FANDOM


Questo articolo è incompleto. Puoi aiutare Marvel Database cercando di espanderlo

Character Template HelpHelp
Vero Nome
Information-silk
Altri Alias
Information-silk
Padre di Tutto, Chins, Dione (nome scelto per lui prima della sua nascita),[1] Titano Pazzo, Maestro, Masterlord, Overmaster, Thanos Rex, The Outcast[2]

Identità
Information-silk

Allineamento
Information-silk

Appartenenza
Information-silk
Precedentemente Infinity Watch, Difensori, Cabala, alleato dello Zodiaco, leader della Nihilist Sect, dell'Ordine Nero e di numerose altre armate

Parenti
A'Lars (padre, deceduto);

Sui-San (madre, deceduta);
Eros (fratello, deceduto);
Uranos (prozio);
Kronos (nonno paterno, deceduto);
Daina (nonna paterna, deceduta);
Zuras (zio, deceduto);
Thena (cugina, deceduta);
Sersi (cugina, deceduta);
Gamora (figlia adottiva);
Nebula (presunta nipote);
Zorr (presunto foglio o figliastro, deceduto);
Rot ("bambino" della Morte, deceduto);
Thane (figlio);
Diversi bambini (deceduti);

Thanosi (clone ibrido)

Universo
Information-silk


Caratteristiche
Genere
Information-silk

Altezza
Information-silk
2.04 m


Occhi
Information-silk

Capelli
Information-silk

Pelle

Caratteristiche Particolari
Mento rugato

Stato
Cittadinanza
Information-silk

Stato Civile
Information-silk

Occupazione
Conquistatore, adoratore della Morte; precedentemente pirata, nichilista, dio, cercatore della conoscenza, Re di Titanio[3]

Educazione
Istruzione formale e auto-apprendimento

Origine
Origine
Mutante Titano nato con la Sindrome Deviante le cui capacità sono state ampliate con meditazione ed impianti

Luogo di Nascita

Luogo di Morte
Information-silk
Astronave di Thanos


Prima apparizione
Prima apparizione in Italia

Storia

Primi anni

Thanos fu uno degli ultimi figli di A'Lars, antenato delle seconda colonia di Eterni su Titano, e Sui-San, l'ultima sopravvissuta dell'insediamento originale di Eterni su Titano. Nato con la pelle grigia e un corpo massiccio dovuti alla Sindrome Deviante, Thanos fu un bambino cupo che divenne ossessionato dal concetto di morte.

Nonostante il suo aspetto insolito e la sua natura introversa, Thanos fu ben accolto dai suoi simili. Era un intellettuale mite che sognava di diventare uno scienziato come suo padre. Tuttavia, i segni della sua vera natura iniziarono a insinuarsi presto. Ad esempio, gli piaceva disegnare animali morti ed eseguire dissezioni. La vita di Thanos raggiunse un punto critico quando una misteriosa ragazza lo convinse a esplorare con i suoi amici una pericolosa grotta per superare la sua paura di uccidere. Thanos si perse nella caverna per tre giorni, durante i quali rifiutò persino di pensare di uccidere le creature inoffensive che si nascondevano sottoterra per nutrirsi. Quando trovò i suoi amici, erano stati uccisi dagli animali che vivevano nelle grotte. Dopo che Thanos tornò nella società, la stessa ragazza lo convinse a tornare nella caverna e massacrare le creature per vendetta.[4]

Thanos (Earth-616) and Sui-San (Earth-616) from Thanos Rising Vol 1 2 001

Thanos si prepara ad uccidere sua madre

La nascita del Titano Pazzo

Quando era un adolescente, Thanos eccelleva accademicamente e imparava più velocemente di quanto gli fosse stato insegnato. Iniziò a vivisezionare le creature in segreto per acquisire conoscenza mentre cercava una risposta alla sua anormale composizione genetica. La ragazza che lo aveva aiutato a superare la sua paura di uccidere divenne la sua confidente. La ricerca di risposte da parte di Thanos si intensificò nell'uccisione di altri titaniani, compiendo i primi omicidi nella storia di Titano. Nonostante dichiarasse che i suoi primi due omicidi sarebbero stati gli ultimi, Thanos alla fine uccise di nuovo, e scoprì che gli piaceva. Thanos si innamorò del suo confidente, che abilitò e motivò ulteriormente le sue azioni, ma lei rifiutò i suoi progressi.

Dopo aver ucciso diciassette persone in totale, Thanos uccise sua madre Sui-San nella speranza di trovare nel suo corpo la chiave di chi fosse, sia spiritualmente che fisicamente.[4] In seguito lasciò Titano e trovò lavoro come pirata, con il quale esplorò il cosmo. Col passare degli anni, Thanos divenne distaccato e privo di emozioni. In molti pianeti diversi, trovo delle partner e si accoppiò con loro nella speranza di provare qualcosa di nuovo, inutilmente. Le abbandonava sempre e i bambini lo annoiavano. Thanos alla fine entrò in conflitto con il suo capitano dell'equipaggio dei pirati a causa della sua disinclinazione per l'omicidio. In un atto di completo istinto, Thanos lo massacrò e successivamente prese il controllo del suo equipaggio.

