Marvel Database
Advertisement





Quote1.png Ma sono sempre stato un uomo debole... un uomo terribilmente terribilmente debole... Quote2.png
-- Burattinaio src 

Phillip Masters da ragazzino nel 1931 circa.[9]

Gli inizi

Phillip Masters nacque negli anni '20 nella nazione di Transia alla base del Monte Wundagore.[10][11] Sua madre era un'alcolizzata e suo padre era spesso molto distante mentre lottava per provvedere alla sua famiglia.[5] Da bambino sua nonna gli raccontava leggende del VI secolo su come il demone Chthon era stato intrappolato all'interno della montagna, contaminando la terra.[3] Da ragazzo, lo zio di Phillip, Andrew, gli diede un coltello e un pezzo di legno e Phillip immediatamente iniziò a scolpire le cose nel legno.[5] Alla fine passò a scolpire cose nell'argilla che trovò vicino alla base del Monte Wundagore.[10][5] Più Phillip usava l'argilla, più influenzava la sua mente, facendogli desiderare di scolpire con essa più spesso mentre lentamente erodeva la sua sanità mentale .[5][12] Da ragazzo, Masters giocava spesso con la giovane Jessica Drew i cui genitori lavoravano con il genetista Herbert Wyndham, finché un giorno nel marzo del 1931 Jessica si ammalò da avvelenamento da radiazioni e fu portata via dalla sua famiglia per essere curata.[9] All'età di otto anni, i genitori di Phillip emigrarono negli Stati Uniti. Mentre Phillip continuava a incidere e scolpire con materiali della sua terra natale, Masters si adattò facilmente alla sua nuova vita in America. Tuttavia, nonostante ciò, Phillip era spesso vittima di bullismo dai suoi compagni di classe.[4] Quando la madre di Phillip morì, Phillip si rivolse alle bambole che aveva creato per sfuggire ai suoi aguzzini.[13] Dopo la morte di sua moglie, il padre di Phillip non riuscì a trovare lavoro e a mantenere suo figlio e fu costretto a mandare il ragazzo in un orfanotrofio. Phillip sentendosi più solo che mai si ritirò ancora di più nel suo amore per scolpire l'argilla.[14]

Phillip Masters da giovane adulto.[15]

Documentazione relativa alla vita di Phillip dopo il suo collocamento in un orfanotrofio sono in gran parte non registrati. Il successivo registrazione degna di nota afferma che ha frequentato il college e ha proseguito gli studi in biologia. Fu durante questo periodo che fece amicizia con Jacob Reiss e Marcia Deaton che frequentavano lo stesso college.[4] Phillip e Jacob divennero compagni di stanza, e un giorno nel 1947 incontrarono una donna che si faceva chiamare Alicia Clay, che avvertì Jacob che Phillip lo avrebbe ucciso in futuro. Incapace di convincere Jacob di questo, Alicia fuggì dal loro appartamento. Masters la seguì e le confidò i sentimenti oscuri che provava quando scolpiva la sua argilla. Alicia quindi chiese a Phillip di promettere di essere forte e di cercare di non ferire Jacob e la sua famiglia in futuro. Phillip lo promise e fuggì nella notte.[15] Tuttavia, o Phillip stava mentendo o non era in grado di controllarsi, poiché la tragedia sarebbe presto accaduta. Quando si laurearono, Reiss sposò Marcia ed entrò in società con Phillip per cercare di commercializzare l'argilla speciale che Philip aveva portato dalla sua terra natale. Molti anni dopo, la famiglia Reiss diede alla luce una bambina di nome Alicia.[4] Durante il loro primo lavoro insieme, Phillip e Reiss lavorarono brevemente con lo scienziato Alexei Ganger per cercare di curare i mali del mondo.[16]

Uccisione di Jacob Reiss.[6]

Phillip e Jacob avviarono un'attività nella città di Watershed Lake utilizzando l'argilla che Phillip usava da anni. Tuttavia Phil alla fine divenne geloso di Jacob e della sua vita ideale e presto si arrabbiò abbastanza da provare a sabotare la compagnia per ripicca. Vedendo le luci nel loro laboratorio quella notte, Jacob andò a indagare. Phillip assalì il suo compagno e durante l lotta Phillip fece cadere Jacob in una vasca di argilla provocando una massiccia esplosione. Mentre Phillip fu messo al tappeto, la moglie e la figlia di Jacob che stavano aspettando in macchina andarono a controllare proprio mentre il laboratorio esplodeva. Mentre Marcia rimase illesa, Alicia rimase accecata a causa dell'esplosione. Phillip tenne segreta la causa della morte di Jacob, raccontando alla sua famiglia in lutto che era morto in un incidente.[6] Dopo il funerale di Jacob,[12] Phillip sposò Marcia e sia lei che Alicia presero il suo nome.[6] Ricordando come Alicia fosse un'appassionata pittrice prima della sua cecità, Filippo iniziò quindi ad insegnarle a scolpire.[12] Tuttavia anche Marcia morì presto a causa degli isotopi radioattivi coinvolti nell'esplosione che uccise suo marito. Mentre Alicia crebbe fino all'età adulta e divenne una famosa scultrice, Phillip aveva il cuore spezzato a causa della morte di Marcia e si ritirò.[17] Phillip scoprì presto che quando scolpiva l'argilla della sua patria era in grado di prendere il controllo dei corpi di cui scolpiva, e per molti anni sostenne che ciò fosse dovuto al fatto che l'argilla era radioattiva,[7] tuttavia viste le storie d'infanzia che aveva sentito da sua nonna questo potrebbe essere stato un inganno. Ad un certo punto, Phillip tornò in patria e si assicurò una grande quantità di argilla dalla Transia[3] allo scopo di iniziare una carriera criminale.[7]

Postscripto

A differenza della maggior parte degli altri personaggi dell'Universo Marvel, le date a cui si fa riferimento nei primi anni di vita di Phillip Masters non sono apparentemente soggette alla scala temporale mobile dell'universo Terra-616. È stato raffigurato come un bambino piccolo intorno al 1931 ed era un giovane adulto nel 1947. Da allora la sua prima infanzia fu legata a quella della Donna Ragno anch'essa bambina negli anni '30, e sembra che la sua infanzia sia iniziata nella prima metà del XX secolo. Ciò che non viene spiegato è come sembri essere almeno un uomo di mezza età da qualche parte tra i 50 o i 60 anni nell'era moderna. Si potrebbe ipotizzare che il suo invecchiamento sia stato rallentato a causa della magia ctonica che conferisce all'argilla il suo potere.

Il Burattinaio

Il Burattinaio[7]

Phillip iniziò la sua carriera criminale durante i primi giorni di quella che viene definita età moderna non molto tempo dopo la formazione dei Fantastici Quattro. Ora che si faceva chiamare il Burattinaio, la prima operazione criminale di Phillips fu quella di mettere la Cosa sotto il suo controllo. Così facendo, ordinò alla Cosa di andare nel suo appartamento, ignaro che la Donna Invisibile stesse seguendo la Cosa. Tuttavia la presenza dell'intrusa fu tradita grazie all'udito acuto di Alicia e il Burattinaio mise fuori combattimento la Donna Invisibile. Travestendo Alicia da Sue Storm, la mandò con la Cosa al quartier generale dei Fantastici Quattro, il Baxter Building. Mentre la Cosa attaccava i Fantastici Quattro, il Burattinaio prese il controllo del direttore della Prigione di Stato e organizzò un'evasione. Al Baxter Building, la Cosa venne liberata dal controllo del Burattinaio quando fu brevemente riportato alla sua forma umana di Ben Grimm. La prigioniera Sue Storm riuscì a sparare un razzo di avvertimento e con le indicazioni di Alicia i Fantastici Quattro attaccarono il Burattinaio a casa sua. Tuttavia, mentre gli eroi erano occupati da uno dei suoi pupazzi robotici, fuggì con Alicia. Mentre i Fantastici Quattro fermavano l'evasione, il Burattinaio tentò di utilizzare un burattino di se stesso che credeva lo avrebbe reso il re del mondo. Tuttavia Alicia si mise in mezzo e strapò il burattino dalla sua mano, gettandolo sul pavimento. Mentre correva, Phillip inciampò nel braccio di Alicia e andò a schiantarsi da una finestra proprio mentre arrivavano i Fantastici Quattro. Il gruppo credeva che Phillip fosse morto per la caduta, ma non si prese mai la briga di verificare se fosse così o meno.[7] Mentre l'intento del Burattinaio era quello di uccidere i Fantastici Quattro, servì invece per creare una spaccatura tra lui e la sua fedele figliastra, poiché lei iniziò a frequentare la Cosa subito dopo[18] e ebbero una relazione che durò per molti anni.

