Marvel Database
Advertisement





Il personaggio di Wanda Maximoff è interpretato dall'attrice Elizabeth Olsen e viene introdotto nella Fase 2 del Marvel Cinematic Universe a partire dal nono film in assoluto della saga cinematografica, intitolato "Captain America: The Winter Soldier". Da allora, Olsen è tornata ad interpretare Wanda Maximoff/Scarlet Witch nei seguenti titoli della saga: Avengers: Age of Ultron, Captain America: Civil War, Avengers: Infinity War, Avengers: Endgame e Doctor Strange in the Multiverse of Madness di cui è l'antagonista principale.

Il personaggio appare inoltre nella serie televisiva realizzata per il servizio di streaming Disney+, "WandaVision" di cui è la protagonista principale.


Infanzia durante la Guerra Fredda

Nel periodo della Guerra Fredda, quando Wanda e Pietro erano poco più che bambini, la famigliola Maximoff imparava l'inglese guardando le repliche di grandi classici americani quali "Bewitched", "I Love Lucy", "Malcom In The Middle", "The Addams Family" e la preferita di Wanda in assoluto, "The Dick Van Dyke Show". La loro abitazione rimase però coinvolta in una tragica esplosione, di cui Wanda e Pietro furono gli unici superstiti.[2]

Sperimentazioni HYDRA ed Esposizione alla Gemma della Mente

Molti anni più tardi, come reazione all'omicidio dei propri genitori e al bombardamento della cittadina di Sokovia ad opera delle testate nucleari Stark, Wanda e Pietro si unirono alle sperimentazioni condotte sul Tesseract dall'organizzazione terroristica HYDRA per vendicarli. Il contatto con la Gemma della Mente custodita all'interno dello scettro, risvegliò e amplificò i poteri dormienti della giovane Wanda, dandole un assaggio, per qualche secondo, del suo futuro in veste della Scarlet Witch annunciata delle profezie.[2][3]

Ultron e la distruzione di Sokovia

Alcuni anni più tardi, reclutati i gemelli Maximoff alla sua causa, Ultron si creò un corpo sintetico indistruttibile e assemblò un'armata di cyborg al suo servizio per radere al suolo il pianeta Terra. Quando Wanda scoprì le reali intenzioni del cyborg, gli si rivoltò contro, convincendo il fratello Pietro ad unirsi agli Avengers per sconfiggerlo.

Accompagnati dai gemelli Maximoff, unitisi alla squadra, gli Avengers si recarono su Sokovia per affrontare Ultron e il suo esercito. Nel bel mezzo della battaglia però Pietro rimase ucciso. Percepita la morte del gemello a distanza, Wanda abbandonò la sua postazione per affrontare faccia a faccia il nemico. Accecata dalla rabbia, in un gesto estremo, Wanda arrivò al punto di sacrificare la sua stessa vita pur di distrugge Ultron con le sue sole mani. Il sintezoide Visione, creato dalla collaborazione tra Banner e Stark, riuscì a infliggergli il colpo finale e portare la ragazza in salvo.[4]

Vendicatori: Nuova Formazione

Scongiurata definitivamente la minaccia rappresentata da Ultron, Wanda decise di unirsi alla più nuova incarnazione dei Vendicatori capitanata da Steve Rogers e Natasha Romanoff.[4]

In seguito alla morte di Pietro, una volta rimasta sola al mondo, sebbene si fosse unita ai Vendicatori, Wanda trovò conforto nella visione delle sitcom statunitensi che lei e la sua famiglia erano soliti guardare quando era più piccola. Durante uno di quei pomeriggi trascorsi in solitudine di fronte alla televisione, Wanda ebbe modo di approfondire la conoscenza con Visione che la aiutò ad elaborare la morte del fratello.[2]

Guerra civile: Vendicatori contro Vendicatori

In Nigeria, a circa un anno dagli eventi verificatosi in Sokovia, gli Avengers Romanoff, Falcon, War Machine e Wanda Maximoff, guidati da Captain America, si riunirono per impedire a un gruppo di criminali di impossessarsi di una pericolosa arma biologica. Durante lo scontro, nel pienone del centro cittadino, Brock Rumlow azionò un esplosivo che avrebbe potuto uccidere centinaia e centinaia di civili ma, fortunatamente, Wanda riuscì a limitare l'impatto dell'esplosione, rispedendola verso l'alto. Non riflettendo sulle conseguenze delle sue azioni però, finì col condannare una serie di volontari del Wakanda e altri civili dirottando l'esplosione verso un edificio. L'evento finì immediatamente su tutti i notiziari aumentando la sfiducia delle Nazioni Unite nei confronti della squadra di supereroi.