Thanos (Earth-616) and Death (Earth-616) from Thanos Rising Vol 1 5 001

Thanos e Morte si baciano

Thanos decise di abbracciare la sua natura assassina e tornò a Titano in segreto. Fu avvicinato dalla sua vecchia confidente e provò di nuovo a corteggiarla. Lei le rispose di dimostrargli che appartenesse solo a lei. Così Thanos ha intrapreso un viaggio per uccidere tutta la sua prole, e rase al suolo ogni pianeta su cui si imbatté per amore. Inoltre, Thanos sperimentò il proprio corpo, concedendosi una varietà di poteri. La confidente di Thanos divenne sua compagna e alla fine dichiarò che per amare Thanos avrebbe dovuto diventare un dio, un supremo distruttore sopra ogni altra cosa. Dopo che Thanos scoprì che nessuno nel suo equipaggio poteva vederla, rivelò la sua vera natura, che era la manifestazione fisica della Morte stessa. Impazzito da questa rivelazione, Thanos cedette alle promesse di romanticismo di Morte e usò la sua flotta per devastare Titano.[5] Una volta che la sua armata bombardò il pianeta, Thanos atterrò personalmente per uccidere i sopravvissuti. Fu affrontato dall'anziano A'Lars, che riuscì a far dubitare a Thanos se la Morte fosse effettivamente al suo fianco o se fosse semplicemente impazzito. Thanos risparmiò suo padre solo per poter osservare suo figlio distruggere il cosmo e dimostrare la sua sanità mentale. Alla fine Morte baciò Thanos, ma trovò il suo abbraccio freddo. Senza appagamento, Thanos continuò il suo viaggio di distruzione.[5]

Cubo Cosmico

Durante i suoi viaggi, Thanos accumulò una enorme corazzata. Trovò anche modo di amplificare smisuratamente il suo potere: avendo sorvegliato il pianeta Terra sin da quando fece esplodere un'arma nucleare, Thanos scoprì l'esistenza di un oggetto chiamato Cubo Cosmico, creato dall'organizzazione sovversiva Avanzate Idee Meccaniche. Thanos prese il controllo del congegno per alterare la realtà a gli ordinò di dargli il controllo dell'universo.

Thanos (Earth-616) and Cosmic Cube from Captain Marvel Vol 1 28 0001

Trasformato nello spettro di una divinità dal Cubo Cosmico, Thanos si battè con i Vendicatori con il Kree Capitan Marvel, i quali distrussero la sua armata. Quando Thanos buttò il Cubo, credendo che lo avesse prosciugato di tutti i poteri, Mar-Vell prese il Cubo, ordinandogli di ripristinare l'universo com'era prima. Derubato del potere, Thanos ritornò un mortale nel centro dell'universo, dove la sua nave Santuario II lo venne a prendere seguendo istruzioni pre-programmate. Ripreso, Thanos venne a sapere che la Morte lo aveva abbandonato per via del suo fallimento.[6]

Alla ricerca delle Gemme dell'Anima

In breve tempo formulò un piano per riconquistarla: gli avrebbe donato l'annientamento di tutto ciò che vive. Cercò nella mente e nei registri di migliaia di civilizzazioni, sperando di trovare la chiave per il potere sognato. Infine scoprì l'esistenza delle Gemme dell'Anima, sei oggetti dall'origine sconosciuta e dal vasto potere, e provò ad acquisirli. Gli ottenne tutti tranne uno: il gioiello di giada che era sulla fronte di Adam Warlock.

Thanos evitò di cercare di acquisire la gemma di Warlock direttamente perchè possedeva il potere di rubare le anime, e temeva per la sua. Osservando Warlock, Thanos notò che Warclock aveva separato da sè una controparte chiamata Magus, che era a capo di un impero religioso diffuso in tutta la galassia e che si sarebbe certamente opposto ai suoi piani di distruzione. Thanos quindi pianificò di eliminare Magus. Possedendo la capacità di viaggiare nel tempo, Thanos decise di modificare alcuni fattori nel flusso temporale i quali, combinati, risultassero nella non avvenuta creazione di Magus. (Avrebbe potuto provare a interrompere la vita di Warlock molto prima del momento in cui nacque Magus, ma gli serviva che acquisisse la Gemma dell'Anima per ragioni di semplicità).

Thanos (Earth-616) from Thanos Quest Vol 1 2 0001

Uno di questi fattori fu il reclutare la giovane Gamora, una femmina della pacifica razza Zen-Whoberis distrutta dalle truppe missionarie di Magus, che gli servì come assassina personale. Il secondo maggior cambiamento fu l'alleanza con Warlock contro Magus.[7] Nessuno di questi eventi è avvenuto nella time-line originale che portò alla creazione di Magus.[8] Thanos ebbe successo, e quando fu nelle vicinanze di Warlock, rubò dalla sua Gemma dell'Anima le energie che gli servivano senza che lui se ne accorgesse.