Phillip Masters (Earth-616) from Fantastic Four Vol 1 14 0001.jpg

Phillip era sopravvissuto alla caduta dalla finestra ed fu messo in un sanatorio per un periodo di cure. Tuttavia ingannò il personale facendogli credere che fosse guarito e fu rilasciato mesi dopo. Desiderando vendicarsi dei Fantastici Quattro per la sua precedente sconfitta, il Burattinaio decise di manipolare uno degli altri nemici dei FQ e usò la sua argilla per prendere il controllo del Sub-Mariner, costringendolo a rapire la Donna Invisibile e attirare i Fantastici Quattro nel suo regno allora deserto di Atlantide. Il Burattinaio osservò la battaglia da un sottomarino, tuttavia la nave fu schiacciata da un polpo che era stato rilasciato durante l'incontro, tagliando il controllo del burattinaio dal sottomarino. La battaglia terminò rapidamente e i Fantastici Quattro tornarono a casa illesi.[19] Tuttavia il Burattinaio riuscì a sopravvivere spingendo il suo sottomarino in superficie liberandosi dal polpo. Tornato al suo nascondiglio, il Burattinaio quindi pianificò di nuovo la vendetta contro i Fantastici Quattro, questa volta mettendo la Torcia Umana contro la Cosa. A tal fine, manipolò la Torcia per fargli fare la corte alla propria figliastra di fronte alla Cosa. La Cosa gelosa poi attaccò il suo compagno di squadra e iniziarono a combattere in tutta la città. Tuttavia, per quanto il Burattinaio abbia cercato di costringere la Torcia a ferire gravemente la Cosa, la Torcia resistette e alla fine si liberò dal controllo del Burattinaio e distrusse il suo burattino. Prima che la Cosa potesse picchiare il Burattinaio, Alicia convinse il suo ragazzo che Phillip non era più una minaccia e gli eroi lo lasciassero andare libero.[20]

Prime Alleanze

Il Burattinaio incontra il Pensatore Pazzo per la prima volta[21]

Il Burattinaio iniziò quindi la prima di molte collaborazioni con un altro nemico dei Fantastici Quattro, il Pensatore Pazzo. I due lavorarono a un piano per vendicarsi dei Fantastici Quattro mettendoli contro gli eroi mutanti conosciuti come gli X-Men. Usando le informazioni teoriche che il Pensatore Matto dedusse sull'apparizione dell'allora leader segreto degli X-Men, Professor Charles Xavier, il Burattinaio prese il controllo di Xavier e usò i suoi poteri telepatici per ordinare agli X-Men di attaccare i Fantastici Quattro. Gli X-Men furono manipolati per attirare i Fantastici Quattro sopra la base sotterranea del Pensatore Pazzo. Tuttavia, la volontà del Professor X si rivelò troppo forte e si liberò dal controllo del Burattinaio. Il Burattinaio e il Pensatore Pazzo fuggirono mentre gli eroi erano occupati a combattere il Terribile Androide.[21] Il Pensatore Pazzo e il Burattinaio quindi lavorarono su un secondo schema, questa volta cercando di mettere di nuovo la Torcia Umana e la Cosa l'una contro l'altra. Questa volta il Burattinaio tentò ancora una volta di prendere il controllo della Cosa. Tuttavia, grazie a un'altra inversione casuale nella sua forma umana, Ben riuscì a liberarsi dal controllo del Burattinaio. Ignari che questa trasformazione avesse avuto luogo, il Pensatore e il Burattinaio credevano erroneamente che ci fosse qualcosa di sbagliato nel burattino che avevano creato e Phillip ne costruì un altro più potente. Tuttavia, quando tentò di usarlo, il leader dei Fantastici Quattro Mr. Fantastic aveva già determinato chi era il loro nemico e aveva costruito un dispositivo che causava un feedback se il Burattinaio tentava di riprendere il controllo della Cosa. Quando il Burattinaio fece proprio ciò, il feedback attraversò il Burattinaio e lo mise fuori combattimento, sventando il loro piano.[22]

Dopo la chirurgia plastica[23]

Il Burattinaio quindi decise di concentrarsi sulla creazione di statue che potesse controllare invece di fare affidamento sulla sua argilla sempre più inaffidabile. Mentre lavorava su un mezzo chimico per creare statue più realistiche, inventò un dispositivo "Chemi-Ray" e quando un gatto randagio saltò accidentalmente sul suo cammino fu sorpreso di scoprire che il gatto era stato trasformato in una statua vivente. Il Burattinaio iniziò quindi una trama molto complessa per vendicarsi della Torcia Umana e della Cosa per la sua precedente sconfitta per mano loro, progettando di trasformarli in statue viventi. Quindi iniziò a vendere i sui manichini realistici a un grande magazzino locale e aprì anche una mostra di manichini sopra il negozio. Sicuramente la Cosa e la Torcia arrivarono al negozio in una data di spedizione con le loro amiche Alicia Masters e Doris Evans. Quindi invitò il quartetto alla sua mostra, e quando i due eroi si allontanarono dalle loro ragazze il Burattinaio attaccò. Gli eroi affrontarono le trappole del Burattinaio e dedussero l'identità del loro nemico. Durante il combattimento, Masters venne scaraventato sulla traiettoria del suo stesso Chemi-Ray, trasformandolo in una statua e fu prontamente consegnato alle autorità.[23]

Liberato dalla sua stato di statua e con il suo aspetto riportato alla normalità, il Burattinaio fuggì o fu rilasciato dalla prigionia nel periodo in cui Reed Richards e Sue Storm si sarebbero sposati. Phillip era tra i tanti criminali posti sotto il controllo del dispositivo "Modificatore di emozioni" del Dottor Destino e influenzato per attaccare il matrimonio. Il Burattinaio creò un burattino che assomigliasse a uno degli ospiti, tuttavia la possessione di questo individuo venne rilevato dall'agenzia anti-spionaggio nota come SHIELD che rapidamente arrestarono il Burattinaio. Gli altri aggressori di Destino se la cavarono un po' meglio e furono sconfitti dai Fantastici Quattro e da un raduno di eroi venuti per partecipare al matrimonio.[24]

Primo costume[25]

Il Burattinaio fuggì o fu nuovamente rilasciato dalla custodia, organizzò operazioni in una casa e adottò un costume molto simile alla maggior parte dei sua confraternita criminale. Avendo bisogno di più soldi per i suoi esperimenti, il Burattinaio prese ancora una volta il controllo del Sub-Mariner. Quindi inviò Namor a irrompere in una banca vicina e rubare i soldi lì. Tuttavia il Sub-Mariner riportò obbligazioni non negoziabili. Furioso, il Burattinaio, fece ritornare il Sub-Mariner a rubare soldi veri. Tuttavia Namor venne attaccato dall'autorità [25], fu ferito e fuggì dalla scena. Cadendo nel fiume Hudson, il Sub-Mariner fu liberato dal controllo del Burattinaio. Quando il Burattinaio tentò di esercitare nuovamente il suo controllo su Namor, il monarca Atlantideo reagì e la sua pura forza di volontà fece esplodere il burattino del Burattinaio nella sua mano.[25] Tuttavia l'interferenza del Burattinaio non passò inosservata, e il rivale di Namor, il Condottiero Krang, rilevò l'influenza del Burattinaio e lo affrontò nel suo nascondiglio. Lì costrinse il Burattinaio a creare un burattino che potesse controllare l'enorme Behemoth che all'epoca terrorizzava il regno di Namor. Dopo di che il Burattinaio completò la creazione è fu costretto a fuggire dal suo nascondiglio. Il piano di Krang per usare il Behemoth per distruggere Namor fallì quando il Sub-Mariner attaccò la creatura con anguille elettriche, la cui scossa elettrica ritornò al burattino danneggiandolo oltre il controllo.[25] Il Burattinaio in seguito tornò a concentrarsi sulla vendetta contro i Fantastici Quattro e decise di prendere di nuovo di mira il Professor X degli X-Men. Tuttavia, quando creò un burattino per cercare di controllare il telepate mutante, scoprì che da allora Xavier aveva eretto barriere mentali per impedire che un simile possesso si ripetesse. Tuttavia, il suo tentativo di possesso arrivò in un momento in cui Xavier stava tentando di reclutare nuovi membri negli X-Men. Dopo aver appreso che il Mimo si sarebbe unito al gruppo, il Burattinaio ne prese il controllo. Masters quindi fece in modo che il Mimo attaccasse la squadra e poi il super-umano che copiava i poteri attirasse gli X-Men nella sua base. Tuttavia, il Burattinaio fu rapidamente sconfitto quando Angelo gli tese un'imboscata alle spalle e distrusse il suo burattino, liberando il Mimo dal suo controllo.[26][27]

Secondo costume[28]

Presumibilmente in fuga, il Burattinaio organizzò operazioni su un'isola al largo della costa di Miami, dove tentò di rubare un nuovo prototipo di aliscafo. Questo furto venne sventato dal Sub-Mariner che stava attraversando la zona. Furioso, il Burattinaio tentò di controllare Hulk per distruggere Namor. Tuttavia, come le pedine precedenti, Hulk non poteva essere costretto a uccidere e alla fine Namor sconfisse Hulk creando un'enorme ondata di marea che spazzò via il mostro generato di raggi gamma. Le onde si abbatterono anche sulla base operativa del Burattinaio, distruggendola mentre fuggiva.[28] Il Burattinaio iniziò di nuovo a lavorare con il Pensatore Pazzo e i due uomini si allearono con un altro scienziato criminale, Testa d'Uovo. Il trio iniziò una serie di attacchi agli Stati Uniti con l'intento di utilizzare una stazione spaziale per prendere il controllo dell'America minacciando di distruggerla. Il trio iniziò tagliando tutta l'energia agli Stati Uniti.[29] Il trio catturò anche la Vedova Nera che è stata inviata dallo SHIELD per spiarli, portando a uno scontro con il Vendicatore noto come Golia a Coney Island.[30] Il Burattinaio fu quindi inviato a cercare di distruggere un lancio di razzi a Cape Canaveral in Florida. A tal fine prese il controllo del Vendicatore Iron Man e lo mandò a distruggere la navetta prima che potesse essere lanciata. Ciò portò a una battaglia tra Iron Man e il soldato Kree noto come Capitan Marvel.