Per tutta risposta, i segretari dei vari stati stipularono i cosiddetti "Accordi di Sokovia", una serie di leggi atte a monitorare costantemente l'operato degli Avengers, in modo da contenere i danni e ridurre il numero di innocenti durante i loro interventi. Da una parte, Tony Stark appoggiava la necessità di una supervisione esterna mentre dall'altra, Steve Rogers sosteneva la libertà di intervento degli Avengers. A causa dell'incidente provocato in Nigeria, ancora visibilmente provata e spaventata dalla portata dei propri poteri, Wanda decise di ritirarsi temporaneamente dalle scene assieme al compagno Visione recludendosi spontaneamente all'interno della Avengers Mansion, dove i due strinsero un'insolita relazione.

Determinato a sventare i piani del Barone Zemo e salvare il suo amico Bucky Barnes, Captain America reclutò Hawkeye e Ant-Man per aiutarlo nell'impresa. Dopo di che, Barton raggiunse la Avengers Mansion, dove convinse Wanda ad abbandonare lo stato di reclusione e unirsi alla squadra. Sebbene Visione tenti di dissuaderla, Wanda accettò la sua proposta, neutralizzando Visione per mezzo dei suoi poteri. Il gruppo venne però ostacolato da una fazione opposta di Vendicatori capitanati da Iron Man e formata da Romanoff, T'Challa, War Machine, il redivivo Visione e il più giovane e inesperto dei sei, Spider-Man.

Durante la battaglia, nonostante Visione non volesse direttamente ferirla, fu costretto comunque a combattere contro Wanda; mentre Natasha decise di lasciar fuggire Rogers e Barnes che si recarono in Siberia per fermare Zemo. Mentre Steve e Bucky raggiungevano la Siberia però, i loro compagni vennero rinchiusi presso il "Raft", un carcere per "supercriminali", in violazione degli Accordi di Sokovia. Tornati liberi, Wanda e Visione decisero di ritirarsi insieme a vita privata, trasferendosi nel loro nido d'amore ad Edimburgo.[5]

Proteggere Visione

Qualche tempo più tardi Wanda e Visione, che avevano trascorso gli ultimi anni presso un quartiere di Edimburgo a dedicarsi alla propria relazione, durante un appuntamento romantico, vennero attaccati dalla coppia di scagnozzi formata da Proxima Midnight e Corvus Glaive, inviati da Thanos per impossessarsi della Gemma della Mente incastonata nella fronte del sintezoide.

Wanda fece del suo meglio per tenerli a bada e difendere l'amato, ma Visione rimase gravemente ferito nel corso del combattimento. In suo aiuto, accorsero però Captain America, Romanoff e Wilson. Respinto il duo, il gruppo procedette a trasferire Visione in Wakanda dove la principessa Shuri avrebbe potuto, grazie alle avanzatissime tecnologie a sua disposizione, ad estrargli la gemma dalla fronte senza ucciderlo nel processo.[6]

La morte di Visione e gli effetti del BLIP

Durante l'estrazione, gli eserciti di Thanos invasero però il Wakanda e Wanda fu costretta ad abbandonare il fianco del proprio amato per supportare i compagni nel corso della battaglia. Sconfitta Proxima Midnight, Wanda scoprì con orrore che Visione era stato prelevato da Corvus Glaive nel bel mezzo dell'estrazione e che questa non aveva avuto l'effetto desiderato. Maximoff e Captain America raggiunsero Visione ma, Thanos, che era già arrivato sulla scena, procedette ad estrargliela con la forza. A niente servì l'intervento dei compagni.

Maximoff, su richiesta di Visione stesso, fu costretta a distruggere la Gemma della Mente incastonata nella sua fronte del sintezoide usando i suoi poteri su di lui, perfettamente consapevole che, nel farlo, l'avrebbe ucciso. Seppure con il cuore spezzato, Wanda riuscì nel suo intento ma, Thanos, utilizzò il potere della Gemma del Tempo per riavvolgere il tempo intorno a sé stesso e riportare in vita Visione prima che Wanda distruggesse la gemma. Neutralizzata in tempo la donna, Thanos procedette ad estrarre la gemma del redivivo Visione che morì un istante più tardi a cuasa dell'estrazione stessa.