Thanos costruì quindi una Gemma dell'Anima artificiale per contenere le energie delle altre sei. Con quella, pianificò di spegnere le stelle una ad una. Gamora venne a conoscenza del suo piano di distruzione e cercò di assassinarlo, ma Thanos la uccise. Thanos uccise anche il compagno di Warlock Pip il Troll: a questo punto Warlock era venuto a sapere della minaccia e viaggiò verso la Terra per chiedere l'aiuto dei Vendicatori e di Capitan Marvel. Nella battaglia sulla nave di Thanos Santuario II, Capitan Marvel danneggiò il proiettore attraverso il quale Thanos stava trasmettendo l'energia della Gemma dell'Anima artificiale nelle stelle per farle esplodere come nove. Warlock fronteggiò Thanos in combattimento e fu ucciso, i Vendicatori furono catturati ma poi salvati dall'Uomo Ragno e la Cosa. L'Uomo Ragno, influenzato dalle entità cosmiche Lord Chaos e Maestro Ordine, rilasciò lo spirito di Warlock dalla Gemma dell'Anima, e questi, ribollendo di potere cosmico rilasciato dalla sua morte fisica, ebbe un corpo a corpo con Thanos che venne trasformato in pietra. Immobile, Thanos conservò la sua consapevolezza e fu quindi torturato dal fatto che lui il quale adorava la Morte, da essa fosse stato bandito per sempre.[9]

Thanos Quest

Thanos venne resuscitato da Morte[10] ed entrò in contatto con Dynamo City. Ne fu reso cittadino e vi rimase per un breve periodo.[11] Poco dopo incontrò Silver Surfer e cercò di influenzare la Sentinella dello Spazio, ma fallì. Dopo aver giocato con Surfer per un po', Thanos simulò la propria morte in modo da poter continuare i suoi piani senza disturbi. Organizzò la morte del suo compagno Geatar al posto suo, lasciando dietro di sé un corpo devastato abbastanza simile al suo, abbindolando Silver Surfer e gli Eterni di Titano.

Thanos (Earth-616) and Death (Earth-616) from Thanos Quest Vol 1 2 0001

Dopo la sua risurrezione, nel regno della Morte, Thanos guardò nel Pozzo dell'Infinito e scoprì i veri poteri delle Gemme dell'Anima, che soprannominò le Gemme dell'Infinito. Dalla sua precedente sconfitta, questi erano stati dati a vari Antichi. Usando la scienza e la sua ineguagliabile astuzia, Thanos fu in grado di recuperare la Gemma dell'Anima verde dal Intermediario, la Gemma del Potere rossa dal Campione, la Gemma del Tempo arancione dal Giardiniere, la Gemma dello Spazio viola dal Corridore, la Gemma della Realtà gialla dal Collezionista e la Gemma della Mente blu dal Gran Maestro. Posizionando tutte le gemme sul suo enorme guanto, Thanos creò il Guanto dell'Infinito, dandogli la padronanza di tutto ciò che è.[12]

Dopo aver ottenuto e perso il Guanto dell'Infinito, Thanos entrò in un periodo di introspezione. Adam Warlock riconobbe che gli sforzi fatti da Thanos per ottenere l'onnipotenza non sono stati stroncati solo dall'intervento di supereroi ma anche dal suo dubitare in se stesso e dalla sua ansia. Credendo che il Titano fosse in grado di cambiare, e volendo tenere Thanos dove potesse controllarlo, Warlock fece di lui un membro dei Guardiani dell'Infinito, dandogli la Gemma della Realtà, una della Gemme dell'Infinito che i Guardiani controllavano.

Il Guanto dell'Infinito

Infinity Gauntlet (Item) from Infinity Gauntlet Vol 1 1 001

"Lo Snap!"

Usando l'enorme potere in suo possesso, Thanos giocò con Silver Surfer per un po' prima di consentirgli di avvertire gli eroi della Terra dell'arrivo di Thanos.[13] Per placare la morte, Thanos usò il Guanto per eliminare metà della popolazione dell'universo, causando conseguenze terribili con le sue azioni. Mentre gli eroi si radunavano, di Adam Warlock fuggì dalla Gemma dell'Anima, insieme a Gamora e Pip il Troll e possedettero i corpi di tre umani che erano recentemente morti.[14]

Thanos (Earth-616) and Eros (Earth-616) from Infinity Gauntlet Vol 1 2 0001

Gli eroi raccolti combatterono Thanos, aiutati dalle Entità Cosmiche Love, Hate, Lo Straniero, Epoch, Caos, Ordine e Galactus. Ma nonostante le forze riunite, Thanos fu in grado di sconfiggere tutti e imprigionarli. Tuttavia trascurò sua nipote Nebula che fu in grado di strappare il Guanto dell'Infinito dalla mano di Thanos. Il suo primo atto fu di annullare tutto ciò che era accaduto, cosa che inavvertitamente liberò gli eroi e le Entità Cosmiche. La battaglia riprese e alla fine fu Adam Warlock a possedere il Guanto e pose fine al conflitto.[14]

Dopo che Thanos perse il Guanto dell'Infinito, gli fu imposto un periodo di introspezione. Adam Warlock riconobbe che gli sforzi di Thanos per ottenere l'onnipotenza erano stati vanificati non solo dall'intervento dei supereroi, ma anche dal dubbio e dall'ansia di Thanos. Credendo che il Titano fosse in grado di cambiare, e desiderando tenere Thanos dove poteva tenerlo d'occhio, Warlock fece di Thanos un membro degli Guardiani dell'Infinito, dandogli la Gemma della Realtà, una delle Gemme dell'Infinito che Adam Warlock e i Guardiani ora custodivano.

