Marvel Database
Advertisement





Il personaggio di T'Challa è interpretato dall'attore Chadwick Boseman e viene introdotto nella Fase 3 del Marvel Cinematic Universe a partire dal tredicesimo film in assoluto della saga cinematografica, intitolato "Captain America: Civil War". Da allora, Boseman è tornato ad interpretare T'Challa/Black Panther nei seguenti titoli della saga: Spider-Man: Homecoming, Black Panther di cui è il protagonista principale, Avengers: Infinity War e Avengers: Endgame.

Filmati e audio di repertorio registrati dall'attore vennero successivamente utilizzati all'interno del film Black Widow e nell'episodio "For All Time. Always" della serie televisiva realizzata per la piattaforma di streaming Disney+, Loki.

Una versione animata del personaggio appare inoltre all'interno della serie televisiva What If...?.

In seguito alla morte di Chadwick Boseman, attore che dava il volto all'iconico personaggio dell'universo cinematografico Marvel, l'attore non verrà sostituito né il personaggio verrà ricreato con la computer grafica. Quella dell'attore scomparso ad agosto del 2020, all'età di 43 anni, resterà l'unica interpretazione del re T'Challa. “Chadwick Boseman è stato un attore di immenso talento e un’ispirazione che ha influenzato tutte le nostre vite professionalmente e personalmente”, ha detto il presidente dei Marvel Studio. “La sua interpretazione di T’Challa è iconica", ha continuato Feig. “Per onorare il lascito che Chad ci ha aiutato a costruire attraverso la sua interpretazione del re di Wakanda, vogliamo continuare a esplorare il mondo di Wakanda e tutti i personaggi introdotti nel primo film".


T'Challa era il figlio maggiore del re T'Chaka e della regina Ramonda, sovrani della nazione più tecnologicamente avanzata dell'intero pianeta, Wakanda. In seguito alla morte del padre durante l'attentato orchestrato da Helmut Zemo ai danni del Consiglio delle Nazioni Unite, T'Challa decise di vendicare la morte del padre uccidendo il Soldato d'Inverno, ampiamente ritenuto responsabile dell'attacco. Nel tentativo di rintracciarlo, T'Challa si unì al conflitto in corso tra i Vendicatori, schierandosi dalla parte di Tony Stark e Natasha Romanoff.

Scoprendo che il reale responsabile della morte di suo padre era il Barone Zemo, una volta sconfitto il criminale, non lasciandosi consumare dal desiderio di vendetta personale, T'Challa lo consegnò nelle mani del segretario della giustizia Ross. Capendo che Bucky, vecchio compagno di squadra di Steve Rogers, era stato sottoposto a un lavaggio totale del cervello, invece che farlo condannare per i suoi crimini, gli offrì le migliori cure e decise di ospitarlo su Wakanda.[1]

Becoming Black Panther

Al ritorno in Wakanda, T'Challa venne ufficialmente incoronato re. Assunse quindi un infuso dell'Erba a Forma di Cuore, un dono della Dea Pantera ai popoli del Wakanda, e in seguito ad un'esperienza extrasensoriale in cui rincontrò il defunto padre T'Chaka, ottenne i poteri e le capacità della Pantera Nera.

Tuttavia, il suo regno ebbe breve durate perché, poco tempo più tardi, la sua leadership venne messa in discussione dal cugino Erik Killmonger, più di recente tornato in Wakanda e pronto a sfidarlo in un duello corpo a corpo pur di ereditare la guida del reame. Sopravvissuto al fatale duello ma sconfitto dal cugino, con l'aiuto di M'Baku e del suo clan, T'Challa riuscì a fare ritorno sul suolo Wakandiano per riprendersi il suo trono.