Non riuscendo ad impedirgli di impossessarsi della Gemma della Mente, nonostante gli sforzi combinati dei supereroi, il titano procedette a cancellare dall'esistenza metà della popolazione dell'Universo con uno schiocco delle dita. In un singolo istante Bucky, T'Challa, Groot, Wanda e Falcon scomparvero nel nulla, dissolvendosi inspiegabilmente come cenere fra le dita.[6]

La battaglia finale contro Thanos

Riportata in vita cinque anni più tardi, nel 2023, grazie al sacrificio di Natasha Romanoff nel forgiare un nuovo Guanto dell'Infinito, Wasp si unì alla battaglia finale contro Thanos e il suo esercito, rispondendo personalmente alla chiamata alle armi di Captain America, teletrasportata sul campo da un portale di Doctor Strange assieme al resto della resistenza.

Mossa dalla rabbia e dal desiderio di vendetta, Wanda neutralizzò Thanos per il tempo necessario da permettere a Spider-Man di consegnare il guanto nelle mani di Captain Marvel che, con tutte le sue forze, impedì al titano di schioccare le dita per cancellare nuovamente gli eroi dall'esistenza. All'apice del suo potere, Wanda era sul punto di disintegrare Thanos ma, il titano si servì di un trucco per liberarsi e colpirla a tradimento. Fu Stark a compiere il sacrificio finale quando, inserendo le gemme in un guanto artificiale costruito da sé, schioccò le dita per cancellare dall'esistenza Thanos e il suo esercito, rimanendo però ucciso nel processo dalle radiazioni emesse dal guanto stesso.[7]

Nel 2023, in seguito all'annullamento degli effetti del "BLIP", Wanda si recò presso la base operativa della S.W.O.R.D. per recuperare il corpo del defunto Visione e concedergli una degna sepoltura. Il direttore Hayward però, che aveva fatto smantellare il corpo del sintezoide per poterlo studiare meglio, le impedì di sotterrare tre miliardi di dollari di vibranio nel terreno soltanto per concedere a Visione la "degna" sepoltura che meritava, negandole tale privilegio. Forzando il suo ingresso all'interno del laboratorio, Wanda realizzò con profondo dispiacere che, sprovvisto della Gemma della Mente, Visione era soltanto un involucro di vibranio che ella non riusciva più a "percepire".[2]

La creazione di Westview

Seguendo le indicazioni dell'appalto che Visione aveva ottenuto, Wanda raggiunse la misteriosa cittadina di Westview in New Jersey, dove i due avrebbero dovuto trascorrere il resto delle loro vite insieme. Distrutta dal dolore, Maximoff rilasciò dal petto un'immensa quantità di energia caotica che riplasmò l'intera cittadina secondo i suoi desideri: i canoni classici e i cliché delle sitcom americane che da bambina era solita guardare, "creando" grazie al suo potere la vita che aveva sempre desiderato vivere al fianco di una versione "fasulla" di Visione originata dai suoi ricordi.[2]

In un'ambientazione in perfetto stile anni '50, Wanda e Visione conducevano la più ordinaria delle vite: Maximoff era la classica casalinga di quell'epoca che cercava di tenere a bada i propri poteri telecinetici mentre Visione, che nascondeva le componenti robotiche del suo corpo facendosi passare per comune essere umano, lavorava come calcolatore presso la Computational Services Inc.[8] Sempre più interferenze da parte dell'esterno, tuttavia, costrinsero Wanda a fare i conti con il proprio passato, ostacolando la sua felicità.[9][10]

Scarlet Witch

Passando rapidamente dagli anni '70 a quelli '90, Wanda e Visione divennero genitori dei gemelli Tommy e Billy, anche questi generati grazie alla magia di Maximoff. Mentre le diverse epoche continuavano a succedersi rapidamente intorno a loro[11] la strega Agatha Harkness, intenzionata a impadronirsi dei poteri di Wanda che al tempo non era neanche cosciente di essere a sua volta una strega, decise di entrare a fare parte della realtà-sitcom che la donna aveva inconsapevolmente creato nei panni della vicina ficcanaso della porta accanto di nome "Agnes", in modo tale da riuscire a seguire ogni suo movimento.[8][12]