La Guerra dell'Infinito

Comunque, dopo del tempo, Thanos rilevò un minaccia per l'universo, in quanto l'incarnazione di Eternità fu resa catatonica. Rintracciando la fonte fino al redivivo Magus, Thanos cercò l'aiuto di Warlock e della Guardiani dell'Infinito. Thanos e i Guardiani dell'Infinito viaggiarono fino al regno della Morte per sapere la verità su Magus, e trovò che egli stava tentando di rimpiazzare gli eroi di questa realtà (e la realtà stessa) con doppelganger malvagi creati da lui. Tornando alla realtà, Thanos e i Guardiani furono attaccati da un assemblamento di eroi prima che potessero rivelare il piano di Magus. Portando la battaglia da Magus, Warlock ricostruì il Guanto dell'Infinito in modo da superare le forze congiunte dei cinque Cubi Cosmici di Magus, anche se alla fine Magus ottenne per sè il Guanto dell'Infinito. Durante la battaglia Thanos si contrappose al suo dopplenganger, che era diventato il lacchè preferito da Magus, e, sconfiggendolo, apprese una visione più ampia del piano di Magus. Confrontandolo, Thanos gli fece notare che egli non aveva di fatto tutto il potere del Guanto dell'Infinito, in quanto la Gemma della Realtà era un elaborato falso. Infatti la Gemma della Realtà era in possesso del Titano anche se tutti ne erano all'oscuro. Reso inerme, Magus fu quindi definitivamente sconfitto dalle incarnazioni di Eternità e Infinità, e le Gemme dell'Infinito furono restituite ai legittimi proprietari. Thanos tornò quindi a vagare nel cosmo.[15]

La Crociata dell'Infinito

Tempo dopo, Thanos e Warlock furono intrappolati nelle pieghe di una realtà mutevole, fatto dovuto all'apparizione della Dea, che era la manifestazione del "lato buono" di Warlock, la quale si era appropriata del potere dei cinque Cubi Cosmici precedentemente usati da Magus. Warlock riuscì comunque a liberare lui e Thanos, e si imbarcarono in una missione per scoprire che minaccia poteva essere la Dea per la realtà. I due vennero presto contattati da Mefisto, e Thanos acconsentì a farsi aiutare da lui in cambio di un Cubo Cosmico. Warlock aveva già un piano che rivelò a Thanos prima di entrare nella Gemma dell'Anima. Thanos, da parte sua, assemblò un contingente di eroi di questa realtà per distrarre la Dea. Thanos comunque, sembrò fallire, e la dea iniziò a distruggere l'universo una stella alla volta. In realtà la distruzione fu una allucinazione generata da Warlock, che aveva usato il Cubo Cosmico per creare una allucinazione di massa di dimensioni universali. Distratta, la Dea fu sconfitta da Thanos e dall'unione di eroi terrestri. Thanos distrusse l'Uovo Cosmico che conteneva i cubi, atto per il quale Warlock dipinse il Titano come un eroe. Thanos onorò persino il suo patto con Mefisto, dandogli un Cubo Cosmico, anche se ormai senza poteri.[16]

Thor

Successivamente, quando il dio del tuono Thor divenne apparentemente pazzo, Thanos fu contattato da Silver Surfer per fermare l'ira del dio. Thanos ebbe successo dove Silver Surfer, i Guardiani dell'Infinito, il Dr. Strange e gli altri dei di Asgard avevano fallito. Egli guidò il gruppo ad Asgard, dove si scontrarono con Odino, Thanos lo combatté finché questi non apprese la verità, quindi fece rinsavire Thor, e permise a Thanos e agli eroi di lasciare Asgard con la sua gratitudine e quella di Thor.[17]

L'Oracolo

Dopo questi eventi, Thanos divenne annoiato e decise di cercare il grande contenitore di conoscenza chiamato Oracolo. Per assisterlo Thanos reclutò molti alleati involontari, tra cui Super Skrull, Nitro, Rhino e Uomo di Titanio. Dopo aver fatto questo per lui, Thanos gli abbandonò.