Terzo costume[31]

Tuttavia il piano del Burattinaio fu sventato grazie al fatto che al tempo Iron Man aveva uno speciale pacemaker che impediva alle schegge di perforare il suo cuore che era legato alla sua armatura. Quando l'armatura dell'eroe si esaurì, iniziò a soffrire di un attacco di cuore, rendendolo incapace di seguire i comandi del Burattinaio. Furioso il Burattinaio gettò il suo pupazzo di argilla di Iron Man in alcune delle sue apparecchiature elettroniche facendolo esplodere in faccia, seppellendolo tra le macerie. [31] Alla fine lo schema dei tre criminali fu sventato dal Vendicatori.[32]

Il Burattinaio sopravvisse all'esplosione e iniziò a lavorare di nuovo con il Pensatore Pazzo, questa volta concentrando i propri sforzi ancora una volta sulla distruzione dei Fantastici Quattro. Il duo costruì una serie di repliche realistiche dei più grandi nemici dei Fantastici Quattro combinando il genio scientifico del Pensatore Pazzo e l'argilla del Burattinaio. Il gruppo venne attaccato da qualche parte non lontano dalla casa himalayana degli Inumani. Tuttavia i Quattro sconfissero facilmente l'esercito di repliche che furono inviate contro di loro. Alla fine, il piano del duo fallì quando tentarono di controllare una replica di Hulk che iniziò a distruggere il loro nascondiglio segreto. Il Burattinaio provò a far saltare in aria il simulacro di Hulk, ma finì per colpire invece degli esplosivi, innescando un'esplosione che distrusse la loro base.[33]

Alienato da Alicia

Sopravvissuto all'esplosione, il Burattinaio andò in isolamento per un po' di tempo per iniziare a lavorare su nuovi piani. Poco dopo la fine della Guerra Kree-Skrull, una nave Skrull che trasportava un robot Ballox. Portando il robot nel suo nascondiglio, lo riparò e ora chiamandolo Mostroide lo mandò a compiere una serie di rapine in tutta New York City. Tuttavia, l'uso di un burattino da parte del Burattinaio per controllare il Mostroide influenzò anche i modelli di onde cerebrali del Vendicatore noto come Visione causandogli convulsioni. Con l'aiuto dell'Uomo Ragno, la Visione rintracciò il segnale del Mostroide e del Burattinaio fino al Baxter Building, dove Masters avrebbe colpito in seguito. Mentre l'Uomo Ragno combatteva contro il Mostroide, la Visione rintracciò Masters e lo rese inabile con i suoi poteri di fasamento, poi lasciò l'Uomo Ragno a consegnare il Burattinaio alle autorità.[34] La partenza della Visione coincise con l'arrivo della Cosa e della sua ragazza Alicia. Alicia pregò i due eroi di non fare del male al suo patrigno, e il Burattinaio riuscì a convincere la Cosa che aveva una cura per la cecità di Alicia in uno dei suoi vecchi nascondigli che condivideva con il Pensatore Pazzo. La Cosa, Alicia e Uomo Ragno quindi accompagnarono il Burattinaio al nascondiglio e lungo la strada il Burattinaio ammise vergognosamente la sua parte nella morte del padre biologico di Alicia. Quando arrivarono al nascondiglio furono attaccati dal Pensatore Pazzo che si trovava nella residenza. Phillip riuscì a sfuggire agli eroi e nel complesso convinse il Pensatore che avrebbero dovuto lavorare insieme per uccidere la Cosa e l'Uomo Ragno. Tuttavia questa unione andò storta quando il Pensatore Pazzo mise in pericolo Alicia e il Burattinaio si è rivolse contro di lui. Mentre l'Uomo Ragno e Ben portavano in salvo Alicia, un'esplosione esplose all'interno della base, uccidendo apparentemente il Burattinaio e il Pensatore Pazzo.[6]

In posa come "H. Duety"[2]

Tuttavia, il burattinaio ha ingannato ancora una volta la morte e si è nascosto fingendosi un burattinaio sotto lo pseudonimo di H. Duety. Ha anche iniziato a lavorare con un cattivo radioattivo noto come Radion i cui poteri potrebbero apparentemente aumentare la forza dei burattini del burattinaio. Cercando di vendicarsi di nuovo contro i Fantastici Quattro, il Burattinaio e Radion hanno usato i loro poteri combinati per prendere il controllo del dio del tuono Asgardiani Thor. Thor fu mandato al Baxter Building dove ferì gravemente Mr. Fantastic, la Torcia Umana e la Ragazza Invisibile. Tuttavia sfuggì brevemente al controllo del Burattinaio tornando al suo alter-ego, il medico mortale noto come Donald Blake. Tuttavia, quando Blake si trasformò di nuovo in Thor, fu di nuovo reso schiavo e inviato ad attaccare la Cosa. Il burattinaio e Radion si sono rivelati per assistere alla battaglia. La battaglia è stata anche osservata da Wundarr un alieno che all'epoca era protetto dalla Cosa. La capacità di Wundarr di assorbire le radiazioni iniziò a indebolire il potere di Radion, costringendolo a fuggire dalla scena. Con Thor libero dal controllo del Burattinaio senza il potenziamento di Radion, Masters è stato nuovamente catturato.[2][35] Rinchiuso in prigione, il Burattinaio ancora una volta concentrò le sue ricerche sulla vendetta contro i Fantastici Quattro. Prima della sua ultima cattura, il Burattinaio aveva creato un nuovo tipo di burattino che gli permetteva di prendere il controllo delle sue vittime senza trasformarle in schiavi senza cervello, in modo che potessero utilizzare meglio i loro poteri, abilità e addestramento. Quando fu arrestato dopo la sua ultima sconfitta, riuscì a contrabbandare questa argilla nella sua cella e nasconderla alle autorità.[36] Prima prendendo di mira la Cosa,[37] il Burattinaio lo costrinse a un'alleanza con Hulk e i due combatterono con i Fantastici Quattro e l'esercito a Filadelfia fino a quando la stretta approssimazione di Ben con il corpo irradiato dai raggi gamma di Hulk lo fece tornare alla forma umana, interrompendo la capacità del Burattinaio di controllarlo.[38] Il Burattinaio ha poi preso il controllo del Wrecker, ripristinando i suoi poteri[39] e lo ha mandato contro i Fantastici Quattro. Con Ben impotente, il gruppo ha assunto Power Man per aiutare a sconfiggere questo nemico.[40] Il Burattinaio quindi prese il controllo di Power Man costringendolo ad attaccare i FQ, e quando questa si è rivelata un'altra battaglia persa, ordinò a Power Man di venire a farlo evadere di prigione e fuggì u una Fantasti-Macchina.[41]

Sconfitto ancora una volta dai Fantastici Quattro.[36]

A questo punto, Alicia aveva sospettato il coinvolgimento del suo patrigno e lo aveva visitato nel carcere di massima sicurezza in cui era detenuto. Lì fu in grado di aiutare il direttore a trovare la bambola che Phillip stava usando per controllare le sue vittime. Proprio in quel momento arrivò Power Man per liberarlo e i Fantastici Quattro lo seguirono. Ben, ora indossando un exo-tuta che assomigliava alla sua forma mutata, affrontò Power Man mentre cercava di fuggire con il Burattinaio che aveva preso in ostaggio Alicia. La battaglia tra Ben e Power Man scosse la Fantasti-Macchina e quando Alicia venne scaraventata in mare, il Burattinaio getò il suo burattino per balzare dietro di lei. Entrambi furono salvati da Mr. Fantastic e il burattino si dissolse quando finì nell'acqua sottostante, liberando Power Man dal controllo del Burattinaio e ponendo fine alla rissa. Phillip venne quindi restituito alle autorità e terminò il resto della sua sentenza.[36]

Riabilitazione (di sorta)

Durante il suo periodo in prigione Phillip fu prigioniero modello e quando seppe che sua figlia Alicia stava allestendo una mostra di sculture, gli fu concesso un pass temporaneo per andare a vederlo e congratularsi con lei. Tuttavia il suo arrivo coincise anche con l'attacco di un altro nemico dei Fantastici Quattro, il Terribile Trio. Il membro del trio Yogi Dakor usò i suoi poteri mistici per trasferire la coscienza dei suoi compagni di squadra Bull Brogin e Harry Phillips nelle statue. All'evento erano presenti la Cosa e il fastidioso Uomo Impossibile. Mentre inizialmente credevano che il Burattinaio fosse coinvolto, i due scoprirono e fermarono i veri aggressori.[42] Phillip tornò in prigione per finire il resto della sua sentenza. Fu rilasciato la vigilia di Natale dello stesso anno e tornò in uno dei suoi nascondigli, tramando una nuova vendetta quando una simpatica cartolina di Natale della Cosa stimolò la sua rabbia, ma tuttavia scoprì che l'ultima parte della sua argilla aveva perso la sua potenza. Senza soldi per fare un viaggio di ritorno in Transia per ottenerne di più, Phillip fece visita al Baxter Building durante la festa di Natale dei Fantastici Quattro. Con la scusa di essersi riformato, convinse i Fantastici Quattro che il suo desiderio più ardente per il Natale era tornare in patria. Alicia quindi convinse Ben a riportare lei e Phillip in Transia. La loro prima notte lì, Phillip uscì alla ricerca di altra argilla e fu rimpicciolito e fatto prigioniero dal mistico infantile Modred il Mistico che all'epoca era sotto la cura della Nuova Donna nota come Bova. Trovando Phillip sparito, la Cosa e Alicia andarono a cercarlo e dopo un'infruttuosa ricerca furono indirizzati al cottage di Bova dove furono costretti a passare la notte a causa di un temporale. Quella sera Phillip cercò di scappare e scoprì che anche la Cosa - che spaventò Mordred - era ridotta di dimensioni. Poi lottarono contro i giocattoli animati di Mordred fino alla stanza di Mordred. Lì Phillip cercò di usare la sua argilla per costringere Modred a riportarli alla normalità, ma scoprì che i poteri mistici di Modred gli impedivano di farlo. Tuttavia il trambusto svegliò Bova e Alicia che si accorsero della situazione. Svegliando Modred, Bova convinse il mistico confuso a riportare Ben e Phillip alla normalità. Dopo l'incidente, Phillip insegnò a Modred come animare i suoi giocattoli per amicizia. Lui, Alicia e Ben tornarono negli Stati Uniti, Phillip apparentemente completamente riformato dalla sua vita criminale.[10]