Giorno dopo giorno, le due divennero sempre più vicine e quando, una sera, Wanda le chiese di fare da babysitter ai suoi figli Billy e Tommy, Agatha sfruttò questa opportunità per attirarla con l'inganno all'interno del suo antro e intrappolarla. Sconcertata dal fatto che Wanda potesse essere così potente senza tuttavia conoscere i fondamentali della magia, entrando nei suoi pensieri, Agatha tentò di risalire all'origine dei suoi poteri. Come reazione all'omicidio dei propri genitori e al bombardamento di Sokovia, infatti, Wanda si unì alle sperimentazioni condotte sul Tesseract dall'HYDRA, un'organizzazione terroristica liberticida, per vendicarli e cambiare il mondo. Il contatto con la Gemma della Mente custodita all'interno dello scettro, risvegliò e amplificò i poteri dormienti di Wanda che, in seguito alla morte del fratello Pietro e dell'amato Visione, scatenarono tutto il loro potenziale, andando a creare la così detta "Anomalia Westview".[2]

Ripercorrendo il suo passato, Agatha giunse alla conclusione che Wanda fosse la leggendaria Scarlet Witch di cui veniva raccontato fra le pagine del Darkhold, il Libro dei Dannati: La Scarlet Witch non nasce, ma viene forgiata; non ha Congrega, né ha bisogno di conoscere gli incantesimi per lanciarli; il suo potere, inoltre, supera persino quello dello Stregone Supremo e il suo destino è di distruggere il mondo. Determinata a mettere le mani su un simile potere, Harkness tentò di convincerla a consegnarglielo di sua spontanea volontà, offrendosi in cambio di correggere tutte le piccole imperfezioni intessute nell'incantesimo che aveva usato per creare la sua realtà di finzione, permettendole quindi di continuare a vivere felice e contenta al fianco del marito e dei figli.

In un duello all'ultimo incantesimo, Wanda riuscì ad avere la meglio e, scatenando tutto il suo potenziale, raggiunse la forma finale di "Scarlet Witch". Rimasta sconfitta, per convincerla a risparmiarle la vita, Agatha la mise in guardia riguardo il suo futuro: molto presto, a causa della natura caotica e incontenibile del suo potere, avrebbe avuto bisogno del suo aiuto, della sua guida e delle sue conoscenze. Determinata a rimediare ai suoi errori, dopo avere dato l'ultimo addio a Visione e ai figli, che si dissolsero nel nulla davanti ai suoi occhi, Wanda riassorbì dentro di sé il suo incantesimo, liberando la cittadina di Westview dal suo controllo. Ripromettendosi di imparare a controllare i suoi nuovi poteri, Wanda volò via da Westview e iniziò a studiare le pagine del Darkhold.[13]

Corruzione da parte del Darkhold

Rimasta corrotta dalla magia oscura del Darkhold e accecata dalla natura inarrestabile delle proprie capacità che, tra le altre cose, le consentivano di osservare "scorci" di vita delle Varianti dei propri figli sparse tra i vari universi attraverso i sogni, Wanda si mise in testa di ritrovarli.[13][14] Durante la ricerca di Billy e Tommy attraverso i differenti universi, Maximoff scoprì l'esistenza di un essere soprannaturale in grado viaggiare liberamente attraverso il Multiverso, la giovane America Chavez. Con quel genere di potere tra le sue mani, anche a costo di uccidere l'adolescente, Wanda sarebbe stata in grado di viaggiare in ogni luogo del Multiverso, raggiungere i suoi figli e proteggerli da ogni male, in quanto nel Multiverso esisteva una soluzione ad ogni tipo di problema, ad ogni malattia.