Tyrant

Dopo aver massacrato l'intera Armata dei Mercenari di Ovin per combattere la noia, Thanos usò l'Oracolo per cercare un degno avversario e credette di averne trovato uno in Tyrant, essere creato da Galactus. Con l'aiuto dell'ex-araldo Terrax, rapì l'arcinemica di Tyrant Ganymede. L'eroe Fante di Cuori, amante di Ganymede, si unì a Legacy per liberarla. Nel frattempo Ganymede, si era unita a Thanos e Terrax per sconfiggere Tyrant. Il tri si scontrò con Morg, l'araldo più potente di Galactus e lacchè forzato di Tyrant, il quale, liberato, riuscì a scappare. Fante di Cuori, Legacy, Ganymede e Terrax non riuscirono a sconfiggere Tyrant; Thanos, che era uscito brevemente dalle scene per scoprire la verità sul passato di Tyrant, ritornò per combatterlo (con l'aiuto di una "sfera del potere" di Tyrant contenente energia sottratta a Morg), distruggendo una vasta porzione del pianeta stesso. Thanos emerse dalla battaglia dichiarando che ulteriori combattimenti erano inutili visto che aveva avuto ciò per cui era venuto.[18]

La Crociata dell'Immortalità

Silver Surfer in seguito cercò Thanos per capire i motivi per i quali la Morte lo assillava con immagini di morte con l'evidente scopo di fare di lui il suo nuovo sposo. Infuriato, Thanos, colpì Silver Surfer a morte e consegnò lui stesso il corpo nel Regno della Morte. Credendo la Morte una ingrata, Thanos resuscitò Silver Surfer e cercò di uscire, insultando la Morte che lo condannò all'immortalità, bandendolo per sempre dal suo abbracio.

Quasimodo

Altri avrebbero continuato a entrare e uscire dalla vita di Thanos. Gamora ritornò al suo fianco, dimenticandosi della sua relazione con Adam Warlock e i Guardiani dell'Infinito. L'intelligenza artificiale nota come Quasimodo prese il controllo del Santuario II e lo usò per catturare e tormentare Silver Surfer e l'Uomo Ragno prima di venire sconfitto da Thanos, che dichiarò che i due eroi sarebbero stati in debito con lui.[19]

Micro-dimensione

Thanos venne poi intrappolato in una micro-dimensione su cui stava investigando: separato dalla funte di energia cosmica era in grado di contattare la realtà solo tramite una creatura chiamata Consumo. Comsumo allora contattò il Saccheggiatore, fratello dell'eroe Ka-Zar per servire Thanos e convertì il suo corpo in un portale per la micro-dimensione distruggendosi nel processo. Il Saccheggiatore entrò in contatto con Thanos che gli promise di governare una Terra senza vita. Il Saccheggiatore usò il congegno terraformante dell'Isola Selvaggia per iniziare e riformare la Terra, un processo che ridiede potere a Thanos. Il Saccheggiatore fu infine sconfitto da Ka-Zar, ma non prima che Thanos fosse in grado di assorbire l'energia della micro-dimensione e del congegno terraformante. Pieno di potere, Thanos cominciò ad affliggere la galassia con le sue energie primeve e aprì vari portali in tutto l'universo. Thanos e il Saccheggiatore furono costretti a seguire Ka-Zar che si spostava in diverse aree del cosmo dato, perché aveva rubato la chiave per i poteri della macchina terraformante. Alla fine Thanos, stanco del Saccheggiatore, lo abbandonò su un pianeta non identificato. La forza di Thanos, comunque, era stata ridimensionata e Ka-Zar riuscì a sconfiggerlo lanciandolo in un vulcano attivo sull'Isola Selvaggia. Distruggendo la chiave, Thanos saltò nel congegno, sperando di recuperare il potere perso, ma la macchina fu distrutta da agenti dello S.H.I.E.L.D. Thanos fu apparentemente intrappolato un'altra volta nella micro-dimensione.

Presto comunque, Thanos scoprì una possibile uscita dalla micro-dimensione, con un punto di connessione mistico. Mentalmente contattò Hulk, il quale era disperato per la morte della moglie Betty, e tentò di convincerlo a diventare un vascello per la sua mente. Tuttavia fu udito su un'altra connessione da Nate Grey, conosciuto anche come X-Man. Nate tentò di convincere Hulk a rifiutarsi, e finì con il combatterlo. Thanos invece usò Nate come vascello fisico mentre Hulk attaccava di nuovo, nel corso della battaglia le barriere mistiche che separavano le due dimensioni si ruppero, liberandolo. Alla fine, X-Man e Hulk furono in grado di esiliare di nuovo il Titano nella micro-dimensione.

Mangog

Successivamente, in qualche modo uscito dalla micro-dimensione, Thanos apparì ad Asgard che era in rovina e con molti dei sui guerrieri sconfitti dal potente Mangog. Thanos trovò un alleato nell'aiutante di Odino, Tarakis, che lo aiutò a ottenere la apocalittica Mappa di Tutte le Fini da Odino. Possedendo già il Calice della Rovina, Thanos credette che i due oggetti lo avrebbero aiutato a trovare l'essere conosciuto come la Designata. Thanos e Tarakis, insieme a Mangog che aveva appena sconfitto Thor, arrivarono al pianeta Rigel-3, casa di una pacifica razza di pensatori. Una volta lì, Thanos teleportò Mangog sulla superficie, il quale cominciò a distruggere ogni cosa. Thanos chiese la Gemma del Fuoco, il prossimo oggetto richiesto per trovare la Designata, in cambio di fermare Mangog. Alla fine ebbe successo anche se Rigel-3 fu quasi annientato nel processo. Thor rintracciò la rotta di Thanos e si alleò con i Rigelliani Recorder e Firelord. Thanos e Mangog riuscirono a raccogliere gli ultimi oggetti e a catturare la Designata, una donna di nome Tarene. Mentre infuriava la battaglia tra Thanos e Thor, Tarene iniziò a piangere per quest'ultimo, azione che garantì a Thanos il potere del Ragnarok. Prima che potesse iniziare, Thor uccise Mangog e fu investito della Forza di Odino. Thanos cadde, e Tarene pianse per le persone uccise dal Titano, il quale, raggiunto dalle lacrime, bruciò in un fuoco infernale, apparentemente scomparendo per sempre.