Liddleville

In seguito Phillip divenne determinato a fornire ad Alicia la vita che aveva sempre desiderato e cercò i mezzi tecnici per farlo. Avendo ottenuto più argilla, il Burattinaio prese il controllo del Dottor Destino e costruì Liddleville, una città in miniatura gestita da robot modellati come gente di una piccola cittdina. Quindi usato i suoi burattini per prendere il controllo dei Fantastici Quattro, Alicia e il figlio di Reed e Sue Franklin e costringerli ad andare al castello di Destino nelle montagne Adirondack. Lì li agganciò a Liddleville, trasferendo le loro menti in corpi clone in miniatura, ma impotenti. Phillip e Destino furono in grado di trasferire le loro menti avanti e indietro in duplicati robotici di se stessi a Liddleville per monitorare le cose. Deprivati dei loro ricordi come eroi, i Fantastici Quattro ebbero una vita idealistica in una piccola città e Ben, ora di nuovo umano, e Alicia furono condizionati a credere di essere sposati. Tuttavia, la volontà di Destino si rivelò troppo forte per essere controllata da Phillip e iniziò a usare Liddleville per tormentare il suo vecchio nemico Reed. Tuttavia, questo piano fallì quando i ricordi degli eroi alla fine tornarono e Reed, usò un acceleratore di particelle Lesalle-Devaney in miniatura per ripristinare i loro poteri nei loro piccoli corpi. Quindi fuggirono da Liddleville e attaccarono Destino che inciampò nei controlli e trovò la sua mente intrappolata nel suo simulacro robotico di Liddleville. I Quattro si ripristinarono alle loro vere forme, ma non furono in grado di trovare il corpo di Phillip e quindi non furono in grado di ripristinarlo. Furioso per il fatto che Destino avesse rovinato i suoi piani, Masters assegnò ai robot cittadini di Liddleville l'obiettivo di inseguirlo fino ai confini più remoti della città.[43]

Sindaco di Liddleville[44]

Phillip quindi si autonominò sindaco di Liddleville ma presto la sua città venne attaccata dal Dr. Destino e da un esercito di robot che aveva costruito e lui venne catturato e la popolazione ridotta in schiavitù. Questa sconfitta coincise con l'arrivo dei Micronauti che furono inviati a Liddleville dalla Cosa nella speranza di trovare un modo per tornare al loro nativo Microverso. Gli eroi attaccarono il castello di Destino per liberare Masters nella speranza che potesse aiutarli a tornare a casa. Paralizzarono l'esercito di robot di Destino e liberarono Phillip che usò uno dei suoi burattini per controllare Destino e costringerlo a rimanere in fiamme abbastanza a lungo da sciogliere la faccia del suo simulacro robotico, sfregiando la sua bella faccia qui come nel suo corpo reale. Con Destino sconfitto, Phillip si dimostrò di scarso aiuto per i Micronauti che se ne andarono, lasciando Masters a continuare a governare sul popolo di Liddleville.[44]

Il simulacro del robot di Philip viene distrutto da un Doombot.[45]

Tuttavia questa regola si dimostrò di breve durata poiché Destino iniziò a lavorare su un modo per fuggire dalla sua prigione. Un Doombot arrivò a recuperare il simulacro robotico di Doom e nel farlo schiacciò anche il corpo del robot di Phillip, apparentemente uccidendolo.[45]

Resurrezione

Forma di creta[46]

Tuttavia, Phillip non era veramente morto, la sua coscienza sopravvisse e arrivò a possedere parte dell'argilla mistica che usava per controllare le sue vittime.[46] In grado di plasmare questa argilla in qualsiasi forma, poteva impossessarsi delle sue vittime assumendo la loro forma, era persino capace di prendere il controllo di più vittime frazionandole in porzioni multiple, ma più piccole.[47] Dopo aver appreso che la sua figliastra era stata ferita da uno degli altri nemici dei Fantastici Quattro, giunse alla conclusione che la Cosa era responsabile e quindi era un male per lei che continuasse ad associarsi.[47] Il Burattinaio rinato quindi prese di mira la Cosa ancora una volta e preso possesso di Wonder Man, She-Hulk e Uomo Ragno per cercare di sconfiggere Ben. Tuttavia le sue vittime erano semplicemente dei zombi senza cervello e Masters non aveva una reale comprensione di come funzionassero i loro poteri e quindi ogni attaccante veniva facilmente sconfitto. Phillip decise quindi di impossessarsi della Cosa e di farlo andare su tutte le furie omicide in modo da essere punito.[46]

L'immagine mentale di Philip nel piano astrale.[47]

Tuttavia Ben affrontò il Burattinaio nella sua mente, ma fu solo in grado di sconfiggere Phillip in una lotta mentale solo dopo aver accettato la sua forma di Cosa nella mente oltre che nel corpo. Ciò permise a Ben di liberarsi e, scoprendo che era ancora legato alla mente di Phillip, costrinse il burattinaio a sgretolarsi in un mucchio di argilla e si presunse che fosse morto ancora una volta.[47]

La forma di argilla si sbriciola.[47]

Tuttavia, il Burattinaio non era ancora morto, i resti della sua forma di argilla furono raccolti da una squadra di pulizia e gettati in una discarica vicina. Qualche tempo dopo, il nemico della Cosa, la Sfinge cercò di vendicarsi contro di lui per aver danneggiato la sua Pietra Ka, privandolo così della sua immortalità, cercando un ultimo mezzo per ripristinare la sua piena potenza. Rilevando le emanazioni mentali della mente di Phillip, la Sfinge recuperò i frammenti di argilla e li portò a bordo della sua nave piramidale. A bordo, la Sfinge usò le sue macchine per riformare l'argilla, riportando Filippo alla sua forma umana. La Sfinge scoprì che Masters non era di alcuna utilità per lui e negare un'alleanza per distruggere la Cosa espellendolo dalla sua nave. Non volendo essere derubato della sua vendetta contro la Cosa, Phillip decise di distruggere il suo vecchio nemico prima che potesse farlo la Sfinge. In quel periodo, la Cosa si era allontanata dai Fantastici Quattro ed era al momento un wrestler nella Unlimited Class Wrestling Federation.

Restaurato alla forma umana.[48]

Rintracciando Ben, il Burattinaio creò un burattino dell'amico della Cosa Dennis Dunphy e costrinse Dennis a cercare di uccidere Ben durante un allenamento. Rendendosi conto che il Burattinaio doveva aver preso il controllo del suo amico, Ben disabilitò Dunphy e trovò Phillip nascosto tra le gradinate. Apprendendo che Phillip stava cercando Ben a causa della sua passata relazione con Alicia, Ben informò Masters che lui e Alicia non erano più una coppia e che lei a sua volta stava uscendo con la Torcia Umana. Non vedendo più alcun motivo per uccidere la Cosa, il Burattinaio fuggì. Tuttavia non riuscì a permettere alla Sfinge di uccidere la Cosa. Più tardi quella notte, quando la Sfinge rapì la Cosa durante uno dei suoi incontri, il Burattinaio forgiò un burattino della Sfinge e costrinse il criminale a rimuovere la sua Pietra Ka; non più protetto dall'immortalità che lo teneva in vita per secoli, la Sfinge si sbriciolò in polvere.[48]

Matrimonio di Alicia e una nuova vita

Quarto costume[49]

Quando fu annunciato che Johnny Storm e Alicia Masters si sarebbero sposati, Phillip cercò di fermarlo uccidendo la Torcia, vedendolo una minaccia per la sicurezza di Alicia come lo era mai stata la Cosa. A tal fine, strinse un'alleanza con il Pensatore Pazzo e il Mago per eseguire questo piano. Mentre il Burattinaio preparava un burattino della Cosa allo scopo di fargli uccidere la Torcia sull'altare, Phillip riuscì anche a localizzare l'androide Dragon Man e lo tenne di riserva giusto nel caso. Ascoltando le sue vittime prima del matrimonio, Phillip si commosse per quanto fosse felice la sua figliastra e come la Cosa fosse effettivamente disposta a essere il testimone al matrimonio. Non volendo rovinare il giorno dell'offerta di Alicia, Masters decise di non lanciare il suo attacco. Avendo previsto questo, il Pensatore Pazzo scatenò gli androidi sul matrimonio. Il Burattinaio quindi scatenatò Dragon Man che distrusse gli androidi e poi attaccò i suoi alleati. Mentre il Pensatore Pazzo aveva un robot che agiva al suo posto, il Mago fuggì dal drago androide.[49] Phillip alla fine ha rinunciato alla supercriminalità per un po' e incontrò una nuova donna che sposò. Accolse anche il figlio di questa donna da un precedente matrimonio, Morty, che aveva problemi mentali. Phillip abbracciò la sua nuova vita e trovò una nuova felicità. Morty amava il cartone animato per bambini "Adolescent Microwave Shell-Shocked Anphibians" e così Phillip mise le sue abilità di scultore nella creazione di action figure di Morty basate sul cartone animato. Tuttavia, poiché le figure erano fatte della sua vecchia argilla da Burattinaio, presero il controllo di quattro membri della razza Ciegrimiti che erano sulla Terra, a causa della loro somiglianza con i personaggi dei cartoni animati. I Ciegrimiti impazzarono per New York e in seguito si impegnarono in una battaglia con i Power Pack quando Morty trovò una vecchia bambola basata su Franklin Richards e iniziò a usarla per giocare.

