intero Spartax in un costrutto ambrato, intrappolando i suoi abitanti in uno stato di morte vivente. Mister Knife strinse un accordo con i Brood, fornendo loro i corpi ospiti necessari per riprodursi, in cambio di prendere parte alla loro conquista planetaria.[40] Quando gli eroi recuperarono di nuovo il Black Vortex,[41] Kitty Pryde lo usò su se stessa per potenziare le sue abilità e far passare Spartax attraverso la cupola d'ambra, salvando il pianeta e i suoi abitanti.

Una volta che la polvere si depositò e il Black Vortex affrontato, Star-Lord si propose a Kitty Pryde, e lei disse sì.[41] Di nuovo a Spartax, dovette risolvere il problema della sua elezione e dopo alcune parole incoraggianti di Kitty, decise di arrendersi al desiderio del popolo di Spartax e di diventare il nuovo leader dell'Impero.[42]

Guerre Segrete

Peter e il resto dei Guardiani si recarono sulla Terra per aiutare a difenderla da un pianeta di una versione alternativa in collisione, durante l'ultimo dei fenomeni noti come incursioni, che avrebbe causato il collasso dell'universo. Star-Lord fu l'unico sopravvissuto della sua squadra, dopo essere stato teletrasportato per caso in una zattera di salvataggio che sopravvisse alla fine del multiverso.[43]

Star-Lord e gli altri eroi nella zattera vennero risvegliati dopo aver trascorso otto anni in stasi, trovandosi a Battleworld, un pianeta composto dai resti di diverse realtà, governato dall'onnipotente Dio-Imperatore Destino con pugno di ferro. A dare loro benvenuto fu Dottor Strange, lo Stregone Supremo dell'universo precedente che aveva aiutato Destino, diventando così il suo braccio destroo e lo sceriffo di Battleworld.[44]

Star-Lord e gli altri eroi furono successivamente teletrasportati e dispersi in Battleworld da Strange, al fine di impedire loro di subire l'ira ingiusta del Dottor Destino, che aveva recentemente appreso dell'esistenza di questi intrusi.[45]

Peter finì nel dominio del Regno di Manhattan, un dominio composto dai resti della New York City del suo ex mondo. Alla ricerca di un posto dove nascondersi da Destino, finì in una discoteca conosciuta come la Quiet Room, diventando un cantante sotto il nome di "Swingin 'Stevie Rogers".

Kitty e Peter si baciano appassionatamente

Un giorno, Quill trovò una Kitty Pryde di una realtà alternativa in mezzo ai clienti della Quiet Room. Era un agente della Fondazione Valeria von Doom e stava negoziando con Gambit il Collezionista per ottenere un'anomalia (oggetto che poteva sfidare la dottrina di Doom, vale a dire qualsiasi prova che indicasse l'esistenza di qualcosa prima di questo mondo) che aveva acquisito. Quill sventò i negoziati quando sembrò difenderla dalle flirt di Gambit. Gambit fuggì, portando l'anomalia con sé. Durante la lotta che seguì, un dispositivo utilizzato da Pryde per identificare l'autenticità delle anomalie, confermò che l'origine di Quill era sconosciuta, rendendolo così un'anomalia vivente. Sorpreso, Pryde lo ammanettò a sé e decise di fare ulteriori studi.[2]

Per scoprire dove si trovava Gambit e recuperare l'anomalia, Pryde e Quill seguirono le sue tracce in un museo a Midtown.[46] Dopo aver catturato Gambit, Peter scoprì che l'anomalia in suo possesso era la coda di Rocket Raccoon. Poiché era l'unica cosa rimasta della realtà di Quill e una parte rimanente del suo amico perduto, Pryde gliela lasciò. Dopo averlo baciato, la ragazza partì per Doomstadt per riferire ai suoi superiori.[47]

Ad un certo punto, Peter viaggiò verso il satellite Ovunque dove trovò i suoi vecchi compagni di squadra che erano stati ricreati per reclutarli nella lotta contro Destino.[48] Durante una rivolta contro Destino, i Reed Richards di Terra-616 e Terra-1610 richiesero i servizi di Star-Lord per farli volare su Castle Doom.[45]