Marlo Jones

In realtà, Thanos non fu distrutto: poco dopo si confrontò con Marlo Jones, la moglie di Rick Jones, insieme al corrente Capitan Marvel. Thanos rivelò che Marlo era diventata il rifugio fisco per l'incarnazione della Morte e come tale, era bersaglio del dio della morte noto come il Camminatore. Convincendo Thor ad aiutarli, Thanos e Capitan Marvel furono in grado di impedire al Camminatore di uccidere Marlo e la Morte stessa lo sconfisse.

L'Abisso dell'Infinito

Durante una riunione con i suoi vecchi alleati/nemici Adam Warlock e Gamora, Thanos rivelò di aver creato una serie di duplicati di se stesso, soprannominati Thanosi. Questi duplicati erano instabili in diversi modi, spiegando il comportamento insolito di Thanos e i livelli di potere negli ultimi mesi. Thanos affermò che il "Thanos" che aveva recentemente affrontato Ka-Zar, Thor e la Madonna Celeste era stato uno dei suoi duplicati di Thanosi.[20]

Annihilation

Durante l'ondata Annihilation, Thanos si unì ad Annihilus, credendo che sarebbe stato giusto che l'Onda distruggesse tutta la vita. Prese parte alla cattura di Galactus che venne usato per potenziare l'Onda. Dopo la rivelazione da parte di Dragoluna che le intenzioni di Annihilus non erano quelle dichiarate al Titano, si avviò a liberare Galactus. Prima che potesse finire Drax il Distruttore lo trapassò con un pugno, rimuovendogli il cuore. Prima dell'arrivo di Drax, Thanos aveva visto la Morte, quindi si presume che morì davvero. Lo spirito di Thanos e della Morte furono successivamente apparsi per guardare Nova dopo che uccise Annihilus.[21]

L'Ordine di Thanos

Thanos venne resuscitato e reso invendibile dalla Morte.[22] Insieme ad alcuni altri eroi viaggiò nel Cancroverso, un universo in cui la Vita aveva "vinto" e La morte non esisteva più; per combattere Mar-Vell, l'avatar della vita di quell'universo. Il Titano finsdi e sottomettersi a Mar-Vell che lo colpì con una spada, credendo di averlo ucciso. Tuttavia, questo evocò la morte che procedette all'uccisione di Mar-Vell e di tutti gli altri abitanti immortali del Cancroverso. Thanos la pregò di portarlo con sé, ma lei rifiutò, facendosi prendere dalla rabbia giurando di uccidere l'Universo. Nova e Peter Quill tentarono di trattenerlo abbastanza a lungo da far crollare e distruggere il Cancroverso, guadagnando così tempo per gli altri eroi per tornare nel loro universo. Ci riuscirono e Thanos venne intrappolato nel crollo del Cancroverso.[23]

Vendicatori Uniti

Avengers Assemble Vol 2 3 Variant Textless

Thanos returns

Ritornando nell'universo principale attraverso mezzi sconosciuti, Thanos cercò di ottenere il controllo della Terra. Eseguendo una mossa per accumulare la vasta gamma di armi a livello cosmico trovate lì, ricostruì una nuova versione dello Zodiaco mentre i suoi seguaci riuscirono a raccogliere un Cubo Cosmico.[24]

I suoi piani furono inavvertitamente intaccati da un assemblaggio disordinato di Vendicatori, tra cui Hulk. I ranghi degli eroi furono presto rafforzati dai Guardiani della Galassia, perseguendo le attività di Thanos attraverso le proprie indagini sullo spazio profondo, arrivando alla base di Thanos nella patria dei Badoon.[25] Dopo che gli eroi furono lasciati in balia del vuoto dello spazio, Thanos attivò il Cubo. Dopo che il Titano sconfisse gli Antichi dell'Universo, per imporre la sua supremazia, divenne un tutt'uno con il Cubo Cosmico e uccise anche i Vendicatori e i Guardiani. Ma in realtà, furono inviati al Cancroverso, insieme agli Anziani. Lì Tony Stark scoprì che l'arma di Thanos non era in realtà un Cubo Cosmico e che aveva dei difetti. Contrattarono con il Collezionista, per avere un'arma in grado di disattivare il "Cubo", e tornati sulla Terra, i Vendicatori e i Guardiani lasciarono che gli Anziani si occupassero di Thanos. Con l'aiuto di altri membri dei Vendicatori, Thanos fu sconfitto e mandato in punizione dagli Anziani.[26]

La fine di Morte

Sia che sia fuggito o liberato dalla sua punizione, Thanos tornò su Titano.[27] Il Titano Pazzo aveva maledetto una volta Deadpool per non morire mai in un sforzo di tenerlo lontano dalla sua amata Morte. Quando la Morte fu rapita dall'Eternità, causando uno squilibrio nell'universo poiché nulla poteva morire, Deadpool rintracciò Thanos, ritenendolo responsabile. Quando Deadpool arrivò sulla nave di Thanos per sconfiggerlo, quest'ultimo annullò la sua maledizione, trasformando Deadpool nell'unica creatura mortale nell'universo, quindi lo uccise.