Il Signore dei Burattini[50]

Il leader del Power Pack Mass Master localizzò Morty e lo interruppe. Svegliato da un pisolino, Phillip si rese conto di cosa era successo e si scusò abbondantemente per l'intero incidente.[8] Tuttavia la nuova vita di Phillip fu di breve durata e non è più associato alla sua attuale moglie o Morty, questo probabilmente era dovuto al fatto che fu poi visto in prigione per un crimine non specificato. Fu durante questo periodo di detenzione che un telaio di compattazione che conteneva uno dei tanti Invadiversi finì nella sua cella. Phillip scoprì che era connesso con Terra-TRN055, un mondo di burattini senzienti. Phillip fuggì in questo universo di burattini per iniziare una nuova vita. Tuttavia, quando una guardia scoprì che la sua cella era vuota, portò a casa il telaio di compattazione. Quando iniziò a produrre pupazzi basati sulla serie televisiva di marionette "Thunderhawks" e "Agent Rouge and the Secretives", che diede ai suoi figli con cui giocare. Presto l'Invadiverso iniziò ad espandersi nella Terra-616. Ciò attirò She-Hulk e i suoi partner Weezie e Biondo Fantasma. Vedendoli interferire con la sua vita idealistica, il Burattinaio li attaccò con un enorme costrutto di marionette chiamato Master Puppet. Tuttavia, la battaglia si concluse rapidamente quando Weezie notò Phillip che controllava il suo enorme costrutto e si intrufolò dietro di lui e lo convinse a dimettersi. L'essere cosmico noto come Critico apparve e invertì il danno fatto dall'Invadiverso e portò via il telaio di compattazione. Phillip venne quindi riportato in prigione per scontare il resto della sua pena.[50]

Riunito con Alicia

Separato dalla figlia per un po', Phillip iniziò a preoccuparsi quando notò che la sua figliastra non visitava la tomba di sua madre da un po' di tempo. Dopo aver tenuto d'occhio Alicia, Phillip scoprì che questo era uno dei tanti cambiamenti nel suo carattere da quando aveva sposato la Torcia Umana e decise di scoprire cosa c'era che non andava. A tal fine, creò un pupazzo di Marvel Boy dei Nuovi Guerrieri, mandandolo a rapirla dal suo appartamento. Ciò portò a uno scontro tra i Fantastici Quattro e i Nuovi Guerrieri e mentre entrambe le squadre di eroi erano distratte, Phillip affrontò Alicia. Tuttavia, quando lei non riconobbe la sua voce, si rese conto che la donna che aveva rapito non era proprio la sua figliastra, ma davvero un impostore. Nella sua rabbia gettò via il suo burattino che controllava Marvel Boy, e i due gruppi si resero conto di chi era il responsabile e cercarono di attaccare il Burattinaio. Masters riuscì a scappare attivando un robot per combattere gli eroi, permettendo a Phillip di fuggire.[51] Phillip cercò quindi il suo vecchio alleato il Pensatore Pazzo che, attraverso i suoi calcoli, confermò a Phillip che la donna che si fingeva Alicia Masters-Storm era in realtà un Impostore Skrull e rivelò anche i piani per eliminare i suoi vecchi nemici quando alla fine avrebbero scoperto questo e avrebbero organizzato una missione di salvataggio. Phillip prese le informazioni sull'impostore e le portò alla Cosa, che tornò di corsa al nuovo quartier generale dei Fantastici Quattro, il Four Freedoms Plaza e costrinse Lyja, la spia, a rivelare la verità ai suoi compagni di squadra.[51] Il Burattinaio cercò quindi di dissuadere il Pensatore Pazzo dall'attuare il suo piano per sabotare i Fantastici Quattro prendendo il controllo del Cobra che era il compagno prigioniero del Pensatore nella prigione la Cassaforte.[52] Anche se questo non fermò i piani del Pensatore, i Fantastici Quattro comunque riuscirono a salvare la vera Alicia e a tornare sulla Terra.[53]

Phillip arrivò in aiuto di sua figlia e cercò di aiutarla ad acclimatarsi ai cambiamenti avvenuti durante la sua assenza. Masters si interessò in modo particolare al dolore che Alicia provava nell'apprendere che la Cosa era andata avanti e che attualmente stava uscendo con Ms. Marvel e iniziò a tramare per rendere nuovamente felice Alicia.[54] Phillip andò per la prima volta ad affrontare Ben dopo un appuntamento con Sharon. Il suo confronto avvenne durante una battaglia che in seguito fu chiamata Guerra dell'Infinito e Ben fu presto attaccato da un doppelgänger di se stesso creato dal Magus per sostituirlo. Mentre le due Cose si combattevano, Phillip decise di aiutare, trasformando il doppelgänger in un burattino e lanciando il burattino sulla terza rotaia di un binario della metropolitana. Il feedback elettrico risultante incenerì il doppelgänger.[55] Phillip andò da Alicia per confortarla sulla recente scomparsa dei Fantastici Quattro, quando improvvisamente tutti sulla Terra furono brevemente immobilizzati.[56] Quando il mondo tornò alla normalità, Phillip scoprì che Alicia era scomparsa. Quindi cercò a malincuore l'aiuto dei Fantastici Quattro. Reed e Ben accompagnarono Phillip all'appartamento di Alicia, dove Reed costruì un dispositivo che avrebbe mostrato loro ciò che era accaduto in precedenza nella stanza, e scoprirono che Alicia era stata rapita da Aron l'Osservatore Ribelle. Reed promise a Phillip che si sarebbero mobilitati e avrebbero salvato Alicia immediatamente.[57] Tuttavia Phillip non era disposto ad aspettare in disparte e così usò i suoi burattini per prendere il controllo di un agente che poteva usare per salvare Alicia stessa. Prese il controllo e inviò Molecola a rintracciare Aron e salvare la sua figliastra.[58] Sebbene incredibilmente potente, Molecola fu facilmente sconfitto. Ma Aron venne sconfitto quando Alicia insieme a Ben, Reed e Ms. Marvel (anch'essi catturati) riuscirono a liberarsi, sventando il complotto dell'Osservatore Ribelle.[58]

Phillip era ancora determinato a fornire ad Alicia una vita ideale e poco dopo l'apparente morte di Reed Richards e il successivo scioglimento dei Fantastici Quattro, Masters decise di creare la vita ideale sia per Alicia che per Ben Grimm. Ancora una volta mise Alicia a Liddleville e poi rapì la Cosa mettendo anche lui a Liddleville. Come la volta precedente che era stato lì, Ben riuscì a liberarsi dal condizionamento mentale e fuggire di nuovo nel proprio corpo. Allora lui convinse Phillip che la sua relazione con Alicia era finita e che non avrebbe dovuto costringerli a stare insieme. Ben quindi ruppe il dispositivo di trasferimento mentale e se ne andò prima che Alicia si svegliasse.[59] Phillip quindi cercò di continuare a vivere una vita normale e prendersi cura di Alicia. Tuttavia, quando la neonata Forza Fantastica (successori dei Fantastici Quattro) fu attaccata da She-Hulk, il gruppo pensò che fosse controllata mentalmente dal Burattinaio e lo attaccò. Alicia fermò l'attacco rimproverando il gruppo per aver attaccato il suo patrigno senza confermare se fosse responsabile. La Forza lasciò timidamente Phillip e Alicia da soli.[60]

Phillip e Alicia rimasero separati dai Fantastici Quattro per un po' di tempo, tuttavia durante la crisi di Onslaught i due vennero ad assistere i Fantastici Quattro nell'aiutare i vari eroi che furono feriti combattendo contro l'entità psichica conosciuta come Onslaught.[61] Fu durante questa crisi che il Dr. Destino, i Fantastici Quattro, i Vendicatori e alcuni dei loro alleati furono apparentemente uccisi durante quel conflitto.[62]

Messia Cosmico

Giocattolaio[5]

Alla fine Phillip riuscì a staccarsi dal suo ciclo di utilizzo dell'argilla e ha iniziato a usare la sua arte per costruire modelli e giocattoli basati sui supereroi che aveva incontrato nel suo tempo da supercriminale e fece una vita modesta. Tuttavia conservava ancora la sua scorta di argilla sotto il suo laboratorio ma per la maggior parte riuscì a resistere alla tentazione di usarla. Poco dopo la presunta scomparsa dei Fantastici Quattro, Alicia cercò conforto nel Silver Surfer e tra i due iniziò a nascere una storia d'amore. Durante un periodo in cui il Surfer fu reso incapace di provare emozioni, la coppia fece visita a Phillip. Convinsero Masters a usare ancora una volta la sua argilla speciale per creare una replica del Silver Surfer. Il Surfer quindi diede alla figura di argilla una parte del suo Potere Cosmico e dei suoi ricordi per dargli vita e ottenere indizi su come riconquistare le sue emozioni. Tuttavia questo duplicato si infuriò ricordando che il suo pianeta natale Zenn-La fu distrutto e combatté contro il suo creatore, trasformandolo di nuovo in forma umana.[5] Alicia e Phillip andarono a cercare il Surfer. Erano a portata di mano quando il duplicato di Surfer si scontrò con l'Uomo Ragno e Devil. Tuttavia, quando l'ormai umano Surfer affrontò il suo duplicato, il falso Surfer decise che l'unico modo per porre fine alla sua sofferenza era suicidarsi e portare con sé il suo creatore e scatenare una furia di energia cosmica.[63] Tuttavia, invece di uccidere il Surfer, fu riportato alla normalità e sia lui che Alicia furono trasportati nell'anno 1947, dove Alicia in seguito affrontò un giovane Phillip Masters. Nel presente, Phillip rivendicò la sua forma di argilla del Surfer venne rapito da Sorrentino e dal suo esercito di Gangers. Devil e Uomo Ragno hanno cercarono di impedire il rapimento di Phillip, ma fallirono.[64]

Phillip venne portato sull'isola artificiale di Satori dove apprese dai Ganger che doveva aiutare a salvare il mondo e che il suo aiuto in qualche modo coinvolgeva Silver Surfer.[65] Sorrentino poi mostrò a Phillip che la sua gente aveva ricreato l'argilla del Burattinaio in modo che avrebbe scolpito per loro.[15] Phillip rimase scioccato nello scoprire che il suo ex socio Alexei Ganger gestiva Satori e che aveva riunito individui dalla mentalità simile per trovare un nuovo messia per il pianeta Terra e che erano venuti ad adorare Silver Surfer sperando che sarebbe stato la loro nuova figura religiosa. Quando il Surfer e Alicia tornarono nel presente, appresero che Phillip era stato rapito e il Surfer era in grado di rintracciarlo fino a Satori. Lì apprese del loro scopo e rifiutò di essere il loro messia e fu attaccato. Arrabbiato, il Surfer fece esplodere la statua di argilla di se stesso che Masters costruì, tuttavia Phillip si intromise nell'esplosione e rimase gravemente ferito cercando di proteggere la sua opera più grande.[16] Morendo, Phillip fu tentato dal demone Mefisto di morire ed entrare nel suo dominio, ma il Burattinaio fu difeso dal Surfer che lo riportò in vita usando il Potere Cosmico. Quando Phillip cercò di abbracciare sua figlia, Alicia - essendo venuta a patti con il fatto che Phillip aveva ucciso i suoi genitori biologici mentre visitava il passato - lo schiaffeggiò in faccia e lo avvertì di non avvicinarsi a lei, essendo finalmente arrivato a odiarlo per quello che aveva fatto alla sua vita. Quando il Surfer si offrì di portare a casa Phillip, si rifiutò decidendo di rimanere su Satori, avendo trovato lì un nuovo scopo. Alexi quindi rivelò a Phillip che i suoi Ganger avevano rubato una parte del Potere Cosmico al Surfer durante la battaglia e poiché il Surfer rifiutava di essere il loro messia, Phillip ne avrebbe costruito uno per loro.[14]