Durante lo scontro con il cugino, T'Challa scoprì le ragioni che avevano portato il cugino a sfidarlo per la guida del reame: Erik Killmonger era infatti figlio di N'Jobu, fratello minore del principe T'Chaka, e di una donna americana originaria Oakland, in California. Durante un viaggio di esplorazione negli Stati Uniti, re T'Chaka scoprì ciò che il fratello aveva fatto e dichiarandolo un "traditore" lo fece giustiziare, abbandonando Erik, il figlio N'Jobu nato dalla sua relazione clandestina, a sé stesso, nel dolore e nella sofferenza, motivato unicamente dal desiderio di vendicare il padre.

Killmonger cercò di trafiggere T'Challa per mezzo di una speciale lancia in vibranio, finendo soltanto per venire trafitto dalla contundente arma a sua volta. Erik, pur avendo la possibilità di salvarsi grazie alle cure mediche della principessa Shuri, scelse di morire libero implorando T'Challa di mostrargli un ultimo atto di clemenza: seppellirlo nell'oceano. Dunque, si estrasse la lancia del petto con le sue stesse mani e si lasciò morire dissanguato.[2]

Il BLIP

Nel 2018, quando Visione e Wanda vennero attaccati da Proxima Midnight e Corvus Glaive tra le strade di Edimburgo, Steve guidò una squadra di Avengers composta da Falcon e Blackwidow per soccorrerli. Messi in fuga gli avversari, Steve decise di portare il sintezoide su Wakanda perché ricevesse le cure necessarie.

Non riuscendo ad impedire che il malvagio titano intergalattico Thanos si impossessasse della Gemma della Mente incastonata nella fronte di Visione, nonostante gli sforzi combinati dei supereroi, il titano, che aveva già rimediato le altre cinque Gemme dell'Infinito, procedette a cancellare dall'esistenza metà della popolazione dell'Universo con un semplice schiocco delle dita. In un singolo istante Bucky, T'Challa, Groot, Wanda e Wilson scomparvero nel nulla, dissolvendosi inspiegabilmente in cenere fra le dita.[3]

Battaglia finale per la Terra

Riportato in vita cinque anni più tardi, nel 2023, grazie al sacrificio di Romanoff nel forgiare un nuovo Guanto dell'Infinito, T'Challa si unì alla battaglia finale contro Thanos e il suo esercito, rispondendo personalmente alla chiamata alle armi di Captain America. Alla guida delle truppe Wakandiane, il redivivo T'Challa raggiunse il campo di battaglia grazie ai portali magici creati dagli stregoni di Kamar-Taj e lottò perché Thanos non riuscisse a mettere le mani sul nuovo Guanto dell'Infinito.[4]

Poteri

  • Potenziamento dell'erba a forma di cuore: dopo aver consumato l'erba a forma di cuore, gli attributi fisici di T'Challa sono notevolmente migliorati, paragonabili a quelli di un super soldato. A differenza del siero del super soldato però, gli effetti possono essere annullati bevendo un siero che nega i poteri delle erbe.
    • Forza sovrumana: dopo aver consumato l'erba a forma di cuore, la forza di T'Challa ha raggiunto il picco del potenziale umano, raggiungendo i primi livelli di condizione sovrumana. La sua forza sovrumana gli consente di sopraffare fisicamente gli umani e gli alieni. Può sollevare e sostenere grandi quantità. Per esempio, T'Challa è stato in grado di abbattere rapidamente un rinoceronte in carica e lanciare una lancia di vibranio con una forza sufficiente da abbattere un aereo Wakandiano in volo.
    • Resistenza sovrumana.
    • Velocità sovrumana.
    • Agilità migliorata.
    • Riflessi migliorati.
    • Fattore di guarigione accelerato.
  • Rilasciare impulsi di energia cinetica: Grazie al suo costume da Black Panther, T'Challa può immagazzinare energia cinetica e rilasciarla sotto forma di impulsi di energia cinetica viola.
    • Potenziamento fisico: l'energia cinetica immagazzinata gli permette di aumentare la forza dei suoi pugni e calci.



Scopri e Discuti

Note a piè di pagina



Ti piace? Facci sapere!


Advertisement