Tuttavia, dopo aver realizzato che la Morte avrebbe parlato solo con Wade, Thanos lo resuscitò per salvarla. Quando la coppia riuscì a viaggiare nel Regno dell'Eternità e incontrarla personalmente, Thanos lo attaccò senza pietà, incolpandola per tutti i mali della sua vita. Wilson, rendendosi conto che questo era ciò che la Morte voleva da sempre, attaccò Thanos e fu posseduto dalla Uni-Forza, dando a Deadpool i poteri di Capitan Universo. Usando quei poteri, Deadpool e Thanos combatterono su un piano di parità, ma il discorso di Deadpool durante la lotta convinse Morte della validità dell'esistenza della vita e fece sì che portasse via Thanos, riportando la mortalità al universo.[28]

Poteri e Abilità

Poteri

Thanos (Earth-616) from Thanos Vol 1 4 0001

Di gran lunga il più potente tra i Titani Eterni, Thanos è un mutante dalla massiccia corporatura nato con la capacità si sintetizzare Energia Cosmica per uso personale. Thanos ha accresciuto i sui poteri con l'amplificazione bionica, incantesimi e come risultato dell'essere stato resuscitato dalla Morte stessa.

Intelletto Sovrumano: Probabilmente l'arma più pericolosa di Thanos è la sua mente. Il suo intelletto è dedicato ad aumentare i propri poteri e a distruggere tutta la vita. Thanos è un genio in tutti i campi conosciuti della scienza avanzata e ha creato tecnologie che eccedono la scienza Terrestre contemporanea. Ha anche dimostrato di adattarsi rapidamente alle nuove situazioni di battaglia, come mostrato nella sua lotta con il campione dell'Universo, dove lo ha surclassato fisicamente e battuto danzando intorno a lui, facendolo esplodere con attacchi di energia e ingannandolo per distruggere il pianeta su cui hanno combattuto.[12] Thanos ha affermato che l'intelligenza di Bruce Banner è eccezionale solo per gli standard umani.[29]

Forza Sovrumana: Thanos possiede una grande forza fisica i cui limiti sono ignoti. La Morte ha aumentato la sua forza oltre i suoi limiti originali per superare quella dei più forti tra gli Eterni. La sua forza è così vasta che ha distrutto interi pianeti con pochi colpi, si è dimostrato capace di combattere Thor,[30] Beta Ray Bill e Ronan l'Accusatore.[31] Le sue riserve di forza sono così grandi che con una manciata di colpi, è stato capace di battere Silver Surfer[32] fin quasi a morte. Thanos può aumentare la sua forza con l'Energia Cosmica.

Velocità sovrumana: Nonostante la sua massa muscolare, Thanos è capace di correre e muoversi a velocità superiori dei migliori atleti.

Energia sovrumana: La muscolatura di Thanos non produce quasi nessuna tossina della fatica durante l'attività fisica. Come risultato ha una quantità di energia illimitata per ogni attività fisica.

Invulnerabilità estrema: Prima della sua "morte", Thanos possedeva una notevole resistenza alle ferite, anche in confronto agli Eterni. Dopo la sua resurrezione Morte ha incrementato questa capacità e ora è quasi invulnerabile. Ha sopportato un attacco diretto a distruggere un pianeta senza un graffio, ha sopportato colpi di esseri potenti come Silver Surfer e Thor intaccato. È sopravvissuto anche a colpi di Odino e Galactus. Ha resistito a tre urla complete di Freccia Nera a distanza ravvicinata, senza alcun danno significativo.[33] Ha anche resistito alla pugnalata al petto degli artigli di Adamantio di Wolverine senza mostrare alcun disagio.

Immortalità: Thanos, come tutti gli Eterni, è immortale nel senso che è immune a tutte le malattie conosciute e all'invecchiamento. In precedenza Thanos era stato bandito dalla Morte stessa dall'entrare nei suoi reami, rendendolo veramente immortale. Per quanto fosse gravemente ferito, Thanos era incapace di morire quindi si riprendeva.

  • Fattore Rigenerante: Nonostante la sua resistenza alle ferite, è possibile ferire Thanos. Come tutti gli Eterni, comunque, Thanos è capace di rigenerare tessuti danneggiati con maggiore velocità ed efficienza di un essere umano. Date le circostanze della sua morte per mano di Drax il Distruttore durante l'evento Annihilation, Thanos non è capace di rigenerare organi danneggiati.

Agilità sovrumana: Nonostante la taglia, la sua agilità, il suo equilibrio e la sua coordinazione sono a un livello molto alto, oltre il valore naturale degli atleti umani, al pari di altri Eterni.