A Phillip fu data dell'argilla che iniziò a scolpire in una figura umana per essere il messia che Ganger sperava avrebbe cambiato il mondo.[66] Phillip completò un umanoide simile a Cristo che fu soprannominato il Messia Cosmico.[67] Con la statua di argilla completata, Alexi fece in modo che Ganger la infondesse con il Potere Cosmico rubato al Surfer, portando in vita il Messia.[68] Phillip fece rapire Alicia e la riportò a Satori per vedere il suo lavoro. Tuttavia, quando al Messia Cosmico fu data la piena conoscenza della razza umana, decise che il modo migliore per portare la pace all'umanità era trasformare l'intera specie in energia. Filippo e gli altri adoratori di Satori furono quindi convertiti in luce senziente. Prima che potesse farlo ad Alicia, Silver Surfer arrivò con la Cosa, la coppia affrontò il Messia ma era troppo forte per loro. Ci vollero le parole di Alicia per convincere il Messia che l'umanità aveva bisogno di trovare la salvezza a modo suo. Il Messia Cosmico riportò Phillip e gli altri alla normalità e partì per lo spazio alla ricerca di ulteriore illuminazione.[69]

Ritorno alla supercriminalità

Dopo l'incidente di Satori, le attività di Phillip furono in gran parte sconosciute, ma alla fine regredì ai suoi modi criminali. Tuttavia fu presto contattato dallo SHIELD che lo convinse ad assisterli in un nuovo progetto. Dandogli i mezzi per aumentare il numero di persone che poteva controllare con la sua argilla, il Burattinaio avrebbe ottenuto l'immunità se avesse aiutato un certo numero di criminali squilibrati a trovare una nuova vita, costringendoli ad adottare un nuovo stile di vita, rispettoso della legge, da americano medio che vive nella piccola città di Sunshine City, in Florida. Tuttavia questa posizione non gli impedì di continuare a immischiarsi nella vita di sua figlia. Usò la sua argilla per costringerla a trasferirsi a Sunshine City e attirò anche la Cosa per costringerli ad una relazione dopo molto tempo separati. I Fantastici Quattro rintracciarono Ben a Sunshine City e lo liberarono costringendolo a tornare alla forma umana, liberandolo dal controllo del Burattinaio. Quando i Fantastici Quattro affrontarono Phillip, non poterono fare nulla grazie alla sua immunità dallo SHIELD, ma Ben e Alicia furono autorizzati ad andarsene.[70] Il Burattinaio in seguito cercò di derubare il grande magazzino di Macy durante le vacanze di Natale usando l'Inumano noto come Medusa travestita da Babbo Natale. Questa rapina piuttosto banale fu sventata dall'Uomo Ragno, la Donna Invisibile, la Wasp e Crystal.[71]

Phillip si unì poi al Pensatore Pazzo e il Burattinaio fu portato a credere che stessero formando un piano per sconfiggere i Fantastici Quattro una volta per tutte. Il Burattinaio quindi organizzò un incontro con un certo numero di nemici dei Fantastici Quattro con il pretesto che stava cercando di farli lavorare insieme per distruggere i loro reciproci nemici. Come previsto, il raduno di criminali partì nel momento in cui il Burattinaio finì di fare il suo discorso di apertura. Tuttavia, questo giocò direttamente nelle mani del Pensatore Pazzo poiché aveva posizionato i collettori di DNA su tutti i sedili. Avendo sviluppato un elmetto di controllo che avrebbe consentito a Phillip di utilizzare questi campioni di DNA per prendere il controllo del donatore, il Pensatore Pazzo consegnò tutti i campioni a Masters per utilizzarli nel loro schema di vendetta. Phillip quindi fece visita alla figliastra Alicia e ancora una volta tentò di convincerla a venire con lui. La sua visita fu interrotta dalla Cosa che era venuta in aiuto di Alicia. Phillip quindi usò il suo elmetto di controllo per evocare Dragon Man per combattere la Cosa, ma venne sconfitto proprio mentre il resto dei Fantastici Quattro arrivava sulla scena. Quando Mr. Fantastic confiscò l'elmetto di controllo di Phillip e i campioni di DNA, Reed fu costretto a rivelare le sue conclusioni secondo cui aveva predetto che se i Fantastici Quattro avessero continuato la loro vita nel loro corso attuale sarebbero tutti morti in due anni. Reed e gli altri furono quindi determinati a radunare tutti i loro vecchi nemici e imprigionarli.[72] Phillip fu inizialmente imprigionato al Baxter Building[73] fino a quando non fosse possibile costruire una nuova prigione nella Zona Negativa per collocarvi i criminali. Quando la prigione fu completata, Phillip fu costretto a condividere una cella con l'Uomo Talpa.[73] Tuttavia questo era tutto un piano del Pensatore Pazzo per fuggire nella Zona Negativa con una femmina nativa di quella realtà, usando la prigione come un ponte. Quando si infiltrarono nella prigione liberarono tutti i prigionieri costringendo i Fantastici Quattro e i loro alleati She-Hulk e Ercole a cercare di sedare l'evasione. Phillip tentò di fuggire dalla scena due volte. La prima volta tornò nella sua cella quando si rese conto di quanto fosse potente, e in seguito fu beccato da She-Hulk nella confusione.[74]

Instabilità mentale

Phillip diventa pazzo.[12]

In qualche modo Phillip riuscì a fuggire dalla prigione e a tornare sulla Terra. A questo punto la stabilità mentale di Phillip iniziò a svanire da tutti gli anni passati a usare la sua argilla radioattiva, mentre cercava di redimersi ripristinando la visione di Alicia. Tuttavia la sua attuazione del piano era da inorridirsi. Per prima cosa rapì il famoso chirurgo ottico Dr. Saunders minacciando di far del male alla sua famiglia. Quindi attirò Alicia nell'ospedale abbandonato sul Governor's Island e usò un burattino per ridurre la sua volontà. Phillip quindi iniziò a uccidere giovani donne intorno all'età di Alicia per raccogliere i loro occhi per un intervento chirurgico.[12] Tuttavia gli interventi fornirono ad Alicia solo una vista temporanea poiché gli occhi non erano abbastanza forti da sostenere l'uso di più di qualche giorno. Quando un certo numero di interventi chirurgici fallì, il dottor Saunders disse a Phillip che Alicia avrebbe avuto bisogno di un paio di occhi più forti. Ciò spinse Phillip a usare i suoi burattini per portargli la Donna Invisibile da usare.[3] Tuttavia, poiché usò un burattino su Sue Richards, questo indebolì la sua presa su Alicia che trovò Sue e dedusse come suo padre stava ottenendo nuovi occhi. Le due donne si liberarono e fuggirono da un Phillip infuriato. Intrappolata in una stanza e con i poteri della Donna Invisibile smorzati, Alicia fece l'unica cosa che poteva fare: usare l'argilla del suo patrigno e usarla per rompergli le mani, mandandolo in ospedale ma ponendo fine alla sua minaccia. Fu teorizzato che la perdita di sanità mentale di Phillips fosse il risultato degli effetti della sua argilla sulla sua mente.[12] Phillip fu imprigionato e alla fine fu visitato da Alicia, che si sentì dispiaciuta per aver mutilato il patrigno malato di mente, lasciandogli un pezzo di argilla da scolpire con le mani guarite.[75]

Guerra Civile

La mente di Phillip alla fine tornò normale e le sue mani guarirono. Probabilmente fuggendo di nuovo dalla prigione, iniziò ancora una volta a lavorare con il Pensatore Pazzo durante la prima parte della Guera Civile dei supereroi. La coppia iniziò a complottare per uccidere il maggior numero di sostenitori dell'Atto di Registrazione Superumana di Iron Man e del movimento di resistenza dei Vendicatori Segreti di Capitan America. A tal fine, il Pensatore Pazzo si appropriò di informazioni dal governo riguardo a una spedizione di membri della resistenza catturati per le strade di New York City. Quindi fornì quei dati ai membri della Gang di Yancy Street che a loro volta li fornirono alle forze di Capitan America nella speranza di forzare un conflitto da entrambe le parti.[76] Con la capacità di Phillip di controllare le persone potenziata da un sistema di potenziamento cerebrale, costruì una replica massiccia del carico di prigionieri e di Yancy Street. Il Burattinaio prese il controllo degli agenti dello SHIELD e dei manifestanti della Gang di Yancy Street allo stesso modo per seminare confusione mentre uno dei membri della banda cercò di piazzare una bomba. Questo tentativo fu sventato dalla Cosa, che fermò la bomba ma non prima che alcuni membri della gang venissero uccisi nella battaglia. Furioso per la morte insensata causata dalla Guerra Civile, Ben Grimm partì per l'Europa e visse lì fino alla fine della guerra.[77]

Louis

Dopo la guerra, Phillip si imbatté in un ragazzo di nome Louis che fu vittima di bullismo da parte di altri bambini della sua età. Trovando qualcosa in comune con il giovane Louis, il Burattinaio costruì una action figure dell'Uomo Ragno che sarebbe venuta in aiuto del ragazzo ogni volta che uno degli altri bambini avesse cercato di causargli problemi.[13]

Ritiro

Phillip entra nel business del traffico di esseri umani.[78]