Il regno del Dottor Destino fu alla fine rovesciato da Reed Richards, che riuscì a prendere il suo potere e ad usarlo per iniziare a ricreare il Multiverso perduto, compresa la sua realtà nativa e tutti i suoi abitanti.[49]

Re di Spartax

Re Quill

Nei mesi seguenti, Peter riprese il suo lavoro da re. Il suo programma travolgente, l'inesperienza in politica e il desiderio di soddisfare tutti, alla fine respinse i suoi amici. Arrabbiato per questo, Rocket assunse la posizione di comando nei Guardiani di Peter e se ne andò per riprendere il loro lavoro. La fidanzata di Peter, Kitty Pryde, divenne distante per la mancanza di attenzione, e lo lasciò, anche per unirsi ai Guardiani come nuova Star-Lord. Nonostante abbia perso sia il suo migliore amico che la sua fidanzata, Peter rimase amaramente come Re e cercò di aiutare le persone nel miglior modo possibile. Otto mesi dopo che i Guardiani se ne andarono, decisero di tornare per esaminare un artefatto rubato ai Chitauri. Mentre erano lì, un'accusatrice di nome Hala invase Spartax e iniziò a distruggere il pianeta in rappresaglia della presunta partecipazione di Peter alla distruzione del pianeta Kree, Hala.[50]

L'accusatrice sconfisse i Guardiani e catturò Peter, prendendolo in ostaggio e promettendo la distruzione non solo di Spartax ma anche della Terra.[51] Fu salvato dai Guardiani e insieme riuscirono a ritornare e sconfiggi Hala.[52] Tuttavia, non molto tempo dopo, Yotat il Distruttore apparve e contribuì a danneggiare ulteriormente Spartax. I Guardiani provarono a sconfiggerlo, ma molti danni furono fatti e la gente non si fidava più di Peter. I suoi delegati ne approfittarono e lo estromisero dal potere, sostenendo che avrebbe dovuto rispondere di tutte le distruzioni causate dal suo controllo. Peter fuggì con Kitty e raggiunse nuovamente i Guardiani come un ricercato.[53]

Poteri

Esperto nei combattimenti corpo a corpo, Peter Quill è anche dotato di notevoli capacità atletiche. Star-Lord era inizialmente dotato di un'armatura e di un elmetto che, modificando la sua struttura fisica, gli garantivano una forza e una resistenza al di là delle capacità umane. L'armatura, oltre a consentirgli di volare e sopravvivere nello spazio, era in grado di formare scudi energetici difensivi. Solitamente usava una coppia di pistole in grado di generare e manipolare gli elementi. Durante la sua battaglia con il Caduto, la sua armatura e le sue pistole elementali furono distrutte. A seguito delle ferite, venne sottoposto ad alcuni innesti cibernetici che lo rendevano in grado di rilevare gli spettri di energia. In seguito questi impianti gli vengono rimossi e Star-Lord viene equipaggiato con una tuta da battaglia Kree (che diventa l'uniforme dei suoi Guardiani della Galassia) il cui elmetto, dotato di traduttore universale, gli permette di analizzare i dati di battaglia e di respirare nello spazio. Come armi sceglie due pistole Kree in grado di sparare diversi tipi di proiettili.

Abilità

Cecchino esperto: Star-Lord è esperto nell'uso di armi da fuoco, da ogni parte della Galassia.

Maestro di Arti Marziali: È un esperto di combattimenti corpo a corpo molto abile in molteplici stili di combattimento.

Maestro tattico e stratega: Star-Lord è un maestro stratega e risolutore di problemi e abile nelle tecniche di battaglia.

Pilota: È un esperto pilota di astronavi.

Conoscenza universale: Star-Lord ha una vasta conoscenza di vari costumi, società e culture aliene, oltre a varie conoscenze su astratti cosmici come Oblivion.


Equipaggiamento

Impianto di traduzione: Peter ha un impianto di traduzione sul collo che gli consente di comprendere varie lingue straniere.