Riflessi Sovraumani: Come la sua agilità i suoi riflessi sono, al pari di altri Eterni, sopra i limiti degli atleti umani.

Manipolazione e controllo dell'Energia Cosmica: Thanos a dimostrato grande versatilità nell'uso del suo potere di proiettare energia come forza concussiva, energia magnetica, radiazione gamma, raggi di calore infrarossi dai suoi occhi, raggi distruttori e scudi di forza. L'esatto potenziale di queste capacità è ignoto, ma un singolo raggio uscito dagli occhi è stato capace di atterrare la Cosa e Thor. Fu anche in grado di danneggiare leggermente l'armatura di Galactus e di far saltare in aria il Divoratore di Mondi. È stato ipotizzato che la natura della riserva di Energia Cosmica di Thanos possa essere quasi mistica.

Telepatia: Thanos possiede vaste abilità psioniche, la sua mente è invulnerabile a molte forme di attacchi psichici. Fino ad ora Thanos ha dimostrato di sapere proiettare raffiche psioniche, di essere in grado di oscurare la mente di un altro essere vivente e di poter comunicare telepaticamente. Ha anche fatto impazzire uno dei Preti di Pama, fatto attaccare Hulk contro i suoi compagni Vendicatori e costretto Conner Sims (l'anti-uomo) a distruggere ciò che lo circondava.[34] Thanos ha anche tentato una volta di distruggere la mente di Drax con un potente attacco psichico chiamato "Time-Mind Sync Warp", che fa precipitare la mente della vittima in una dimensione psichedelica di follia, causando morte o inabilità.[35]

Manipolazione e controllo della Materia: Thanos ha dimostrato di poter manipolare la materia a livello atomico, in modo simile ad altri Eterni. In una occasione ha tramutato Skragg in pietra.

Lancio di maledizioni: Thanos sembra essere almeno parzialmente esperto nella magia; la prova è che sta maledendo Deadpool per non essere in grado di morire.

Volo: Dopo il suo combattimento con Star-Lord con la Mandalay Gem, Thanos ha mostrato di poter volare per brevi tratti.[36] Sia che abbia recentemente acquisito questa abilità o che usi equipaggiamento tecnico non è stato ancora rivelato.

Teletrasporto: Thanos può, alla stessa maniera di molti Eterni, teletrasportarsi in distanze sconosciute. È probabile che, come molti altri Eterni trovi il viaggio spiacevole e preferisca la tecnologia di teletrasporto.

Abilità

Super INtelligenza: Thanos ha una brillante mente scientifica che rivaleggia con i migliori dell'Universo.

Abilità nel combattimento fisico:Anche se di solito evita il combattimento corpo a corpo, Thanos è un combattente formidabile, essendo addestrato nelle arti della guerra su Titanio.[37] È particolarmente dotato a usare una combinazione di abilità fisiche e di manipolazione dell'energia.[38] È anche un abile spadaccino, essendo stato in grado di sopraffare Silver Surfer armato di Mjolnir.[1]

Conoscenza mistica: Ha anche una grande conoscenza di tradizioni arcane e mistiche.[39]

Livello di Forza

Classe 100+

Armamentario

Equipaggiamento

Droni Robotici: Thanos ha disegnato diversi tipi di droni robotici per servirlo. Hanno molte funzioni, tra cui manutenzione, lavori manuali, registrazione, e sicurezza. I robot sono di diversa forma e dimensione a seconda della funzione.

Macchina del Tempo: Ha posseduto una macchina del tempo, che ha chiamato "Esploratrice del Tempo".[40] Lo stato attuale di questo dispositivo è sconosciuto.

Mezzi di Trasporto

Thanos ha accesso alla sua flotta che include:

Fucile di Stasi: Un'arma sperimentale capace di generare un cubo di pura forza, che avvolge il bersaglio e lo pone in una condizione di stasi fisica quasi completa. È stato capace di trattenere il dio del tuono Thor, diventato pazzo. La versione sperimentale dell'arma aveva abbastanza carica per una solo colpo.

Note

  • Nonostante sia un Eterno, la Sindrome Deviante con cui è nato lo fa sembrare più un Deviante nell'apparenza.

Curiosità

  • Il nome di Thanos deriva dalla personificazione greca della morte Thanatos.
  • Tutti Titani inizialmente sono stati mostrati con la pelle viola, come Thanos in Marvel Crossover 47. L'idea che Thanos avesse un aspetto diverso dal resto della sua gente non fu stabilita fino a tardi. Il problema di cui sopra è stato modificato nelle ristampe, sove solo Thanos era viola di pelle.
  • Prima di impazzire e nominare suo figlio Thanos, Sui-San progettò di chiamarlo Dione; un fatto che avrebbe rivelato solo a lui il giorno della sua morte.[1]
  • Thanos è nato di mercoledì.[1]
  • Thanos e suo fratello Eros convocano una tregua una volta all'anno per incontrarsi e scambiarsi doni.
  • Una volta all'anno, Thanos ritorna alle rovine di Titano per ricordare la sua vita giovanile. [4]

Links

Cerca e Discuti

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.