Dopo la Guerra Civile, Phillip decise di ritirarsi come Burattinaio e usò le sue abilità per stabilirsi nella città di Puerto Maravilla, in Cile. Lì scoprì un'argilla ancora più potente da usare. Quindi realizzò pupazzi con questa argilla per creare un esercito di schiavi senza cervello, configurandosi come un trafficante di esseri umani che vende i suoi schiavi controllati dai burattini al miglior offerente. Con i suoi clienti ben pagati che desideravano anche donne superumane per le loro inclinazioni perverse o operazioni criminali, Phillip iniziò anche a possedere soldati cileni e a inviarli in America per neutralizzare e catturare superumani femminili. Tra i rapiti da Phillip c'erano Dusk, Silverclaw, Tigra, Statura e Araña. Tuttavia non riuscì a catturare le criminali femminili Terminatrix e Battleaxe. Questi tentativi falliti attirarono l'attenzione dell'agente SHIELD Ms. Marvel e la sua unità di risposta sovrumana Operazione: Tempesta di Fulmini che rintracciarono i soldati cileni catturati fino a Puerto Maravilla.[78] Ms. Marvel si recò lì con i compagni di squadra Machine Man, e Rick Sheridan (che era legato all'entità Sonnambulo). Cercando da sola nell'area, Ms. Marvel trovò un esercito di schiavi di Phillip che raccoglieva l'argilla e capì con chi aveva a che fare. Prima che potesse allertare gli altri, fu attaccata e sconfitta da Silverclaw e Tigra e fatta prigioniera del Burattinaio.[78] Tuttavia, Ms. Marvel si liberò dal controllo del Burattinaio grazie in parte a un misterioso fattore di guarigione che l'aveva protetta in quel momento. Il Burattinaio quindi mandò i suoi schiavi sovrumani contro di lei, ma Ms. Marvel fu assistita dai suoi compagni di squadra e tutti gli eroi schiavizzati furono sconfitti. Ms. Marvel quindi volò nella tenuta del Burattinaio, distrusse tutti i suoi burattini liberando gli schiavi. Quindi lo affrontò direttamente e apprese che si era preparato per un'eventuale sconfitta piazzando un'enorme quantità di esplosivo sotto casa sua e stava per innescarlo. Ms. Marvel non impedì a Phillip di spingere il detonatore, sapendo che il suo fattore di guarigione l'avrebbe salvata dall'esplosione e Phillip rimase apparentemente ucciso nell'esplosione risultante.[79]

Vendetta contro l'avidità aziendale[80]

Tuttavia, come molte altre volte, Phillip sopravvisse miracolosamente,[81] come era sopravvissuto però deve ancora essere rivelato. Tornato negli Stati Uniti, Phillip era furioso nell'apprendere che Bullsteams Investment Group aveva rubato tutti i suoi investimenti per la pensione lasciandolo senza un soldo. Usò i suoi burattini per prendere il controllo del consiglio di amministrazione e iniziò a umiliarli. Iniziò costringendo uno dei registi a spogliarsi in mutande e iniziare a mangiare le proprie feci. Quando improvvisamente fu interrotto da Deadpool e Machine Man che erano stati assunti dalla Delmar Insurance Company per impedire al Burattinaio di danneggiare i loro clienti, non per ragioni altruistiche, ma per evitare enormI accordi assicurativi. Il loro tentativo di catturare Phillip fu ostacolato dalla distruzione sfrenata di Deadpool e dalla volontà di Machine Man di evitare danni in modo da poter raccogliere un grosso bonus con cui comprare alcolici. Il Burattinaio tentò di offrire a Deadpool ancora più denaro di quello che stava ricevendo da Delmar, tuttavia questo si rivelò essere nient'altro che uno stratagemma. Quando Masters tentò di prendere il controllo di Deadpool, trovò questo difficile a causa della mente frammentata del mercenario. Alla fine Masters fu fermato quando Machine Man modellò un burattino dello stesso Burattinaio e apparentemente lo lobotomizzò sparando un laser sulla fronte della bambola. Deadpool quindi buttò la bambola fuori dalla finestra dell'edificio degli uffici e Phillip cadde dopo di essa, apparentemente verso la sua morte ancora una volta.[80]

Eroi/Criminali a pagamento

Tuttavia, Phillip sopravvisse ancora una volta e cercò di riscattarsi e riformarsi. A tal fine venne manipolato dall'Uomo Porpora che fornì attrezzature ad alta tecnologia per far sì che le persone eseguissero i suoi ordini invece della sua argilla.[82] Con un vuoto nell'impero criminale in seguito alla guerra criminale di Shadowland, Phillip cercò di manipolare Misty Knight per formare un nuovo Eroi a Pagamento. Con Mercedes che si stava riprendendo da una falsa gravidanza, Phillip la rapì e la tenne in coma farmacologico e usò i suoi legami con vari supereroi della comunità per svolgere le sue operazioni per ripulire la criminalità a New York, ma anche intercettare i dispositivi di comunicazione che usava per raggiungere gli eroi per permettergli anche di comandarli in seguito modificando la sua voce in modo che suonasse come Misty.[83] Tuttavia, Phillip non sapeva che l'Uomo Porpora -- poi imprigionato all'interno della prigione di massima sicurezza della Zattera -- stava davvero ingannando Masters per organizzare un'operazione che lui e altri criminali avrebbero potuto usare una volta evasi di prigione.[84] Sapendo che Misty un giorno sarebbe potuta uscire del suo coma e resistegli, il primo "eroe" di Phillip fu il vigilante noto come Punitore.[83]

Sparato dal Punitore[85]

Attraverso l'operazione Eroi a Pagamento di Misty, Phillip manipolò Misty per dirigere Paladino, Falcon, la Vedova Nera, Moon Knight e Elektra per fermare le spedizioni di Kurod Ormaon della droga mortale nota come Uncino.[86] Poi inviò Paladino, Satan, Silver Sable e Ghost per fermare la vendita di pistole Soulcutter da parte di Barone Zolfo alimentate da Satana.[87] Usò Misty anche per inviare Moon Knight a fermare il traffico di esseri umani nativi della Terra selvaggia e la vendita illegale di Dinosauri dalla regione.[88] Comunque presto la forte volontà di Misty le permise di uscire dal coma farmacologico in cui Phillip l'aveva intrappolata. Quando provò a liberarsi, convocò il Punitore per venire ad eliminarla.[83] Mentre Misty lottava per la sua vita, lei e Phillip entrarono in una partita di volontà, poiché il Punitore fu costretto ad agire sul suono della voce di Misty, che Phillip era in grado di replicare attraverso le sue macchine. Alla fine, Misty vinse questo duello e il Punitore sparò a Phillip alla schiena e lo lasciò per morto. Ironia della sorte, Phillip era effettivamente scivolato in coma[85] e fu mandato alla Zattera per cure mediche e imprigionamento.[89]

Quando il Serpente fu rilasciato[90] scatenò una serie di martelli sulla Terra per potenziare coloro che chiamava Degni. Uno di questi martelli, il Martello di Kuurth si schiantò contro la Zattera, potenziando il Fenomeno, che decimò la prigione.[91] L'Uomo Porpora quindi tentò di condurre un'evasione, ma prima di fuggire cercò di mettere a tacere il Burattinaio prima che si svegliasse dal coma e potesse informare le persone del suo coinvolgimento con la sua operazione Ero a Pagamento. Elektra e il Sudario impedirono all'Uomo Porpora e ai suoi compagni di fuggire e di uccidere Phillip.[89] Uomo Porpora e i suoi malvagi alleati riuscirono a fuggire.[89]

Uomo Porpora quindi stabilì Criminali a Pagamento che furono poi osteggiati dalla Squadra di Misty Knight di criminali.[92] Durante questo periodo, Phillip uscì dal coma ed evase dalla Zattera, cercando di riabilitare il suo nome e infine di riformarsi per sempre. Phillip andò da Misty e Paladino e li convinse a farsi aiutare da dietro le quinte. Con l'aiuto di Masters, idearono un piano che vide Paladino andare sotto copertura come il criminale noto come Flagello.[82] Quando si arrivò della battaglia finale tra i Criminali a pagamento e la squadra di Misty, il Burattinaio, rese noto il suo coinvolgimento.[93] Il Burattinaio quindi utilizzò la tecnologia di Killgrave per rivoltare contro di lui i suoi uomini schiavizzati. Killgrave a sua volta usò i suoi poteri di feromoni per contrastare la tecnologia causandone il sovraccarico. Così facendo, tutti i criminali che erano stati ridotti in schiavitù erano finalmente liberi e tutti iniziarono a cercare di fuggire dalla scena, cercando solo se stessi. Alla fine Misty e Paladino riuscirono a radunare i criminali per le autorità. All'indomani della battaglia, il Burattinaio si arrese all'FBI per dimostrare la sua innocenza e riprendere la sua riabilitazione civile.[82]

La caduta dei Fantastici Quattro

Mesi dopo, il Burattinaio portò Alicia in un magazzino, che secondo lei "non aveva alcun senso". All'arrivo, Alicia chiamò Ben per chiedere aiuto, che arrivò presto. Anche Reed Richards arrivò al magazzino, dopo essere stato allertato da Ben, e Alicia gli disse che Ben e il Burattinaio avevano litigato. Entrando nella stanza in cui si era svolto il combattimento, Reed scoprì La Cosa che teneva il cadavere di Phillip, ma affermando che non era stato lui a prendere la vita del Burattinaio.[94] In seguito fu rivelato che il Burattinaio morto era un'esca e il vero Burattinaio era stato nascosto dall'Uomo Tranquillo, la mente dietro le false accuse contro la Cosa e altre disgrazie che i Fantastici Quattro avevano subito. Reed Richards in seguito trovò il vero Burattinaio prigioniero nell'edificio dell'Uomo Tranquillo,[95] e fu imprigionato alla Zattera.[96]

Padre furioso della sposa

Quando Ben Grimm finalmente decise di fare la proposta ad Alicia, volle seguire le formalità e chiedere a Phillip la sua benedizione. Sapendo che suo padre si sarebbe rifiutato, Alicia lo controllò segretamente con un burattino per farlo mentre Ben era in visita alla Zattera.[96] Non molto tempo dopo, il Dottor Destino inviò un drone a infiltrarsi nella cella di Phillip e portagli qualche chilo della sua argilla radioattiva.[97]