Realizzando ciò, evocò una serie di demoni inter-dimensionali che spedì al suo inseguimento. Nel 2025, Maximoff apprese che Chavez si trovava nel suo universo e spedì il demone Gargantos a catturarla. Tuttavia, quando scoprì che la bambina si era guadagnata la protezione di Stephen Strange, Wanda attirò l'ex-compagno di squadra in una trappola e lo mise di fronte ad un'ardua scelta: consegnarle pacificamente Chavez entro il tramonto, accettando di aiutare un'amica di vecchia data a realizzare il proprio sogno di tornare ad essere madre di nuovo; oppure, affrontare l'ira dell'inarrestabile Scarlet Witch, il suo alter ego, scegliendo invece di proteggere una ragazzina che aveva appena conosciuto. Una volta ottenuto il potere di viaggiare liberamente per il Multiverso, infatti, Wanda si sarebbe trasferita permanentemente in un universo dove sarebbe potuta stare con i suoi figli e i due, probabilmente, non si sarebbero visti mai più.

Ma poiché Strange si rifiutò di consegnarle la bambina, la strega, ormai completamente corrotta dalla magia oscura del Darkhold, attaccò il tempio di Kamar-Taj dove America veniva tenuta al sicuro, uccidendo senza pietà tutti gli stregoni che tentavano di ostacolare il suo cammino. Quando Chavez e Strange, messi alle strette, riuscirono a sottrarsi alle sue grinfie rifugiandosi nel Multiverso, Wanda sfruttò il più pericoloso e aberrante degli incantesimi che il Darkhold le metteva a disposizione - il Dreamwalking - per inseguirli. L'incantesimo consentiva al Mago-Dreamwalker di proiettare la propria coscienza dal suo universo a un altro, impossessandosi del corpo di un sé alternativo, come un malvagio burattinaio che manipola il suo doppio e insegue i suoi nemici a distanza. Questa possessione naturalmente non rappresentava un legame permanente tra le realtà, ma nel breve tempo che il Mago-Dreamwalker "camminava" nei sogni, questo poteva causare danni irreparabili all'universo che invadeva, causando un'Incursione nonché l'alienazione totale di suddetta realtà.

Dalla tomba del demone Chthon sul monte Wungadore, dalle cui pareti erano state trascritte le varie copie del Darkhold ampiamente diffuse in tutte gli universi, Maximoff prese il controllo della sua controparte alternativa di Terra-838 per stanare i fuggitivi e rapire l'adolescente. Uccidendo brutalmente e senza pietà una serie di avversari che ostacolarono il suo cammino, la strega riuscì infine a mettere le mani su America e, prendendo il controllo della sua mente, aprì un portale per riconsegnarla fra le mani della vera sé rimasta nell'universo di partenza. Incapace di battere in potenza la Scarlet Witch, America, acquistando più fiducia nelle proprie capacità, la trasportò su Terra-838 per permettere ai Billy e Tommy di quell'universo di assistere alla sua malvagità e vedere con i loro occhi che razza di mostro fosse diventata. Per quanto la donna tentasse di rassicurarli, i due bambini corsero via terrorizzati, implorando la loro vera madre, la Wanda della Terra-838, di proteggerli.

Rendendosi conto di quanta morte e distruzione avesse causato, Maximoff ricadde sconfitta sulle proprie ginocchia, iniziando a piangere per la persona che era diventata a causa della corruzione del Darkhold. Trovando finalmente pace nella verità che là fuori esistessero altri mondi diversi dal suo in cui lei e i suoi bambini vivevano felici e contenti come ella aveva sempre desiderato, Wanda utilizzò i suoi poteri per distruggere dalle fondamenta la tomba di Chthon sulle cui pareti erano stati incisi i malvagi incantesimi che componevano il Darkhold e, di conseguenza, tutte le versioni del libro presenti in tutti gli universi, in modo che nessun altro potesse venire mai più tentato dal potere del libro stesso.[1]

Poteri

Wanda Maximoff è uno degli esseri più potenti mai esistiti all'interno dell'universo cinematografico Marvel, nonché uno dei detentori di magia più potenti dell'universo di Terra-199999.