Stivali Jet: Un paio di stivaletti a razzo che consentono il volo di Quill.[31]

Elmetto spaziale: Dopo aver abbandonato la sua armatura da battaglia Kree, Quill ha raccolto un nuovo elmetto alieno e una maschera facciale con numerosi effetti speciali.[30]

  • Alterazione delle dimensioni: L'elmetto può essere srotolato e retratto in uno spazio sconosciuto sulla sua testa.
  • Rifornimento di ossigeno: ha un sistema di respirazione atmosferica che consente a Quill di sopravvivere al vuoto dello spazio senza aiuto.
    • Supporto alla pressione: Il casco protegge il viso di chi lo indossa da improvvisi cambiamenti della pressione dell'aria.

Trasporti

Il Ryder

Armi

Pistole Elementali: Una coppia di pistole in grado di evocare i quattro elementi.

  • Star-Lord è stato creato originariamente da Steve Englehart e Steve Gan, debuttando in Errore Lua in Modulo:StandardizedName alla linea 300: attempt to index field 'link' (a nil value).. Il personaggio ha ricevuto un'origine aggiornata in Errore Lua in Modulo:StandardizedName alla linea 300: attempt to index field 'link' (a nil value). che ha sovrascritto le storie originali. Queste storie originali sono ora considerate come avvenute nella realtà alternativa di Terra-791.
  • Secondo i Nova Corps, Star-Lord ha accumulato un conteggio di oltre 350.000 omicidi, è considerato un livello di minaccia "locale".
  • Tony Stark ha chiamato una serie di microsatelliti come Peter, i Q.U.I.L.L. Network.
  • Il costume di Star-Lord che ha debuttato in Errore Lua in Modulo:StandardizedName alla linea 300: attempt to index field 'link' (a nil value). si basa su quello del film Guardiani della Galassia.

Scopri e Discuti

Note a piè di pagina

  1. Marvel Collection Special 17
  2. 2,0 2,1 Guardiani della Galassia Presenta 13
  3. Guardiani della Galassia 72
  4. Marvel Original Graphic Novel 11
  5. Marvel World 17
  6. Guardiani della Galassia Presenta 16
  7. Guardiani della Galassia Presenta 17
  8. Guardiani della Galassia Presenta 20
  9. 9,0 9,1 Marvel Miniserie 161
  10. Wz 60
  11. Marvel World 15
  12. Marvel Crossover 47
  13. Marvel Crossover 49
  14. Marvel Crossover 51
  15. Marvel Crossover 55
  16. Guardiani della Galassia 18
  17. Guardiani della Galassia 19
  18. Guardiani della Galassia 20
  19. Guardiani della Galassia 2
  20. Guardiani della Galassia 3
  21. Guardiani della Galassia 4
  22. Guardiani della Galassia 6
  23. Guardiani della Galassia 9
  24. Guardiani della Galassia 12
  25. 25,0 25,1 Nuovissimi X-Men 16
  26. Guardiani della Galassia 13
  27. Guardiani della Galassia 14
  28. Guardiani della Galassia 15
  29. Guardiani della Galassia 16
  30. 30,0 30,1 Guardiani della Galassia 17
  31. 31,0 31,1 Guardiani della Galassia Presenta 1
  32. Guardiani della Galassia Presenta 2
  33. Guardiani della Galassia Presenta 4
  34. Guardiani della Galassia 22
  35. Guardiani della Galassia Presenta 5
  36. Guardiani della Galassia Presenta 6
  37. 37,0 37,1 37,2 Guardiani della Galassia Presenta 7
  38. Nuovissimi X-Men 28
  39. Guardiani della Galassia 26
  40. Guardiani della Galassia Presenta 9
  41. 41,0 41,1 Marvel Miniserie 162
  42. Guardiani della Galassia 28
  43. Marvel Miniserie 164
  44. Marvel Miniserie 166
  45. 45,0 45,1 Marvel Miniserie 167
  46. Guardiani della Galassia Presenta 14
  47. Guardiani della Galassia Presenta 15
  48. Guardiani della Galassia 32
  49. Marvel Miniserie 172
  50. Guardiani della Galassia 33
  51. Guardiani della Galassia 35
  52. Guardiani della Galassia 36
  53. Guardiani della Galassia 37



Ti piace? Facci sapere!

*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.