Al tempo della luna di miele di Ben e Alicia, il Burattinaio usò l'argilla per prendere il controllo della Zattera. Quindi creò un burattino di Hulk per prendere il controllo del colosso e lo mandò dietro a Ben per vendicarsi. Hulk attaccò Ben nel resort sulla spiaggia dove stavano i due sposini e, nonostante Ben cercasse di convincere Hulk a lasciar perdere, Hulk rivelò che non gli importava il controllo da quando ebbe il modo di combattere la Cosa, una lotta che sapeva che avrebbe vinto sempre. Ben dimostrò il contrario e sconfisse Hulk con un potente pugno, anche se nel frattempo si ruppe un braccio. Hulk se ne andò prima che arrivassero i Fantastici Quattro per recuperare Ben e irruppe nella Zattera, dove assalì il Burattinaio rompendogli arto per arto come principio per aver preso il controllo su di lui.[98]

Poteri

  • Magia Comprensiva: Per mezzo di un metodo speciale da lui sviluppato, il Burattinaio può controllare mentalmente le menti degli altri. Il processo gli richiede di scolpire e colorare un'effigie della sua vittima designata da argilla radioattiva portata dal Monte Wundagore nella sua nativa Transia. Una volta che l'effigie assomiglia a un individuo specifico, può afferrarlo e controllare attivamente il corpo e la mente della persona reale. Manipolando fisicamente la figura, può far eseguire alla sua vittima movimenti identici. Tali casi inducono le vittime a mantenere la coscienza ma a perdere il controllo dei loro corpi. Il Burattinaio può persino controllare una persona semplicemente afferrando l'effigie e concentrandosi su di essa. Ciò gli consente di eseguire imprese più complesse. È in grado di cancellare la mente di una vittima, alterare la memoria della vittima e costringerla a svolgere attività complesse. Generalmente può controllare solo un singolo individuo alla volta. Ma nel corso degli anni aveva imparato a controllare centinaia se non migliaia di persone tutte in una volta senza bisogno di aggrapparsi a specifiche figure di argilla.[78][79] Inizialmente ha affermato innumerevoli volte che la sua argilla è radioattiva,[7] tuttavia fonti successive indicano che il Burattinaio è a conoscenza delle proprietà mistiche della sua argilla,[3] suggerendo che forse chiama l'argilla radioattiva per respingere i suoi avversari.
  • Corpo Minerale: Ad un certo punto della sua carriera, il corpo di Masters fu distrutto in una battaglia con il Dottor Destino.[45] Tuttavia, la sua mente cosciente sopravvisse e fu in grado di per impossessarsi dell'argilla che aveva usato per anni, in grado di plasmarla con la sua mente.[46] Questo nuovo corpo somigliava al suo corpo originale ma possedeva caratteristiche uniche. Masters è stato in grado di dividersi in 1-10 repliche più piccole. Queste repliche condividevano una mente comune ma erano capaci di azioni indipendenti. Inoltre, ogni replica era in grado di cambiare forma per diventare l'effigie di una vittima designata. Una volta completata la modifica, l'effigie poteva controllare le azioni di quella persona. La forma d'argilla di Masters è stata successivamente riportata alla carne normale dalla Sfinge e il Burattinaio ha perso questa capacità.[48]

Abilità

  • Il Burattinaio è un esperto nel campo della biologia. È anche un eccellente giocattolaio e scultore specializzato in ritrattistica.
  • Fluente in spagnolo.[78]


Equipaggiamento

  • Creta psichica: i poteri del Burattinaio derivano dalla sua argilla speciale. Questa argilla radioattiva contiene isotopi di basso livello; non è in grado di nuocere direttamente a nessuno. L'argilla proviene da depositi trovati sul Monte Wundagore in Transia. Mentre Masters originariamente attribuivano i suoi poteri al suo contenuto isotopico, la verità è che l'argilla possiede energia magica trapelata dal corpo del demone Chthon, che è stato intrappolato per secoli sotto Wundagore. L'argilla può essere utilizzata solo per formare un'unica effigie. Una volta che quell'effigie non viene più utilizzata, la magia e la radiazione si dissipano. Per questo motivo, Masters deve tornare periodicamente in Transia per una nuova fornitura.
  • Dispositivo Liddleville: Questo è un diorama da tavolo e un sistema informatico costruito da Masters e Doom. Quando una persona sotto il controllo di Masters si sdraia su uno dei pallet che circondano il tavolo, la mente di quella persona viene trasferita in una replica in miniatura di un androide.
  • Il Burattinaio è anche cittadino del paese europeo fittizio di Transia.

Scopri e Discuti

Note a piè di pagina

  1. Marvel Team-Up #6
  2. 2,0 2,1 2,2 Fantastici Quattro (Corno) 153
  3. 3,0 3,1 3,2 3,3 3,4 Fantastici Quattro 250
  4. 4,0 4,1 4,2 4,3 Official Handbook of the Marvel Universe Vol 2 #10
  5. 5,0 5,1 5,2 5,3 5,4 5,5 5,6 Fantastici Quattro 161
  6. 6,0 6,1 6,2 6,3 6,4 Uomo Ragno (Corno) 122
  7. 7,0 7,1 7,2 7,3 7,4 7,5 Fantastici Quattro (Corno) 5
  8. 8,0 8,1 Power Pack #60
  9. 9,0 9,1 New Mutants Annual #4
  10. 10,0 10,1 10,2 Marvel Two-In-One #74
  11. Official Handbook of the Marvel Universo Vol 2 #10
  12. 12,0 12,1 12,2 12,3 12,4 12,5 Fantastici Quattro 251
  13. 13,0 13,1 Amazing Spider-Man 481
  14. 14,0 14,1 Fantastici Quattro 167
  15. 15,0 15,1 15,2 Fantastici Quattro 165
  16. 16,0 16,1 Fantastici Quattro 166
  17. Marvel Saga the Official History of the Marvel Universe #6
  18. Fantastici Quattro (Corno) 6
  19. Fantastici Quattro (Corno) 10
  20. Fantastici Quattro (Corno) 14
  21. 21,0 21,1 Fantastici Quattro (Corno) 22
  22. Fantastici Quattro (Corno) 27
  23. 23,0 23,1 Fantastici Quattro (Corno) 34
  24. Fantastici Quattro (Corno) 39
  25. 25,0 25,1 25,2 25,3 Incredibile Devil (Corno) 70
  26. Capitan America (Corno) 29
  27. Thor (Play Press) 21
  28. 28,0 28,1 Uomo Ragno (Corno) 94
  29. Fantastici Quattro (Corno) 70
  30. Mitico Thor (Corno) 75
  31. 31,0 31,1 Fantastici Quattro (Corno) 40
  32. Mitico Thor (Corno) 76
  33. Fantastici Quattro (Corno) 98
  34. Uomo Ragno (Corno) 121
  35. Shang-Chi, Maestro del Kung Fu #38
  36. 36,0 36,1 36,2 Fantastici Quattro (Corno) 185
  37. Fantastici Quattro (Corno) 181
  38. Fantastici Quattro (Corno) 182
  39. Shang-Chi, Maestro del Kung Fu #46
  40. Fantastici Quattro (Corno) 183
  41. Fantastici Quattro (Corno) 184
  42. Star Magazine 4
  43. Fantastici Quattro 8
  44. 44,0 44,1 Micronauts #41
  45. 45,0 45,1 45,2 Fantastici Quattro 18
  46. 46,0 46,1 46,2 46,3 Thing #5
  47. 47,0 47,1 47,2 47,3 47,4 Thing #6
  48. 48,0 48,1 48,2 Thing #34
  49. 49,0 49,1 Fantastici Quattro 72
  50. 50,0 50,1 Sensational She-Hulk #47
  51. 51,0 51,1 Fantastici Quattro 115
  52. Fantastici Quattro 116
  53. Fantastici Quattro 117
  54. Fantastici Quattro 121
  55. Fantastici Quattro 122
  56. Fantastici Quattro 124
  57. Fantastici Quattro 125
  58. 58,0 58,1 Fantastici Quattro 126
  59. Fantastici Quattro 137
  60. Fantastici Quattro 148
  61. Fantastici Quattro 155
  62. Marvel Crossover 21
  63. Fantastici Quattro 162
  64. Fantastici Quattro 163
  65. Fantastici Quattro 164
  66. Fantastici Quattro 169
  67. Fantastici Quattro 170
  68. Fantastici Quattro 171
  69. Fantastici Quattro 173
  70. Fantastici Quattro 209
  71. Amazing Spider-Man 380
  72. Fantastici Quattro 254
  73. 73,0 73,1 Fantastici Quattro 256
  74. Fantastici Quattro 257
  75. Fantastici Quattro 270
  76. Fantastici Quattro 271
  77. Fantastici Quattro 272
  78. 78,0 78,1 78,2 78,3 78,4 Thor 109
  79. 79,0 79,1 Thor 111
  80. 80,0 80,1 Deadpool 10
  81. Fin Fang Four Return! #1
  82. 82,0 82,1 82,2 Villains for Hire #4
  83. 83,0 83,1 83,2 Heroes for Hire Vol 3 #4
  84. Villains for Hire Vol 3 #4
  85. 85,0 85,1 Heroes for Hire Vol 3 #5
  86. Heroes for Hire Vol 3 #1
  87. Heroes for Hire Vol 3 #2
  88. Heroes for Hire Vol 3 #3
  89. 89,0 89,1 89,2 Marvel Monster Edition 17
  90. Marvel Miniserie 119
  91. Marvel Miniserie 120
  92. Villains for Hire #1
  93. Villains for Hire #3
  94. Fantastici Quattro 366
  95. Fantastici Quattro 375
  96. 96,0 96,1 Fantastic Four 391
  97. Fantastic Four 396
  98. Fantastic Four 397-Fantastic Four 397



Ti piace? Facci sapere!

Advertisement