  • Manipolazione della Magia del Caos: come rivelato da Agatha Harkness, oltre alle abilità psioniche derivanti dall'esposizione alla Pietra della Mente, Wanda Maximoff è nata con abilità magiche latenti, che la pietra stessa ha risvegliato e amplificato. Forgiata dal dolore, dalla perdita e dalla sofferenza, Wanda si è evoluta oltre il naturale grado di "Stregone Supremo" diventando a tutti gli effetti Scarlet Witch, una creatura leggendaria di cui viene narrato all'interno delle pagine del Darkhold, il Libro dei Dannati forgiato dal primo demone della storia, Chthon. Poiché Scarlet Witch non viene creata ma forgiata, Wanda non ha bisogno di appartenere a una congrega o di trarre le proprie energia dal Multiverso per utilizzare la magia, né ha bisogno di conoscere gli incantesimi per lanciarli, la sua magia è innata e proviene da dentro. Il suo potere, supera persino quello dello Stregone Supremo e come tale, è capace di dare vita a spettacolari creazioni spontanee, nonché di manipolare la realtà a proprio piacimento. Nonostante questo, Wanda non ha mai ricevuto un addestramento formale e non ha ancora affinato la sua magia, soprattutto se paragonata a Doctor Strange. All'inizio, Maximoff non era a conoscenza delle proprie origini magiche, tuttavia, quando scoprì la vera portata dei suoi poteri, Maximoff iniziò a studiare il Darkhold e gli incantesimi iscritti al suo interno. Le sue capacità, in termini di stregoneria, divennero così vaste che persino tutti gli apprendisti e i maestri stregoni di Kamar-Taj messi insieme non furono in grado di tenerle testa. Il potere innato di Maximoff era nettamente superiore a quello di Strange e Wong, rispettivamente l'ex Stregone Supremo e l'attuale Stregone Supremo, nonostante entrambi avessero più esperienza nelle arti mistiche.
    • Trasformarsi in Scarlet Witch: inizialmente, Wanda era soltanto in grado di manifestare la sua coroncina sotto forma di energia del caos tridimensionale. In seguito allo scontro con Agatha invece, divenne in grado di manifestare fisicamente la corona, così come evocare lo storico costume della strega annunciata dalle profezie.
    • Manipolare la realtà: Capace di imbrigliare la Magia del Caos, Wanda divenne la realizzazione del mito di Scarlet Witch, un essere capace di creazione spontanea. Maximoff è in grado di deformare e ricostruire la realtà a proprio piacimento, manipolando telecineticamente la polarità molecolare di tutto ciò che la circonda.
      • Hex: Wanda può creare piccole zone chiamate Hex in cui la realtà che la circonda segue i suoi desideri e le sue regole. Queste aree sono circondate da un campo di forza parzialmente invisibile e, per via di un incantesimo di illusione, appaiono normali viste dall'esterno. Sfruttando questa capacità, Maximoff è stato in grado di prendere il controllo di Westview e riplasmarla secondo la propria volontà. All'interno del suo perimetro, Wanda aveva il controllo completo, riuscendo persino a manipolare le menti dei cittadini per obbedire ai suoi ordini. All'interno del perimetro di Westview, Wanda riuscì a plasmare l'illusione più convincente di tutte: la cittadina di Westview stessa, creando illusioni a centinaia di chilometri e curandone attraverso l'arte della trasmutazione ogni singolo dettaglio, con i suoi edifici, i suoi costumi e i suoi abitanti. Dopo gli eventi di Westview, Wanda si rifugiò all'interno di un'altra Hex, dove incominciò a studiare il Darkhold. In Doctor Strange nel Multiverso della Follia, Wanda creò un'altra Hex per accogliere Stephen nella sua tranquilla "casa di campagna", in realtà un terreno arido e con gli alberi rinsecchiti.
        • Creazione della vita:' all'interno del perimetro esagonale della sua Hex, Maximoff poteva creare organismi viventi, come i suoi figli gemelli Billy e Tommy, anche se questi sarebbero andati completamente distrutti una volta lasciato il perimetro dell'incantesimo.
        • Manipolazione del tempo: All'interno della sua realtà, Maximoff si è dimostra capace di riavvolgere il tempo su sé stesso per impedire a certi eventi di verificarsi e riscriverli secondo la sua volontà.
    • Trasmutazione: Maximoff si è dimostrata in grado di rendere gli oggetti tridimensionali, bidimensionali e viceversa; cambiare a piacimento l'aspetto dei suoi abiti o l'arredamento della sua casa e di portare in vita oggetti precedentemente inanimati e viceversa.
    • Evocazione: Wanda è in grado di evocare gli oggetti dal nulla. All'interno di Westview, si servì di questa capacità per evocare una copia del defunto Visione dai suoi ricordi. Una volta ottenuta la proprietà del Darkhold, divenne in grado di evocarlo a volontà e, attraverso i suoi oscuri incantesimi, evocare creature e demoni-interdimensionali al suo servizio, come Gargantos.
    • Assorbire la magia: Wanda ha mostrato la capacità di potere assorbire la Magia Oscura di Agatha Harkness e trasformarla in Magia del Caos, amplificando ancor di più i propri poteri. A differenza di Harkness, che aveva bisogno di assorbire la forza vitale del bersaglio per assorbirne i poteri, Maximoff era in grado di assorbire la magia e l'energia senza uccidere il suo bersaglio. Durante lo scontro con Captain Marvel degli Illuminati, Wanda assorbì completamente l'energia cosmica dell'eroina intergalattica, lasciandola completamente vulnerabile ai suoi attacchi.
    • Annullare la magia altrui: Servendosi di particolari rune, Wanda fu in grado di neutralizzare la magia altrui e impedire a chiunque si trovasse all'interno del perimetro tracciato dalle rune di lanciare incantesimi. Solo la persona che aveva lanciato l'incantesimo, avrebbe potuto usare la magia.
    • Manipolazione dell'elettricità: Maximoff può accendere e spegnere le luci della sua abitazione con uno schiocco delle mani. Durante le contrazioni dovute alla gravidanza, Wanda causava aumenti e cali di tensione continui.
    • Manipolazione delle fiamme: durante le contrazioni della gravidanza, Maximoff causò l'avvamparsi delle fiamme nel camino.
    • Proiezione Astrale: A differenza della tradizionale proiezione astrale, Maximoff è stata in grado di proiettare la sua forma astrale senza perdere coscienza del suo sé fisico. Ci riuscì manifestando Scarlet Witch al di fuori del suo stesso corpo, come dimostrato quando studiò il Darkhold nella sua forma astrale, mentre preparava anche una tazza di tè nella sua forma fisica.
    • Teletrasporto: Durante il talent show, Wanda trasportò Geraldine dal backstage direttamente nella scatola magica. Durante la battaglia contro Harkness, Maximoff è stata anche in grado di scomparire e riapparire dietro di lei, lasciando dietro di sé una scia di fumo rosso, imitando il teletrasporto di Harkness stessa.

Oltre ai suoi poteri di natura mistica, Wanda può contare su una serie di abilità psioniche amplificate dalla Gemma della Mente, ma pur sempre di natura magica. Fra queste:

Wanda Maximoff (Terra-199999) from Avengers Endgame 0004.jpg.jpg
  • Manipolazione dell'energia psionica: Esponendosi alle radiazioni della Gemma della Mente, poiché una parte della gemma dimora dentro di lei, Wanda ha ottenuto in cambio una serie di abilità psioniche. Maximoff può infatti manifestare la sua energia psionica sotto forma di correnti di energia rossa simili a sfere incandescenti e scagliarle contro i suoi avversari sotto forma di esplosioni e potenti raggi di energia, come onde o dardi.
    • Telecinesi: la telecinesi di Wanda è talmente potente da permetterle di piegare il vibranio, sollevare in aria centinaia di tonnellate e frantumare la Gemma della Mente.
    • Manipolazione micro-cellulare della materia: Wanda possiede la capacità di manipolare mentalmente e far levitare la materia per mezzo della sua energia psionica.
    • Levitazione: Wanda è in grado di servirsi della sua energia psionica per spostarsi nell'aria e simulare un'approssimazione limitata del volo.
    • Generazione di un campo di forza psionico: Maximoff può creare barriere di energia altamente resistenti, in base alle necessità, capaci di difendere se stessa e i suoi alleati.
    • Sensibilità neuro-elettrica (Telepatia): come descritto da Maria Hill, Wanda può manipolare le menti degli altri, sperimentare telepaticamente i loro ricordi e leggere i pensieri altrui. Viaggiando nei ricordi altrui, Maximoff è quindi in grado di percepire le emozioni e le sensazioni di ciascuno.
    • Ipnosi: Maximoff è persino in grado di ipnotizzare le menti dei suoi avversari. Indurre il sonno e causare illusioni di puro dolore a piacimento.
    • Controllo mentale.
    • Suggestione.



Scopri e Discuti

Note a piè di pagina



Ti piace? Facci sapere!

Advertisement